Living

- di Matteo Casci

Bene la Pentolaccia al Ciocco

(Le foto sono di Augusto Fontanini per Crazy Events) – Anche per quest’anno gran successo per il tradizionale evento della Pentolaccia del Ciocco di Castelvecchio pascoli che peò. In questi ultimi anni ha cambiato veste e panni ed è divenuto un grande evento mondano rivolto soprattutto ai giovani.L’appuntamento si è svolto la sera di sabato 8 marzo presso il Salone Pascoli del Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa. Un evento ricco di colori e maschere, curato alla perfezione dal Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa, che si sono avvalsi della collaborazione tra gli altri di CrazyEvents di Giò Brega e Alessio Piacentini. Tantissimi, a centinaia se non a migliaia, i partecipanti provenienti da tutta la provincia di Lucca. Quest’anno la serata, quale evento speciale, ha visto la partecipazione del comico Max Vitale che durante la cena ha intrattenuto i partecipanti. Dopo il ritrovo conviviale ancora spettacolo: sul palco di scena lo speaker Alessio Piacentini che ha ringraziato tutti…

- di Redazione

Benedizione degli animali, rispettata la tradizione nonostante il maltempo

Grazie ad una piccola pausa del maltempo che da ore imperversa sulla nostra zona, nella mattina di domenica 19 gennaio si è svolta l’ormai tradizionale benedizione degli animali organizzata nella ricorrenza di s. Antonio dall’Arca della Valle presso il parco della chiesa del Sacro Cuore a Barga. La nottata difficile, la minaccia della pioggia e un clima non proprio invitante hanno ridotto di molto i partecipanti e variato le modalità, ma l’appuntamento si è tenuto comunque con pochi ma valorosi cani presenti, un paio di equidi e qualche altro animaletto da compagnia accompagnato dai padroni. Anche la messa, che in giornate migliori, nel giorno della benedizione, si tiene all’aperto, è stata celebrata all’interno della chiesa, ma alla fine il senso della giornata è stato mantenuto, con l’imposizione della benedizione da parte di don Stefano Serafini a tutti i presenti. Immagine di apertura e fotogallery di Massimo Pia

- di Redazione

Ciocco.it premi e nomination per il sito

Un altro importante risultato per il portale Ciocco.it. Già vincitore della Special Star per l’Art Direction del premio MediaStars, è in nomination per la sezione internet relativa al medesimo concorso.Elaborato da FullSix, il portale promuove ed approfondisce tutto quello che riguarda le offerte, le caratteristiche e le peculiarità che ruotano attorno al Ciocco Tenuta e Parco. Ma anche le bellezze del territorio della Valle del Serchio, i suoi costumi, i suoi sapori e le sue tradizioni. “The living mountain”: questo èil concetto che FullSix ha sviluppato per Il Ciocco, Grazie ad una navigazione “Vertical Flow” l’utente è in grado di vivere l’intera montagna in un’esplorazione totalizzante, un’immersione che permette di viaggiare alle diverse altitudini, anticipando l’emozione di scoprire un intero mondo a sé. Dunque una semplice vetrina del luogo ma una rivisitazione dei percorsi esperienziali, dai servizi alle attività, ai paesaggi de Il Ciocco.MediaStars, giunto quest’anno alla XVIII edizione, è volto a valorizzare la professionalità e il talento di quanti…

- di Redazione

In Piazza Angelio è arrivata la Befana

Ecco donne la befana, non è quella degli altr’anni…Così inizia la più tradizionale delle canzoni della Befana che si cantano a Barga e così forse si potrebbe inquadrare la bella serata andata in onda la sera del 5 gennaio in Piazza Angelio. Solitamente luogo di incontro dei gruppi mascherati e dei cantori che durante la serata sono in giro nelle case a portare i doni, la “befana”, ai bambini. Una volta teatro di rassegna degli stessi gruppi, impegnati a proporre la miglior versione del canto.Se si guarda a quella che era la tradizione forse qualcosa è mutato negli anni… ha mutato veste e panni: di gruppi in giro se ne sono infatti visti meno, ai canti di questua si sono forse sostituiti di più i balli sfrenati. Ma è anche cresciuto il clima festoso, la voglia di ritrovarsi ancora una volta tutti insieme per dire addio al lungo periodo delle feste al meglio.A parte queste riflessioni da sociologi di bassa…

- di Redazione

La Befana accoglie tutti nella sua casina di Pegnana

Una giornata migliore non poteva capitare per festeggiare l’epifania 2014 secondo la tradizione barghigiana, ossia, andando a trovare la vecchia nella sua casetta di Pegnana, circondata da castagni secolari e prati. E così hanno fatto centinaia di visitatori anche arrivati anche da molto lontano, che con grande pazienza si sono messi in fila per salutare la Befana, rimasta indaffarata fino a buio. Tantissimi, davvero, i bambini con le loro famiglie che hanno raggiunto la località nella montagna barghigiana dove gli amici dell’Associazione “Perché la tradizione ritorni – la Befana”, ogni anno si danno da fare per accogliere tutti dando man forte alla Befana che ha una caramella e una parola buona per tutti. La giornata di splendido sole e la temperatura mite, poi, hanno fatto la loro parte permettendo a genitori e pargoli di godere anche del grande prato nei pressi della casina e di tutti gli spazi esterni, da dove si dipartono anche sentieri per belle passeggiate. Ovviamente per…

- di Matteo Casci

Festa della Befana al Ciocco, un successo annunciato

Nonostante la pioggia dei giorni scorsi che si è violentemente abbattuta su tutta la Mediavalle Garfagnana, si è svolta con grande successo la tradizionale festa della Befana presso il salone Pascoli del Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa. Una tradizione che ormai va avanti da decenni e che ogni anno vede sempre di più la partecipazione di giovani provenienti da tutta la Valle per festeggiare in allegria l’arrivo della Befana. Come di consuetudine, terminata la gustosissima cena sono arrivate da Barga accompagnate dall’assessore allo sport Gabriele Giovannetti le numerose befane che, dopo una breve presentazione effettuata dallo speaker Alessio Piacentini, hanno sfilato in sala tra i tavoli e la gente per concorrere all’ambito premio della Scopa D’Oro. Dopo una breve attesa è stata resa nota da Georges Midleje la miglior befana del 2014, risultata Malcolm Tognarelli. In seguito alla premiazione, la serata è proseguita con della buona musica e tanta allegria.

- di Matteo Casci

Befana in festa alla Terrazza di Albiano

Nella notte del 5 gennaio è arrivata portando con se grande sorpresa la Befana ad Albiano, presso il ristorante la Terrazza. Ad attenderla circa una ventina di bambini ansiosi di scartare i regali e di mangiare i dolci contenuti nelle caratteristiche calze della befana, consegnate a ciascuno dalla buona vecchina e dal suo aiutante befanotto. Oltre ai vari dolciumi ricevuti dalla befana, i bambini, accompagnati dalle proprie famiglie hanno anche goduto du la gustosissima cena nel ristorante. Una serata piacevole e divertente per grandi e piccini.E, come da tradizione, in questo caso a san Pietro in Campo e Mologno, la Befana è tornata per le strade il 6 gennaio, con al seguito un nutrito gruppo di personaggi in costume e musicisti per raccogliere fondi da destinare in beneficienza.

- di Redazione

La Befana ha fermato il maltempo e ha accolto tutti alla Volta del Menchi

Chissà se è merito della Befana il mezzo miracolo di un pomeriggio sereno dopo una notte di nubifragi che hanno causato anche danni.Tantè: la vigilia dell’epifania a Barga, dopo i timori per la pioggia prevista e alcune variazioni di programma, si è svolta come da tradizione. Con tante befanine e befanottini al seguito della vecchietta a cantare canti di questua accompagnati dalla fisarmonica del Giuliano, su e giù per Barga Giardino e Barga Vecchia. Insomma tutto è andato come ci si augurava, giusta ricompensa per i bambini che per tutto l’anno hanno aspettato questo momento e per gli organizzatori (Associazione perché la tradizione ritorni – la Befana, Comune di Barga, Pro Loco, Per Barga) che hanno lavorato duro al fine di far arrivare la Befana a Barga accompagnata da musici e un ciuchino e per permetterle di distribuire doni a tutti i bambini che sono stati bravi. Agli altri, si sa, è toccato il carbone. La Befana è giunta a…

- di Redazione

“Ecco donne la Befana”. Con diverse novità per tutti

Sarà una “Befana” bagnata? Le previsioni del tempo lasciano poche speranze per il pomeriggio della vigilia dell’epifania, data che vede l’arrivo della buona vecchina nelle case e soprattutto la sua discesa a Barga, dove viene accolta da grandi e piccoli con numerose iniziative.Ma gli organizzatori della Befana hanno comunque pronto un piano “b” nel caso il tempo (previsto piovoso fino alle 18.00 del 5 gennaio) volesse confermarsi tale. Nessun timore invece per la sera ed il giorno seguente, che le previsioni indicano come privi di precipitazioni.Barga insomma attenderà con l’ormai nota ospitalità la vecchietta e i tanti visitatori attesi, che potranno incontrarsi in piazzale Matteotti nella zona del Giardino ad attenderla per poi accompagnarla, passando di negozio in negozio per i canti di questua, fino in centro storico. L’evento prenderà il via a partire dalle 14.00 e sarà dedicato soprattutto ai bambini (preferibilmente in abiti da befanine e befanottini), che poi si troveranno in piazza Angelio per la distribuzione dei…

- di Redazione

Il fascino del Presepe Vivente ed il suo messaggio; che resiste alla banalità dei nostri tempi

C’è che dice tanta, c’è che dice meno degli altri anni. Indubbiamente la proliferazione nel corso degli anni di manifestazioni del genere in tutta la Valle del Serchio ha forse limitato un po’ la presenza di visitatori al Presepe Vivente di Barga (ieri sera, antivigilia di Natale il 23 dicembre); soprattutto se si fanno raffronti con le prime edizioni della manifestazione, più di 30 anni fa. Ma perché guardare sempre al passato e rifarsi sempre alle solite frasi del tipo: una volta era meglio… quelli sì che erano Presepi Viventi… e così via? Perché al di là del pubblico presente, che comunque non è stato poco in considerazione anche di una giornata di tempo che non prometteva nulla di buono, di certo il Presepe Vivente di Barga, la rappresentazione del genere più antica di tutta la vallata, non ha certo mutato il suo fascino e la sua magia, grazie anche e soprattutto all’impegno e alla buona volontà di tanti giovani…

- di Redazione

La nebbia non ferma Babbo Natale, che a Mologno arriva in treno

Con la nebbia di domenica 22 dicembre, proprio ne ce la poteva fare Babbo Natale ad arrivare in elicottero come promesso. Ha mantenuto però fede al suo impegno e, in quel di Mologno, dove tutti lo aspettavano, ci è arrivato in treno. Per fortuna, dato che decine e decine di bambini trepidavano per scoprire quali doni avesse loro portato.Come ogni anno organizzato da Arturo Nardini e dall’ACS Mologno, l’evento si è tenuto in piazza della stazione, con la sola differenza del mezzo di locomozione del buon Babbo Natale: troppo pericoloso per la scarsa visibilità arrivare dal cielo, meglio farlo via terra.Così, verso le 15.00 la frazione si è animata di tante famiglie e qualche viaggiatore che non hanno voluto perdere l’appuntamento con la tradizione e una lauta distribuzione di doni.

- di Redazione

Sinfonia For Christmas e per il G.V.S.

Il tradizionale appuntamento con il “Natale Insieme” ogni anno organizzato dal gruppo volontari della Solidarietà ha avuto, quest’anno, lo spessore di una gran soirèe grazie alla concomitanza con l’evento “Sinfonia For Christmas”, un concerto tenuto al Differenti dalla scuola di musica lucchese Sinfonia che ha portato a Barga un’orchestra da camera, un coro ed un coro di voci bianche.Davanti a un teatro gremito in ogni ordine di palco si sono esibiti i molti musicisti dell’orchestra da camera della scuola di Musica Sinfonia che ha rappresentato una suite di Purcell, seguita dall’esibizione del coro di voci bianche della scuola che ha cantato i brani tipici della tradizione natalizia. Tradizione e spiritual anche per i brani scelti dalla Corale don Vittorio Landucci di San Vito che ha proposto diversi brani tra i più tipici come gli intramontabili Jingle Bells, Astro del Ciel, Adeste Fideles, White Christmas arrangiate ad hoc dagli insegnanti della scuola. Tra i musicisti dell’orchestra da camera anche il “nostro”…