Tag: ASBUC

- di Giuseppe Nardini

La pesca nel lago Santo, storia e riflessioni

Venceslao Santi (1855 -1927), stimato storico frignanese, ricordava che nel 1573 alcuni pescatori di Pievepelago e Barga immisero trote nel lago Santo. Queste raggiunsero in breve ragguardevoli proporzioni; fu l’inizio dell’interesse per la pesca nel lago stesso. Ricordiamo che a quella data il lago Santo era compreso nei confini del Granducato di Toscana, come conferma la sentenza relativa alla vertenza tra lo Stato Estense e lo Stato Toscano emessa dal giureconsulto di Alba, Pierino Belli nel 1568. Con il trattato di Firenze del 1844, in esecuzione del generale riordino territoriale deciso nel Congresso di Vienna (1815) e nel trattato di Parigi (1817), il confine tra i comuni di Barga e Pievepelago veniva portato in corrispondenza dello spartiacque appenninico. Alla comunità di Barga era riconosciuta la proprietà di circa 914ha. di terreno nel versante emiliano mentre la relativa giurisdizione passava allo Stato Estense. Per effetto di una lunga controversia aperta per lo scioglimento di certa promiscuità di pascolo, controversia conciliata nel…

- di Redazione

Giornata con le fisarmoniche al rifugio Santi

Cultura e gastronomia, passeggiate, intrattenimento e buona compagnia gli ingredienti per un maggio ricco di eventi al rifugio Santi della Vetricia.Oggi: giornata con le fisarmoniche.Per informazioni e prenotazioni (sempre consigliabili) 349 0674853 o la pagina facebook Rifugio Giovanni Santi.

- di Redazione

Cena piemontese al rifugio Santi

Cultura e gastronomia, passeggiate, intrattenimento e buona compagnia gli ingredienti per un maggio ricco di eventi al rifugio Santi della Vetricia. Oggi: cena piemontese a base di bagna caoda e fritto misto. Per informazioni e prenotazioni (sempre consigliabili) 349 0674853 o la pagina facebook Rifugio Giovanni Santi.

- di Redazione

A.S.B.U.C., un amico in più per le scuole

Il prezioso aiuto dell’A.S.B.U.C. permette agli studenti delle scuole primarie gite nel demanio civico di Barga e l’opportunità di laboratori volti alla scoperta delle nostre montagne.Tutto è iniziato nel gennaio 2011.“Maestra, come faremo senza il computer?”La domanda degli alunni della seconda B delle scuola primaria di Fornaci di Barga era scontata: il computer della loro LIM (lavagna interattiva multimediale), arrivata da poco tempo, era stato rubato durante le vacanze di Natale. Fortunatamente una delle maestre, che fa parte di questa associazione raccontò dell’accaduto. Non passarono molti giorni che arrivò la notizia che il computer sarebbe stato ricomprato.E così, dopo poche settimane, la LIM era di nuovo in funzione e noi alunni potemmo nuovamente usarla.Da quel giorno è iniziata per la nostra scuola, anzi per tutto il nostro Istituto, una “nuova era”… una grande, bella e continua collaborazione con l’A.S.B.U.C. che dura ancora oggi.Infatti dopo l’acquisto del computer l’attenzione e la collaborazione dell’ A.S.B.U.C. nei confronti delle attività e delle iniziative…

- di Redazione

Tordellata al rifugio Santi della Vetricia

Cultura e gastronomia, passeggiate, intrattenimento e buona compagnia gli ingredienti per un maggio ricco di eventi al rifugio Santi della Vetricia.Oggi: tordellata e raviolata al rifugio.Per informazioni e prenotazioni (sempre consigliabili) 349 0674853 o la pagina facebook Rifugio Giovanni Santi.

- di Redazione

Tramonto sul monte Omo con partenza dalla Vetricia

Cultura e gastronomia, passeggiate, intrattenimento e buona compagnia gli ingredienti per un maggio ricco di eventi al rifugio Santi della Vetricia.Oggi: tramonto sul monte Omo. Partenza dal Rifugio, merenda al bivacco della Caciaia e salita sull’Omo onde poi rientrare alla Vetricia per una spaghettata in compagnia.Per informazioni e prenotazioni (sempre consigliabili) 349 0674853 o la pagina facebook Rifugio Giovanni Santi.

- di Redazione

Maggio ricco di eventi al rifugio Santi della Vetricia

Parte da domani sera e va avanti fino al 1 giugno il calendario di eventi che Naik e Elisabetta, gestori del rifugio Santi alla Vetricia, hanno stilato per invitare tutti a vivere la montagna. Eventi culturali e gastronomici, passeggiate, intrattenimento e buona compagnia gli ingredienti “tipici”. Il primo appuntamento al rifugio Santi è in programma per sabato 3 maggio, con una serata a base di pizza del rifugio e la proiezione di film sulla montagna. Segue la pappatoria in programma domenica 4 maggio, con un pranzo a base di baccalà. Appuntamento il 10 maggio per i romantici, per godersi il tramonto sul monte Omo: l’escursione vedrà la partenza dal Rifugio, merenda al bivacco della Caciaia e salita sull’Omo onde poi rientrare alla Vetricia per una spaghettata in compagnia. Domenica 18 è dedicata invece ai golosi con la “tordellata” e la “raviolata” del Rifugio, alla quale farà eco la cena piemontese in programma per sabato 24 maggio: nel menù bagna caoda…

- 1 di Redazione

Di nuovo allagato il piano terra della Sala Colombo. La lettera di protesta di Giuseppe Luti

Ad una prima ricognizione sembrava che il maltempo che ha imperversato sulla nostra zona tra Natale e santo Stefano non avesse arrecato danni, se non alcuni smottamenti di modesta entità e la caduta di qualche ramo tra i più sottili. Insomma sembrava “normale amministrazione” se non fosse che, al rientro dalle feste, il 27 dicembre, alcuni locali che si trovano nella zona del Giardino dove si trova la Sala Colombo sono risultati abbondantemente allagati. A segnalarlo è Giuseppe Luti, membro del Gruppo Marciatori e da subito impegnato a ripulire il piano terra della sala di via del Giardino dove hanno la sede anche la Pro Loco e l’Asbuc. Il problema, non certo piacevole e soprattutto dannoso e oneroso, non è la prima volta che si presenta, dato che in occasione dell’alluvione del 21 ottobre scorso a quelle sedi toccò la stessa sorte. Colpa, secondo Luti, di un sistema fognario inadatto e quindi destinato ad arrecare danni. Di seguito la “denuncia”…

- di Redazione

ASBUC: buono il bilancio delle attività; pronto il bilancio di previsione

Tempo di bilancio preventivo per l’ASBUC, l’ associazione che gestisce i “beni di uso civico”, ossia i 1.450 ettari di territorio che comprendono parte delle pendici degli appennini barghigiani e modenesi e alcuni rifugi alpini.Come sempre la gestione, affidata al consiglio rinnovato appena l’anno scorso (e che ha visto diverse conferme) appare oculata, e prevede addirittura un avanzo di gestione di 2500 euro da mantenere in cassa per le emergenze o per progetti futuri. Nel dettaglio, l’ASBUC, il cui consiglio è composto dai pochi ma buoni consiglieri Dario Pierantoni, Giuseppe Gori, Gianfranco Bonaccorsi, Frabrizio Lugliani e Stefania Poli, ha previsto entrate per 90mila euro e spese per 87.500 euro, nelle quali ricadranno i costi per la manutenzione ordinaria dei sentieri e dei fabbricati di proprietà (10mila euro + 1000 per il rifugio Bertagni al Lago Santo e 2mila per manutenere la strada di accesso), spese per la manutenzione straordinaria del bivacco delle Fontanacce (5mila euro), spese per la gestione del…

- di Luca Galeotti

Stagione dei funghi alle porte. Regole e informazioni utili

I tempi sono quelli e la stagione dei funghi sembra veramente alle porte. Qualche piccolo raccolto c’è già stato anche sulle montagne barghigiane. Niente di eccezionale per il momento ed assolutamente “bottini” di quantità limitate, ma e condizioni metereologiche sembrano quelle giuste e soprattutto se rimarranno le temperature miti di questi giorni, la stagione dovrebbe sbocciare quanto prima.Lo conferma anche l’assessore con delega alla montagna del comune di Barga, Pietro Onesti, secondo il quale “tutto fa prevedere che possa esserci una proficua stagione di funghi. Viste anche le condizioni climatiche attuali e le precipitazioni dei giorni scorsi, particolarmente indicate per la nascita dei funghi, si prospetta un periodo appetitoso per tutti gli appassionati del territorio e non. Tutto dipende appunto dalle temperature che se si manterranno gradevoli fanno ben sperare”.A Barga ci si spera, tanto che quest’anno, per la prima volta, nella montagna barghigiana, presso il Rifugio della Vetricia (sopra Renaio), si terrà la prima sagra del fungo organizzata dal…

- di Maria Elena Caproni

“Un crinale che unisce”: Barga, Pieve e Fiumalbo in festa

Da 12 anni i comuni di Barga, Fiumalbo e Pievepelago festeggiano la ritrovata armonia in quei territori che furono tanto contesi, nel medioevo come nel recente passato, dalle comunità di qua e di là dall’Appennino. Da 12 anni gli abitanti del versante toscano e di quello emiliano si trovano, per un giorno all’anno, a far festa insieme; da 12 anni i volontari, le associazioni, gli enti dei due versanti collaborano fattivamente perché l’Omo, il Giovo e il Rondinaio possano di diritto essere definiti “Un crinale che unisce”. Quest’anno, poi, la tradizionale festa al Lago Santo tra le comunità di Barga, Pieve Pelago e Fiumalbo ha avuto un sapore particolare, dato che nell’occasione sono stati presentati i lavori di restauro alla cappellina sul lago, segnata dal passare degli anni e dalla rigidità del tempo.Con una bella collaborazione promossa soprattutto dall’ASBUC Barga, “noi” abbiamo fornito i materiali necessari e sbrigato le pratiche amministrative mentre “loro” hanno fornito forza lavoro per risistemare tetto,…

- di Redazione

V Scarpinata nell’Appennino Barghigiano

Quinta scarpinata nell’Appennino Barghigiano organizzata da Asbuc, Cai Barga con il patrocinio del Comune di Barga e inserita nel Trofeo Podistico Lucchese. La competizione, non competitiva, darà a tutti la possibilità di scegliere tra tre bellissimi percorsi di 4, 8 o 14 chilometri tra la natura dell’Alpe. Partenza alle ore 15.00 dal rifugio Santi presso la Vetricia, che fungerà anche da arrivo e da punto ristoro e dove sarà possibile cenare prezzo vantaggioso alla fine della manifestazione (prenotazioni: 349 0674853) Più info presso Asbuc Barga: asbucbarga@gmail.com