Cronaca

- di Redazione

Emergenza neve (e non solo). Ci vuole lo stato di calamità

Valutare quanto prima la possibilità di richiedere lo stato di calamità naturale per tutte le zone settentrionali della Toscana, duramente colpite dall’emergenza neve in queste settimane, ma anche da altre emergenze come quella del terremoto e della preallerta sismica che ne è derivata in Valle del Serchio. Un provvedimento atteso ed auspicato da tanti sindaci in seguito alle ingenti spese affrontate dai comuni montani per risolvere le problematiche legate alle nevicate dello scorso fine settimana e dello scorso 11 febbraio; ma anche alle enormi spese che ha causato la preallerta sismica con l’attivazione in molti comuni della Valle del Serchio di tutta una serie di misure i cui costi devono ancora essere del tutto quantificati. E’ stato questo un po’ il sunto della videoconferenza organizzata stamattina da UNCEM Toscana, in collegamento con tutte le Unioni dei comuni montani toscani, alla quale ha partecipato anche Antonino Melara, responsabile della Protezione civile della Regione Toscana. [dw-post-more level=”1″] Le emergenze continue stanno mettendo…

- di Redazione

Posta e vinci… la magia del teatro!

Condividi sulla bacheca Facebook di Giornale di Barganews le foto di questa stupefacente nevicata e una giuria composta dalla redazione selezionerà tre vincitori che verranno premiati con biglietti omaggio per il prossimo spettacolo in cartellone della stagione di prosa del Teatro dei Differenti. Un’iniziativa di Fondazione Toscana Spettacolo, in collaborazione con il Comune di Barga, in esclusiva per GiornalediBarganews. Primo premio: due biglietti omaggio, secondo e terzo premio, un biglietto, per il prossimo spettacolo in programma, Settemilanovecento meli, della compagnia emergente Altredestinazioniteatro che racconta un Tolstoj inedito. La drammaturgia di Lorenzo M. Mucci è originale, costruita sui diari della moglie del famoso scrittore russo Tolstoj. Lo spettacolo è in programma sabato 23 febbraio p.v., i vincitori verranno proclamati il giorno precedente alle ore 13, con un comunicato su Facebook allegato ad un apposito album fotografico dei vincitori. Già molti di voi hanno postato immagini relative alla “neve in corso” di lunedì 11 febbraio. Adesso è tempo di mostrarci anche i…

- di Redazione

Nuova zampata dell’inverno: il freddo sarà protagonista

Con la giornata odierna si è aperta una nuova, lunga, fase invernale sulla nostra Penisola fatta di nubi, qualche pioggia e quota neve in costante calo. Un nucleo gelido proveniente dall’est Europa ha iniziato ad abbordare le zone nord orientali italiane con valori di -12 gradi a circa 1400 metri di altezza. Questo lago freddo continuerà a muoversi in modo retrogrado da est verso ovest andando a conquistare Svizzera, Austria, Germania e parte della Francia per poi piegare verso sud e buttarsi, a cavallo del prossimo week end, nel Mediterraneo. Già questa breve descrizione della scena meteo su scala europea può bastare a rendere l’idea di come sia complicata tutta la manovra di aggiramento del baluardo alpino da parte del freddo. Aggiungiamoci poi una depressione che nascerà sui Pirenei, si svilupperà in prossimità delle Baleari con l’intento di colpire il nostro Paese ed ecco che gli ingredienti per far impazzire chi si diletta in previsioni meteo ci sono tutti. In…

- di Redazione

Emergenza neve: tempo di bilanci. Intervista con l’assessore Onesti

Sette mezzi, 20 uomini e oltre 200 km di strade (frazionati in piccoli tratti): ad essere onesti un’equazione difficile da risolvere, se si tratta di far fronte a una nevicata storica come quella che è avvenuta lunedì 11 febbraio. La neve ha cominciato a cadere dall’alba e, fatta eccezione per una piccola pausa nel primo pomeriggio, ha proseguito a scendere, a tratti anche abbondante, fino a sera. Creando accumuli che vanno dai 30 cm nelle frazioni del fondovalle ai 50 delle colline, fino a toccare punte record di oltre due metrii al pian della Caciaia sull’alpe Barghigiana, tanto che dell’omonimo bivacco non si intravede più neanche il camino. L’amministrazione comunale ha lavorato a lungo e ininterrottamente per tenere sgombre le strade e mantenere in sicurezza i cittadini. Ciò nonostante non è stato possibile fare magie, soprattutto in questi tempi di ristrettezze economiche a causa delle quali  – in un certo senso – bisogna arrangiarsi a fare le nozze coi fichi…

- di Redazione

Nuova scossa di 2.9 ieri sera

Il terremoto continua a farci compagnia. Niente di preoccupante a quanto si sa, ancora un’attività in qualche modo legata al sisma del 25 gennaio scorso, ma comunque la scossa più intensa tra quelle che si sono verificate dopo il sisma di 3.3. che si verificò il 31 gennaio scorso e che dette l’innesco per la preallerta sismica. La scossa si è verificata alle 22,39 ora locale ad una profondità di 14,4 km. L’epicentro è stato individuato nella zona del Saltello, nel comune di Barga. Non tutti hanno avvertito il sisma che comunque è stato sentito fino a Lucca. In chi lo ha avvertito ovviamente è tornata un po’ di paura, che si era assopita in queste settimane, superata da altre emergenze che hanno riguardato il territorio come l’ultima nevicata. [dw-post-more level=”1″]Alla scossa di 2.9 è seguita poco dopo  una replica di 2.2 alle 22,42. L’epicentro sempre nella nostra montagna, ai confini con il territorio del comune di Fosciandora.  Altre due…

- di Redazione

L’ora della neve

Ne stiamo parlando da qualche giorno ed alla fine anche le ultime elaborazioni confermano: sarà neve, a tratti anche intensa, tra la prossima notte e la giornata di domani. La perturbazione che apporterà maltempo di stampo prettamente invernale è in queste ore in piena azione sulla Francia e le sue propagini più avanzate determinano le prime coperture del cielo seppure, per il momento, senza fenomeni. Nelle prossime ore, sopratutto dopo le ore 3, inizieranno ad aversi le prime deboli nevicate che tenderanno ad aumentare di intensità prima dell’alba. Ci attenderà quindi un bianco risveglio con qualche cm di accumulo. Tra le ore 6 e le 12 la parte più intensa della perturbazione abborderà le nostre zone, ci attendiamo quindi forti nevicate con accumuli di diversi centimetri. Intorno all’ora di pranzo il richiamo caldo dei venti di scirocco si farà più intenso. Al momento non siamo in grado di dire con certezza se il cuscino freddo presente al suolo riuscirà ad…

- di Redazione

Esordio sfortunato per il Mister Renucci. Fornaci sconfitto in trasferta

Nonostante il cambio di allenatore, con l’arrivo del barghigiano Alan Renucci, il Fornaci perde in trasferta contro il Massa Macinaia che incassa la prima vittoria interna stagionale. La partita si decide al 52′ quando Galli controlla un lungo rilancio di Frateschi e mette in rete. laterale. Nei minuti conclusivi Mangiantini salva il risultato dopo una occasione del Fornaci. SP. MASSA MACINAIA: Mangiari­ni, Fabbri, Lapiccirella, Parolisi, Fra­teschi Gabrieli, Amzilotti, Frateschi Gioele (Giannelli), Giorgetti, Puccetti (Poli), Galli, Matteucci. All. Maria­ni. FORNACI: Marotta, Silvestri, Oliani, Pierotti [Massari), Bonaventura (Cavani), Crea, Pieroni (Pocai), Cecchi­ni, Cardosi, Saisi, Puccetti. All. Renucci. Arbitro: Cavassin di Pisa. Marcatori: 52′ Galli. Note: Espulso Galli

- di Redazione

In calo le precipitazioni, rischio gelate: il bollettino della Provincia

Dalle ore 14 circa, nella zona della Piana di Lucca e della Versilia le precipitazioni nevose si sono trasformate in pioggia con intensità moderata. Nella zona della Garfagnana e della Mediavalle del Serchio proseguono le precipitazioni nevose e il manto ha raggiunto cumulati considerevoli. Da Borgo a Mozzano il transito è consentito esclusivamente con catene da neve montate e/o pneumatici termici. Con l’abbassamento notturno delle temperature è prevista la formazione di ghiaccio. Si consiglia di prestare particolare attenzione anche nelle prime ore del mattino di domani. Si registrano segnalazioni di caduta piante su tutta la rete stradale, con particolare riferimento alla piana di Lucca, dove si sono create criticità diffuse per la temporanea interruzione delle viabilità ma si tratta di situazioni di rapida risoluzione. Sempre nella piana di Lucca si registra l’interruzione dell’erogazione della corrente elettrica in varie località per guasti relativi alla media e alla bassa tensione. Tutte le segnalazioni sono in corso di risoluzione da parte di ENEL…

- di Redazione

Quanta neve! E ancora non è finita…

La nevicata dell’11 febbraio sarà sicuramente ricordata negli anni a venire, un evento “storico” destinato ad entrare negli annali meteo locali. D’altra parte ne avevamo parlato, avevamo detto che la situazione era potenzialmente esplosiva ma, spesso, quello che mostrano le carte 3-4 giorni prima dell’evento non è mai quello che la natura ci riserva e siamo costretti a rivedere le previsioni a 24, 12 o, a volte a 6 ore dall’evento. Questa volta, invece, la Natura ha sfornato una configurazione perfetta per la neve sulle nostre zone: neve copiosa, a falde larghe e persistente con un minimo di pressione sul “dito” della Corsica che avvetta aria umida da sud est negli alti strati e mantiene, nel contempo, una ventilazione orientale al suolo. Gli effetti li avete già visti tutti con circa 40 cm di neve a Barga alle ore 20,30. Cosa dobbiamo attenderci nelle prossime ore? Diciamo subito che la parte più intensa della perturbazione ha lasciato le nostre zone,…

- di Redazione

Molto lavoro ma disagi limitati: il bollettino dell’Unione dei Comuni

“Una giornata sicuramente impegnativa”. Questo in tre parole il bilancio della giornata odierna secondo Nicola Boggi, presidente dell’Unione dei Comuni della Media Valle i cui uomini hanno lavorato dalle prime ore di questa nevicata al fine di mantenere sgombra la viabilità e incolumi i cittadini.Circa 40 persone tra tecnici, operai e vigili e 10 mezzi spalaneve e spargisale sono in azione nei 4 comuni dell’Unione, i più colpiti dei quali sembrano essere Coreglia e Barga, con accumuli nevosi di circa 40 centimetri. I mezzi dell’Unione dei Comuni, che gestisce e mette in opera i “piani neve” progettati dai singoli comuni, saranno a lavoro anche durante la notte per aggredire il problema neve con la salatura delle strade; da domattina poi, la spalatura, anche manuale, riconmincerà nei centri non ancora puliti e verso chi è rimasto isolato. La viabilità di competenza dell’Unione, analogamente a quella provinciale, non ha subito grandi problemi ma tante piccole criticità dovute soprattutto alla caduta di rami,…

- di Redazione

Qualche giorno meno caotico: la neve si scioglierà presto

La perturbazione che ha portato l’abbondante nevicata si trova ormai sui Balcani ed al suo seguito si attiveranno deboli correnti di grecale che contribuiranno a ripulire il cielo dalle nubi residue ed a garantirci almeno un paio di giornate soleggiate. Sopratutto per la prossima notte la neve al suolo, l’aria non eccessivamente fredda nei bassi strati e la scarsa ventilazione favoriranno l’insorgenza di nebbie. Questo impedirà alle temperature di scendere di troppi gradi sotto lo zero (si aggireranno tra  -1 e gli zero gradi) evitando grossi disagi sulle nostre strade. La giornata di mercoledì riporterà il sole con temperature massime in nuovo aumento seppure sotto i 10 gradi con consistente scioglimento del manto nevoso presente al suolo. Con il passare delle ore avremo un rinforzo del vento, sempre compreso tra il debole ed il moderato con un cielo sereno anche nelle ore notturne e possibilità di gelate fino nei fondovalle. Anche giovedi avremo molto sole, questa volta grazie alla temporanea…

- di Redazione

Dieci anni di Hell’s Gate

Giunge quest’anno alla decima edizione la più diabolica competizione di enduro che da sempre si tiene a Castelvecchio Pascoli nella tenuta del Ciocco: l’Hell’s Gate. Grandi novità in programma per festeggiare l’anniversario, una su tutte l’apertura, da venerdì 15 a domenica 17 febbraio, della Baita dello Scoiattolo che, per l’occasione, si trasformerà nella Baita dell’Inferno sotto la gestione di Riccardo Negri dell’Osteria di Piazza Angelio (info 0583 769401 o 335 5387113 – Riccardo). Dj set e musica fino a tarda notte inaugureranno questa edizione dell’Hell’s Gate, che prenderà poi il via alle 7.00 di sabato 16 febbraio. Dieci anni d’Inferno per un posto nel paradiso dell’Enduro. Hell’s Gate compie dieci anni e l’artiglio del Diavolo incide sulla roccia del Ciocco il disegno diabolico di un’edizione indimenticabile. È una promessa che suona come una condanna, ma da dieci anni chi sale a febbraio sulle creste gelate dell’Appennino non si aspetta nessuno sconto di pena, e nemmeno il purgatorio. Sa che il…