Cultura

- di Redazione

A Piazza al Serchio, “Profumi e Ricordi della mia Garfagnana” di Luciano Zanelli

PIAZZA AL SERCHIO -Per i Giovedì al Museo – Gli incontri de La Giubba il 1° dicembre alle ore 21 si terrà la  presentazione del libro di Luciano Zanelli Profumi e Ricordi della mia Garfagnana, un memoir attraverso cui l’autore, sull’onda delle emozioni, vuole consegnare alle giovani generazioni immagini e impressioni del suo passato. È possibile assistere all’incontro sia in presenza, presso la sede del Museo, in Via Ducale 4 a San Michele, che online, prenotandosi al link: https://bit.ly/dicembre22. La Garfagnana, una valle attraversata dal fiume Serchio, tra le Alpi Apuane e gli Appennini nel nord della Toscana, è un luogo legato ad un passato contadino, fatto di piccoli gesti e grandi tradizioni. La natura e il rapporto con l’uomo sono al centro dei racconti di Luciano Zanelli, che ricostruisce un mondo antico. I ricordi si fanno storia e geografia, passando attraverso l’intimo familiare e il collettivo delle comunità di paese. Le tradizioni, le feste, le celebrazioni, le ricorrenze, rappresentano…

- di Redazione

Il 3 dicembre Andrea Delogu in scena al Differenti

Una stagione di prosa, quella del Differenti di Barga, che si è aperta con un grande successo per lo spettacolo “Trappola per topi” con Lodo Guenzi. Un classico di Agatha Christie che ha raccolto consensi e applausi dal pubblico, tanto che lo spettacolo era già tutto esaurito da giorni. Infatti la vendita degli abbonamenti è andata molto bene toccando le 210 sottoscrizioni, tetto che l’Amministrazione Comunale – come ha spiegato il sindaco Caterina Campani nei saluti iniziali – ha fissato per mantenere una quota di posti da vendere a biglietto per ogni singolo spettacolo. “Ci è dispiaciuto – ha detto il sindaco – non poter accontentare tutte le richieste di abbonamenti, ma per andare incontro alle esigenze di tanti appassionati una parte abbiamo voluto lasciarla a disposizione dei biglietti, considerando che magari non tutti sono interessati a tutto il cartellone. Nell’occasione ringrazio anche l’Istituto Alberghiero, la dirigente, insegnanti e ragazzi, che ci accompagneranno quest’anno curando l’accoglienza e una piccola caffetteria all’ingresso del teatro.…

- di Redazione

Ecco il libro di Carlo Miotti: Pietre Rosse

BARGA – La Sala Consiliare del Comune di Barga ha ospitato  sabato pomeriggio la prima presentazione del libro “Pietre rosse” il thriller psicologico di Carlo Miotti, fornacino, scrittore veterinario conosciuto in tutta la provincia. È stata Debora Pioli a moderare gli interventi a cominciare da quello di Isabella Tobino, Presidente della Fondazione Mario Tobino, che ha analizzato la stretta correlazione tra la medicina e la scrittura: “La grande sensibilità necessaria e insita nella professione del medico, molto spesso cerca la scrittura come viatico per trovare un equilibrio tra la realtà da affrontare e la propria dimensione personale. Esistono moltissimi medici scrittori, Tobino ad esempio, ha scritto per tutta la sua vita, anzi, la Fondazione a lui intitolata sta finalmente per pubblicare il suo ultimo libro postumo. ha rivolto poi un grande plauso a Miotti che con “Pietre rosse” ha saputo scavare nelle emozioni più nascoste rendendole condivisibili attraverso una trama matura e avvincente”. Debora Pioli ha proseguito leggendo alcuni paragrafi…

- di Redazione

Questa sera su NoiTv si parla di Bagni di Lucca

Si parlerà del comune di Bagni di Lucca nella puntata di “E’ Venerdi” in onda questa sera alle 21.15 su NoiTv. Ospite il sindaco Paolo Michelini. Per domande e commenti inviare sms o whatsapp al 360 1038330.

- di Redazione

A Castelnuovo l’incontro letterario con Clementine Pacmogda

CASTELNUOVO – Si terrà martedì 15 novembre alle ore 21,15, presso la biblioteca comunale Domenico Pacchi di Castelnuovo, il primo incontro organizzato dal Circolo del Riccio. Il Circolo del Riccio, nato da un’idea e dal lavoro dei ragazzi della Consulta dei Giovani di Castelnuovo, mette al centro un valore culturale irrinunciabile che è quello della lettura e vuole costruire nella comunità un luogo di riflessione e di dibattito. rappresentando il primo raggruppamento dei lettori della Garfagnana, aperto presso la biblioteca comunale “Domenico Pacchi” di Castelnuovo. Durante le serate verranno commentati i libri proposti: il primo è stato “L’eleganza del riccio”, da cui il circolo ha infatti preso ispirazione per il nome. Sarà un’autrice invece a partecipare all’appuntamento di martedì 15 novembre: la prima scrittrice ospite del Circolo del Riccio sarà Talatou Clementine Pacmogda, con il libro Basnewende (edito nel 2020). Il libro parla del percorso straordinario della vita della stessa autrice, che parte dalle origini ivoriane, continua con la difficile…

- di Carlo Americo Lenzi

Un romanzo tra storia e memoria ambientato tra Trebbio e Convalle

PESCAGLIA – C’è ancora vita culturale nei paesini della Media valle del Serchio? Pare proprio di sì. Questo fatto lo si è compreso nel giorno della presentazione al piccolo teatro del Trebbio del romanzo “Piazza delle Grazie 3” Memorie familiari del secolo breve, scritto a quattro mani da Alessandro Bedini giornalista del Corriere della sera e da Maurizio Guidi architetto scrittore,  per le edizioni “ Tralerighe libri” con la prefazione di Anna Benvenuti. Il romanzo è stato introdotto dall’assessore alla cultura del comune di Pescaglia alla presenza degli autori, del sindaco e dell’ ex-sindaco di Lucca Alessandro Tambellini in veste di storico lucchese. Un romanzo sulla seconda guerra mondiale in quei territori a ridosso della Linea Gotica, tra la storia tratta dai documenti e le memorie di vita vissuta. I cambiamenti epocali tramandati dalle parole, si susseguono in descrizioni episodiche di vita in divenire nella seconda metà del novecento. Si racconta perché “La storia ha bisogno della memoria” ( Tambellini)…

- di Redazione

Il Gran Teatro del Mondo, nel libro scritto da Giannotti e Raffi

BARGA – Sabato scorso, sotto la loggia del Caffè Capretz a Barga, si è presentata l’ultima fatica letteraria di Paolo Giannotti e Alessandro Raffi “Labbra spente”, pubblicata da Franco Stango editore. I massesi Paolo Giannotti, già docente di lungo corso alle scuole medie di Barga e Alessandro Raffi, presente in tante attività culturali della nostra città, hanno scritto a quattro mani questo volume diversi anni fa, dandolo alle stampe recentemente: un libro fresco, diverso, senza peli sulla lingua. Ambientato in una scuola superiore di Massa e scandito in quindici giornate, “Labbra spente” rappresenta il ‘gran teatro del mondo‘ dove gravitano professori, alunni, collaboratori scolastici, tecnici di laboratorio per i quali la vita a scuola non è più vocazione all’istruzione ma una esperienza di trincea. I personaggi sono tipi umani variegatissimi, dal bidello ex cavatore affetto da silicosi e votato alla soddisfazione dei bassi istinti alla professoressa ancora fiduciosa nell’insegnamento, dal preside affetto da passioni maniacali al tecnico che sopravvive con…

- di Redazione

Borsigliana da un millennio sul colle. Vicende di un territorio dell’alta Garfagnana

PIAZZA AL SERCHIO – L’ultima pubblicazione del Professor Dino Magistrelli Borsigliana da un millennio sul colle. Vicende di un territorio dell’alta Garfagnana protagonista della rassegna dei Giovedì al Museo-Gli incontri de La Giubba il 17 novembre alle ore 21: un’occasione per parlare con l’autore di storia locale, e precisamente di quella del territorio di Borsigliana, comprendente i borghi di Vergnano, Molinello, Gambarotta e Grotto, nel Comune di Piazza al Serchio. È possibile assistere all’incontro sia in presenza, presso la sede del Museo, in Via Ducale 4 a San Michele, che online, prenotandosi al link: https://bit.ly/novembre22. La pubblicazione (Edizioni Banca dell’Identità e della Memoria dell’Unione Comuni Garfagnana, 2022), portata a termine in otto anni di ricerche, raggruppa ciò che l’autore ha raccolto sul territorio di Borsigliana: documenti storici, testimonianze, foto antiche, interpretazioni e traduzioni di lapidi, ricordi, statistiche, eventi sociali, religiosi e culturali. Divisa in tre parti, nella prima Dino Magistrelli ha impostato una narrazione storica di tipo classico, composta da…

- di Redazione

A Barga sabato chiude in musica la mostra Io sono poesia

BARGA – Sabato 12 novembre 2022 alle ore 18.00 presso la Galleria Comunale di Barga giunge alla sua conclusione la mostra “Io sono poesia – Dariush e Yoo Myung Hwa”, a cura di Gian Guido Maria Grassi. Un percorso espositivo omogeneo che ci ha guidato in un viaggio introspettivo nelle terre di Oriente alla ricerca dei nostri archetipi… tra i suoni e le geometrie dei ricami abbiamo incontrato personaggi illuminati dalla luna, spettatori di un racconto delle Mille e una notte. Il closing dell’esposizione, che ha riscontrato un notevole successo di pubblico e visitatori, sarà accompagnato da una selezione di musiche della tradizione orientale. Ennio Manfredi suonerà gli strumenti che raccoglie e lui stesso costruisce: antichi strumenti musicali a una, due, tre corde, viole, violini cinesi, strumenti: tra questi il rebab, nato in Afghanistan intorno all’VIII secolo e da lì si è diffuso in oriente e nel bacino del Mediterraneo grazie alle conquiste degli arabi. Interverranno anche il Sindaco di…

- di Redazione

Al caffè Capretz si presenta il libro “Labbra spente” di Paolo Giannotti e Alessandro Raffi

 “Questo non è l’ennesimo romanzo sulla scuola. Benché l’ambiente scolastico faccia da fondale alle vicende narrate, qui non sono presenti né prof talentuosi né eroine dedite a raddrizzare il mondo. È semmai, in tal senso, un libro politicamente scorretto, anzi scorrettissimo. E di fronte a questo fondale si muovono come marionette i più svariati tipi umani che affollano il gran teatro del mondo. Sono quindici giornate, ma potrebbero benissimo essere mille, all’interno di un moto circolare che chiude e apre la vita di Laura e degli altri personaggi trascinati nel vortice di una inavvertita meccanicità. Il lettore non deve comunque temere. L’elemento goliardico e umoristico è il segno principale della narrazione.” Così la quarta di copertina del nuovo romanzo scritto a quattro mani dal “nostro” Paolo Giannotti, prof. che abbiamo conosciuto come brillante ed illuminato insegnante dei ragazzi delle scuole medie di Barga che con lui hanno fatto scula e cultura, e da Alessandro Raffi. Il libro, “Labbra spente. Romanzo…

- di Redazione

Long Due Reunions, a Valdottavo una serata di jazz progressivo e improvvisazione musicale

Al teatro Colombo di Valdottavo sabato 5 novembre alle 18,30, cx’è il concerto Long Due Reunions (Riunioni da tempo dovute), evento musicale (Ingresso libero) di jazz progressivo e improvvisazione musicale che andrà avabnti fino alle 23. Roberto Bellatalla, contrabbasso e  Michele Barontini, batteria di percussioni, clarinetto, saranno gli artisti protagionoisti insieme a Guy-Frank Pellerin, Edoardo Ricci e Frankye Laforgue (Francesco Partipilo), sassofoni, Marco Di Castri, sax soprano, chitarra, Marco Fagioli, tuba, trombone, Marco Carvelli, trombone, Mauro Viegi, tromba, filicorno, Daniele Onori, chitarra, Alessandro Geri, contrabbasso, Massimo Bianchini, percussioni Grazie ad una collaborazione con Marco Fagioli, impegnato ad animare il teatro sul versante musicale (per esempio con la rassegna Valle Sonica e produzioni e incontri dedicati), Valdottavo ospiterà un nutrito gruppo di musicisti riuniti attorno al contrabbassista Roberto Bellatalla e al batterista Michele Barontini. In particolare Roberto Bellatalla è una delle voci più autorevoli e vissute nel campo del jazz progressivo e della musica improvvisata internazionale, avendo contribuito per decenni alla…

- di Pier Giuliano Cecchi

Anno 1779: le strade della Comunità di Barga (nona e ultima parte). La via del Saltello: storica aspirazione di Lucca per Modena ma soprattutto di Barga (FINE)

Con il precedente articolo si è terminato il virtuale cammino assieme al nostro tecnico Francesco Merrighi sulle settecentesche e più importanti strade del territorio di Barga. Adesso però crediamo sia interessante definire un poco cosa avesse voluto dire, per la nostra Comunità, il Passo del Saltello, quale sia stato la sua importanza a livello anche provinciale tanto che la strada per raggiungerlo era considerata la migliore e la più pratica anche per la stessa Lucca nel raggiungere Modena. Una storia molto lunga ma che mai ha avuto il suo coronamento, tanto interessante da aver creato una specifica e ampia letteratura sull’argomento. Noi cercheremo di riprendere un poco il filo della storia che dai secoli più lontani, passando a volo d’uccello nel Medioevo, ci porta al Settecento, poi all’Ottocento, fino al secolo scorso, il Novecento. Gli storici in genere ci indicano questo passo montano molto antico, che posto a un’altezza di circa 1600 metri, era il più facile, il più comodo…