Giornale di Barga Tv

- di Redazione

Barga IN Jazz al tempo del coronavirus

BARGA – Nonostante le tante limitazioni previste per la manifestazione che invece del centro storico si è poi svolta nel parco di Villa Gherardi, Barga in Jazz 2020 è riuscita a richiamare anche stavolta un bel po’ di appassionati jazz a Barga. Nel centro storico si è svolto solo il tradizionale passaggio della street band, dopo il classico taglio del nastro a Porta Reale ed al tutto hanno assistito comunque in tanti ed anche se le distanze forse in alcuni momenti non sono state del tutto rispettate, bisogna dire che invece ha prevalso la responsabilità dell’indossare, come si deve, la mascherina e di mantenere il più possibile il distanziamento sociale. Il tutto in un’atmosfera molto diversa dagli scorsi anni, ma comunque in grado di regalare alla fine una bella festa del jazz anche quest’anno, nonostante tutto.. In scena per le vie di Barga vecchia ed anche al Giardino, una street band speciale, composta da molti dei protagonisti di sempre del…

- di Redazione

Sul Fosso l’abbraccio a Pascoli ed al M.o Luigi Roni

BARGA – Per tanti motivi, la serata omaggio a Pascoli 2020, nella notte delle stelle cadenti, il 10 agosto, non poteva essere come le altre, le tante altre che sono state vissute in questi anni coronati dal grande successo della manifestazione. Ci sono stati tanti motivi che hanno reso unica e particolarmente toccante questa edizione che si è svolta dopo i mesi difficili del covid, dell’epidemia che ancora ci tiene in scacco; per questo anche la location, il piazzale del Fosso, è stata tutta nuova quest’anno; ed è stata così Barga, per la prima volta nella storia dell’evento, ad ospitare la manifestazione per consentire il necessario distanziamento sociale. Anche i posti sono stati limitati, ma comunque sia si è riusciti a mettere a sedere 450 spettatori. Il tutto organizzato dalla Fondazione Pascoli insieme alla Misericordia di Castelvecchiio ed al Comune di Barga. A proposito del Fosso, bellissima la cornice che ha offerto questo luogo, con le mura recentemente restaurate che…

- di Redazione

Nel ricordo del loro amore per Barga

BARGA – Li ha uniti in vita l’amore per gli Alpini e per la loro Barga. Dimostrato quest’ultimo in maniera e modi diversi, il primo anche con un notevole contributo alla ricerca ed alla memoria storica di Barga, il secondo con una spinta al bello ed al bene del paese fatto con tanti gesti concreti. A ricordarli con una toccante cerimonia che si è svolta al cimitero di Sigliari, presso le tombe di Antonio e Graziano, sono stati i componenti del Gruppo Alpini di Barga,  della sezione di Barga e dell’istituto Storico Lucchese e della Fondazione Ricci, grazie in particolare alla spinta che è venuta in tal senso dal vice direttore dell’Istituto Storico Pier Giuliano Cecchi. Due mazzi di fiori sono stati deposti presso il luoghi dove Antonio e Graziano riposano per sempre; ai lati opposti del cimitero di Barga eppure ugualmente vicini. Vicini soprattutto nei ricordo, nei pensieri, nell’affetto che tutti i presenti e Barga hanno testimoniato anche ieri;…

- di Redazione

Un San Cristoforo di impegno

In un’atmosfera surreale come surreali sono questi mesi che stiamo vivendo, in compagnia dell’epidemia mondiale, si sono svolte ieri sera le celebrazioni dedicate al Santo Patrono di Barga, San Cristoforo. E’ mancata quest’anno, per forza di cose, la solenne processione, ma tutto il resto della cerimonia religiosa della vigilia si è invece svolta in Duomo a Barga, con la presenza del vescovo della nostra diocesi di Pisa, mons. Giovanni Paolo Benotto. Nella cattedrale millenaria di Barga, c’è stata l’esposizione della reliquia di San Cristoforo che solitamente viene invece portata in processione nel “braccio” e poi la consueta preghiera a San Cristoforo, pronunciata come da tradizione dal primo cittadino, con la benedizione finale impartita dal vescovo. La serata è stata poi accompagnata anche dalla musica eseguita all’organo del Duomo dai musicisti Andrea Anfuso, Gabriella Pisani, Milo Turri e Roberta Barsanti. Dicevamo di una atmosfera surreale. Non le folle oceaniche che accoglievano il “Braccio” del santo negli scorsi anni al termine di…

- di Redazione

L’addio in presenza

BARGA – Per GiornalediBargaTV alcune immagini della festa in presenza, dopo i mesi del lockdown per il coronavirus, per i bambini delle classi quinte della primaria “Giovanni Pascoli” di Barga. Il tutto si è svolto lunedì 15 giugno presso il Bastione del Fosso.  

- di Redazione

Maltempo del 4 giugno: video testimonianze da Fornaci

Per Giornaledibarga TV, per la cronaca e per la storia, alcune testimonianze video di quanto successo in alcune delle nostre aziende nella sera del 4 giugno scorso. Sono un paio di filmati che si riferiscono a quello che è successo in due attività di Fornaci di Barga. Si tratta del Gommista Eugenio Landi e del negozio UPIM. Nel primo c’è anche tutta la disperazione di Eugenio Landi per i danni ricevuti che richiede al Consorzio di Bonifica di tenere in considerazione quanto è successo nel fosso che raccoglie le acque del Chitarrino.        

- di Redazione

La conta dei danni

BARGA – Una pioggia senza precedenti. Dalle 18 alle 20,15 sono caduti a Gallicano 130  mm di pioggia, con punte di 21 mm in 15 minuti. Il che vuol dire che in quindici minuti su ogni metro quadrato di terreno sdono caduti circa 21 litri d’acqua. Un evento dalla portata impressionante, per un temporale autorigenerate in tutto e per tutto che ha sconvolto in poche ore la vita  di una fascia di territorio che da Fabbriche di Vergemoli arriva fino a Coreglia. Barga tra i comuni più colpiti con danni anche al muro di sostegno del Mille ario Duomo con grandi pietre cadute su via della Speranza e dove nei momenti del nubifragio si è verificata una vera e propria imponente cascata d’acqua. Tiglio, frazione montana, è rimasta isolata fino alla mattina di venerdì a causa di frani di notevoli dimensioni. Il problema più importante lo si è avuto sulla strada comunale Barga .- Tiglio con una frana a monte…

- di Redazione

Fornaci e il Primo Maggio che non c’è

FORNACI – Oggi 1° Maggio 2020, Fornaci avrebbe celebrato il sessantesimo anniversario della grande expo “Primo Maggio a Fornaci”. Migliaia di persone sarebbero arrivate in paese a vedere centinaia di esposizioni in diversi settori. Tutto questo è adesso “congelato”, rimandato al 2021… Stamani in paese pochissima gente in giro e le strade, i luoghi solitamente occupati dalla grande expo completamente vuoti in modo surreale…. Per giornaledibargaTV vi proponiamo, affinché rimanga  testimonianza di quello che stiamo tutti noi vivendo, le immagini della Fornaci di questo 1° Maggio 2020…  la Fornaci del “Primo Maggio che non c’è”… ai tempi del coronavirus…  

- di Redazione

Emergenza coronavirus a Barga e ripartenza; video intervista con la sindaca Caterina Campani

Un giudizio positivo sull’emergenza sanitaria e sul suo corso ed uno sguardo verso il futuro, con una ripartenza che sarà lenta e difficile; e poi i ringraziamenti alla popolazione barghigiana per il grande senso di responsabilità dimostrato in questi lunghi giorni, ma anche alle varie realtà, scuola, uffici, operatori sanitari, attività economiche aperte, farmacie, che hanno dovuto adattarsi e reinventarsi in pochissimo tempo il proprio lavoro e che hanno saputo farlo bene. Così la sindaca di Barga Caterina Campani in una video intervista per Giornaledibarga.it  dove ha fatto il punto della situazione. Ecco quello che ha detto.

- di Redazione

Senza la sua gente…

BARGA – Per giornaledibarga TV un’altra testimonianza di questi giorni così strani, così surreali, così diversi. Barga deserta nei giorni del coronavirus… immagini di una domenica straordinaria e drammatica… Barga senza la sua gente che la vive e la ama, ma che un giorno ritornerà con lei

- di Redazione

Ponte all’Ania ai tempi del coronavirus (sabato santo)

PONTE ALL’ANIA – Per GiornaledibargaTV vogliamo lasciare una testimonianza anche di quella che è la realtà di Ponte all’Ania ai tempi del coronavirus. Questo è il paese nel pomeriggio del sabato santo, l’11 aprile 2020.  

- 4 di Redazione

#turnitpositive… credere nell’aiuto degli altri

BARGA – “‘Oggi nel mondo c’è qualcuno che soffre, ma che crede ancora nell’aiuto degli altri’ Questa canzone Pasquale in cui si parla di Gesù Risorto, ci ha fatto riflettere in un momento così duro per la nostra comunità e per le nostre famiglie. Per noi, gruppo di amiche con la passione del canto, queste parole ci hanno portato in una dimensione tutta nostra. Nel silenzio delle nostre case, ci siamo messe a cantare, con la semplicità dell’inesperienza. Le nostre distanze per qualche minuto non sono più esistite. Con la speranza che questo messaggio di speranza arrivi ai vostri cuori, vi auguriamo una Pasqua serena, seppur difficile.” Così un gruppo di amiche che sono per il canto Loredana e Roberta, Veronica e Valentina, Patrizia e Mirella, Valeria ed infine Franca alla chitarra e Gaia alle percussioni.Lo hanno fatto anche per noi, per partecipare alla nostra campagna #turnitpositive, a campagna all’ottimismo. Ci hanno mandato questo bel messaggio di amore e di…