Cultura

- di Redazione

“Montagne che migrano” e i canti popolari dei pastori. A San Pellegrino in Alpe gli eventi dedicati alle tradizioni popolari

SAN PELLEGRINO IN ALPE 2 – “Montagne che migrano” e i canti popolari dei pastori. A San Pellegrino in Alpe gli eventi dedicati alla migrazione, alle tradizioni popolari e alla nostra storia per il festival “I Musei del Sorriso” organizzato dal Sistema Museale territoriale della provincia di Lucca. Domenica 7 agosto 2022 alle 16,30 al Museo etnografico provinciale Don Luigi Pellegrini di San Pellegrino in Alpe (Castiglione di Garfagnana) si inaugura la mostra a cura di Lucia Giovannelli e Pietro Luigi Biagioni “Montagne che migrano. La transumanza in Garfagnana e Valle del Serchio” In occasione dell’apertura, si tiene lo spettacolo musicale dei cantastorie Pietro Lino Grandi e Helga Battaglini, dal titolo “La transumanza nella Valle del Serchio. Canti popolari dei pastori”. La mostra è realizzata nell’ambito del progetto interregionale marittimo Italia-Francia “CamBioVIA” “La cooperazione al cuore del Mediterraneo”. Intervengono Alessandro Colombini, presidente dell’Assemblea del Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca, Ave Marchi, presidente della Fondazione Paolo Cresci, Pietro Luigi…

- di Redazione

Fabrizio Da Prato presenta il libro dell’operazione artistica “Richiami Parma 2020+21

BARGA – Si svolgerà sabato 6 Agosto, ore 18.30, alla Galleria Comunale in via di Borgo a Barga la presentazione di “Richiami Parma 2020 + 21”, il libro che racconta la storia dell’operazione artistica realizzata tra il 2020 e il 2021 dall’artista Fabrizio Da Prato, a Parma. L’evento –  realizzato con il Patrocinio del Comune di Barga – vede la partecipazione dell’artista e l’introduzione di Alice Barontini, che ha realizzato i testi critici presenti nel volume. Alla fine della presentazione del libro, sempre alla Galleria Comunale, sarà inaugurata un’esposizione di opere di Fabrizio Da Prato, aperta fino al 21 agosto Richiami Parma 2020 + 2021 è l’operazione artistica di Fabrizio Da Prato, realizzata a Parma tra il 2020 e il 2021, anni in cui la città è stata nominata Capitale Italiana della Cultura. A settembre 2020 e a settembre 2021, infatti, Da Prato ha regolarmente acquistato per quindici giorni consecutivi una serie di spazi solitamente dedicati alle pubbliche affissioni, collocati sul…

- di Redazione

Tanto pubblico al Premio Letterario “il treno” a Benabbio tra musica e poesia

E’ tornato a Benabbio, con una bella cornice di pubblico, il premio letterario “Il treno” organizzato dall’Associazione Culturale” Il Muro Magico “ con il Patrocinio del Museo Nazionale dei Trasporti di La Spezia, del Comune di Bagni di Lucca, della Federazione Italiana Modellisti Ferroviari e del Gruppo Ferromodellistico livornese.   Alla fine non solo la premiazione, ma un vero e proprio festival, tra musica, poesia, teatro. Ospite speciale della serata è stata la regina dell’operetta Cosetta Gigli, una delle protagoniste in tv della popolare trasmissione “The Voice Senior”. Ha proposto brani da opere e canzoni, accompagnata dal maestro Simone Tomei ed ha riscosso ad ogni prova scroscianti applausi dal pubblico. La 14esima edizione del Premio Letterario Nazionale, le cui opere dovevano ispirarsi al tema del treno, ha visto diversi premiati nelle varie categorie: Racconti emigrazione 2022; Poesie 2022; Poesie sull’emigrazione; Poesie in dialetto. Tante le adesione e i protagonisti giunti da ogni angolo d’Italia per la bella serata presentata dalla…

- di Redazione

Ritratto di famiglia ne “La nuova Barga”: alla Fondazione Ricci si legge la storia della famiglia Pieroni,

BARGA – Storia della famiglia Pieroni di Barga, dalle statuine di gesso a un impero nella ristorazione degli Stati Uniti d’America con il Pieroni’s Sea Grill. Nella mostra “La nuova Barga: architettura e arti decorative tra Liberty e stile eclettico (1900-1935)”in corso alla Fondazione Ricci ETS di Barga (via Roma, 20), si possono leggere le storie delle famiglie della cittadina toscana che, poche in confronto a tutte quelle che sono migrate per far fortuna, fortuna l’hanno fatta davvero. Il nuovo allestimento si è infatti arricchito di materiali emersi dalle donazioni di diversi privati alla Fondazione, che testimoniano la Barga dei migranti di ritorno, quelli che fecero fortuna, che desiderarono e riuscirono a dare una impronta nuova alla città, nello stile dell’epoca: il Liberty. Di primo piano il ruolo delle fotografie in questo nuovo allestimento, con approfondimenti sulle famiglie, come i Caproni e i Pieroni, e delle loro storie legate alla città. Giuseppe Pieroni, che costruì l’attuale villa all’Arsenale nel 1911, era uno…

- di Redazione

Stefano Massini racconta a… Gaber

Poche settimane dopo aver trionfato ai Tony Awards, l’Oscar del teatro americano, Stefano Massini approda giovedì 4 agosto alla Fortezza di Mont’Alfonso di Castelnuovo di Garfagnana (Lucca) con lo spettacolo “Quando sarò capace di amare” dedicato a Giorgio Gaber. Inizio ore 21,15. I biglietti – posto unico 11,50 euro – sono disponibili sul sito ufficiale www.montalfonsoestate.it, su www.ticketone.it (tel. 892.101) e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita). A Castelnuovo di Garfagnana prevendite presso la Pro Loco di Castelnuovo di Garfagnana (piazza delle Erbe, tel. 0583 641007; orario giorni feriali 9.30/12.30 – 15.30/18; domenica e festivi chiuso) e Fidelity Tours (via Baccanelle 7/a – orario giorni feriali 9/13). Biglietti disponibili anche il giorno dello spettacolo, dalle ore 19, presso la biglietteria della Fortezza. In “Quando sarò capace di amare” Stefano Massini non si propone di raccontare Gaber, bensì racconta a Gaber. Ma racconta cosa? Semplicemente storie, personaggi, vicende realmente accadute, incontri e memorie che lo scrittore non avrebbe mai intercettato, se…

- di Redazione

Memoria di Barga: i personaggi della “vecchia Barga”. Appuntamento sabato 6 agosto

BARGA – Uno degli appuntamenti di agosto a Barga, divenuto ormai tradizione è senza dubbio quello della “Memoria di Barga”, con una serata tra musica e canto e ricordi della vecchia Barga, attraverso articoli di giornali e libri barghigiani. Stavolta il tema saranno i “Personaggi della vecchia Barga”,. L’appuntamento è per sabato 6 agosto alle ore 21 nella cornice suggestiva di Piazza San Felice, con la serata organizzata dall’Arciconfraternita di Misericordia di Barga con il patrocinio di Comune e di Propositura di Barga A collaborare all’evento anche Il Giornale di Barga e barganews.com, ma soprattutto colei che è stata sempre l’anima e l’animatrice di questa serata, Graziella Cosimini che anche quest’anno ha dato spunto alla ricerca del tema di questo appuntamento. Durante la serata, tramite articoli del Giornale di Barga, racconti di libri e filmati realizzati da barganews saranno appunto ricordati tanti personaggi di Barga, dal mitico Aristo, Aristodemo Casciani, ai cultori della tradizione della Befana  che sono rimasti nella…

- di Redazione

Rinnovato il rito del cambio della Croce a San Pellegrino in Alpe

Il 1°agosto a San Pellegrino in Alpe si ripete da secoli l’antico rito del cambio della Croce. Un rito antico che si ripete da secoli, forse da oltre un millennio, quello del  1° Agosto a San Pellegrino in Alpe , dove si celebra il tradizionale cambio della croce; un rito che davvero si perde nella notte dei tempi ma che ancora oggi viene vissuto dalle comunità toscane e emiliane con grande partecipazione. Molti arrivano addirittura a piedi portando in spalla la croce come l’associazione Carabinieri di Lama Mocogno e non solo; poi la comunità di Fontanalucce che ogni anno attraversa l’appennino per rinnovare l’atto di fede ai Santi Pellegrino e Bianco. Alla santa messa, celebrata da Mons. Michelangelo Giannotti, alla presenza di molto religiosi in rappresentanza di varie diocesi, hanno partecipato tanti fedeli, autorità militari e civili. Presenti anche i due presidenti di provincia Giandomenico Tomei per Modena e Luca Menesini per Lucca  e i sindaci di Frassinoro e Castiglione…

- di Redazione

Si inaugura la mostra di Claudio Cargiolli, Marco Manzella e Alessandro Tofanell

“La Pittura dell’Immaginifico” degli artisti toscani Claudio Cargiolli, Marco Manzella e Alessandro Tofanelli in mostra, dal 4 al 31 agosto 2022, presso il Museo Le Stanze della Memoria di Barga (LU). Presentata da Giovanni Faccenda, l’esposizione è organizzata da Bernabò Home Gallery con il patrocinio del Ministero della Cultura, del Consiglio regionale della Toscana, della Provincia di Lucca e del Comune di Barga, grazie al contributo di Idrotherm 2000 S.p.a.  L’inaugurazione si terrà giovedì 4 agosto alle ore 18.00, alla presenza di Caterina Campani, sindaco del Comune di Barga, di Laura Piangerelli di Bernabò Home Gallery, degli artisti e della curatrice. Il titolo della mostra – “La Pittura dell’Immaginifico” – fa riferimento alla preponderante assenza di tempo che caratterizza le opere esposte, fatte di materia concreta e di luce labile, di piccoli dettagli che celano un mondo. Luoghi astratti, luoghi onirici, luoghi effimeri, che risuonano tra le pietre di Barga, il borgo dell’arte, amato e apprezzato da artisti e poeti. «Barga…

- di Redazione

L’arte di Leonardo Turri

BARGA – Ammetto che non sapevo della vena artistica del caro amico Leonardo Turri e mi ha fatto piacere invece vederlo  esporre in Barga Vecchia, superando anche  la sua innata riservatezza, le sue opere in queste settimane. La prima volta sono state esposte all’esterno del teatro dei Differenti in occasione della cerimonia dei San Cristofori d’Oro. E poi anche nei successivi due fine settimana, all’esterno della propria casa in via di Mezzo, proprio a ridosso di Piazza Angelio. Le opere hanno riscosso consensi ed apprezzamenti di amici e visitatori di Barga ed anche a me, pour nella mia indubbia ignoranza e competenza artistica, sono piaciute molto. Forse è la prima mostra barghigiana di Leonardo che in questa mini-esposizione barghigiana ha voluto presentare, dedicandole al suo paese, le opere che riassumono il suo percorso artistico. Comunque sia, volentieri, dedico queste due righe e qualche foto alle opere di Leonardo, ringraziandolo di averci fatto partecipe della sua arte.

- di Redazione

Canto del Maggio, poesia e dialetto; commosso omaggio a Luigi Dal Bozzo

Gorfigliano, paese dei Natalecci, di cavatori ma anche del Canto del Maggio. Si è svolta in Località “Segheria” la 1° Edizione dell’evento intitolato: “Il Canto del Maggio, la Poesia e il Dialetto di Gorfigliano. Omaggio a Luigi Casotti detto “dal Bozzo”.   L’evento è stato promosso dal Museo dell’Identità dell’Alta Garfagnana “Olimpio Cammelli” e dall’Associazione Culturale “Paese Vecchio di Gorfigliano” in collaborazione con il Comune di Minucciano e il Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca. Gli organizzatori Yuri Damiano Brugiati e Peter Coppo, sono riusciti a radunare alcuni ex maggianti della storica compagnia Maggianti di Gorfigliano, ed attorno a loro numerosi rappresentanti di varie Compagnie del Maggio Drammatico dall’Appennino Tosco Emiliano per arrivare fino a Buti. Sono state presentati diversi racconti e poesie dedicate al Canto del Maggio, scritte appositamente per l’occasione sia in lingua italiana che nel dialetto gorfiglianese da autori locali: Marcello Ferri, Maria Assunta Torre, Lida Coltelli, Edoardo Paladini “del Farinello”, Andrea Campoli, Paolo Ferri, Mariano…

- di Mario Camaiani

La vittoria più bella

A due chilometri dal traguardo, i due corridori in fuga avevano circa un mezzo minuto di vantaggio sul gruppetto degli inseguitori, e ormai i primi arrivati sarebbero stati loro. Ambedue indossavano la maglia verde della società ciclistica “Folgore”. “Allora, me lo dai il cambio? – disse quello che era in testa – E’ un bel po’ che tiro io: non ce la faccio più a reggere quest’andatura!” “Forza Aldo – gli rispose il secondo ciclista -:  io sono spremuto”. “Non è vero – replicò l’altro -, tu Piero non sei leale e so bene che ti risparmi per poi battermi in volata, ma questa vittoria interessa molto pure a me”. E così dicendo rallentò il ritmo delle pedalate. Intanto un gruppetto di cinque inseguitori si stava avvicinando ai due fuggitivi, quando ormai mancava meno di un chilometro dall’arrivo. “Sei matto? – gridò Piero – Ci stanno riprendendo: dài, sennò me la pagherai cara!” “Mi ricatti, dunque?” “No, ascolta: so che…

- di Redazione

Formiche e Buffardelli boschivi alla Fondazione Ricci a Barga. Grandi e piccoli potranno scoprirli e incontrarli con la mostra di Marco Poma

BARGA – – La città delle formiche e i 100 Buffardelli boschivi. Apre domenica 31 luglio alle 11 l’esposizione di Marco Poma alla Fondazione Ricci Onlus di Barga (via Roma, 20), per invitare grandi e piccoli alla scoperta degli spiriti dei boschi. Si tratta di una installazione immersiva da visitare “torcia alla mano”: il pian terreno della sede della Fondazione Ricci ospiterà infatti formiche e Buffardelli, creature dei boschi, da scoprire a poco a poco camminando come in un bosco in piena notte. “Barga è un luogo non banale dal forte sapore dolce amaro, gentile e ruvido, come si conviene ad un territorio caratterizzato dalla valle del Serchio che scorre placido quanto impetuoso tra le Alpi Apuane e l’Appennino tosco-emiliano – racconta Marco Poma -. Qui, in tanti anni, ho avuto modo di conoscere molte persone e di amalgamarmi profondamente con lo spirito del luogo, abitando sperduto tra i castagni secolari dei boschi dell’appennino. Ho fatto anche numerose amicizie che col…