Tag: valle del Serchio

- di Redazione

Allerta meteo per neve di tipo moderato

La Regione Toscana ha emesso un’allerta meteo di tipo moderato per neve dalle ore alle ore 8 di Mercoledì, 29 Gennaio fino alla mezzanotte dello stesso giorno, L’allerta riguarda il territorio della valle del Serchio, Garfagnana, Alta Versilia e montagna pistoiese, interessate dal fenomeno insieme alla Lunigiana.Per previsioni più dettagliate riguardanti il nostro territorio in particolare, vi invitiamo a leggere l’aggiornamento meteo del nostro David Sesto, previsto in serata, ed i successivi aggiornamenti sulle nostre pagine Facebook di Giornale di Barga e meteo giornaledibarga.it(continua…) Per domani, mercoledì, previste comunque dal Lamma nevicate generalmente fino a quote molto basse sulle zone settentrionali con quota neve in graduale innalzamento in serata. Possibili nevicate fino ai fondovalle di Lunigiana e Garfagnana. Accumuli abbondanti a quote di collina.

- di Redazione

Presto un solo elettricista reperibile, altri tagli per la Sanità della Valle

Mentre il clamore attorno all’ospedale unico della valle attraversa un momento di quiete, fonti ben informate parlano di ulteriori tagli nella gestione della sanità della Valle anch’essa al centro di un lungo dibattito ben lungi dal potersi considerare concluso.Pare infatti che dal 1° febbraio, gli elettricisti reperibili per la Valle del Serchio che sono attualmente due (uno impegnato sull’area della Garfagnana con polo centrale l’ospedale Santa Croce, l’altro sulla Valle, con riferimento il san Francesco), saranno ridotti ad uno.Un solo tecnico disponibile, quindi, reperibile durante l’orario notturno o nei giorni festivi, che in caso di guasti dovrà farsi carico di tutte le strutture sanitarie della Valle del Serchio.Mero ridimensionamento a fini economici o una razionalizzazione utile dato che i sistemi elettrici sono gestibili anche da remoto?Non lo sappiamo, ma è ovvio che quest’ulteriore taglio, seppur piccolo e passato in sordina, preoccupa la popolazione.

- di Redazione

Presto il museo multimediale delle fortificazoni della Valle

Festa istituzionale a Barga, sabato 21 dicembre, per l’inaugurazione, presso la Volta dei Menchi, del restauro dei locali comunali eseguito nell’ambito del progetto “Bacino culturale della Valle del Serchio: le rocche e fortificazioni” finanziato con i fondi ARCUS e delle Fondazioni Cassa Risparmio di Lucca e Monte dei Paschi di Siena. Dai sotterranei del Comune di Barga sono stati ricavati complessivamente 5 locali nei quali verrà allestito un Centro di documentazione sulle fortificazioni e sulla storia della Valle del Serchio che avrà la veste di un museo multimediale virtuale. I lavorieseguiti ammontano complessivamente a € 370.000 e sono stati realizzati dalla Ditta Giacchini di Ponte all’Ania. Non più reperti storici quindi, ma animazioni, filmati, videoproiezioni immersive sulla storia della Valle e delle sue fortificazioni, sulle vie di comunicazione del passato, sui personaggi illustri come Ludovico Ariosto, Matilde di Canossa, Castruccio Castracani, sugli usi e costumi nel medioevo e nel rinascimento, sulle battaglie di campanile e sulla vita dei castellani, delle…

- 1 di Lu.Gal.

Riflessioni sull’ospedale unico

Si riaccende la vicenda ospedale unico, dopo l’incontro dei sindaci della Valle del Serchio con il Governatore della regione Enrico Rossi, che li ha ricevuti il 26 novembre scorso.Rossi ha affermato che la Regione intende rispettare l’accordo per la realizzazione dell’ospedale unico della Valle del Serchio purché i sindaci non siano divisi come lo sono adesso. Se ne è parlato anche nella conferenza zonale dei sindaci, assemblea convocata in tutta fretta il 2 dicembre scorso per cercare di sostenere che le parole di Rossi siano la conferma che l’ospedale deve essere realizzato al Piano Pieve in Garfagnana. Così la intendono e la pensano i sindaci della Garfagnana che stanno tentando di portare avanti la propria posizione: fare in maniera che le parole della Regione suonino come una conferma di quanto sostenuto nella battaglia portata avanti in questi anni, anche, anzi sicuramente, con una certa prepotenza.(continua…) In Media Valle del Serchio ovviamente l’opinione è diversa e si pensa invece che l’unità…

- di Luca Galeotti

La vicenda dell’ospedale unico torna in auge dopo la conferenza zonale. E Bonini risponde a Gaddi

Come letto sui giornali, dove indubbiamente l’informazione è stata riportata evidenziando in particolare alcune posizioni, si è svolta il 2 dicembre a Castelnuovo la riunione dell’articolazione zonale dei sindaci che ha ripreso a parlare del tema dell’ospedale unico. Questo dopo l’incontro, richiesto da tempo, che i sindaci della Valle hanno avuto lo scorso 30 novembre con il Governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, per avere assicurazioni sulla realizzazione del nuovo ospedale. Incontro dove Rossi ha ribadito che la Regione prenderà in considerazione il nuovo ospedale unico solo se i sindaci della Valle non saranno su questo progetto divisi come sono adesso.Ieri, tre le altre cose riportate, le dichiarazioni del sindaco di Castelnuovo Gaddo Gaddi che imputerebbe al sindaco di Barga, la responsabilità di voler far cadere il progetto ospedale unico, perché non convinto della strada decisa dall’articolazione zonale nei mesi scorsi, ovvero l’area del Piano Pieve per realizzare il nuovo ospedale. E quindi essendo artefice in prima persona delle divisioni.Così…

- di Redazione

Sereni: la valle è divisa, quindi l’ospedale unico non si farà mai. Torniamo ai “santi vecchi”

Anche Umberto Sereni, presidente del Comitato per il cittadino di Barga, interviene sulla riunione della Conferenza dei Sindaci e non risparmia bordate: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, non c’è altro commento in merito alla luce dell’ultima puntata della vicenda ospedaliera. La parata dei sindaci garfagnini, tutti impegnati ad eccezione di Vergemoli e Molazzana nel volere l’ospedale a Piano Pieve e la penosa semilatitanza degli amministratori della Bassa Valle, con Barga che ha inviato a quella riunione un balbettante vicesindaco, non ha fatto che confermare una cosa. Una cosa che si sapeva: sulla questione dell’ospedale unico, la Valle è divisa, e sull’opzione di Piano Pieve c’è e ci sarà l’opposizione della Bassa Valle del Serchio. Quindi la premessa posta dal presidente Enrico Rossi “portatemi una proposta condivisa e io vi farò l’ospedale” è saltata. Siamo dunque al punto di partenza, all’ultimo capitolo per ora di una vicenda che era molto meglio non cominciare. E adesso se ne…

- di Redazione

Dove il tempo scorre lento – Sandra Rigali espone Barga (e Pascoli) a Chicago

Aprirà i battenti nel pomeriggio di oggi, 10 ottobre, alle 17.30 (ora locale) la mostra chicagoiana di Sandra Rigali, volata oltre oceano con una serie di quadri tutta dedicata alla poetica e ai luoghi pascoliani dal nome “Dove il tempo scorre lento”.Una raccolta di otto grandi lavori che, assieme alle tele di altri cinque selezionatissimi artisti, resterà esposta fino al 27 gennaio 2014, mostrando ai visitatori della State Street Gallery di Chicago i paesaggi della Valle del Serchio e la mano della pittrice fornacina definita da Graziella Cosimini, nel booklet dedicato alla mostra, “amorosa lettrice e delicata interprete” di questi nostri luoghi fuori dal tempo che, tra le loro pieghe, nascondono infinita bellezza.“Oggi questi luoghi fermi nel tempo – scrive Graziella Cosimini – sono luoghi dell’anima e della poesia e sulle tele di artisti e pittori generano altra poesia in un gioco di ispirazione reciproca che coinvolge emotivamente chi ad essa si accosta. È il caso di Sandra Rigali. Sulle…

- di Emilio Bertoncini

Mr. Salsiccia e l’identità violata

Viaggiare arricchisce, è un modo piacevole per imparare. Parlo di quell’apprendimento esperienziale che forse gioca il ruolo più importante nel nostro modo di essere cittadini e che spesso si lega con le emozioni. Personalmente credo che le emozioni associate ad un luogo siano strattamente legate con la sua identità.Nei giorni scorsi, complice una piccola vacanza, sono volato ai 1760 metri della stazione di arrivo della funivia Malcesine-Monte Baldo, sulla costa orientale del Lago di Garda. Provate ad immaginare una famigliola composta da due genitori e due bimbi, uno di tre anni e mezzo e l’altra di nove, che si svegliano la mattina alle 7, fanno colazione, scendono all’attracco sul lago, si imbarcano e navigano per 50 minuti; poi dopo un po’ di attesa, si imbarcano su un’avveniristica cabinovia e in pochi minuti si ritrovano a quasi 1.800 metri di quota con un panorama mozzafiato sul più grande lago italiano e sulle montagne che lo circondano. Fatto?Cosa vi è venuto in…

- di Redazione

Approvato dai sindaci un ordine del giorno per la realizzazione delle Società della Salute. Sì unanime per l’ospedale unico della Valle

I Comuni della Piana e della Valle del Serchio hanno deciso di portare a realizzazione il percorso per la costituzione della Società della Salute.Un impegno che la Conferenza dei Sindaci ha assunto ufficialmente nella riunione dello scorso martedì, quando l’assemblea ha votato unanimemente, con l’astensione dei Comuni di Lucca, Altopascio, Pescaglia, Bagni di Lucca, Castelnuovo e Vagli di Sotto, l’ordine del giorno proposto dal presidente Giorgio Del Ghingaro sul nuovo ente che si occuperà di sanità territoriale.La Conferenza dei Sindaci, quindi, ha riconosciuto alle Società della Salute un ruolo strategico in ambito sociosanitario, per garantire prestazioni di qualità sul territorio, nonostante i considerevoli tagli e la razionalizzazione deiservizi derivanti dalle scelte del Governo.“Con questo ordine del giorno – dice il presidente Del Ghingaro – la Conferenza dei sindaci compie una scelta chiara e significativa per il territorio. L’assemblea, infatti, impegna i Comuni della Piana e della Valle del Serchio e l’Azienda USL 2 a realizzare al più presto il processo…

- di Redazione

Ospedale unico della Valle del Serchio, interviene il presidente della Provincia: “Occorre un fronte comune dei sindaci“

“L’ospedale unico della Valle del Serchio rappresenta un’opportunità per offrire a tutta la popolazione di queste zone del territorio provinciale una struttura adeguata ai nuovi standard, tecnologicamente avanzata perché l’organizzazione della sanità cambia con l’evoluzione della società. Concordo con il presidente della conferenza dei sindaci della Valle del Serchio, Amerino Pieroni, che chiede un fronte comune e compatto politicamente per riuscire ad ottenere i fondi necessari dalla Regione Toscana”.Il presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli – che interviene nel dibattito apertosi in questi giorni – condivide la posizione del sindaco Pieroni ed esprime soddisfazione per la decisione unanime della Conferenza dei sindaci: una scelta che se a breve termine deve tener conto della difficile situazione economica causata anche dai drastici tagli dei trasferimenti statali alla Regione che si sta ripercuotendo su tutti gli enti locali, Provincia compresa, a medio e a lungo termine rappresenta un investimento che porterà ad una razionalizzazione delle risorse e dei servizi nel campo della…

- di Redazione

I sindaci della Valle dicono sì al nuovo ospedale unico

Verso l’ospedale unica della Valle del Serchio. Dopo che la questione era tornata in auge negli ultimi mesi e la scelta dell’ospedale unico veniva indicata da ogni parte, al di là dei rispettivi schieramenti, nella seduta della Conferenza Zonale dei Sindaci della Valle del Serchio, che si è svolta venerdì 29 ottobre, è arrivato il primo passo formale: è stato votato all’unanimità un ordine del giorno in cui si chiede alla Regione Toscana di prevedere le risorse necessarie per la costruzione del nuovo ospedale unico della Valle, inserendolo nel prossimo Piano Sanitario Regionale.Nel documento viene anche chiesto all’Azienda USL 2 che, in attesa di intraprendere l’iter di realizzazione della nuova struttura, vengano mantenuti e migliorati gli attuali servizi.A commentare la decisione dei sindaci è stato lo stesso presidente della Conferenza zonale, Amerino Pieroni: “E’ una decisione importante – evidenzia– perché indica la volontà di tutti i 21 sindaci della Valle del Serchio di guardare al futuro e di garantire servizi…

- di Redazione

Dopo il primo lotto della Variante di Castelnuovo, altre opere in progetto per la Valle

Taglio del nastro questa mattina per il primo lotto della Variante di Castelnuovo Garfagnana. Alla presenza del presidente della provincia Stefano Baccelli, del Presidente della Regione Toscana Claudio Martini e del Sindaco di Castelnuovo Gaddo Gaddi, sarà infatti inaugurata l’importante infrastruttura che finalmente libererà l’abitato del capoluogo garfagnino dal traffico.Un primo, positivo commento viene dal senatore Andrea Marcucci (PD) che esprime la sua soddisfazione in merito ai lavori appena completati: “L’inaugurazione della Variante di Castelnuovo Garfagnana è un esempio di buona politica, il cui merito va alla Provincia di Lucca, con i presidenti Tagliasacchi e Baccelli e alla Regione Toscana”. E continua: “E’ stata realizzata un’opera fondamentale per i cittadini e per le aziende, rispettosa dell’ambiente e frutto di una sinergia istituzionale orientata alla concretezza. E’ un modello che può tornare utile anche per lo sviluppo della nuova viabilità della piana di Lucca dove la priorità condivisa dagli enti deve essere la finanziabilità degli interventi recentemente approvati dall’accordo tra Stato…