Arte e Cultura

- di Redazione

Opera Barga, avanti tutta

Il 31 luglio al Festival OperaBarga altri due grandi eventi per le maggiori rassegne di quest’anno. Alle 18.30 sotto la Volta dei Menchi Francesco Olivero alla tiorba e Nina Przewozniak al violino danno inizio al ciclo di 3 serate dedicate alla musica barocca con Giuseppe Tartini e la Sonata X, Robert De Visée con la Suite in sol maggiore e il Prelude et Chaconne pour la Theorbe, Georg Philipp Telemann con la Fantasia II per violino senza basso concludendo con la Sonata Manchester di Antonio Vivaldi. Il ciclo di musica barocca continuerà con il 3 agosto alle 18.30 alla Chiesa di SS. Annunziata e il 4 agosto alle 21.30 al Teatro dei Differenti. Alle 21.30 al Teatro dei Differenti il Trio Agorà, composto da giovanissimi musicisti lituani, proseguirà il programma di Pianobarga con il Konzertstueck n.2 di Felix Mendelssohn, il Klaviertrio G-Dur di Claude Debussy, Sergeij Rachmaninoff con il Trio élégiaque n1 in sol bemolle per concludere con il Trio…

- di Redazione

Livorno dipinge Barga

Sabato mattina 29 luglio ha inaugurato in piazza Angelio una esposizione collettiva lampo di pittura. Rimarrà aperta solo fino a domenica 30 luglio. A cura ddell’Associazione Pro Loco di Barga che si è impegnata in prima persona nel progetto e con la collaborazione dell’Associazione Culturale Arcadia, c’è “Livorno dipinge Barga”, nuovo omaggio dei pittori livornesi a Barga. Il tutto grazie anche alla spinta di Riccardo Bertoni “bargo-livornese” che ha a cuore sia Livorno che Barga. Ma sicuramente grazie anche al fattivo supporto della Pro Loco che ha permesso l’accoglienza dei tanti artisti livornesi presenti ed ha curato l’organizzazione.

- di Redazione

Studio for color etching, incisioni in mostra in via di Borgo

Anche quest’anno a fine luglio, dopo un mese di scuola con tanti allievi da tutto il mondo, “Studio for color etching” ha chiuso in via di Borgo i battenti con una mostra dei lavori degli artisti partecipanti che si è tenuta solo ed esclusivamente nella serata del 28 luglio. In mostra le incisioni a colori plurilastre – realizzate secondo una metodica inventata dal noto artista russo-polacco Swietlan Kraczyna, che ormai da quarant’anni è legato a Barga – di Gabriel Field (Argentina), Helena La Rota Lopez (Colombia), Juliana Rioso Martinez (Colombia), Bennet Sundlie (USA) e quelle della piccola quanto talentuosa Giada Negri di Barga che ha partecipato insieme ai suoi grandi compagni alla scuola. Una edizione più che mai all’insegna dell’intercultura, con artisti provenienti soprattutto dalle Americhe, e con la orientale presenza del soprano cinese Sally He Li che ha cantato alcune arie di opera. “Studio for color etching” è un vero e proprio laboratorio artistico, aperto ogni estate in via…

- di Redazione

Opera Barga dal 30 luglio raddoppia

Per domenica 30 luglio, il programma del Festival Opera Barga prevede ben due concerti: l’Ensemble Le Musiche di Simone Bernardini si esibirà nel suggestivo Chiostro S. Elisabetta alle ore 18.30. Il concerto meridiano prevede due quartetti di Mozart il primo in sol maggiore, il secondo in re maggiore, per chiudere con Petr Tchaikovsky e il sestetto per archi in re minore Souvenir de Florence Op. 70. A seguire, alle 21,30 presso il Teatro dei Differenti, verrà inaugurata la rassegna Pianobarga2017 dedicata alle composizioni per pianoforte con un focus su Felix Mendelssohn a cura del pianista Roberto Prosseda. Sarà proprio Prosseda ad esibirsi interpretando 8 composizioni del pianista tedesco. Roberto Prosseda è uno dei maggiori interpreti contemporanei dei brani per pianoforte di Mendelssohn, tanto da aver inciso per Decca nel 2014 l’opera completa per pianoforte.

- di Brunella Ponzo

Fantasma d’Oriente (qiattordicesima puntata)

30. GRECO – TURCO: DUE FACCE DUE RAZZE Pierre, riprendendo il controllo dopo la visione di Azyadè, entra in un cortiletto con al centro una fontana maiolicata. Si siede ai bordi ed estrae un fazzoletto dalla tasca. Lo bagna e se lo passa sulla fronte, poi sul collo, fissando lo zampillo d’acqua. E’ assorto nei suoi pensieri, quando un uomo gli si avvicina. ACHMED (con fare entusiasta) Loti! Tu sei Pierre Loti! Pierre si sente toccare la spalla. Confuso, alza lo sguardo e mette a fuoco: un ragazzo alto e moro, leggermente stempiato, sta in piedi di fronte a lui. ACHMED Sono il tuo amico Achmed, ti ricordi di me? PIERRE Achmed! O mio Dio, sei proprio tu. Pierre lo riconosce e si alza d’impeto. I due si abbracciano calorosamente. PIERRE Ti sei fatto un uomo, eri solo un ragazzino quando mi portavi in giro per Istanbul! Ma dimmi, hai notizie di Azyadè? ACHMED Azyadè, la donna d’harem? PIERRE Sì,…

- di Redazione

Opera Barga, al teatro liriche cinquecentesche con Deborah York; al Santa Elisabetta l’ensemble Le Musiche

Nella giornata del 29 luglio saranno due gli eventi del Festival OperaBarga: Alle 18.30 al Chiostro S. Elisabetta sarà nuovamente presente l’Ensemble Le Musiche di Simone Bernardini, il quale presenterà il quartetto in do maggiore e in la maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart e il quartetto per archi in fa maggiore di Dmitri Shostakovich. Alle 21.30 al Teatro dei Differenti verranno eseguite in anteprima a Barga le Rime amorose e teologiche della Nobilissima Signora Zerina Samietz di Sebenico, raccolta inedita di liriche cinquecentesche messe in musica per orchestra da camera dal polistrumentista e compositore veneto Antonello Privitera, in quest’occasione negli inusuali panni di voce recitante. La serata avrà un cast internazionale d’eccezione: al canto, il soprano inglese Deborah York, splendida interprete dell’ultimo concerto di Claudio Abbado, con il quale quest’anno ha vinto l’International Classical Music Award; al pianoforte e alla direzione d’orchestra, Stefano Salvatori, maestro alla Scala di Milano; agli archi, il consort di viole dell’Accademia Strumentale Italiana, fondata e…

- di Redazione

Giorgia Madiai: arte e creatività di scena in via del Pretorio 4

Via del Pretorio 4 è l’atelier-opera della poliedrica artista livornese, ma con profonde radici in quel di Barga, Giorgia Madiai. Dal 28 al 30 luglio presso lo studio la speciale inaugurazione con la presenza durante la “tre giorni” di decine di artisti che porteranno il loro contributo e di fatto allestiranno con le loro performance, di volta in volta, la mostra,. Non a caso l’inaugurazione vera e propria avverrà solo domenica sera, quando l’atelier sarà pieno di opere, contributi poetici, video, musica e sarà stato frequentato da creativi di tutti i compi. Questa l’idea di Giorgia Madiai che ci spiega meglio anche in questa audio-intervista. Primo artista a frequentare l’atelier-opera Federico Marisa Sardelli, artista a tutto tondo, a Barga in questi giorni proprio per dirigere il concerto inaugurale del festival Opera Barga, con la serata vivaldiana del 27 luglio in Duomo. A lui abbiamo chiesto di Opera Barga, del rapporto tra la musica barocca e Barga, ed anche di cose…

- di Redazione

Opera Barga, l’avvio è quello giusto con Sardelli & C.

Una bellissima cornice di pubblico in una cornice scenografica particolarmente bella come è quella del millenario duomo di Barga. E alla fine tanti e convinti applausi per una direzione sublime, un soprano bravo e sul pezzo, un’orchestra che ha esaltato non solo ma musica vivaldiana, ma anche i presenti. Così il concerto inaugurale del Festival Opera Barga 2’017, In furore iustissimae irae di Antonio Vivaldi, andato in scena ieri sera presso il Duomo di Barga. L’ensemble Modo Antiquo, con il bravo soprano Nicky Kennedy e sotto la direzione di un grande esperto della musica barocca quale è Federico Maria Sardelli, hanno proposto il Concerto in Do maggiore RV 114 per archi e basso continuo “In furore iustissimae irae”; RV 626 mottetto per soprano, archi e basso continuo; Concerto in sol minore RV 157 per archi e basso continuo; “Laudate Pueri” RV 600 mottetto per soprano, archi e basso continuo. La bella musica del prete rosso ha risuonato per più di…

- di Redazione

Opera Barga, concerto in teatro il 28 luglio con Ensemble Le Musiche

Dopo il concerto inaugurale dedicato alla musica vivaldiana e con la straordinaria partecipazione alla direzione di Federico Maria Sardelli, Opera Barga prosegue con i 12 concerti serali previsti al Teatro dei Differenti. A dare il la, il 28 luglio alle 21, sarà l’Ensemble Le Musiche di Simone Bernardini. Oramai ospite affezionato del Festival, Simone Bernardini, primo violino della Berliner Philharmoniker orchestra e ormai affermato direttore d’orchestra, raduna colleghi e giovani strumentisti, specialisti di musica da camera o solisti per condividere, nel quadro bucolico della campagna toscana, un’esperienza musicale, suggestiva e più intima rispetto all’esperienza delle grandi orchestre. Stasera, l’Ensemble esordirà con il quartetto in do minore per due violini, viola e violoncello di Franz Schubert, seguito dalla Sonata per violoncello e pianoforte di Sergeij Prokofiev, il “racconto” per violoncello e pianoforte di Leos Janáček, per infine concludere con la Fantasia per violino e pianoforte di Schubert. Una menzione speciale quest’anno tocca a due giovanissimi nuovi acquisti dell’Ensemble, il violoncellista Cristoph…

- di Redazione

Dal 28 al 30 luglio a Barga la presentazione dell’atelier-opera e tanti creativi per inaugurarlo

Venerdì-domenica, presentazione dell’atelier-opera di Giorgia Madiai e tanti creativi a inaugurarlo Via del Pretorio 4 è lo studio a Barga (Lucca) di Giorgia Madiai, artista poliedrica che da anni lavora in bilico tra pittura, installazioni, performance e fotografia. Ma è anche il titolo del nuovo evento dedicato all’arte contemporanea sostenuto da Cromology per l’Arte, il progetto di mecenatismo lanciato da Cromology Italia, azienda di Porcari leader in prodotti vernicianti, che da quest’anno ha dato il via a un interessante connubio tra arte contemporanea e azienda. Curata dalla storica dell’arte Veronica Carpita la performance si snoderà dal 28 al 30 luglio e metterà in scena un vero e proprio flusso di interventi artistici che vedranno la partecipazione di numerosi intellettuali, letterati, musicisti, cantanti, artigiani e artisti pronti a creare situazioni site specific nello studio di Giorgia Madiai, concepito come un contenitore artistico creato “ad arte” per questa circostanza. L’occasione da cui scaturisce questa tre giorni di performance è la conclusione del…

- di Redazione

Presentato lo studio di Tognarelli sulle acqueforti di Vittorini

Un nuovo volume arricchisce gli studi sulla figura e sull’opera del pittore barghigiano Umberto Vittorini: si tratta di “30 Acqueforti d’autore. L’arte incisoria di Umberto Vittorini”, catalogo delle acqueforti esposte lo scorso primo luglio alla Fondazione Ricci con la curatela di Cristian Tognarelli. Cristian, che possiamo oggi definire uno dei massimi estimatori e conoscitori del lavoro del maestro, propone in queste pagine un commento e una catalogazione delle opere realizzate con questa particolare tecnica, di cui si è sempre conosciuto poco: dopo gli studi degli ultimi decenni, proprio la mostra allestita nel 2016 alla Fondazione Ricci ha fatto riemergere alcune acqueforti prima non conosciute e che Cristian ha provveduto a riordinare cronologicamente, intitolare e descrivere.Di questo lavoro, e di quanto Vittorini ha operato in vita, comprese le drammatiche circostanze che lo portarono a perdere le lastre e i lavori incisori durante un bombardamento a Milano, ha discettato Cristian Tognarelli, intervistato da Sara Moscardini: l’anteprima della presentazione si è tenuta sotto…

- di Redazione

“Avummaria!”: l’arte e la devozione napoletana sotto la Volta dei Menchi

Si è concluso con una presentazione tanto originale quanto antropologicamente lontana dal nostro territorio la prima edizione del festival “Fuori dalle righe”, promosso negli ultimi giorni della Festa delle Piazzette sotto la Volta dei Menchi dall’Associazione Cento Lumi.Il volume presentato era “Avummaria! Arte e devozione per i vicoli di Napoli”, curato da Lorenzo Carletti e Cristiano Giometti, storici dell’arte che Barga ha già avuto modo di apprezzare lo scorso anno in occasione della presentazione del libro “Raffaello on the road”. Ad illustrare i contenuti è stato Lorenzo Carletti, accompagnato dai fotografi Maurizio Bottazzi e Paolo Vezzoni. Si è trattata di una vera e propria illustrazione poiché si tratta di un libro principalmente fotografico, frutto di una campagna di scatti che ha visto come oggetto un fenomeno del tutto particolare, vale a dire quello delle edicole votive disseminate lungo la salita di Cavone, nel centro storico di Napoli.La presenza e la foggia di queste marginette aprono e lasciano in sospeso una…