Salute e Benessere

- di Redazione

Medici di famiglia: a Fornoli incarico alla dottoressa Iacovangelo che sostituirà il dottor Phelan

FORNOLI – L’Azienda USL Toscana nord ovest informa che a partire da venerdì 1 marzo, la dottoressa Giuseppina Iacovangelo inizierà il proprio incarico provvisorio di medica di famiglia nell’ambito territoriale della Mediavalle del Serchio, con ambulatorio principale al centro socio sanitario di Fornoli, in piazza Aldo Moro (nel comune di Bagni di Lucca). L’incarico è stato conferito a seguito delle dimissioni del dottor Niccolò Phelan, il cui ultimo giorno di incarico come medico di famiglia sarà giovedì 29 febbraio prossimo. Dal 1 marzo i pazienti del dottor Phelan saranno assegnati d’ufficio alla dottoressa Iacovangelo. L’Asl ricorda che è sempre possibile effettuare la scelta o il cambio del proprio medico di famiglia attraverso le procedure on line, dal proprio computer o dai dispositivi mobili come smartphone e tablet, senza la necessità di recarsi fisicamente agli sportelli, azzerando quindi le file, e con la massima libertà di orario, utilizzando una delle seguenti modalità: il portale Open Toscana; la App Toscana Salute; i Totem PuntoSi;…

- di Redazione

“Quando il sistema nervoso impazzisce”: un convegno divulgativo su cause, segnali e conseguenze

BORGO A MOZZANO – Un convegno sul tema del sistema nervoso e su quali possono essere le cause, i segnali e le conseguenze di un suo deterioramento. Sabato 24 febbraio, dalle 9.30 alle 12, al Teatro comunale C. Colombo di Valdottavo, si terrà “Quando il sistema nervoso impazzisce”, il convegno aperto alla cittadinanza che tratta, con un tono divulgativo e accessibile, una tematica importante e interessante come quella della condizione di salute del sistema nervoso. La mattinata prenderà il via con i saluti istituzionali del sindaco Patrizio Andreuccetti, del presidente dell’Ordine dei Medici di Lucca, il dottor Umberto Quiriconi, e del direttore zona distretto Valle del Serchio, il dottor Fabio Costa. Successivamente, i relatori affronteranno vari aspetti legati al tema in discussione. Il dottor Marco Farnè, coordinatore sanitario della zona distretto Valle del Serchio e responsabile della UF cure primarie Valle del Serchio e Piana di Lucca, parlerà dell’epidemiologia e dell’organizzazione territoriale della Valle del Serchio. Il dottor Daniele Orsucci,…

- di Redazione

Un Grazie a “Il Ritrovo di Roberta” per il dono al Day Hospital Oncologico della Valle del Serchio    

CASTELNUOVO – L’Azienda USL Toscana nord ovest ringrazia l’associazione “Il Ritrovo di Roberta”, da anni impegnata sul territorio per la prevenzione oncologica femminile, per il gradito dono delle cartelline porta documenti, referti e relazioni che vengono consegnate quotidianamente ai pazienti che afferiscono al Day Hospital Oncologico della Valle del Serchio. “Ringrazio di cuore – dice la responsabile della sezione DH Oncologico della Valle del Serchio Manuela Pellegrini – per la disponibilità e l’ardore con cui l’associazione puntualmente si prodiga per gli arredamenti del nostro Day Hospital, per i gadget e per l’aiuto fattivo, che permette di venire incontro alle esigenze dei pazienti. Ricordo, tra le altre iniziative “La macchina di Roberta”, servizio di accompagnamento a terapie o visite all’ospedale  S. Croce di Castelnuovo di Garfagnana e al S. Luca di Lucca, rivolto ai pazienti più in difficoltà”.   L’Associazione “Il Ritrovo di Roberta” è nata dalla volontà di riunire le donne che si sono trovate ad affrontare un tumore al seno e…

- di Redazione

Novità nei pronto soccorso: ecco le unità di degenza breve per alta e media intensità di cura

LUCCA – L’Azienda USL Toscana nord ovest ha disposto l’attivazione, in tutti i principali pronto soccorso del territorio, delle unità di degenza breve per alta e media intensità di cura. Queste nuove strutture saranno operativa nel giro di pochi mesi negli ospedali di Massa, Lido di Camaiore, Lucca, Pontedera, Livorno e Cecina-Piombino. Lo ha stabilito la delibera 142 dello scorso 9 febbraio firmata dal direttore generale dell’ASL, Maria Letizia Casani. «Il provvedimento è mirato ad incrementare l’efficienza e l’efficacia dei servizi di pronto soccorso – dice Casani – e le degenze brevi ad alta e media intensità consentiranno di ottimizzare ancora di più la gestione dei pazienti in base alla gravità delle loro condizioni cliniche, migliorando al contempo l’efficienza operativa degli ospedali. Sono certa che la nuova misura ottimizzerà ancora di più risorse e competenze, metterà gli operatori in condizione di svolgere ancora meglio il proprio lavoro e, a cascata, migliorerà il servizio per i pazienti». «Le nuove degenze brevi saranno dedicate ai pazienti in condizioni complesse,…

- di Redazione

Valle del Serchio:  presentata in ospedale e sul territorio la nuova direttrice della Pneumologia Valentina Pinelli

E’ stata presentata ufficialmente oggi (16 febbraio) anche in Valle del Serchio – sia in ospedale che sul territorio, alla presenza di vari responsabili di reparti e settori –  la nuova direttrice della Pneumologia dell’area nord Valentina Pinelli, proveniente dalla Liguria e formatasi in Lombardia. che va a rafforzare la squadra dell’area medica dell’Azienda USL Toscana nord ovest. La dottoressa Pinelli ha visitato gli ospedali di Castelnuovo e Barga e  nella sala riunioni del “Santa Croce” è stata introdotta dalla referente per la direzione ospedaliera della Valle del Serchio  Romana Lombardi, dal direttore di Zona distretto Fabio Costa e dal direttore del dipartimento aziendale delle specialità mediche Roberto Andreini. Presenti, tra gli altri, anche la direttrice del dipartimento della Medicina generale Maria Stella Adami e la pediatra del territorio Laura Crespin per il coordinatore sanitario della Zona Marco Farnè.   La dottoressa Lombardi ha fatto un quadro della situazione attuale e delle prospettive future degli ospedali di Barga e Castelnuovo…

- di Redazione

Medici di famiglia: a Bagni di Lucca fine incarico per il dottor Phelan

BAGNI DI LUCCA – L’Azienda Toscana nord ovest informa che giovedì 29 febbraio 2024 sarà l’ultimo giorno di servizio come medico di famiglia del dottor Niccolò Phelan che, nell’ambito territoriale della Valle del Serchio, ha il proprio ambulatorio a Bagni di Lucca. L’Asl ricorda che è possibile effettuare la scelta o il cambio del proprio medico di famiglia attraverso le procedure on line, dal proprio computer o dai dispositivi mobili come smartphone e tablet, senza la necessità di recarsi fisicamente agli sportelli, azzerando quindi le file, e con la massima libertà di orario, utilizzando una delle seguenti modalità: il portale Open Toscana; la App Toscana Salute; i Totem PuntoSi; inviando una richiesta per mail; utilizzando il modulo on-line. In alternativa è possibile recarsi agli sportelli al pubblico sul territorio.

- 1 di Redazione

Al via con sei caschetti in Valle del Serchio la fase sperimentale REC-VISIO 118

D’ora in poi dovremmo abituarci a vedere, per il momento in via sperimentale per 18 mesi nella zona distretto della Valle del Serchio il personale del 118 durante gli interventi in emergenza utilizzare questi caschi speciali. Si tratta del progetto REC-VISIO 118, sistema di “tele emergenza” sviluppato nell’ambito del più ampio progetto di Proximity Care e presentato presso la sede della Misericordia di Piano di Coreglia.Questi caschetti permetteranno di fornire da infermieri e volontari, in particolare sul luogo dell’intervento, informazioni e video sullo stato del paziente alla Centrale Operativa 118, dove il medico può interagire con il soccorritore attraverso un audio bidirezionale.Si tratta di una innovazione importante che potrà cambiare l’organizzazione dell’emergenza nella valle.Sei sono i caschi al momento consegnati a 6 centri del 118, 5 misericordie e una Croce Rossa.  Il progetto di Proximity, lo ricordiamo, ha lo scopo di fornire servizi di primo livello anche nelle aree marginali ed è finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con…

- 1 di Redazione

Grazie a un “caschetto”, collegamento in tempo reale tra soccorritori e medici della Centrale Operativa 118 dell’Alta Toscana

Piano di Coreglia (Lucca), 14 febbraio. Con la consegna dei primi cinque caschetti del sistema interattivo REC-VISIO 118, da giovedì 15 febbraio inizia nella zona distretto della Valle del Serchio, in Garfagnana e Media Valle, in Toscana, la sperimentazione del sistema di “tele emergenza” nel servizio di emergenza e urgenza 118, grazie a tecnologie che permettono il supporto medico a distanza, perfezionate dal team di ricerca coordinato da Piero Castoldi, docente di Telecomunicazioni e direttore dell’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, Informazione, Photonics) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, nell’ambito della linea “P4 – Tele Emergency” di Proximity Care. Quest’ultimo è il progetto pluriennale realizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, con il sostegno finanziario di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e il coinvolgimento di Regione Toscana, Asl Toscana Nord Ovest, 23 Comuni delle aree interne della provincia di Lucca, istituzioni del terzo settore. Partecipano come partner tecnici la Fondazione Monasterio, il Centro di ricerca Maria Eletta Martini di Lucca,…

- di Redazione

Alta Garfagnana: si potenziano l’assistenza primaria e la presa in carico delle cronicità nella Casa della salute di Piazza al Serchio

GARFAGNA – un progetto di riqualificazione della Casa della salute di Piazza al Serchio, che permetterà di potenziare la sanità territoriale, aumentando l’attività ordinaria dei medici di famiglia ma anche prevedendo una presa in carico sempre più proattiva della cronicità. L’obiettivo dell’iniziativa a regime sarà poi quello di garantire un’offerta 7 giorni su 7 sulle 24 ore grazie a un ambulatorio ad accesso libero in cui sarà presente personale medico e infermieristico. Il piano è stato approvato dall’Azienda USL Toscana nord ovest con la delibera numero 120 del 9 febbraio 2024 ed è legato ad un accordo siglato dalla direttrice generale Maria Letizia Casani, dal coordinatore della medicina di gruppo di Piazza al Serchio Rino Romei, dal direttore di Zona distretto della Valle del Serchio Fabio Costa e dalla direttrice del dipartimento della Sanità territoriale Antonella Tomei,  grazie anche alla collaborazione della direttrice del dipartimento aziendale di Medicina generale Maria Stella Adami e del coordinatore sanitario della Zona della Valle Marco…

- di Redazione

Ricoveri in ospedali, la Toscana è la regione che meglio ha saputo gestirli nel 2021

TOSCANA (Fonte Toscana notizie)  – In Toscana nel 2021 i ricoveri hanno avuto mediamente una complessità superiore allo standard, che però il sistema sanitario ha saputo ugualmente gestire in modo efficace e con tempi di degenza inferiori alla media. La Toscana è stata la Regione che meglio ha saputo farlo, nonostante la pandemia da Covid-19 che ancora imperversava e che gravava sulla gestione di tutta la sanità pubblica.               I dati emergono dal rapporto annuale sull’attività di ricovero ospedaliero elaborato dal Ministero della salute pubblicato nei giorni scorsi, tenendo conto della combinazione di due specifici indicatori e confermano un trend positivo che vede la Toscana ai vertici nazionali in questo ambito da un decennio. Il primo è l’indice di ‘case mix’ (Icm) che consente di rilevare la complessità dei casi e la maggiore o minore complessità rispetto agli standard. L’indice comparativo di performance invece (Icp) misura l’efficacia dei reparti, tenuto conto dei tempi di…

- di Redazione

I numeri del 112 toscano: un servizio cresciuto molto negli ultimi anni

TOSCANA (Fonte Toscana Notizie) – Nel 2023, l’anno scorso, sono state oltre 2milioni e quattrocentomila le chiamate in Toscana al 112, il numero di emergenza che i cittadini possono utilizzare in tutti gli stati dell’Unione europea per chiedere soccorso sanitario, nella necessità di contattare le forze di polizia e i vigili del fuoco o in caso di bisogno di soccorso in mare. In Toscana il numero è attivo dal 2021 in tutti i distretti telefonici e a rispondere in prima battuta è la centrale unica di risposta che ha sede presso il presidio ospedaliero Palagi a Firenze, dove operatori formati si occupano della presa in carico della chiamata e dell’individuazione del tipo di emergenza in modo da smistare la telefonata o allertare chi di dovere. Quella toscana a Firenze è la più grande centrale d’Italia e nel 2023 tutte le chiamate hanno avuto risposta in meno di quattro secondi. Oltre un milione e centomila telefonate sono state trasferite alle centrali…

- di Redazione

ASL Toscana Nord Ovest, Servizio Civile Universale. Il 15 febbraio il termine per la presentazione delle domande  

A una settimana dalla scadenza, l’Azienda USL Toscana nord ovest ricorda che è pubblico sul sito www.asltoscananordovest.it, link https://www.uslnordovest.toscana.it/come-fare-per/407-partecipare-al-servizio-civile il bando di Servizio Civile Universale. I posti disponibili sono 38 dislocati nei Pronto Soccorso degli ospedali di Massa, Pontremoli, Fivizzano, Versilia, Lucca, Castelnuovo Garfagnana, Pontedera, Volterra, Livorno, Cecina, Piombino e Portoferraio. Il servizio civile ha una durata complessiva di 12 mesi che viene retribuita con un assegno mensile pari a 507,30 euro, prevede un impegno di 25 ore settimanali da effettuarsi nell’arco di cinque giorni, compresi tra lunedì e sabato, con obbligo da parte del volontario di partecipare alla formazione generale e specifica. Gli aspiranti operatori volontari dovranno produrre – entro e non oltre giovedì 15 febbraio 2024 – la domanda di partecipazione indirizzata direttamente all’ente Azienda USL Toscana nord ovest, codice accreditamento SU00503, che realizza il progetto “Connessi alla salute 2.0” esclusivamente attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone al seguente indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.