Tag: maltempo

- di Redazione

Risolto il problema alla linea elettrica della montagna barghigiana

BARGA – E’ stato concluso a tempo  di record l’intervento per risolvere il problema verificatosi sulla linea di media tensione che dà elettricità alla montagna barghigiana; interessata, in uno dei polini, da una frana verificatasi in loc. Lato  il 21 dicembre scorso. E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, informa di aver concluso con la giornata odierna la realizzazione  di un bypass con la posa di un nuovo sostegno fuori dal fronte di frana per collegarvi la linea elettrica dai pali a monte e a valle. La linea quindi adesso è tornata in piena sicurezza e tutti i piloni sono  molto al di là del fronte della frana.  

- di Redazione

Maltempo, ecco i principali danni nel comune di Barga. A rischio per una frana la linea di media tensione della montagna. Enel già al lavoro

Il maltempo di stanotte ha portato in eredità qualche danno nel comune di Barga e stamani non sono mancati così i sopralluoghi e gli interventi della protezione civile del comune di Barga, con in testa l’assessore Pietro Onesti. Una frana si è verificata in loc. Fraia, tra i comuni di Barga e Coreglia stamattina,. Il Comune ha inviato una ditta per liberare in particolare il collegamento che conduce ad alcune abitazioni. Un’altra si è verificata sulla strada di Fornioni, sempre nella montagna barghigiana, ma in questo caso l’intervento si è limitato a transennare l’area più a rischio. La strada è insomma restata sempre percorribile. A destare in particolare preoccupazione è stata una frana che si è verificata in località Lato, nei pressi  del torrente Corsonna, che minaccia un palo della media tensione dell’Enel che serve la zona della montagna di Barga. Sulla frana anche i Vigili del Fuoco intervenuti nel pomeriggio per delimitare  l’area che si trova nei pressi di…

- di Redazione

Chiusa per frana la strada Mologno – Barga

ORE 16 – I lavoro di rimozione dei detriti sono già in corso. la speranza è di poter nuovamente riaprire al traffico la strada comunale entro la serata o al limite entro  domattina. Anche perché la strada comunale di Mologno viene utilizzata dai trasporti pubblici ed è percorso ogni mattina dai numerosi bus che trasportano gli studenti alle scuole superiori di Barga. Chiusa al traffico la strada comunale Mologno – Barga a causa di una frana verificatasi poco tempo fa. I detriti sulla carreggiata sono stati pochi e già rimossi ma preoccupa la quantità di detriti che invece è stata fermata dalla rete di protezione già installata sul versante e che potrebbe riversarsi sulla strada. Anche per verificare la stessa grandezza della frana e la sua pericolosità, l’assessore alla protezione civile Pietro Onesti ha disposto fino a data da destinarsi, la chiusura del collegamento.  

- di Redazione

Maltempo, Marchetti (FI): «Tra Lucca e provincia 90.644 persone a rischio alluvionale medio nei dati Ispra. Intervenire prima del danno»

«Il 23,3% della popolazione residente a Lucca e provincia, per un totale di 90.644 persone ovvero 36.981 famiglie è esposto a rischio alluvione medio trovandosi in aree a pericolosità idraulica così identificate secondo i dati del rapporto Ispra 2018 Dissesto idrogeologico in Italia: pericolosità e indicatori di rischio. Ma a dati noti che vedono l’11,6% del territorio provinciale lucchese esposto a pericolosità idraulica media corrispondono adeguati interventi di prevenzione e messa in sicurezza dei territori? O il governo del territorio in mano alla Regione procede nella rincorsa dell’emergenza in una Toscana che è seconda in Italia per rischio idraulico, dietro solo all’Emilia Romagna?»: se lo domanda il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti che guarda con preoccupazione agli eventi meteo di questi giorni ma vuole lanciare il ragionamento oltre l’ostacolo della contingenza. E purtroppo la risposta parrebbe negativa: «La fragilità della Toscana è nota e documentata – ripercorre il Capogruppo regionale di Forza Italia – ma quando…

- 1 di Redazione

Si aggrava la frana di Sommocolonia. Sempre più lunghi i disagi per gli abitanti del paese

SOMMOCOLONIA -Il maltempo di questi giorni ha lasciato strascichi importanti anche nel comune di Barga. Si è infatti notevolmente aggravata la situazione della frana verificatasi lo scorso 4 novembre a Sommocolonia. Frana che di fatto blocca l’accesso principale al paese già da diversi giorni. Alle prime ore di lunedì la frana ha fatto registrare però un nuovo e più importante smottamento con i detriti di pietre e fango che hanno completamente invaso la carreggiata. La frana , che ha allargato anche il suo versante, si trova adesso a ridosso dell’ex agriturismo Al Palazzo e così è stata disposta dal Comune di Barga, come ci fa sapere l’assessore alla protezione civile Pietro Onesti, intervenuto stamani sul posto per un sopralluogo, l’ordinanza con il divieto di accesso e di utilizzo della struttura. Già c’erano stati in queste settimane i primi lavori svolti in somma urgenza, ma l’intervento si fa adesso più complicato e non è quantificabile al momento quanto tempo ci vorrà…

- di Redazione

Allerta meteo arancio venerdì 8 novembre per piogge e temporali

Il Centro Funzionale Regionale (CFR) della Regione Toscana ha emesso oggi un’allerta meteo di colore arancio a causa di abbondanti piogge previste nella nottata e nella mattinata di domani 8 novembre. L’allerta arancio è fissata dalle 00.00 alle 13.00 di domani, venerdì 8 novembre, per rischio idrogeologico sul reticolo idraulico minore su tutto il territorio provinciale, quindi per le zone S1, S2, S3, e V, corrispondenti, rispettivamente, al bacino del Serchio-Garfagnana-Lima, al bacino del Serchio di Lucca, Serchio-Costa e alla Versilia, nonché per la zona A4 (comuni di Capannori, Porcari, Montecarlo e Altopascio) L’avviso riguarda un’allerta arancione anche per temporali nelle zone S2, S3 e V con gli stessi orari. Le previsioni meteo del Lamma riferiscono di peggioramento delle condizioni atmosferiche dalla serata di oggi, giovedì 7 novembre, con piogge e temporali sulla costa in rapido avvicinamento sulle zone interne della Toscana. L’attenuazione dei fenomeni è prevista dal pomeriggio di venerdì. Per ogni ulteriore informazione e per gli aggiornamenti della…

- di Redazione

Maltempo, in Alta Garfagnana in azione i mezzi spalaneve della provincia (e dal 15 scatta l’obbligo di gomme da neve)

LUCCA – La prima neve della stagione è caduta la notte scorsa (tra martedì 5 e mercoledì 6 novembre) in Alta Garfagnana. Qui i mezzi spalaneve e spargisale della Provincia di Lucca sono intervenuti dalle prime luci dell’alba per liberare le arterie di competenza provinciale, in particolare le strade provinciali n. 12 del passo di Pradarena e la n. 71 di S. Pellegrino in Alpe che risultano attualmente percorribili in sicurezza. La coltre bianca ha raggiunto i 10 cm. Dopo le piogge dei giorni scorsi, alle precipitazioni è seguito un repentino abbassamento delle temperature, minime in particolare, che ha trasformato in alta montagna l’acqua in neve. La Provincia di Lucca – anche a seguito della prima nevicata della stagione in Appennino e in virtù dell’abbassamento delle temperature di questi giorni – ricorda come ogni anno che che dal 15 novembre prossimo scatta ufficialmente l’ordinanza su tutto il territorio nazionale che prevede l’obbligo di catene a bordo degli autoveicoli o gli…

- di Redazione

Maltempo della notte, per ora nessuna seria conseguenza nel comune

BARGA  – La brutta nottata di pioggia e vento non ha lasciato per fortuna, almeno questo era il bilancio questa mattina, grandi segni sul territorio del comune di Barga. Le strade in generale hanno retto e non si sono registrarti smottamenti o frane rilevanti. Qualche allagamento, causato invece dalle foglie che intasano le fognature, c’è invece stato, come dimostra la foto scattata questa mattina in Largo Roma; non ci sono stati danni per il vicino Bar Onesti, ma solo la comprensibile apprensione per cercare di limitare il livello dell’acqua. Stesso discorso anche in piazzale Matteotti. Alcuni cittadini ci segnalano poi le strade invase dall’acqua divenute come fiumi, con disagi ad esempio per chi si trovava a percorrere a piedi la via del Piangrande,  che ha rischiato di infradiciarsi, o lo è stato, al passaggio delle auto. A proposito di Largo Roma i gestori del Bar Onesti dichiarano che sono tre giorni che devono provvedere provvedere a riaprire le zanelle e…

- 1 di Redazione

Prevenzione dissesto idrogeologico. Arrivano 565 mila euro dalla Regione per la regimazione acque del Piangrande

BARGA – Dopo che il via libera venne concesso in maggio dal Ministero per l’ambiente, ora è arrivata la comunicazione ufficiale e definitiva da parte della Regione Toscana: sono in arrivo 565 mila euro per il potenziamento del sistema fognario e di regimazione delle acque meteoriche di Barga capoluogo. Lo annuncia l’assessore ai lavori pubblici del comune di Barga Pietro Onesti,  che rinnova la sua soddisfazione per un risultato importante proprio per la futura la prevenzione del dissesto idrogeologico. Un risultato a cui il comune di Barga sta lavorando da alcuni anni e che presto si concretizzerà con i lavori Questi interventi serviranno non solo alla regimazione delle acque meteoriche della zona del Piangrande, ma anche ad evitare le conseguenze causate dall’acqua proveniente da Barga che negli anni passati hanno creato seri danni e frane che hanno riguardato sia la strada che in particolare l’abitato di Mologno, che in caso di eccezionali ondate di maltempo, come avvenuto nel 2013, si è…

- di Redazione

Grazie alla sua determinazione Top Moda rilancia

CASTELVECCHIO PASCOLI – Era il 20 ottobre del 2013 quanto un devastante temporale autorigenerante si abbatteva  sul nostro territorio producendo danni davvero considerevoli. Tra i paesi più colpiti vi fu Castelvecchio Pascoli ed a risentirne fu anche il centro bellezza e benessere Top Moda lungo via Pascoli. Tutto il seminterrato, con i suoi locali dedicati a fitness e bellezza, furono allagati e devastati con un danno notevole per questa bella attività castelvecchiese. Nei giorni scorsi  si è alla fine concluso un incubo durato ben 6 anni per Top Moda, che ha inaugurato i nuovi locali realizzati nel piano seminterrato  aggiungendo peraltro, per la parte fitness e benessere, uno strumento innovativo per rimanere in forma, per dimagrire, per allenare o rieducare la muscolatura. Si tratta di X-Body, un innovativo sistema di allenamento, seguito da professionisti del settore, che attraverso anche la elettrostimolazione permette in soli 20 minuti a seduta di ottenere risultati importanti. Venerdì 25 ottobre la presentazione di X-Body, ma anche…

- di Redazione

Maltempo, qualche danno anche nel comune di Barga; scampato pericolo a Fornaci

FORNACI – Qualche danno e qualche disagio per il maltempo di questo pomeriggio anche nel comune di Barga. Agli uffici comunali sono stati segnalati alcuni allagamenti di scantinati, soprattutto nel fondovalle, oltre che piccoli smottamenti che hanno interessato alcune strade. A Fornaci di Barga inoltre, nel collegamento del sottopasso ferroviario tra Fornaci la passerella di Bolognana, dal muro soprastante è caduto, dopo essersi spezzato, un palo del telefono. Il fatto è accaduto verso le 17, in pieno orario di trafficio  Dopo un volo di alcuni metri il palo è finito sulla strada. Fortuna ha voluto che in quel momento non stesse passando nei pressi dell’imbocco del sottopasso alcuna auto, anche se alcuni automobilisti hanno assistito almeno in parte alla caduta.

- di Redazione

Maltempo, Coldiretti Toscana: il bilancio dei danni nelle campagne; perdite per milioni tra serre divelte e frutta, verdura e cereali distrutti

Serre distrutte, frutta, verdura e cereali flagellati sono solo alcuni degli effetti delle tempeste di grandine, pioggia e vento che hanno investito la Toscana, colpendo maggiormente la provincia di Arezzo e provocando milioni di euro di danni all’agricoltura. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti Toscana in merito all’ultima ondata di maltempo dei giorni scorsi. La grandine si è abbattuta sulla zona di Arezzo e della Valdichiana colpendo i frutteti devastando le pesche pronte alla raccolta, così come melanzane, peperoni e zucchine, ma sono stati rasi al suolo anche tabacco, girasole e mais, con serre danneggiate e problemi e difficoltà per le strutture agrituristiche. “Quello che è successo nell’aretino è drammatico, le altre province toscane sono state colpite ma non con particolari danni – spiega il Presidente di Coldiretti Toscana Fabrizio Filippi – questo tipo di eventi sono oramai sempre e troppo ricorrenti, l’emergenza di questi giorni, porta a lavorare tutti per trovare le condizioni affinché le risorse siano spese…