Cultura

- di Redazione

«La devota castellana». Matilde di Canossa tra storia e leggenda. Ecco il convegno

GALLICANO – «La devota castellana». Matilde di Canossa tra storia e leggenda. Appuntamento alla Chiesa di Santa Lucia a Gallicano, il prossimo 26 settembre alle 15 per questo convegno a cui sonolieti di invitarvi Toscana Matildica e Istituto Storico Lucchese (Per info e prenotazioni 348 6618739) Un incontro che vuole indagare la presenza storica e memoriale dei Canossa nel territorio di Gallicano. Il titolo infatti si riferisce al testo di un’ode declamata in occasione della presentazione dei restauri alla chiesa di san Pietro di Trassilico, il 9 settembre 1923. Queste recitazioni pubbliche erano una tradizione molto diffusa in Toscana, che metteva in comunicazione il mondo popolare con la produzione culturale “alta”. Proprio tramite simili dinamiche memoriali i nomi aulici di tanti anziani di queste zone derivano dalla passione popolare per questa forme poetiche che passava anche dalla recitazione del maggio. E così è avvenuto anche per Matilde di Canossa divenuta, nella trasposizione poetica, «Matelda, la devota castellana». Si parlerà di…

- di Redazione

Al Congresso Nazionale ‘Da Borghi abbandonati a Borghi ritrovati’ si è parlato di Bacchionero

PISTOIA – “Da borghi abbandonati a borghi ritrovati” è il tema del 2° Congresso Nazionale che si è tenuto a Pistoia, il 18 e il 19 settembre scorsi, a cura dell’associazione ‘9cento. Dal 2018,  anno del primo convegno, Pistoia è sede di studio del fenomeno dell’abbandono dei borghi a livello nazionale, con approfondimenti sui temi della conservazione della memoria, dell’analisi delle tipologie costruttive di un tempo, delle diverse cause di abbandono e delle possibilità di recupero delle strutture per far rivivere luoghi e paesi, circa tremila in Italia, in abbandono completo o parziale. Molti i relatori e le relatrici che hanno partecipato, tra cui la barghigiana Lucia Morelli, storica dell’arte specializzata in architettura vernacolare, che, nella bellissima Sala Maggiore del Palazzo comunale di Pistoia, ha portato Bacchionero come caso di studio, con un’intervista ad uno degli ultimi abitanti. Ai terreni e ai fabbricati appartenuti alla Famiglia Bertacchi di Barga si aggiunse, nel 1784, la chiesa intitolata a San Lorenzo e…

- di Redazione

Richiami Parma 2021, l’operazione artistica di Fabrizio Da Prato. A Parma un’installazione mette dipinti al posto della pubblicità

PARMA. Fino al 30 settembre in Viale Toschi va in scena Richiami Parma 2021, l’operazione artistica progettata e realizzata dall’artista Fabrizio Da Prato. Una ventina di spazi regolarmente acquistati e usualmente dedicati alle pubbliche affissioni, diventano i contenitori artistici di un percorso espositivo open air, realizzato con il patrocinio del Comune di Parma e del Parco Nazionale Appennino Tosco – Emiliano. Diciotto opere, ognuna delle dimensioni di 140X200 cm, sono veri e propri dipinti realizzati su vecchi manifesti pubblicitari. I dipinti sono stati creati dall’artista nei mesi precedenti l’affissione, all’interno della casa studio a Castelvecchio Pascoli, in Toscana. Sono stati affissi entro la mattina del 16 settembre dal personale adibito, seguendo gli orari predisposti dal giro quotidiano di affissioni. Confuse tra il materiale pubblicitario, queste opere effimere sottraggono spazio alla pubblicità e per un periodo di tempo circoscritto sono offerte in dono alla strada e agli sguardi dei passanti che le potranno vedere mutare nel tempo a causa di imprevedibili…

- di Redazione

Una bella mostra nel ricordo del grande pittore garfagnino Gino Bertoncini

Fino a domenica 3 ottobre si potrà visitare presso il Palazzo Carli a Sillico di Pieve Fosciana la straordinaria mostra dedicata a 36 opere del grande pittore garfagnino Gino Bertoncini. Si tratta di opere quasi tutte inedite che il pittore dopo la sua morte nel 2012 ha voluto donare  ai suoi amici più cari. E sono stati i suoi amici più cari in collaborazione con l’associazione Civitas Sillico che hanno voluto offrire un ulteriore omaggio al Professor  Bertoncini in modo che tutti possono vedere questa parte della sua collezione. Una serie di opere che raccolgono dei  bellissimi paesaggi garfagnini ma anche opere silenti dedicate a Giorgio Morandi. Si tratta di un’occasione unica per conoscere meglio alcune opere ma soprattutto la pittura e l’arte di uno dei grandi pittori del ‘900 della nostra provincia. Come dicevamo la mostra, dal titolo “ la necessità del visibile”, rimarrà aperta alle visite fino a domenica 3 ottobre all’interno di Palazzo Carli a Sillico di…

- di Pier Giuliano Cecchi

La mostra Nuova Barga, tra Liberty e stile eclettico il 26 settembre chiude al pubblico

Una straordinaria galoppata culturale, conclusasi con la mostra che “La Nuova Barga”, è stata quella intrapresa dalla Fondazione Ricci e dalla locale Sezione dell’Istituto Storico Lucchese, entrambi operanti nella stessa Barga.  Era il 12 febbraio 2019, ancora non entrati nel pieno della pandemia, quando guardandoci negli occhi tra Cristiana Ricci, Sara Moscardini, Ivano Stefani e lo scrivente, dopo che da qualche giorno Cristiana aveva espresso l’idea di un cammino tra le ammiccanti ville e villini di Barga e del Comune, che decidemmo di iniziare con una prima uscita di perlustrazione. Un primo e semplice atto che ci conducesse a riuscire a ritessere storicamente e visivamente nel presente, quanto ancora, molto, si lasciava ammirare e che mai aveva trovato uno sviluppo d’indagine e quindi di approfondita conoscenza e il tutto, poi, da tradursi dall’iniziale studio in una mostra e poi in un libro. Il gruppo poi si è ampliato ad altre collaborazioni, come Caterina Salvi, Maria Pia Baroncelli e Leonardo Conti. La “Nuova…

- di Redazione

Al Caffè Capretz un aperitivo in lettura e musica

Una vita senza una piega Lettura in musica Liberamente tratto da “La moglie dell’eroe” di Stefano Benni Con Caterina Paolinelli Chitarra Riccardo Masoni Caterina e Riccardo tornano con una serata di letture in musica pensata e creata appositamente per il Caffè Capretz, storico locale nel cuore del castello di Barga. Conosceremo la storia di Maria, personaggio tutto da scoprire con i suoi preziosi consigli sulla stiratura perfetta e le sue confessioni da perfetta casalinga, ma soprattutto di moglie di un pezzo grosso dell’esercito. E, tra la ricetta della peperonata e i consigli per stirare; ci si accorgerà di aver riso tanto insieme, di esserci sentiti tutti incredibilmente vicini ognuno nel suo mondo che non è poi così diverso da quello della persona seduta accanto a noi. Il tutto accompagnato dalla musica frizzante dal sapore po’ swing di Riccardo che ci farà ascoltare anche un pezzo inedito scritto apposta per questa serata. Info e prenotazioni: 0583 723001   Caterina Paolinelli Nata…

- di Redazione

I castagni monumentali di Renaio e i loro funghi. il libro di Ettore Benedetti

RENAIO – Con una bella cornice di pubblico e tanto interesse per questa opera, sabato 18 settembre si è tenuta presso la ex scuola elementare di Renaio la presentazione dell’interessante libro di Ettore Benedetti dal titolo “I castagni monumentali di Renaio e i loro funghi”. Il libro è corredato di foto e di tante notizie interessanti circa la presenza di tanti antichi e immensi castagni presenti nella zona di Renaio. Tante anche le informazioni sui funghi che crescono all’ombra di questi secolari alberi che rappresentano indubbiamente uno dei patrimoni della montagna barghigiana. Oltre alla gente del posto ed altri appassionati della montagna, al pomeriggio ha preso parte anche l’assessore Lorenzo Tonini, che ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale.

- di Redazione

La reliquia del disonore. Si presenta il libro a Barga

BARGA – Nell’ambito del programma di incontri “Itinerari culturali a Barga, tra ville e angoli suggestivi”, Cento Lumi, Fondazione Ricci, Pro Loco. Unitre Barga e sezione di Barga dell’Istituto Storico Lucchese organizzano per sabato 25 settembre alle 16, presso la Fondazione Ricci di Barga, la presentazione del libro  del barghigiano Massimo Capanni “La reliquia del disonore” (Tralerighe libri editore). A presentare il volume Sara Moscardini, direttore della sezione di Barga dell’Istituto Storico Lucchese. Il libro a Barga è già stato presentato, nel luglio scorso, nell’ambito del festival Tra le righe di Barga. Il romanzo di Capanni, che si ispira a fatti realmente accaduto, ma che, grazie alla sceneggiatura seguita dall’autore vede alcuni protagonisti della vicenda ispirarsi anche a persone esistenti, legate alla vita dello scrittore, rappresenta senza dubbio un momento storico per la letteratura legata a Barga. Il lavoro di Capanni è infatti il primo romanzo di genere ambientato nel 1200 all’epoca degli assedi dei lucchesi. Il romanzo narra le vicende…

- di Redazione

La Parola Cantata: performance teatrale di e con Angela Villa e Franco Ventimiglia

PIAZZA AL SERCHIO – In apertura del nuovo ciclo di incontri dei Giovedì al Museo, il Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico presenta sabato 25 settembre alle ore 21 presso la propria sede la performance teatrale La Parola Cantata, di e con Angela Villa e Franco Ventimiglia. L’evento, fruibile unicamente in modalità online, è gratuito con obbligo di prenotazione al link https://bit.ly/parolacantata. Ne La Parola Cantata, il  corpo   e  la voce   risvegliano   emozioni, sensazioni,   raccontano  storie  spesso  dimenticate, mentre la   parola  dialoga   con   la   musica.   Le  tematiche  sono  quelle  del nostro presente: dalle fiabe di Basile alle favole nere della pandemia, sei donne, sei figure   mitiche,   forse   sei   divinità   cadute   in   disgrazia,   affacciate   alle   finestre   del    mondo contemporaneo, indemoniate e amareggiate, raccontano il loro vissuto durante la   quarantena. Le musiche della tradizione classica partenopea accompagnano i loro deliri e addolciscono il marasma delle emozioni in gioco.   Angela Villa, voce narrante e canto, è autrice e critica teatrale. Ha ottenuto diversi riconoscimenti in…

- di Pier Giuliano Cecchi

Sec. XIII: Il Mago Arrigo Spalla, Barga e Siena

Il Mago Arrigo Spalla di Barga in Garfagnana Nella lotta tra Papato e Impero che sorse a cavallo tra il sec. XII e il XIII e che schierò l’Italia nei due partiti Guelfo e Ghibellino, vediamo che il libero Comune di Barga, onde poter continuare a contrapporsi alla guelfa Lucca, assunse una posizione marcatamente ghibellina. Infatti la storia ci indica si fosse legata, ovviamente in qualche misura, con l’eccellenza ghibellina in Toscana, cioè Siena, più chiari saranno i rapporti con l’altrettanto ghibellina Pisa, anche se Papa Onorio III (1216-1227) e prima Innocenzo III (1198-1216), avevano già iniziato a richiamare Barga e altre terre della Garfagnana dalla parte della Chiesa nell’ottica dei presunti lasciti che ad essa aveva fatto la Grancontessa Matilde di Canossa (1046-1115) (1). Per quanto riguarda il legame di Barga con Siena – quest’ultima in guerra con la guelfa Firenze alleata con Lucca – fa fede la conoscenza di un particolare, singolare e se vogliamo anche inquietante aspetto…

- di Redazione

Domenica 19 settembre al Convento presentazione di un libro sul tema della cura

BORGO A MOZZANO – La Confraternita di Misericordia di Borgo a Mozzano promuove la presentazione del libro “Dentro il viaggio: dialoghi lievi intorno alla cura” domenica 19 settembre alle 18:30 nel giardino di Ponente del Convento di San Francesco. Alla presentazione del libro, che tratta del tema della cura, interverranno gli autori, Rossella Aiardi e Lucia Teresa Benetti e Francesco Branchetti. Per la Misericordia parteciperà come moderatrice Lorena Mariani, direttore della Rsa San Francesco. A seguire apericena per tutti i partecipanti. L’evento si svolgerà nel rispetto delle norme anti – covid e la partecipazione è subordinata al possesso del green pass. E’ gradita la prenotazione al 0583/80731 oppure info@misericordiaborgo.org

- di Redazione

Una mostra che risale al 1976; teatro in strada e tra le gente di Corfino

L’oratorio dell’orologio di Corfino dedicato ai Santi Fabiano e Sebastiano ha ospitato dal 7 al 12 settembre un’interessante mostra fotografica organizzata dal Circolo Foto Cine Garfagnana in collaborazione con al Proloco di Villa Collemandina e l’amministrazione Comunale.   Gli scatti in mostra, realizzati dal fotografo teatrale Massimo Agus, raccontano un evento che si è svolto proprio nel caratteristico centro dell’appennino nell’ormai lontano 1976  quando si tenne un progetto sperimentale di teatro internazionale di strada. All’epoca, infatti, per alcuni giorni gli artisti si mescolarono in mezzo alla gente del paese facendo teatro e arte in strada. Fu, e parliamo di 45 anni fa, un esperimento interessante in quanto dopo una iniziale diffidenza la comunità si fuse perfettamente collaborando e condividendo anche alcune iniziative. In quei giorni avvenne anche che qualcuno pensò di aver visto il diavolo, ma era solo un artista di strada in costume sui trampoli. In definitiva si trattò di un progetto innovativo e ben riuscito grazie alla regia…