Tag: danni

- di Redazione

Piaggiagrande, prosegue la gara di solidarietà. Presto dal Comune i primi interventi per rimediare ai danni del nubifragio del 18 e 19 gennaio

Va avanti la gara di solidarietà per raccogliere fondi in favore delle famiglie di Piaggiagrande, che hanno perso la casa nella frana che ha completamente stravolto il paesaggio della località di sulla vecchia strada per Renaio, inghiottendo anche diversi metri di strada.Per quanto riguarda le adesioni alla gara per la raccolta dei fondi, giovedì sera la Misericordia ed Donatori si Sangue di Castelvecchio Pascoli decideranno come e quanto contribuire, anche stabilimento le eventuali forme di raccolta nel paese di Castelvecchio. Già sicuro invece l’apporto del Comitato paesano di San Pietro in Campo, che ha deciso di devolvere la somma di 2000 euro, che verranno presto versate sul conto corrente aperto dal Comune di Barga (presso l’Agenzia di Barga del Banco Popolare. Il codice IBAN per effettuare la donazione è IT 26 M 05034 70101 000000000569), dove cominciano già a defluire i primi fondi raccolti sul territorio.La cifra disposta dal Comitato viene anticipata sulla serata del giovedì sera della settimana della…

- di Redazione

Maltempo: il bilancio dei danni in provincia per il nubifragio del 18-19 gennaio ammonta ad oltre 56 milioni di euro

Come era prevedibile, e come gli stessi tecnici avevano preannunciato dopo le prime ricognizioni sul territorio, sono ingenti i danni causati dal nubifragio che si è abbattuto il 18 e il 19 gennaio scorsi sull’intera provincia di Lucca e che ha creato numerose criticità, in particolare, nella Media Valle del Serchio, in Alta Versilia e nella Piana di Lucca.La prima stima effettuata dalla Provincia di Lucca in base ai dati inviati dai Comuni colpiti dal maltempo e verificati dai tecnici provinciale, ammonta ad oltre 56 milioni di euro, cifra che si raggiunge sommando la spesa degli interventi urgenti (45 milioni di euro) sulle criticità segnalate (ben 402 su tutto il territorio), i lavori di somma urgenza (219 pari a 11,5 milioni di euro) e altre opere assolutamente prioritarie, nonché le spese di soccorso (poco meno di 90 mila euro). I dati sono comunque ancora in continua evoluzione e le cifre, non definitive, potranno aumentare mano a mano che i Comuni,…

- di Redazione

La visita dell’assessore regionale Bugli: la Regione chiederà al Governo lo stato di calamità nazionale per la Valle. “Ma il governo deve fare di più per il territorio”

Entro lunedì, la Provincia di Lucca, raccolti i dati dai comuni colpiti, invierà la relazione alla Regione che poi si impegnerà presso il Governo per il riconoscimento dello stato di calamità nazionale.Questo l’esito del sopralluogo in valle del Serchio e del successivo incontro con gli amministratori locali, dell’assessore regionale Vittorio Bugli che nella prima mattinata di ieri ha visitato prima la devastazione della frana di Piaggiagrande, nel comune di Barga, e poi ha effettuato un sopralluogo anche a Tereglio, sulla strada provinciale n. 56 Valfegana, interrotta per una frana da domenica scorsa.Presso il centro intercomunale dell’Unione dei Comuni della Media Valle in Pian di Gioviano poi, il confronto con le istituzioni ed i politici locali.Intanto è stata stilata una approssimativa stima dei danni dei giorni scorsi, calcolati in circa 5 milioni dieuroTra i presenti il prefetto Cagliostro, il presidente della provincia Baccelli, i presidenti delle due Unioni dei Comuni, i consiglieri regionali Remaschi e Pellegrinotti, ed i sindaci di tutti…

- di Redazione

Sicurezza idrogeologica e difesa del suolo, appello di Baccelli al Governo: “occorre ripensare un concetto nuovo di cura del territorio”

(foto di Giorgio Simoncini) – «Un ente pubblico, soprattutto una Provincia piuttosto attrezzata come quella che guido dal 2006, può lavorare in emergenza per fronteggiare i danni causati da condizioni meteo avverse, purtroppo sempre più frequenti. Ma non può operare perennemente nell’emergenza, perché il lavoro efficace nel settore della sicurezza idrogeologica è quello della pianificazione preventiva degli interventi, non quello dell’emergenza che rimargina le ferite”.Così il presidente della Provincia, Stefano baccelli che rivolge un appello al Govermno. occorre cambiare rotta perché nonè più possibile dove rimediare agli ingenti danni delle sempre più frequente emergenze. occorre ripensare tutto un sistema per aver cura del territorio.“Le “ferite” profonde aperte in Valle del Serchio e in Versilia in questi giorni – continua – dimostrano soprattutto due cose. La prima riguarda la fragilità del territorio provinciale, minata ormai con cadenza periodica da frane, smottamenti, cedimenti, scivolamenti di interi versanti montuosi; la seconda è che, nonostante la buona volontà di Provincia e Comuni, gli importanti…

- di Redazione

Danni maltempo 20 ottobre. Novità in vista per ottenere i risarcimenti

Contributi straordinari di “solidarietà”, per un importo massimo di 5 mila euro, in favore delle popolazioni dei comuni colpiti dagli eventi alluvionali del 20 e 21 ottobre scorso. Ne ha disposto l’erogazione la Regione Toscana. Due le procedure attive con scadenza il prossimo 10 febbraio. A rendere nota la notizia il sindaco, Marco Bonini, e l’assessore alla Protezione Civile, Pietro Onesti che spiegano i dettagli per ottenere tali contributi che comunque sono riservati ai cittadini che già hanno presentato in Comune nei termini previsti (il 6 novembre scorso ndr), la scheda di censimento danni. L’erogazione di detti contributi potrà raggiungere un massimo di € 5.000,00. Per quanto riguarda la prima procedura, per chi ha presentato richiesta ci sarà unicamente da integrare la precedente domanda mediante la compilazione di una nuova scheda in modo da quantificare il contributo. Per accedere ai contributi straordinari di solidarietà non si dovrà comunque superare come nucleo familiare un reddito complessivoISEE non superiore a €. 36.000,00…

- di Redazione

Maltempo: il bilancio definitivo dei danni. Pochi soldi in vista per i risarcimenti ai privati ed alle aziende…e tanti rischi per il futuro

Danni per circa 6 milioni di euro alle strutture pubbliche (tra somme urgenze ed interventi per la successiva e definitiva messa in sicurezza del territorio); danni per qualche milione di euro per privati ed aziende del territorio. La necessità di ottenere non solo i finanziamenti per la copertura delle somme urgenze che pare saranno garantiti, ma anche per il completo ripristino del territorio. Perché i Comuni con i propri fondi non ce la possono fare, e invece l’equilibrio del territorio è ormai seriamente compromesso ed il rischio, se non si interverrà presto ed adeguatamente, è che quantità di pioggia minori di quella caduta lo scorso 0 e 21 ottobre, possano comunque causare danni importanti.Questo il bilancio definitivo dei danni del maltempo del 20 e 21 ottobre nel comune di Barga, stilato dal sindaco Marco Bonini e dall’assessore alla protezione Civile Pietro Onesti, nei giorni successivi al termine delle presentazione delle richieste danni da parte dei privati, il cui censimento scadeva…

- di Redazione

Maltempo: il bilancio dei danni ammonta ad oltre 64 milioni di euro

E’ pesante il bilancio dei danni causati dal nubifragio che si è abbattuto nella notte tra il 20 e il 21 ottobre scorso in Media Valle e Garfagnana e quello di pochi giorni dopo (giovedì 24) sulla Piana di Lucca. In base alle segnalazioni inviate alla Provincia di Lucca e raccolte dai tecnici di Palazzo Ducale, la stima supera i 64 milioni di euro tra danni a privati, aziende, interventi avviati in somma urgenza e altre opere assolutamente prioritarie. I dati, però, sono ancora in continua evoluzione e le cifre, non definitive, potranno aumentare mano a mano che i Comuni, le Unioni di Comuni e i Consorzi di Bonifica invieranno le schede di censimento dei danni. “Un evento di portata eccezionale – dichiara il presidente della Provincia Stefano Baccelli – che ha causato ingenti danni al territorio e che ha letteralmente flagellato alcuni comuni della provincia. Il giorno stesso dell’evento, ho ritenuto necessario inoltrare subito alla Regione Toscana la richiesta…

- di Redazione

Maltempo, danni a cittadini e imprese. Ecco le schede di segnalazione

Entro il 6 novembre prossimo l’Amministrazione Comunale dovrà redigere un preciso censimento dei danni che hanno colpito privati cittadini, aziende, associazioni del territorio a seguito del nubifragio del 21 ottobre scorso.Sulla home page dell’Amministrazione Comunale trovate tutte le informazioni del caso e soprattutto la modulistica necessaria alla quale potete anche accedere cliccando qui.L’Amministrazione Comunale di Barga dunque impegnata con i cittadini e le imprese per il censimento dei danni seguiti all’evento alluvionale del 20 e 21 ottobre scorso. Le schede per la rilevazione dei danni possono anche essere ritirate presso l’Area lavori Pubblici e manutenzione in via Roma 3 a Barga. Qui potranno essere richieste anche tutte le informazioni e le indicazioni necessarie per la loro compilazione.E’ possibile ritirare le schede o chiedete informazioni tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 direttamente all’Area Lavori Pubblici e manutenzione oppure telefonando allo 0583724755. “In questa fase – ha spiegato il primo cittadino Marco Bonini – dobbiamo pensare a contare i danni…

- di l.g

Bonini: “Ora non ci devono lasciare soli. Il comune e la popolazione hanno bisogno di aiuto”

A poco meno di una settimana dal disastro maltempo del 20 e 21 ottobre, stamani, 26 ottobre, abbiamo incontrato il sindaco del comune di Barga, Marco Bonini per parlare a tutto campo di questa emergenza e delle difficoltà che sta affrontando non solo l’ente, ma l’intero territorio con la sua popolazione. Sulla nostra testa, sulla testa in particolare di tante famiglie, ma anche del Comune di Barga già in difficoltà per la sempre minore disponibilità di fondi economici, si è abbattuta una tegola veramente pesante e che rischia di lasciare strascichi spiacevoli per tutti noi, purtroppo, se non potremo contare, il prima possibile, sugli aiuti che è giusto che arrivino da Governo, regione ed altre istituzioni sovracomunali.Per il momento comunque, e questo lo ha sottolineato anche il sindaco Marco Bonini questa mattina, ma lo aveva sostenuto ieri anche il Ministro Orlando, la nostra gente ha dimostrato un grande spirito di iniziativa. Il tempo per piangere la disgrazia è durato solo…

- di Redazione

Evacuate 50 persone. La stima dei danni si fa sempre più pesante. Il bilancio di una giornata da dimenticare

La notizia dell’ultima ora, peraltro già anticipata nel nostro precedente articolo sul maltempo, riguarda l’evacuazione di una cinquantina di persone in tutto il territorio comunale. Ben 22 famiglie che per stanotte saranno alloggiate nelle sistemazioni perlopiù trovate dal Comune negli alberghi del territorio.Alle 19 di lunedì 21 ottobre era veramente alto il bollettino delle famiglie fuori casa: a Mologno 5 famiglie in loc. Luchi, 3 in loc. Meuccio. A Loppia due famiglie le cui case sono state investite o messe in pericolo da frane che hanno interessato anche la strada provinciale.A Seggio, a causa delle frane che hanno messo ko anche la strada Tiglio-trine, evacuate 4 famiglie per un totale di 19 persone; 2 famiglie evacuate anche in loc. Santa Maria; 1 in loc. Molino delle Conce; 2 in loc. Ai Domenichetti e 4 a Castelvecchio Pascoli.La speranza è che presto queste famiglie possano rientrare nelle loro abitazioni, ma per alcune di queste i danni provocati dalle frane che hanno…

- di Redazione

Maltempo: nuove frane e tanti danni.

Dopo l’emergenza maltempo di martedì, anche nel comune di Barga si è fatto un primo bilancio di quelli che sono stati i danni. Una situazione in divenire perché il terreno si è notevolmente appesantito dopo le piogge e continuano a pieno ritmo i movimenti franosi.Desta ancora preoccupazione la situazione dell’erosione della piena del fiume Serchio sul territorio barghigiano. I danni registrati sulla sponda barghigiana sono stati diversi. L’area maggiormente colpita è stata quella nei pressi del ponte di Gallicano. L’erosione dei piloni portanti, già danneggiati dalle piene dei primi di dicembre, si è accentuata e seri danni, come ci dice anche l’assessore della Comunità Montana, Pietro Onesti, delegato alla protezione civile anche per il comune di Barga, il fiume li ha fatti anche lungo l’argine immediatamente a monte del ponte dove il Serchio ha eroso in profondità ben 40 metri di terreno: “Un problema – afferma Onesti – che nei prossimi giorni andrà valutato con la Provincia”. Diversi sono stati…

- di Redazione

Il maltempo continua, nuovi problemi.

Nonostante le forti piogge i danni nel comune di Barga sono stati abbastanza contenuti. Piove ormai quasi ininterrottamente e con una certa intensità, da circa tre giorni, ma anche se c’è una certa preoccupazione per il momento i danni non sono stati tantissimi ed il terreno ha retto bene. Almeno fino al pomeriggio di oggi, momento, peraltro, per il quale si attende il punto massimo dell’ondata di maltempo.I problemi maggiori si sono verificati nella mattinata a Fornaci di Barga, nella zona dell’area di insediamenti produttivi del Chitarrino. Qui è straripato un fosso e l’acqua ha minacciato di allagare i capannoni. L’immediato intervento degli operatori del Comune e della Comunità Montana, ha permesso però di rimuovere velocemente i detriti che intasavano il corso del fossato e questo ha impedito che lo straripamento potesse produrre danni agli edifici.Nel centro storico di Barga, a causa delle infiltrazioni d’acqua, è stato allagato il pian terreno di una abitazione. Problemi anche per la viabilità sulla…