Tag: Carabinieri

- di Redazione

Tentano il furto in un bar di Piano di Coreglia. Tre denunciati

I Carabinieri della Compagnia di Castelnuovo di Garfagnana hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria tre giovani italiani, tutti residenti in Lucchesia, responsabili del di tentato furto aggravato in concorso. I tre, nella notte tra sabato 16 e domenica 17 luglio, hanno tentato di entrare in un bar di Piano di Coreglia, tagliando con una tronchese il lucchetto della catena metallica che sbarrava l’accesso posteriore ad un piazzale di pertinenza. Erano ben organizzati e ben informati tanto da sapere che il cortile era sorvegliato da telecamere. Si sono cosi premurati di spostare le telecamere di video sorveglianza, nonostante avessero comunque i volti coperti da passamontagna. Mentre tentavano l’ingresso posteggiavano anche vicino all’ingresso del piazzale un furgone cui erano già state abbassate le sponde del vano di carico: sarebbe stato utilizzato per caricare e trasportare le macchine cambiamonete o altro materiale che – nelle loro intenzioni – volevano prelevare dal bar. Fortuna ha voluto che proprio in quei momenti, erano le 3,30 del mattino,…

- di Redazione

Ritrovata l’auto rubata a Barga

È stata ritrovata questo pomeriggio nei pressi di Gromignana, frazione del comune di Coreglia, l’auto che era stata rubata domenica scorsa reso l’officina Tecnocross di Barga. La vettura, una Renault Clip Williams quasi d’epoca, di notevole valore per gli amanti delle vetture sportive di questo settore, ė stata ritrovata grazie anche alla segnalazione degli abitanti del posto, nei pressi di una casa per vacanze, da parte dei Carabinieri delle stazioni di Coreglia e Barga. Immediatamente ė stato informato il proprietario della vettura, un giovane di Barga, ovviamente contento del ritrovamento. Proseguono intanto le indagini delle forze dell’ordine per individuare l’autore o gli auguri del furto.

- di Redazione

Barga: spaccio di stupefacenti, un arresto e una denuncia

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castelnuovo di Garfagnana, nell’ambito degli ordinari controlli effettuati per reprimere il traffico di sostanze stupefacenti, nel pomeriggio di venerdì 10 giugno hanno tratto in arresto Y.T., 21enne residente a Coreglia Antelminelli, per il reato di spaccio. Il giovane veniva sorpreso a Fornaci mentre si apprestava a cedere due dosi di eroina. Nella sua abitazione veniva trovato un ulteriore grammo di sostanza stupefacente nonché materiale per il confezionamento delle dosi. Stamani il giovane è stato condotto davanti al Tribunale di Lucca che, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per lui l’obbligo di dimora con permanenza nel domicilio nel periodo serale e rinviato l‘udienza al prossimo 23 giugno. Sicuramente inquietante per 8il luogo dove il tutto si è svolto è poi il caso della denuncia a M.G., 19enne di Capannori frequentante l’ISI di Barga. Nella scorsa settimana i carabinieri della stazione di Barga lo ha denunciato in stato di libertà alla Procura…

- di Redazione

Centenaria morta per il trattamento ricevuto in una casa di cura? Due gli indagati

La vicenda risale al luglio-agosto del 2015 ed al lavoro sul fatto è la Procura di Lucca che deciderà presto se rinviare a giudizio gli indagati ( per il momento sarebbero due, ma il numero potrebbe essere destinato a salire) o archiviare il tutto. Secondo la denuncia del figlio, Giorgio Baggio, che risiede a Barga, la mamma, la centenaria Ida Giusto di origini friulane , sarebbe morta all’ospedale Santa Croce di Castelnuovo forse anche a causa del trattamento ricevuto in una struttura di Barga. Affidata dal figlio alle cure di questa residenza, la donna sarebbe morta in ospedale, ma, secondo quanto recriminano i familiari, le sarebbe stata diagnosticata anche una grave denutrizione riscontrata insieme alla presenza di alcune larve di mosca nelle numerose piaghe da decubito nelle gambe, ferite comunque molto comuni in persone anziane ed allettate. Da queste rilevazioni sarebbe comunque partita la denuncia dei familiari presentata ai carabinieri della stazione di Coreglia. Per richiedere in particolare più chiarezza…

- 1 di Redazione

Rubano portafogli e carta bancomat al supermercato: denunciati

I Carabinieri della Stazione di Barga hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lucca due coniugi italiani, D.N.52enne e la moglie C.V. 45enne, abitanti nella media valle, per il reato di furto aggravato ed indebito utilizzo di carte di pagamento. Il 07 marzo u.s., all’interno del parcheggio del supermercato Conad Superstore di Gallicano, i due si accorgevano che una donna aveva inavvertitamente lasciato sul carrello della spesa la propria borsa. Accertatisi quindi di non essere notati, frugavano al suo interno ed asportavano il portafogli, dal quale sottraevano la somma contante di 200 euro. I due, poi, si accorgevano anche che nel portafogli erano conservati la tessera bancomat ed il relativo codice di sicurezza PIN. Spostatisi in una vicina filiale bancaria, provavano quindi ad effettuare prelievi di contante presso uno sportello ATM, senza però riuscirvi dal momento che la donna – accortasi del furto – aveva già provveduto a bloccare la carta bancomat. Grazie…

- di Redazione

Torna a Barga dopo 70 anni un’opera robbiana. Era sparita nel 1945

Dopo settant’anni Barga torna in possesso di un’opera d’arte misteriosamente sparita, quasi sicuramente trafugata, nel 1945. Stamattina nella sala consiliare di Palazzo Pancrazi, la riconsegna dell’opera: un bassorilievo in terracotta policroma invetriata di scuola robbiana che poteva identificarsi con parte dello stemma del Podestà Rinaldo Nofri Rondinelli, a suo tempo presente (dalla metà del ‘500 fino al 1945 ndr) sulla facciata del Palazzo Pretorio di Barga, oggi sede del Museo Civico, così come riportato ed indicato anche in fotografia sulla pubblicazione di Arnaldo Bonaventura “I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga” edita in Bergamo nel 1914. Proprio quella foto, proprio quel libro hanno permesso di stabilire con certezza che quel pezzo all’asta in Germania fosse lo stesso sparito da Barga e da qui sono partite le indagini che si cono adesso concluse con la riconsegna al Comune di Barga dello stemma che presto sarà esposto nel palazzo Pretorio, sede del Museo Civico. Alla riconsegna di stamani a fare gli onori…

- di Redazione

L’affettuoso grazie di Barga al Maresciallo Del Carlo

Quarantacinque anni di onorato servizio nell’Arma dei Carabinieri, di cui venticinque trascorsi alla guida della stazione CC di Barga. Pochi semplici dati numerici che bastano a far capire perché questa mattina nella sala consiliare di Palazzo Pancrazi si siano ritrovati in tanti per salutare ed augurare buon riposo al Luogotenente Claudio Del Carlo, per tutti il Maresciallo Del Carlo, come continuerà ad essere di sicuro chiamato. C’era il capitano Paolo Volontè, che comanda la Compagnia di Castelnuovo, c’erano i Marescialli Morotti e Faggioli, al comando rispettivo delle stazioni di Fornaci e di Barga (quest’’ultimo in via provvisoria per il momento). C’era il senatore Andrea Marcucci, il sindaco di Barga, Marco Bonini, l’assessore alla protezione civile Pietro Onesti, i rappresentanti dei carabinieri e degli alpini in congedo, ma anche tanti semplici cittadini che hanno preso parte alla cerimonia di saluto e ringraziamento organizzata dall’amministrazione comunale. “Una figura simbolo per il nostro territorio – ha detto di lui il sindaco – che…

- di Redazione

In congedo il Comandante Del Carlo

Dopo circa venticinque anni di onorato servizio, con il primo gennaio scorso è andato in congedo il comandante della stazione dei Carabinieri di Barga, il Luogotenente Claudio Del Carlo. A Barga era giunto dopo aver comandato anche la vicina stazione di Coreglia Antelminelli. Come tanti esponenti dell’Arma passati da Barga, Del Carlo è divenuto in questi anni una delle istituzioni del paese; un punto di riferimento nei momenti di difficoltà e nelle emergenze, ma anche un convinto difensore della sicurezza e del benessere della popolazione. I suoi modi sono sempre stati burberi, ma sotto quella corazza si è sempre nascosto un uomo di cuore, sempre disposto a dare una mano agli altri. Io, figlio di un carabiniere che è cresciuto nei valori dell’Arma, in Del Carlo ci ho sempre visto il giusto connubio di energia, senso del dovere, amore per la divisa ed attaccamento al paese che sono necessari per comandare una stazione importante come Barga ed a nome personale,…

- di Redazione

Nuovi tentativi di furto a Castelvecchio. Serrata caccia all’uomo nella notte tra martedì e mercoledì

Notte movimentata, con tanto di caccia all’uomo quella vissuta tra martedì e mercoledì 11 novembre nel territorio barghigiano. Due furti sono stati sventati in altrettante ville tra Albiano e Castelvecchio in una notte di grande tensione finita con il ritrovamento anche dell’auto rubata utilizzata dai ladri. I ladri hanno preso di mira due ville dove già questa estate erano stati tentati altrettanti furti, in quel mese nero che mise in allarme tutta la popolazione di Castelvecchio, Albiano e Mologno e San Pietro in Campo, dopo una serie di furti anche clamorosi come quello nell’abitazione del senatore Andrea Marcucci. Impossibile sapere se i due tentativi di stanotte siano imputabili alla banda in azione questa estate, ma è chiaro che proprio l’aver tentato di colpire nuovamente in due case già visitate, fa pensare che quantomeno possa esistere una connessione con i furti di allora. I due tentativi sono stati compiuti in una villa lungo le coste di Albiano ed in un’altra abitazione…

- di Redazione

Propone contratto luce e ruba in casa di un’anziana a Bolognana. Preso

I Carabinieri della Compagnia di Castelnuovo, grazie in particolare all’apporto dei colleghid ella stazione di Barga, hanno arrestato per furto in abitazione lo scorso 22 settembre, M.D., 26enne residente a Cerignola (FG) ma di fatto domiciliato a Firenze. Il giovane, procacciatore d’affari per una importante società che opera nel settore energetico, era entrato nell’abitazione di una donna 85enne di Bolognana richiedendo di visionare le bollette già pagate e proponendo la stipula di un nuovo contratto di fornitura. Approfittando però di un momento di distrazione della donna ha aperto un portagioie appoggiato su un tavolo della sala rubando un anello in oro giallo. L’uomo a quel punto si è allontanato in tutta fretta dalla casa, fatto che ha insospettito la donna che si è immediatamente accorta del furto ed ha chiamato il 112.Ad acciuffare il ladro sono stati poco dopo i carabinieri della stazione di Barga che hanno rintracciato il giovane ancora nelle strade di Bolognana. Era insieme al collega con…

- di Redazione

Vagli Sotto. Non rispetta normativa sulle armi e sulla caccia: denunciato

I Carabinieri della Stazione di Camporgiano hanno deferito all’autorità giudiziaria M.A., 60enne del luogo, per numerose violazioni accertate alle vigenti leggi sulla detenzione delle armi e sulla caccia. Nel corso del controllo presso la sua abitazione emergeva che l’uomo non era più in possesso di una canna da fucile denunciata presso la stazione e che, inoltre, aveva acquistato dal fratello una doppietta senza farne alcuna comunicazione come invece richiesto. Dai controlli, inoltre, i militari rinvenivano nell’abitazione cartucce di calibro diverso da quello delle armi denunciate e, quindi, illecitamente detenute. Palesi, poi, altre violazioni alle disposizioni circa la custodia delle armi: due fucili venivano trovati all’interno dell’autovettura parcheggiata all’esterno dell’abitazione mentre il resto era custodito all’interno di un armadio privo di serratura. All’uomo sono state anche contestate violazioni delle leggi sull’attività venatoria: nel congelatore conservava infatti una carcassa di istrice decapitata e scuoiata ed una testa di capriolo; entrambe specie considerate fauna selvatica protetta e delle quali è vietata la caccia.…

- di Redazione

Furti a Fornaci. Caccia all’uomo nella notte

Notte movimentata a Fornaci dove i carabinieri hanno scatenato una vera e propria caccia all’uomo in seguito a due furti in altrettante case in pieno centro a Fornaci. In una delle abitazioni abitano due coniugi anziani e nell’altra una coppia con due bambini. In casa degli anziani, il furto è avvenuto in via Michelangelo, i ladri hanno agito indisturbati in quanto la coppia dormiva e non si è accorta di nulla: hanno rubato un po’ di contante ed alcuni preziosi; nell’altra invece è andata per loro peggio, per fortuna. Tutto è avvenuto verso le tre del mattino. Ad accorgersi della loro presenta la donna che si è svegliata per dei rumori ed ha visto in camera un uomo che rovistava nell’armadio; subito ha gridato richiamando l’attenzione del marito che è intervenuto. Il ladro però non appena sentito le grida si è gettato dalla finestra del bagno e si è dileguato; non prima comunque di aver rubato un portafogli ed alcuni…