Cronaca

- 1 di Redazione

Il territorio di Barga tra i magnifici 38 della Toscana per la Bandiera Arancione

BARGA  – Barga c’è! Per l’ennesima volta il territorio del comune di Barga ha ricevuto la conferma del riconoscimento della Bandiera Arancione concesso dal Touring Club Italiano. E’ un riconoscimento, è bene ricordarlo, pensato dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità. Non è scontato riceverlo questo riconoscimento e tantomeno confermarlo. Ogni tre anni i Comuni devono ripresentare la candidatura ed essere sottoposti all’analisi del Tci che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce così ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e alle amministrazioni uno stimolo al miglioramento continuo. Ecco, Barga ed il suo comune quei requisiti ce li hanno e si confermano anche stavolta Bandiera Arancione. In provincia di Lucca sono solo due i comuni sotto i 15 mila abitanti (la bandiera viene assegnata solo a questi…

- di Redazione

Commissione pari opportunità: “Sconvolte dagli sviluppi delle indagini. Vicine alla famiglia. Il nostro compito ricordare Ursula”

BARGA – Siamo sconvolte di quanto appreso dalle ultime notizie sul presunto omicidio di Ursula, una svolta nell’indagine che ha scosso tutta la nostra comunità. I nostri pensieri sono rivolti alla famiglia che sta vivendo questa ennesima tristissima esperienza, e a tutti coloro che hanno voluto bene e amato Ursula. Senza voler emettere sentenze prima del dovuto aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso, poi sarà il nostro dovere, il nostro compito ricordare Ursula nei modi e nei tempi che la nostra Commissione riterrà opportuno. Lo dobbiamo ai genitori, al fratello, ai figli, agli amici ed all’intera comunità di Barga. Lo dobbiamo a lei. La Commissione Pari Opportunità del Comune di Barga

- di Redazione

La Libellula esprime soddisfazuione per l’epilogo della vicenda piro

FORNACI – La Libellula, il movimento nato circa tre anni fa per contrastare il progetto del pirogassificatore di KME, interviene sulla stampa per esprimere soddisfazione per l’epilogo della vicenda, con l’archiviazione del procedimento, ovvero lo stralcio della parte riguardante appunto l’approvazione del progetto da parte della Regione, richiesta dalla stessa azienda. “Finalmente ieri è arrivata dalla Regione Toscana la notizia che tutti aspettavamo da tempo: l’archiviazione del procedimento autorizzativo del pirogassificatore. Dopo il preavviso di diniego del luglio 2020, la proroga concessa fino a fine novembre e la fantomatica “presa d’atto” di ulteriore richiesta di proroga al 30 giugno 2021, niente si è aggiunto per confutare quanto la Regione aveva già espresso a suo tempo: 3 criteri escludenti, parere negativo della Soprintendenza al Paesaggio, forti dubbi sugli impatti sanitari dell’impianto da parte di ASL, e via dicendo. Nonostante un anno di tempo non sono state introdotte nuove argomentazioni a sostegno del progetto da parte di KME. Forse perché non ce ne sono oggi come non ce n’erano un anno fa.…

- di Redazione

Demolire per ricostruire, via ai lavori per RSA di Piano Pieve

Una vecchia struttura di Castelnuovo, abbandonata e non in linea con gli standard di sicurezza, viene demolita per poi dare il via alla costruzione di un edificio destinato ad accogliere due residenze sanitarie per anziani. Hanno preso il via i lavori di abbattimento della struttura abbandonata da oltre un decennio che si trova a Piano Pieve in località “alle Monache” a Castelnuovo Garfagnana. Sulle macerie di questo edificio nascerà una nuova residenza per anziani. Più precisamente il progetto prevede la realizzazione di due RSA distinte, ma sinergiche, in grado di offrire una efficace risposta alle diverse esigenze assistenziali dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, con particolare riguardo alla “Zona Distretto Valle del Serchio”. La prima fase dei lavori in corso, riguarda la demolizione della vecchia struttura mai completata per poi ricostruirne una nuova: l’edificio verrà abbattuto per motivi di sicurezza e ottimizzazione degli spazi, i lavori dovranno essere conclusi entro 18 mesi. Per diminuire i disagi alle attivita’ della zona verrà…

- di Redazione

L’arcobaleno e non solo

Buongiorno, l’arcobaleno è sempre una meraviglia della natura, ma questa foto mostra che  qualcuno dovrebbe pensare alla pulizia dei cartelli stradali (chi non lo so). Cosi non è decoroso.   Leonello Diversi  

- di Redazione

C’è un indagato per la morte di Ursula Turri

La donna, che il 21 novembre 2019 fu trovata senza vita nell’appartamento dove viveva in via della Fontana a Barga, non sarebbe deceduta per cause naturali: stando ai risultati dell’autopsia qualcuno l’avrebbe soffocata Sul momento sembrava un decesso dovuto a un malore, una tragica fatalità. Si ipotizzò poi anche un arresto cardiaco ma per gli inquirenti la morte potrebbe essere avvenuta per omicidio. Secondo le indagini che il pm Antonio Mariotti ha affidato ai carabinieri, la donna sarebbe stata soffocata nella sua abitazione, dove venne ritrovata il giorno successivo al decesso. Il magistrato ha chiuso l’inchiesta e ci sarebbe un indagato per il reato di omicidio per il quale verrà chiesto il rinvio a giudizio. Alla base delle ipotesi accusatorie le conclusioni dell’autopsia eseguita dal medico legale Stefano Pierotti (che indicherebbe infatti una morte per soffocamento) e anche alcuni esami su campioni di Dna prelevati sulla vittima, oltre a tabulati telefonici e altri elementi che condurrebbero ad un indagato. Indizi…

- di Redazione

Coronavirus due casi a Barga in questa ultima settimana

BARGA – Sono tre i nuovi casi di coronavirus registrati in Valle del Serchio in questa ultima stetimana, da martedì della scorsa settimana fino a ieri 12 luglio. Due si sono registrati in Barga capoluogo e l’altro nel comune di Gallicano. I tre casi sono stati ufficializzati dall’azienda sanitaria nel consueto bollettino settimanale. Il tutto a fronte di 372 tamponi molecolari eseguiti  (esclusi test a lettura ottica). L’ASL rende noto anche il dato totale delle vaccinazioni del nostro territorio. Vaccinazioni complessivamente effettuate: 21.044 prime dosi e 15.167 cicli completi. La percentuale di persone che hanno ricevuto almeno una dose è complessivamente del 64,2%. Questa la percentuale per ogni fascia d’età: over 80  –  90,3%; da 70 a 79 anni  –  87,7%; da 60 a 69 anni  –  81,1%; da 50 a 59 anni  –  70,2%; da 40 a 49 anni  –  50,2%; da 30 a 39 anni  –  49%; da 20 a 29 anni  –  39,5%; da 12 a 19 anni  –  18,1%.

- 2 di Redazione

Pirogassificatore a Fornaci. La vicenda si chiude qui. La regione archivia il procedimento

BARGA – Si chiude con oggi ufficialmente una vicenda che ha coinvolto tutta la Valle del Serchio da più di due anni a questa parte con tanto di sollevamento popolare e di parte delle istituzioni. La Regione Toscana ha  comunicato formalmente che provvederà ad archiviare il procedimento autorizzativo per realizzare un  pirogassificatore nello stabilimento di Fornaci di Barga . A seguito del preavviso di diniego alla realizzazione dell’impianto che Regione Toscana aveva notificato all’Azienda nel luglio 2020, KME  avrebbe dovuto produrre  osservazioni e documentazione a supporto della realizzazione del gassificatore. Il termine per la presentazione delle osservazioni era stato prima posticipato a novembre 2020 ed infine al 30 giugno scorso. Ma a giugno di osservazioni l’Azienda non ne ha inviate  e ha invece  comunicato alla Regione di voler ritirare il progetto. Oggi Regione Toscana  ha formalmente comunicato agli Enti interessati, primo fra tutti il Comune di Barga, che procederà all’archiviazione del procedimento. A rendere noto il tutto è la sindaca di…

- di Redazione

Una brutta storia. C’è un indagato per la morte di Ursula

BARGA – C’è un indagato per la morte della povera Ursula Turri, che il 21 novembre 2019 fu trovata senza vita nell’appartamento dove viveva in via della Fontana a Barga. Sul momento sembrava un decesso dovuto a un malore, una tragica fatalità. Si ipotizzò poi anche un arresto cardiaco legato all’uso di sostanze stupefacenti, ma secondo gli inquirenti la morte sarebbe legata ad un omicidio. Secondo le risultanze delle indagini che il pm Antonio Mariotti ha affidato ai carabinieri, Ursula sarebbe stata uccisa, soffocata  nella sua abitazione, dove venne ritrovata il giorno successivo al decesso. Il magistrato ha chiuso l’inchiesta e c’è un indagato per il reato di omicidio per il quale verrà chiesto il rinvio a giudizio. Alla base delle ipotesi accusatorie ci sarebbero le conclusioni dell’autopsia eseguita dal medico legale Stefano Pierotti (che indicherebbe infatti una morte per soffocamento) e anche alcuni esami su campioni di Dna prelevati sulla vittima, oltre a tabulati telefonici e altri elementi che…

- di Redazione

Il Rally delle slot car a Ponte di Catagnana

POONTE DI CATAGNANA – Al Bar trattoria Sosta de’ Diavoli a Ponte di Catagnana, sabato scorso si è svolta una tappa del Rally Slot del Tuscany, organizzato dall’ASD Tuscany racing slot con sede nel pisano. Si tratta di una manifestazione dedicata alle auto in miniatura che corrono, alimentate elettricamente, sulle piste di plastica e su binari; quelle che erano particolarmente in voga (chi non ci ha giocato di tante generazioni ora con qualche anno sulel spalle?) negli anni ’60 e ’70 in particolare. La tappa era denominata Rally del Barghigiano (le gare vengono organizzate laddove si svolgono rally importanti) ed ha visto i partecipanti confrontarsi con speciali slot car, nella pista per queste auto in miniatura realizzata con i pezzi della Ninco. Principale artefice di questa giornata è statto un appassionato di casa nostra, Paolo Rinaldi, al secolo Paolotto, che poi ha anche gareggiato nella competizione, facendo la sua bella figura. Quella corsa sui tavoli della Sosta de’ Diavoli è…

- di Redazione

La festa a Fornaci

FORNACI – Come già scritto Fornaci è stata un po’ la località al  centro dei festeggiamenti ieri sera, dopo la vittoria sofferta, ma meritata dell’Italia ai rigori, contro una Inghilterra che pensava già di avere il titolo in tasca. Dal paese sono passati tutti i caroselli delle auto provenienti dalla Valle del Serchio e le foto che ha scattato il nostro collaboratore Graziano Salotti bene rendono l’idea del clima che si respirava in una via della Repubblica invasa dal tricolore e dalla festa. Molto bene!

- 1 di Redazione

La festa europea di Barga

BARGA – Anche nei paesi del comune di Barga è stata grande e sentita la festa per la vittoria degli Europei da parte della nostra Nazionale. Dopo la roulette dei rigori e dopo i tre sbagli consecutivi dei giocatori inglesi è stato un crescendo di feste che hanno coinvolto tutte le comunità. A Fornaci di Barga è stato un via vai continuo di caroselli di auto con le bandiere tricolori e di festa per strada. Anche a Barga tanti si sono dati alla pazza gioia per la vittoria. Al Fosso ed al Giardino i punti principali di ritrovo. Nella cittadina era stato allestito anche un maxischermo per assistere alla partita, ma tanti hanno visto la partita o presso amici, o in casa o nei locali che si erano attrezzati per la partita, come ad esempio a San Pietro in Campo, al Circolino, al Bar Sport a Barga, al pub Shamrock, al Bar Rossi. Al Bar del Paolo Gas. In giro…