Tag: regione toscana

- di Redazione

La visita dell’assessore regionale Bugli: la Regione chiederà al Governo lo stato di calamità nazionale per la Valle. “Ma il governo deve fare di più per il territorio”

Entro lunedì, la Provincia di Lucca, raccolti i dati dai comuni colpiti, invierà la relazione alla Regione che poi si impegnerà presso il Governo per il riconoscimento dello stato di calamità nazionale.Questo l’esito del sopralluogo in valle del Serchio e del successivo incontro con gli amministratori locali, dell’assessore regionale Vittorio Bugli che nella prima mattinata di ieri ha visitato prima la devastazione della frana di Piaggiagrande, nel comune di Barga, e poi ha effettuato un sopralluogo anche a Tereglio, sulla strada provinciale n. 56 Valfegana, interrotta per una frana da domenica scorsa.Presso il centro intercomunale dell’Unione dei Comuni della Media Valle in Pian di Gioviano poi, il confronto con le istituzioni ed i politici locali.Intanto è stata stilata una approssimativa stima dei danni dei giorni scorsi, calcolati in circa 5 milioni dieuroTra i presenti il prefetto Cagliostro, il presidente della provincia Baccelli, i presidenti delle due Unioni dei Comuni, i consiglieri regionali Remaschi e Pellegrinotti, ed i sindaci di tutti…

- di Luca Galeotti

Personal computer per mettere in rete i Nidi della Valle del Serchio

Cinque pc portatili sono stati consegnati a Barga questa mattina (20 dicembre) alle coordinatrici degli asili nido della Valle del Serchio: i nidi di Barga, Borgo a Mozzano, Castelnuovo, Gallicano, San Romano (ma presto la consegna dovrebbe avvenire anche per il nido di Bagni di Lucca, quando verrò definita l’adesione al progetto ndr).La consegna è avvenuta nella sala consiliare di Palazzo Pancrazi, sede del comune di Barga, da parte del presidente della Conferenza dei sindaci Renzo Pia, con la coordinatrice della segreteria della conferenza dei sindaci e la collaboratrice, Gabriella Conti e Laura Risaliti, e la coordinatrice pedagogica di tutti gli asili nido della Valle Valentina Baldaccini.“E’ un altro importante obbiettivo messo a segno dalla Conferenza dei sindaci – ha commentato Pia – che permetterà una migliore e più moderna organizzazione in rete dei nostri nidi. Vorrei in proposito ringraziare l’assessore all’istruzione della Regione Toscana, Stella Targetti, senza il cui aiuto e la cui sensibilità difficilmente sarebbe stato possibile realizzare…

- 1 di Lu.Gal.

Riflessioni sull’ospedale unico

Si riaccende la vicenda ospedale unico, dopo l’incontro dei sindaci della Valle del Serchio con il Governatore della regione Enrico Rossi, che li ha ricevuti il 26 novembre scorso.Rossi ha affermato che la Regione intende rispettare l’accordo per la realizzazione dell’ospedale unico della Valle del Serchio purché i sindaci non siano divisi come lo sono adesso. Se ne è parlato anche nella conferenza zonale dei sindaci, assemblea convocata in tutta fretta il 2 dicembre scorso per cercare di sostenere che le parole di Rossi siano la conferma che l’ospedale deve essere realizzato al Piano Pieve in Garfagnana. Così la intendono e la pensano i sindaci della Garfagnana che stanno tentando di portare avanti la propria posizione: fare in maniera che le parole della Regione suonino come una conferma di quanto sostenuto nella battaglia portata avanti in questi anni, anche, anzi sicuramente, con una certa prepotenza.(continua…) In Media Valle del Serchio ovviamente l’opinione è diversa e si pensa invece che l’unità…

- di Luca Galeotti

La vicenda dell’ospedale unico torna in auge dopo la conferenza zonale. E Bonini risponde a Gaddi

Come letto sui giornali, dove indubbiamente l’informazione è stata riportata evidenziando in particolare alcune posizioni, si è svolta il 2 dicembre a Castelnuovo la riunione dell’articolazione zonale dei sindaci che ha ripreso a parlare del tema dell’ospedale unico. Questo dopo l’incontro, richiesto da tempo, che i sindaci della Valle hanno avuto lo scorso 30 novembre con il Governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, per avere assicurazioni sulla realizzazione del nuovo ospedale. Incontro dove Rossi ha ribadito che la Regione prenderà in considerazione il nuovo ospedale unico solo se i sindaci della Valle non saranno su questo progetto divisi come sono adesso.Ieri, tre le altre cose riportate, le dichiarazioni del sindaco di Castelnuovo Gaddo Gaddi che imputerebbe al sindaco di Barga, la responsabilità di voler far cadere il progetto ospedale unico, perché non convinto della strada decisa dall’articolazione zonale nei mesi scorsi, ovvero l’area del Piano Pieve per realizzare il nuovo ospedale. E quindi essendo artefice in prima persona delle divisioni.Così…

- di Redazione

Sereni: la valle è divisa, quindi l’ospedale unico non si farà mai. Torniamo ai “santi vecchi”

Anche Umberto Sereni, presidente del Comitato per il cittadino di Barga, interviene sulla riunione della Conferenza dei Sindaci e non risparmia bordate: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, non c’è altro commento in merito alla luce dell’ultima puntata della vicenda ospedaliera. La parata dei sindaci garfagnini, tutti impegnati ad eccezione di Vergemoli e Molazzana nel volere l’ospedale a Piano Pieve e la penosa semilatitanza degli amministratori della Bassa Valle, con Barga che ha inviato a quella riunione un balbettante vicesindaco, non ha fatto che confermare una cosa. Una cosa che si sapeva: sulla questione dell’ospedale unico, la Valle è divisa, e sull’opzione di Piano Pieve c’è e ci sarà l’opposizione della Bassa Valle del Serchio. Quindi la premessa posta dal presidente Enrico Rossi “portatemi una proposta condivisa e io vi farò l’ospedale” è saltata. Siamo dunque al punto di partenza, all’ultimo capitolo per ora di una vicenda che era molto meglio non cominciare. E adesso se ne…

- di Redazione

Sulla riorganizzazione delle centrali 118, l’intervento di Remaschi che attacca Tambellini

“La vicenda della riorganizzazione delle centrali del 118 avrà un esito in sintonia con la disastrosa gestione fin qui tenuta dalla Regione”. Così si esprime il presidente della IV Commissione Sanità della Regione Toscana, marco Remaschi, sulle decisioni relativa alle centrali operative del 118 in Toscana.“In totale dispregio degli impegni assunti con la delibera 1235 del dicembre 2012, che prevedeva tre centrali per tutta la Toscana, da individuarsi fra quelle attive – scrive remaschi – si è dunque arrivati a sei. Ha vinto chi ha saputo fare la voce grossa, i sindaci di quei comuni che hanno rivendicato una specificità territoriale. Ha perso ancora una volta la Giunta regionale, che prima sceglie un modello, poi lo rivede integralmente, facendo pensare peraltro che le motivazioni alla base dell’originaria scelta alla fine non fossero poi così fondate. Che altro dire, di fronte ad una soluzione che raddoppia le centrali rispetto alle previsioni? Anche in questa vicenda tutto è stato sbagliato: l’individuazione dell’obiettivo…

- di Redazione

Maltempo, l’incontro con il ministro Orlando ed il Governatore Rossi apre qualche spiraglio sui primi aiuti alla Valle

Apriamo questo resoconto della visita del ministro Orlando e del Governatore della Toscana Rossi a Barga e Gallicano, con una buona notizia: poco fa (attorno alle 17,30, è stata finalmente riaperta al transito la strada provinciale Fornaci – Barga, chiusa nel tratto che attraversa l’abitato di Loppia per alcune frane.Detto questo passiamo alla giornata di oggi, alle parole del ministro e del governatore che per certi aspetti, soprattutto quelle venute da Rossi, sono state quantomeno significative se non esaustive. Soprattutto per i tanti duramente colpiti dal maltempo.La visita era iniziata questo pomeriggio da Fornaci con l’arrivo prima del governatore Enrico Rossi e poi del ministro all’Ambiente, Andrea Orlando accolti da parlamentari ed istituzioni locali.Poi un veloce passaggio da Loppia, Albiano, Castelvecchio Pascoli e Mologno, i luoghi più colpiti del comune di Barga e poi a Gallicano dove le autorità hanno constatato nuovamente le profonde ferite inferte al territorio come quella agli allevamenti di trote di Gallicano, praticamente messi in ginocchio.Infine…

- di Redazione

Approvata in Regione una mozione per rispettare gli accordi sull’ospedale unico della Valle

La notizia viene annunciata direttamente dall’Ufficio Stampa del consiglio regionale della Regione Toscana. Una mozione, in realtà vecchia di alcuni mesi ma approvata oggi 2 ottobre, per rispettare gli accordi dell’ospedale unico, votata non solo dai consiglieri di minoranza che l’hanno proposta, ma anche, tra gli altri, dal consigliere regionale di Gallicano,(PD) Ardelio Pellegrinotti. E con il voto contrario invece, dell’altro consigliere di valle, Marco Remaschi. Interessante quello che emerge.Ecco la notizia. (continua…)Firenze – Il Consiglio regionale della Toscana impegna il presidente della Giunta regionale e l’assessore competente a rispettare gli accordi sottoscritti con i sindaci della Valle del Serchio per la realizzazione del nuovo ospedale unico, adoperandosi per il reperimento delle risorse necessarie.È quanto prevede una mozione, presentata da Marina Staccioli (FdI), Giuseppe Del Carlo (Udc) e Giovanni Santini (PdL) ed approvata dall’assemblea toscana. Ai voti dei gruppi di centrodestra si sono infatti aggiunti quelli del Centro democratico e di alcuni consiglieri del Pd: Ardelio Pellegrinotti, Marco Spinelli, Daniela…

- di Redazione

A Firenze una manifestazione per sollecitare l’approvazione del piano sanitario regionale

Il Comitato Regionale Emergenza Sanitaria Toscana comunica che domani, Mercoledì 11 Settembre, in Via Cavour a Firenze, in occasione del Consiglio Regionale, si svolgerà una pacifica manifestazione alla quale parteciperanno i 12 Comitati Toscani, rappresentativi di tutto il territorio, dall’Elba al Casentino, da Volterra a Cecina alla Montagna Pistoiese, dalla Lunigiana alla Maremma, dal Valdarno fino alla Valle del Serchio, per sensibilizzare il Consiglio ad una sollecita approvazione del nuovo piano socio sanitario. “Una approvazione – scrive il CREST – con riguardo primario alle esigenze dei presidi ospedalieri montani, periferici ed insulari, alcuni dei quali – vedi San Marcello Pistoiese, già di fatto dismessi – che non possono essere sacrificati a logiche economicistiche camuffate da falsi potenziamenti, che disattendono il dettato costituzionale del diritto alla salute e favoriscono la semplice speculazione edilizia e gli interessi di lobby, che di tutto si preoccupano all’infuori delle reali e concrete esigenze dei territori svantaggiati.Il C.R.E.S.T., con la sua presenza l’11 Settembre in concomitanza…

- 1 di Redazione

Sereni: “Contro la chiusura dei nostri ospedali ci vuole il coraggio di una grande battaglia”

L’unica strada possibile per rimediare alla sconsiderata mossa della Regione Toscana è riunire la Valle del Serchio, farla tornare unita e così più forte ed avere il coraggio di un gesto forte e di lanciare un messaggio importante. Così l’ex sindaco di Barga Umberto Sereni che dopo la notizia dell’accordo sottoscritto dall’assessore regionale Luigi Marroni sulla riclassificazione ospedaliera, che condanna Barga e Castelnuovo, interviene sul nostro giornale chiedendo alla gente, e soprattutto alle istituzioni locali, una risposta forte e coraggiosa come le dimissioni in blocco. E criticando la scelta dell’ospedale unico e con essa i rappresentanti della Valle del Serchio in consiglio regionale che fino ad ora “hanno fatto delle figurette”. “Le novità regionali sono sconcertanti e ci mostrano un quadro che è completamente cambiato ed è cambiato in una maniera che fa vedere ancora più chiara la sciagurataggine dell’operazione ospedale unico – afferma Sereni – Nel momento in cui si va a dire che i due ospedali non vanno…

- di Redazione

Lettera aperta al Governatore della Toscana, Enrico Rossi sugli ospedali della Valle

La questione ospedaliera e sanitaria della Valle del Serchio continua a tenere banco. Questa è la lettera inviata al presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, da un nostro abbonato, Valter Ghiloni. Egr. Sig. Presidente, oggi abbiamo avuto una dimostrazione di cosa potrà accadere in seguito quando la sanità in Val di Serchio verrà smantellata. Strada provinciale 2 bloccata per incidente a Borgo a Mozzano, SS 12 con frana che rallenta in Loc. Piaggione. Con quali mezzi, in caso di emergenza, si raggiunge Minucciano o da Minucciano la Piana? Ma anche da Barga, da Coreglia o semplicemente da Bagni di Lucca… Questo, unitamente ai nuovi eventi sismici, deve portarvi a riflettere: non si deve discutere di nuovo ospedale, di Barga o Castelnuovo, ma si deve discutere di lasciare (anzi, potenziare ripristinando il Pronto Soccorso a Barga) i due presidi attuali e creare, con i fondi previsti per il nuovo ospedale, un Pronto Soccorso efficiente ed operativoin alta Valle, Piazza al Serchio…

- di comunicato stampa

Le misure regionali “Emergenza economica” per offrire un supporto concreto alle imprese toscane

Quali strumenti finanziari sono a disposizione delle imprese toscane in un momento come questo di emergenza economica? Può un’impresa continuare a investire in Toscana? Esistono misure a sostegno della liquidità per le PMI toscane? A queste e altre domande darà risposta NUOVI SCENARI, NUOVE OPPORTUNITA’, il workshop informativo organizzato da Regione Toscana, FidiToscana e Consorzio Centopercento Italiano e aperto a imprese toscane e istituti di credito per conoscere le misure emanate dalla Regione Toscana per agevolare l’accesso al credito delle imprese di tutti i settori economici.Il workshop gratuito si svolgerà ad I-Place in Viuzzo del Piscetto 6/8 a Scandicci (Fi) il 26 febbraio con inizio alle ore 16.00.I giornalisti, le imprese toscane e gli istituti di credito operanti sul territorio sono invitati a partecipare.Per dare una risposta concreta e rispondere alle sempre più pressanti esigenze di sostegno e stabilità finanziaria delle imprese toscane in questo momento di forte emergenza economica, Regione Toscana, FidiToscana e Consorzio Centopercento Italiano organizzano il 26…