Tag: danni

- di Redazione

Emergenza vento marzo 2015. Banca Mediolanum consegna 196 mila euro a fondo perduto

(nella foto una analoga consegna dei contributi a fondo perduto che Banca Mediolanum effettuò nel 2014 a Barga in aiuto ai clienti della Valle del Serchio colpiti dai danni del maltempo del 21 ottobre 2013) L’anniversario della devastazione causato dalla terribile tempesta di vento che si abbatté su tutto il territorio provinciale lo scorso 5 marzo sarà ricordato con un gesto concreto da parte di una banca; una mano tesa nei confronti di alcuni dei cittadini colpiti da quegli avvenimenti con danneggiamenti alle proprie cose ed alle proprie attività. L’iniziativa è stata promossa da Banca Mediolanum e si terrà per mercoledì 17 febbraio alle ore 17.30 presso Una Hotel a Lido di Camaiore dove avverrà la cerimonia di consegna delle liberalità che la banca ha reso disponibili per i propri clienti che hanno riportato danni materiali a seguito di quella tempesta che ha colpito in modo particolare le zone di Lucca, Massa Carrara, Pisa, Prato e Pistoia nel marzo dello…

- di Redazione

Problema cinghiali. Incontro in Prefettura: “Meglio l’utilizzo di strumenti finalizzati a prevenire”

Si è parlato stamani 11 settembre in Prefettura delle misure da mettere in campo per contrastare il fenomeno della presenza dei cinghiali anche in ambito urbano. All’incontro sono intervenuti il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, il Presidente della Provincia, il rappresentante dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura, gli Amministratori Locali, i referenti degli Ambiti Territoriali di Caccia e delle Aziende Sanitarie Locali. Nel corso della riunione è stata evidenziata la necessità di utilizzare strumenti finalizzati a prevenire l’avvicinamento dei cinghiali alle zone antropizzate e ad evitare danni alle coltivazioni. Al riguardo il Comandate Provinciale del Corpo Forestale dello Stato ha raccomandato in particolare l’adozione di ordinanze volte alla pulizia dei luoghi, che altrimenti costituirebbero luogo di sosta e ricovero degli animali. Con riferimento specifico agli strumenti per fronteggiare la numerosa presenza degli animali in questione è stata individuata, quale misura da ritenersi preferibile, quella che prevede la cattura del cinghiale. Dove tale soluzione non fosse percorribile…

- di Redazione

Danni vento privati: quando e dove presentare le domande di risarcimento

I cittadini colpiti da danni alle proprie abitazioni durante la tempesta di vento del 5 marzo scorso, potranno presentare domanda all’Amministrazione Comunale entro il prossimo 25 maggio. Possono presentare la domanda per ottenere i risarcimenti previsti dalla Legge regionale 31 del 20 marzo 2015, i nuclei familiari aventi un valore di indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) massimo di Euro 36.000,00. Il contributo straordinario di solidarietà, che potrà avere un importo massimo di 5 mila euro per nucleo familiare, sarà destinato come prevede la legge a fronteggiare le prime spese necessarie per il ripristino strutturale degli immobili destinati a prima abitazione, unitamente alle relative pertinenze, per quanto riguarda i privati cittadini La Regione Toscana, nei limiti della spesa massima prevista di Euro 3.000.000,00, ripartirà tale importo tra i comuni interessati in percentuale al numero delle segnalazioni loro pervenute. Il contributo può essere cumulato ad eventuali ulteriori contributi concessi con altri provvedimenti regionali o Nazionali, con l’esclusione di indennizzi assicurativi corrisposti…

- di Redazione

Vento: 405 mila euro le spese per le somme urgenze

Ammontano a oltre 400mila euro gli interventi di somma urgenza sostenuti dall’Amministrazione Comunale in conseguenza della eccezionale bufera di vento del 5 marzo scorso. Proprio in questi giorni la Giunta ha approvato la delibera riguardate i verbali e le perizie per i lavori effettuati nei giorni dell’emergenza vento come quelli per la rimozione delle piante cadute sulle strade, sugli edifici pubblici, nei parchi pubblici e nei cimiteri comunali, in particolare in quello di Barga capoluogo dove si sono verificati danni notevoli; ma anche per l’attivazione di operazioni di soccorso ed interventi a tutela della incolumità pubblica e privata, consistenti in particolar mondo nella rimozione delle situazioni di isolamento di alcune frazioni e nuclei abitati. Nelle spese di somma urgenza anche l’affidamento di incarichi a tecnici specializzati per le indagini fitosanitarie e di stabilità delle piante nei luoghi dove si presentavano eventuali situazioni di rischio. Adesso il Comune confida nel rimborso delle ingenti spese da parte delle autorità competenti, in considerazione…

- di Redazione

Fino all’ 8 aprile la consegna delle schede per i danni del vento

C’è tempo fino al prossimo 8 aprile per presentare le schede per la segnalazione dei danni subiti dai privati e dalle imprese a seguito dei fenomeni meteorologici eccezionali del 5 marzo scorso. A ricordarlo è il sindaco di Barga, Marco Bonini, che invita coloro che hanno subito danni a presentare le segnalazioni nei tempi previsti. Un passaggio fondamentale visto che proprio la Regione Toscana ha richiesto l’avvio della ricognizione dei danni subiti dai privati e dalle imprese su tutto il territorio regionale individuando anche i modelli delle schede da utilizzare per le segnalazioni. Questi si possono trovare anche sul sito del Comune di Barga, www.comune.barga.lu.it, e sul sito dell’Unione dei Comuni Media Valle del Serchio (www.ucmediavalle.it). Per tutte le informazioni del caso inoltre, e per avere direttamente le schede di segnalazione, è a disposizione dei cittadini anche l’Ufficio Area Lavori Pubblici del Comune in via Firenze (telefono 0583/724755). Le schede (corredate da eventuali allegati) dovranno essere recapitate entro e non…

- di Redazione

Maltempo, Provincia e comuni chiedono aiuto per la difesa del suolo

(Foto di Monia Lazzerini) – Una richiesta unanime al Governo e al responsabile della Protezione civile nazionale FrancoGabrielli affinché venga dichiarato prima possibile lo stato di emergenza nazionale che, nel dispositivo, oltre alle risorse, contenga la possibilità normativa di avviare gli interventi di ripristino nei compluvi e nei corsi d’acqua che attraversano le aree boscate; e una richiesta alla Regione Toscana che preveda, all’interno del Programma di sviluppo rurale (PSR 2014-2020) destinato agli investimenti in aree agricole, un fondo specifico da cui attingere per le opere di bonifica sui territori boscati devastati dal vento per quanto riguarda gli aspetti di difesa del suolo, regimazione canali e corsi d’acqua, così come già sperimentato in passato nella programmazione appena esaurita. Sono queste le decisioni su cui si sono trovati concordi, oggi pomeriggio a Palazzo Ducale, a Lucca, gli amministratori e i tecnici comunali insieme con quelli provinciali e i rappresentanti del Consorziodi Bonifica del territorio al termine della riunione convocata dall’assessore provinciale…

- di Redazione

Vento: entro l’8 aprile la presentazione dei danni per gli eventuali rimborsi

L’Amministrazione Comunale di Barga rende noto sulla base del decreto regionale della Regione Toscana per l’individuazione dei danni a privati ed aziende nel corso della bufera del 5 marzo scorso,sono disponibili i modelli delle schede da utilizzare per le segnalazioni.Possono presentare le segnalazioni dei danni subiti entro e non oltre l’8 aprile 2015: i proprietari del patrimonio edilizio privato interessato dall’evento mediante l’utilizzo della scheda B; i titolari delle attività economiche e produttive interessate dall’evento mediante l’utilizzo della scheda C; La ricognizione comprende sia i danni al patrimonio edilizio privato che i danni subiti dalle attività produttive ed in particolare possono essere segnalati: per i privati cittadini il fabbisogno per il ripristino strutturale e funzionale dell’immobile danneggiato suddiviso per interventi alle strutture, impianti, finiture e serramenti; per le attività produttive: il fabbisogno necessario per il ripristino strutturale e funzionale dell’immobile suddiviso per interventi alle strutture, impianti, finiture e serramenti; o il fabbisogno necessario per il ripristino dei macchinari e attrezzature;…

- di Redazione

Maltempo: il bilancio dei danni della bufera di vento ammonta ad oltre 234 milioni di euro

Ammonta a 234 milioni di euro la stima dei danni causati dalla bufera di vento del 5 marzo in tutta la provincia di Lucca. Barga, dopo però Bagni di Lucca dove il vento ha veramente causato devastazione, è il comune più colpito della Valle del Serchio con 150 abitazioni danneggiate e danni per circa 700 mila euro; 130 veicoli danneggiati per complessivi 400 mila euro di danni e 30 imprese colpite per danni pari a 500 mila euro. Davvero più pesante il bilancio dei danni nel comune di Bagni di Lucca dove le abitazioni danneggiate sono state 558, una è risultata inagibile e la stima complessiva dei danni è stata di 6 milioni e 300 mila euro; dove i veicoli danneggiati sono stati 70 per 250 mila euro di danni e dove le imprese danneggiate sono state 35, di cui due inagibili, pari a 1 milione e 500 mila euro. In generale, la prima stima effettuata dalla Provincia in base…

- di Redazione

Toscana maltempo, per ENEL emergenza servizio elettrico conclusa

L’emergenza del servizio elettrico, in seguito all’eccezionale ondata di maltempo che ha flagellato la Toscana, può considerarsi conclusa anche se prosegue il lavoro della Task Force di Enel soprattutto laddove il servizio è stato ripristinato con soluzioni provvisorie ma occorre procedere con la riparazione definitiva o il rifacimento degli impianti.Lo annuncia ENEL che fa sapere chein molte situazioni occorreranno tempi lunghi e un significativo investimento da parte di Enel, che ha subito notevoli danni ai propri impianti. Complessivamente, sono oltre 4.500 gli interventi complessi effettuati in questi giorni e 1.064 i cantieri effettuati o in allestimento su centinaia di linee di media tensione e migliaia di linee di bassa tensione.Enel ringrazia per la collaborazione le Prefetture, la Regione Toscana, le Amministrazioni Comunali, le Province, le strutture di Protezione Civile provinciali e regionale, i Vigili del Fuoco, gli organi di informazione e tutti i cittadini toscani.

- di Redazione

Vento assassino. Morto l’operaio ferito a Mologno giovedí

Non ce l’ha fatta l’operaio della ditta La Bertoncini di Mologno, rimasto ferito dopo essere stato colpito da una tettoia mentre lavorava con il titolare in un magazzino di Mologno. Si chiamava Hassan Masnis, aveva 48 anni e risiedeva a Molazzana. Da anni lavorava con l’impresa di Mologno di proprietà di Antonio Bertoncini. Giovedì mattina, in piena emergenza meteo per il forte grecale, era stato colpito appunto da una tettoia fatta volare dalla forza di quel vento incredibile. Nella caduta della lamiera era rimasto Lievemente ferito anche il titolare, ma ad avere la peggio era stato il povero operaio. Subito trasportato a Lucca, le sue condizioni erano apparse subito gravi, anche se pareva che non fosse in pericolo di vita. Invece il decorso non è stato purtroppo positivo e le ferite riportate sono state alla fine per lui fatali. Ė deceduto al San Luca di Lucca oggi. Dopo il quarantenne di Camporgiano colpito a morte da un masso sulla Lodovica,…

- di Redazione

Vento: ancora al buio venti famiglie barghigiane. Ordinanza del Comune per risistemare i tetti

Danni del vento. Si continua a lavorare per risolvere le situazioni di rischio e le problematiche lasciate dalla tempesta di giovedì scorso. Per quanto riguarda il problema energia elettrica, ad oggi risultano ancora senza luce circa una ventina di famiglie soprattutto nella zona di Pegnana e Fornioni. In molti casi sono completamente stati distrutti i cavi della linea di bassa tensione e l’ENEL sta procedendo, con 5 squadre presenti sul nostro territorio, a ricostruire molti degli impianti da zero. C’è poi una novità che riguarda i danni ai privati: l’immediata verifica dei tetti delle proprie abitazioni o fabbricati, laddove si trovino in vicinanza di viabilità pubblica e privata. Lo stabilisce il comune di Barga con ordinanza emessa ieri, a seguito del forte vento dei giorni scorsi. I proprietari dovranno verificare lo stato di copertura del fabbricato con particolare riguardo a danneggiamenti delle strutture e dei manti di copertura per evitare successive ed eventuali cadute di tegole, guaine, gronde, infissi esterni,…

- di Redazione

Senza luce ancora 40 famiglie barghigiane

Ancora problemi per l’approvvigionamento di energia elettrica per circa quaranta utenze spalmate nell’intero territorio barghigiano, con particolare riferimento alle zone di montagna. Questi gli strascichi della tempesta di vento dei giorni scorsi. Anche oggi si è svolto a Pieve Fosciana un incontro tra i sindaci dei comuni della Valle del Serchio e la Prefettura per capire come risolvere il protrarsi del problema che ormai va avanti ininterrottamente da giovedì per molte famiglie non solo del comune di Barga, ma dell’intera Valle del Serchio. Con tutti i disagi e le problematiche che possono scaturire da una situazione del genere. Anche per le famiglie che da noi risultano ancora senza luce il problema è quello che ENEL ha riassunto stamani in un comunicato: “si precisa che sulle singole linee di bassa tensione in alcune zone della Versilia, della Garfagnana, del Casentino e del pistoiese sarà necessario in alcuni casi ricostruire interi impianti che arrivano alle abitazioni perché la tempesta di vento ha…