Maltempo 1 febbraio. Partono tanti lavori di ripristino dei danni. Si mette mano anche alla frana di Renaio

-

Saranno di circa 300 mila euro i lavori che il comune realizzerà con fondi propri nell’ambito degli interventi di somma urgenza legati al ripristino dei danni del maltempo del 1° e 2 febbraio scorsi.

Tra gli interventi in programma il ripristino del versante della frana verificatasi in località La Mocchia in quei giorni, con la strada che è stata riaperta, per il momento a senso unico alternato anche per consentire il posizionamento di nuove reti di protezione, da pochi giorni.

Negli interventi figurano anche i lavori attesi ormai dal 2014 per la frana di Renaio. Si è infatti aggravata la frana in località Le Rocchette, lungo la strada per Renaio e nelle prossime settimane partiranno i lavori di messa in sicurezza della frana e di ripristino della carreggiata per un totale stimato in 50 mila euro.

La notizia dell’imminente avvio dei lavori e dei soldi che verranno investiti subito (con fondi proprie dell’ente) in questi interventi di somma urgenza, viene dall’assessore ai lavori pubblici, Pietro Onesti.

Alcuni interventi sono già iniziati ed altri lo saranno a breve, dopo la verifica di geologi e tecnici per stabilire il giusto tipo di lavoro da realizzare – dice Onesti –  Oltre a Renaio  ed alla Mocchia si interverrà anche sulla frana in loc. Ceragioli per una stima di circa 45 mila euro. Anche in questo caso si tratta di un aggravamento di un movimento franoso registratosi nel 2014.

Altri 60 mila euro verranno investiti per i lavori di ripristino della strada di San Bernardino, nei giorni scorsi interessata da un movimento franoso che si è portato via gran parte della carreggiata.  Sono previsti poi vai interventi di sistemazione di piccoli smottamenti, come in loc. Buvicchia e loc. Capannelle ed altri piccoli interventi  tra i quali anche lo svuotamento e la sistemazione delle rete di protezione in loc. Ponte dei Gasperetti per un totale di circa 65 mila euro. Altri 15 mila euro serviranno per sistemare i problemi causati dal vento e dal maltempo dei giorni scorsi  riguardanti in particolare i manti di copertura di alcuni edifici pubblici, come la materna di Fornaci.

Il tutto appunto per una cifra che si aggira sui 300 mila euro totali”

Tag: , , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*