Tag: ASBUC

- di Redazione

ASBUC, domenica 29 tutti i cittadini barghigiani chiamati al voto per il rinnovo del consiglio direttivo

Mantenere i beni e i servizi esistenti nel territorio del demanio civico, valorizzare il patrimonio (di cui fa parte anche il rifugio santi della Vetricia ed i rifugi Marchetti e Bertagni al Lago Santo), recuperare e mantenere sentieri e strutture, rinnovare l’impegno per la tutela ambientale del demanio civico, informare i cittadini, tenere i rapporti con enti, parchi e istituzioni,: questi a grandi linee gli intenti ed i compiti che riguardano l’ASBUC e che riguarderanno i candidati al consiglio direttivo dell’ASBUC, per il rinnovo del quale i cittadini del comune sono chiamati alle urne domenica 29 ottobre. E’ abbastanza strano ma per il momento queste elezioni per il rinnovo del direttivo dell’Amministrazione Separata Beni Uso Civico per il prossimo quinquennio, stanno passando abbastanza in sordina. E’ vero che nei vari paesi del comune sono in corso riunioni ed incontri, ma in generale non se ne parla molto di queste elezioni e non è un bene visto che si tratta di…

- di Redazione

Funghi, la stagione è alle porte

Funghi, ci siamo. I tempi sono quelli e la stagione sembra veramente alle porte. Se ne dice convinto l’assessore alle politiche della montagna comune di Barga Pietro Onesti: “Il riscaldamento dei terreni di questa estate e le piogge di questi giorni dovrebbero favorire le condizioni ideali per la nascita dei funghi – afferma Onesti – e la stagione dovrebbe partire nel giro di pochi giorni”. Secondo Onesti ci sono peraltro tutti i presupposti per una stagione ricca di tanti funghi, grazie al riscaldamento dei terreni nel periodo estivo e alla pioggia di questi giorni. L’assessore Onesti invita tutti gli appassionati fin da ora a prestare attenzione ai territori montani ed al rispetto dell’ambiente, ma anche delle regole per la raccolta e soprattutto ai comportamenti da tenere per tutti i raccoglitori di funghi: “Chi va in cerca di funghi – spiega lo stesso Pietro Onesti – deve  indossare un abbigliamento adatto alle condizioni meteo e all’ambiente che si intende visitare; essere…

- di Redazione

Dall’Istituto Comprensivo un grazie ad ASBUC Barga

L’A.S.B.U.C Barga a fianco dell’Istituto Comprensivo per facilitare l’apprendimento dei nostri studenti Lo sottolinea lo stesso Istituto Comprensivo di Barga ringraziando questo organismo per la fornitura di uno speciale kit per verificare le capacità di apprendimento: “La necessità di utilizzare prove oggettive nella valutazione delle abilità di base come la lettura e la comprensione, competenze trasversali ed essenziali nel processo di apprendimento degli allievi. Scrive l’insegnante Giuliana Nardini a nome della scuola – è sempre più sentita tra i docenti. Grazie all’A.S.B.U.C. di Barga (Amministrazione separata beni uso civico) sempre attento alle esigenze della scuola, anche l’Istituto Comprensivo di Barga potrà avvalersi di uno speciale kit,. uno strumento agile e di facile interpretazione capace di individuare precocemente e quindi intervenire accuratamente su queste difficoltà. La Dirigente Patrizia farsetti, la FS Giuliana Nardini e tutti i docenti ringraziano ancora una volta l’ASBUC, che con la sua donazione ha permesso l’acquisto di questo importante kit costituito da test che permetteranno ai docenti…

- di Redazione

Funghi, ci siamo! Stagione agli inizi. Ecco le regole e le normative da seguire

Funghi, ci siamo. I tempi sono quelli e la stagione sembra veramente alle porte, anzi, anche se non del tutto, è già partita. Con i primi funghi arrivati nei nostri paesi e già cucinati in molti ristoranti del nostro comune. Niente di eccezionale per il momento ed assolutamente “bottini” di quantità cher comunque arrivano ad un massimo di 4-5 kg (che comunqur non solo proprio malaccio…), ma le condizioni metereologiche sembrano quelle giuste e soprattutto se rimarranno le temperature miti e umide di questi giorni, dopo le piogge che ci sono state, la stagione dovrebbe sbocciare. Già tra qualche giorno potrebbe essere la volta buona per trovare un bel po’ di prelibati funghi porcini. Per il momento la raccolta dei funghi è avvenuta solo a quote un po’ più basse, ma se la staguioen sboccerà come sembra anche alle quote maggiori dovrebbero apparire in buiona quantità i porcini. Lo conferma anche l’assessore con delega alla montagna del comune di Barga,…

- di Giuseppe Nardini

A proposito del contenzioso per il Rifugio Marchetti al Lago Santo

Nel 1937 il Comune di Barga concesse al sig. Tullio Marchetti un appezzamento di terreno di 90 mq facente parte del demanio civico di Barga presso il lago Santo con autorizzazione a costruirvi un rifugio alpino. La concessione fissava la facoltà di riscatto da parte della proprietà del fondo a termini di legge, ovvero pagando il valore delle opere murarie autorizzate. Tra gli anni ’50 e ’60 il rifugio fu più volte ampliato fino ad occupare una superficie di circa 220 mq. Oggi i rapporti tra l’attuale conduzione del rifugio e l’ente di gestione del demanio civico di Barga risultano irrimediabilmente compromessi per la continua inosservanza di accordi e contratti. Ma perché la proprietà collettiva della comunità di Barga, da tempo immemorabile, si estende sul versante modenese dell’Appennino fino a comprendere parte della zona prospicente il lago Santo? Le ragioni non sono completamente note ma certamente la disponibilità di quel territorio non deriva dalla generosità dei Montegarullo come affermato in…

- di Redazione

Scarpinata sull’Appennino

Scarpinata sull’Appennino barghigiano Rifugio Alpino “Giovanni Santi” – Loc. La Vetricia – Renaio – Barga 18 luglio 15,30-18,30 349 067 4853 info@rifugiosanti.it www.rifugiosanti.it Classica “Scarpinata” alla scoperta dei sentieri e delle bellezze dell’Appennino barghigiano a cura dell’ASBUC.A seguire cena al rifugio.

- di Giuseppe Nardini

Le proprietà di Barga nel modenese: 1374, il processo con Obizzo di Montegarullo

Molti sostengono che l’origine della proprietà della comunità di Barga su circa 900 ettari di terreno sul versante modenese dell’Appennino sia dovuta alla generosità di Neri da Montegarullo, signore di Roccapelago, o per volontà di suo nipote Obizzo di Cortesia. Non esistono documenti al riguardo ma solo valutazioni circa i rapporti amichevoli che Neri ebbe con Barga e con Firenze a cui resero servizio, sia lui che Obizzo, come mercenari. L’ipotesi cade definitivamente leggendo gli atti del processo del 1374 seguito alla rivendicazione di tale territorio promossa dallo stesso Obizzo.Il processo si aprì il 5 luglio nel castello di Barga, affidato al giudizio del potestà del luogo, il fiorentino Lapo di Fornaino de’ Rossi. Furono nominati i notai per assicurare la correttezza delle procedure. Essi raccolsero le prove e le testimonianze proposte dalle parti e predisposero i capitoli su cui sarebbero stati chiamati a rispondere i testimoni. Obizzo, forse deluso dai contatti preliminari ricercati con Firenze, non produsse prove né…

- di Redazione

Furto nella notte al circolo Levi Montalcini, danni anche all’ASBUC

Notte di scorrerie, anche se non gravissime, a Barga Giardino. Per quanto i danni siano stati limitati resta il fatto che si tratta di episodi che turbano la serenità e fanno sentire tutti più vulnerabili. Nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 settembre ignoti in cerca di qualche decina di euro si sono introdotti presso il circolo Acli Rita Levi Montalcini in Canteo e si sono introdotti nella struttura passando da una porta sul retro. Ad accorgersi della “visita” uno dei volontari che questa mattina ha aperto la struttura: oltre alla porta forzata con facilità probabilmente per mezzo di un cacciavite, ha trovato le slot machine saccheggiate e il piccolo incasso del bar sparito. Un danno economico tutto sommato di poco conto ma che, come detto all’inizio, depriva tutti della tranquillità. E non è finita qui perché questa mattina, a sporgere denuncia ai carabinieri della stazione di Barga, si sono recati anche quelli dell’ASBUC. L’associazione, che regola i diritti…

- di Redazione

Festa al Lago Santo, festa dell’amicizia tra Barga e il modenese

Tradizione rispettata anche quest’ano con gli amici dei comuni di Pieve Pelago e Fiumalbo, incontrati dai barghigiani per la tradizionale Festa al Lago Santo. Un’iniziativa che si tiene ormai da oltre dieci anni, ideata e supportata dall’assessore Pietro Onesti in virtù delle sue deleghe alle politiche della montagna per riallacciare e mantenere i rapporti con una terra che intreccia la sua storia con quella di Barga. Il lago santo modenese, le pendici del Giovo e del Rondinaio e dintorni furono infatti per secoli motivo di contesa sulla proprietà: solo di recente è stato trovato un accordo e creato un enclave barghigiano in terra modenese, e per questo ogni anno se ne sancisce l’amicizia. Quest’anno poi, la Festa al Lago Santo – una messa e un bel pranzo organizzato dagli alpini “nostri” e “loro” – ha avuto un sapore ancor più particolare, dato che davanti alla cappellina del lago è stata sistemata una statua in pietra raffigurante San Cristoforo. Un’idea, anche…

- di Lu.Gal.

Al Lago Santo il San Cristoforo dello scalpellino Leo Gonnella

Leo Gonnella è un abitante della nostra Montagna. Vive e lavora a Gragnana, ma qui cura anche delle belle passioni. La più importante forse è quella per l’arte, per la scultura in particolare essendo egli un abilissimo scalpellino. Nasce anche di qui, e dalla bravura che più volte ha dimostrato con le sue opere d’arte, l’iniziativa che vedrà la luce sabato prossimo. Per conto del Comune di Barga, del Gruppo Alpini Barge e dell’ASBUC, Leo Gonnella ha scolpito nei giorni scorsi una bella statua del San Cristoforo di Barga, il simbolo della nostra comunità. Lo documenta per noi questa foto inviataci dalla nuora Emiliana Santi. La statua verrà inaugurata sabato 26 luglio, durante la Festa dell’Appennino, presso il Lago Santo modenese, per iniziativa degli enti e delle associazioni barghigiane che da sempre partecipano a questo appuntamento che unisce le genti di qua e di là dell’Appennino (Barga, Fiumalbo e Pievepelago). Alle 11,15 del prossimo sabato la celebrazione di una Santa…

- di Redazione

Tutti gli appuntamenti di luglio al Rifugio della Vetricia

Ancora qualche iniziativa per godere la bella “alpe di Barga”, le sue tradizioni, la sua natura, l’atmosfera. A pensarci è il rifugio Giovanni Santi con i due gestori Naik ed Elisabetta che, oltre ad essere cuochi provetti per pranzi e cene all’ombra della vecchia caserma dove ora sorge il rifugio (su prenotazione), ogni mese propongono un ricco calendario di eventi. Per il mese di luglio si comincia sabato 12 con lo spettacolo del tramonto sul monte Omo e il rientro al rifugio con la luna piena: un’escursione che prevede merenda al bivacco della Caciaia alle 18.30, partenza per l’Omo e ritorno al Rifugio in serata per godersi una bella spaghettata. Domenica 13, invece, gambe sotto ai tavolini per la “festa della patata novella”, tubero che sarà ingrediente principale di tutte le portate: gnocchi, sformati, patate al forno e fritte e tanto altro. Di nuovo sport il sabato successivo, il 19 luglio, con la 6° scarpinata nell’Appennino Barghigiano organizzata dall’ ASBUC…

- di Redazione

Degustazione prodotti tipici al rifugio Santi

Cultura e gastronomia, passeggiate, intrattenimento e buona compagnia gli ingredienti per un maggio ricco di eventi al rifugio Santi della Vetricia.Oggi: degustazione prodotti tipici locali come farro, formaggi, salumi, formentonPer informazioni e prenotazioni (sempre consigliabili) 349 0674853 o la pagina facebook Rifugio Giovanni Santi.