Tag: regione toscana

- di Redazione

Baccelli (PD) in consiglio regionale su gassificatore. “Il parere del comune di Barga, che è negativo, deve essere ascoltato dalla Regione”

«La comunicazione della giunta introduce elementi di innovazione rilevanti, sia sul terreno della governance che sull’impiantistica e l’incremento dei livelli di raccolta differenziata. Non possiamo certo rassegnarci alle geometrie variabili: non vedo perché se un Comune riesce a raggiungere percentuali del 90% di raccolta differenziata questo obiettivo non sia concretamente perseguibile anche in tutti gli altri territori. Condividendo pienamente la posizione del nostro gruppo, espressa da Monia Monni, credo però che occorra fare uno sforzo per chiarire pienamente i confini di tre perimetri essenziali». Lo ha detto Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd e presidente della commissione Ambiente e Territorio, intervenendo in aula sulla comunicazione della giunta in merito ai rifiuti e all’economia circolare. «Il primo perimetro da chiarire – ha spiegato Baccelli – è quello tra economia circolare ed economia lineare. Mi riferisco, per fare un esempio, al progetto di Kme a Barga che certamente non è annoverabile nell’economia circolare. In secondo luogo, bisogna specificare il confine tra rifiuti solidi…

- di Redazione

Giovannetti (PD): “Contraria a progetto Kme per ragioni ambientali, di salute e urbanistiche. Non è la soluzione problema della destinazione degli scarti della lavorazione del distretto cartario”

FIRENZE  – «Nel nostro territorio c’è molta attenzione e preoccupazione riguardo al problema degli scarti di cartiera in lucchesia, e di conseguenza riguardo al proposto e tanto discusso progetto presentato da KME  per la realizzazione di un impianto di smaltimento del pulper attraverso un processo di pirogassificazione, che l’azienda intenderebbe realizzare presso il proprio stabilimento di Fornaci di Barga. Un’ ipotesi del genere, non solo per la sottoscritta ma per molti cittadini, istituzioni e categorie presenta aspetti di grande criticità che è doveroso prendere in considerazione, sia per l’ubicazione dell’impianto stesso all’interno di un centro abitato ed al contempo la notevole distanza dal cuore del distretto cartario, col rischio quindi di provocare un congestionamento della già precaria viabilità a servizio della valle, ma anche e soprattutto rischiando d’appesantire il gravoso carico emissivo in un territorio che, per sua conformazione, non assicura adeguati standard di ricircolo dell’aria, sia per il contrasto che sembra emergere con le previsioni urbanistiche vigenti nel Comune».…

- di Redazione

Gassificatore e patto in regione. Per Feniello è tutta colpa del PD

Progetto comune con Francesco Feniello all’attacco degli esponenti regionali locali nel consiglio regionale ed in particolare di Ilaria Giovannetti, consigliera regionale PD, ma non solo. Secondo il gruppo è assordante il silenzio rispetto al patto di fine legislatura siglato in Regione dove è inserito, anche se non se ne parla apertamente, l’impianto gassificatore di Fornaci. “I giorni continuano a passare dalla firma di quel patto e dal grido di dolore e solitudine lanciato dalla Sindaca di Barga. Il silenzio della Consigliera Giovannetti è sempre più assordante e spacca il cuore e le speranze dei tanti e tanti cittadini di Barga che la votarono e che sono contrari a quel progetto di KME.  La Sindaca di Barga continua a rimanere sola…In questo caso siamo vicini alla Sindaca che ringraziamo per la sua presa di posizione e ferma condanna del patto”. Secondo Feniello il sindaco Campani è rimasto abbandonato dal PD che tanto aveva ringraziato in campagna elettorale per l’appoggio dato alla…

- di Redazione

Intesa per Sviluppo Toscana. Fattori (Sì): “Rossi dà per scontato pirogassificatore KME continuando a ignorare contrarietà Consiglio regionale e amministrazione locale”

“Nel recente patto per lo sviluppo firmato dal Presidente Enrico Rossi con diversi soggetti appartenenti a categorie produttive, sindacati e parti sociali si continua a dar per scontata la realizzazione del progetto del pirogassificatore di KME a Fornaci di Barga, pur celato dietro la sibillina frase che allude allo smaltimento di ‘scarti residui per almeno 70,000 t/a di pulper presso un futuro impianto in corso di autorizzazione’, contenuta nell’intesa. Un’autorizzazione che non c’è affatto, è bene sottolinearlo”, ricorda Tommaso Fattori, capogruppo di Sì-Toscana a Sinistra in Consiglio Regionale. “Il Presidente della Regione – aggiunge – si ostina a ignorare le svariate e nette pronunce del Consiglio regionale contro questo progetto il cui impatto ambientale e sanitario sulla zona sarebbe terribile. Un progetto spacciato come soluzione ai problemi energetici dell’azienda che potrebbero benissimo essere risolti ricorrendo alle migliori pratiche di autoproduzione di energia da fonti davvero rinnovabili, utilizzando le tariffe agevolate per il settore. In realtà è evidente che KME intende…

- di Redazione

La Libellula: “Il patto produttivo firmato a Firenze una polpetta avvelenata per la Valle. Le istituzioni locali e non intervengano”

“Ogni minuto di silenzio in più da parte dei rappresentanti locali in Regione e anche al Parlamento ormai non è più tollerabile, è l’ora di prendere nettamente posizione, non di tergiversare. Ce l’hanno con Baccelli e Giovannetti (PD), ma anche con Bianchi (5 stelle) e poi con il senatrore Marcucci e l’on. Zucconi gli attivisti del movimento La Libellula che intervengono in merito alla notizia rilanciata nei giorni scorsi dal sindaco di Barga, Caterina Campani: la firma a Firenze di un patto tra la Regione Toscana e 15 associazioni del mondo produttivo e sindacale denominato “Intesa per lo sviluppo della Toscana“, in cui: “In un allegato si richiama  il sostegno ai progetti di economia circolare, un accordo in corso di definizione col distretto cartario sulla “possibilità di smaltire scarti residui per almeno 70.000 tonnellate l’anno di pulper presso un futuro impianto in corso di autorizzazione”. “Al lettore lasciamo facilmente immaginare di quale impianto si tratti, al di là dei numeri sulle tonnellate…

- di Redazione

Viabilità: la soddisfazione degli amministratori provinciali per i fondi assegnati dalla Regione Toscana

FIRENZE – La Provincia di Lucca esprime soddisfazione per il finanziamento, da parte della Regione Toscana di oltre 90 interventi di sicurezza stradale sul territorio regionale, alcuni dei quali in provincia di Lucca a seguito dei bandi 2019 presentati sia dall’ente di Palazzo Ducale per alcune arterie di competenza sia dai Comuni. E alla soddisfazione del presidente della Provincia Luca Menesini si affianca anche quella dei tre consiglieri provinciali Sara D’Ambrosio, Andrea Carrari e Maurizio Verona che hanno rispettivamente la delega alla viabilità nella Piana di Lucca; in Mediavalle del Serchio e in Garfagnana, e infine alle strade della Versilia. Per le strade di competenza provinciale il bando finanzierà per 55mila euro la realizzazione di isole spartitraffico ed opere di nuova illuminazione nelle aree di intersezione tra via Diaccio e Corte Beniamino lungo la SP3 e SP61, a Porcari, e nel tratto compreso tra la Pam e il negozio Vitalina (opere progettate dall’ente di Palazzo Ducale in collaborazione coi comuni…

- di Redazione

Montagna. Toscana vara legge contro abbandono, Confcooperative e Cna “Soddisfazione per provvedimento utile e necessario”

FIRENZE – “La montagna deve essere considerata a tutti gli effetti un sistema economico da valorizzare in grado di integrarsi nel complesso dell’economia regionale. Per questo esprimiamo tutta la nostra soddisfazione per l’attenzione data dalla Regione Toscana e dal Consiglio Regionale” E’ quanto dichiarato dal coordinatore del Tavolo della Montagna del Comune di Pistoia Alessandro Sottili (Confcooperative Toscana Nord) che commenta così l’approvazione in Consiglio Regionale di una legge presentata dal gruppo Pd per valorizzare, anche attraverso la costituzione di un tavolo regionale ad hoc, i territori montani e contrastare fenomeni di abbandono. “Un provvedimento che è visto con maggiore interesse da territori come quello pistoiese dove l’attenzione a questo settore è stato a più riprese dimostrato sia dall’amministrazione comunale che dall’Unione dei Comuni della Montagna che sono stati promotori di numerosi progetti nati per favorirne il rilancio dell’economia locale. Fra i primi obiettivi del neo-costituto tavolo – spiega Sottili – il presidio dei progetti sui cammini regionali e sul turismo sostenibile”. “Il tavolo –…

- di Redazione

Malattie rare, approvata mozione Giovannetti sull’assistenza alle persone affette da ceroidolipofuscinosi neuronali

Attivarsi presso tutte le direzioni delle Aziende sanitarie al fine di verificare il livello di assistenza garantito nei casi di ceroidolipofuscinosi neuronali riscontrati in ambito regionale, rapportandolo alle prestazioni fornite ai pazienti affetti da patologie neurodegenerative più diffuse. È ciò a cui impegna la Giunta la mozione presentata dalla coinsigliera regionale barghigiana Ilaria Giovannetti, consigliera regionale Pd, e approvata nella seduta odierna della commissione Sanità, con oggetto proprio “In merito all’assistenza prestata alle persone affette da forme di ceroidolipofuscinosi neuronali”. “Le ceroidolipofuscinosi neuronali (NCL) rappresentano un gruppo di malattie neurodegenerative progressive ereditarie caratterizzate da declino cognitivo e di altre funzioni neurologiche, epilessia, perdita della vista da degenerazione retinica, con accumulo intracellulare di materiale autoflorescente, la ceroidolipofuscina, nelle cellule neuronali del cervello e della retina. – spiega Giovannetti – Come si evince dai dati statistici desumibili dalla pagina web malattie.rare.toscana.it, al 4 febbraio 2019 nella nostra regione risultano riscontrati 20 casi di ceroidolipofuscinosi. Da parte di alcuni familiari di bambini affetti…

- 1 di Redazione

La Libellula avvia la campagna “Rossi basta”

Il Movimento La Libellula all’attacco del Governatore della Toscana Enrico Rossi e della sua giunta. Ha avviato in questi giorni la campagna “Rossi Basta”. Verranno distribuiti deglki striscioni da appendere insieme a quelli già diffusi del “No all’inceneritore”. Gli striscioni saranno disponibili dal gazebo che il movimento allestirà durante la festa del I Maggio a Fornaci. Un’altra iniziativa per mandare un altro messaggio, scrive la Libellula, “Verso i palazzi del potere fiorentini”. “E’ sconcertante – dice ancora la Libellula – che dopo la consegna di novemila firme in Regione, tra cui quelle di 18 sindaci su 20 della Media Valle e Garfagnana, e la presentazione di diverse mozioni contrarie all’impianto da parte delle Unioni dei Comuni, della Provincia e perfino del Consiglio Regionale, organo del quale la giunta dovrebbe seguire obbligatoriamente gli atti di indirizzo, Rossi e i suoi assessori tirino dritto per la strada del procedimento autorizzativo, ignorando la volontà popolare e quella degli enti del territorio. Sembra quasi…

- di Redazione

Nasce a Verni la “Cooperativa di Comunità La Torre – per il presidio montano”

VERNI – L’assessore alla presidenza della regione Toscana, Vittorio Bugli, si recherà nel pomeriggio del 3 maggio a Verni, nel comune di Gallicano, per presiedere insieme al sindaco Saisi e agli amministratori locali, alla cerimonia di presentazione della cooperativa di comunità “La Torre – per il presidio montano. Il progetto, uno dei venticinque finanziati dalla regione Toscana, che vede anche la collaborazione del comune di Gallicano, nasce dalla volontà di superare la crisi e lo spopolamento che i piccoli borghi e territori marginali della regione, stanno vivendo nell’epoca attuale. Reagire all’abbandono del territorio, quindi, tramite la nascita di una cooperativa di comunità promotrice di attività per la rivitalizzazione dei borghi, della loro ripresa culturale, economica e sociale. La cerimonia avrà inizio alle ore 15 con la visita delle aziende agricole locali, proseguirà poi alle ore 17 con l’inaugurazione della costituzione della cooperativa. Scopo del progetto è dunque il miglioramento della qualità della vita dei residenti, la crescita dei servizi e…

- di Redazione

Gassificatore, potrebbero essere le indicazioni del piano strutturale a bloccare il progetto? Ecco le novità emerse in consiglio comunale

Tra le osservazioni che il comune di Barga ha presentato alla regione Toscana, nell’ambito dell’iter per il processo autorizzativo del progetto di KME e del Gassificatore,  anche una incongruenza tra il progetto di KME ed il piano strutturale comunale dato che l’area indicata per la costruzione dell’impianto, tra lo stabilimento ed il fiume Serchio, ha per il Comune caratteristiche di invariante strutturale a valenza ambientale.  Questo potrebbe portare anche a dare un brusco stop al procedimento autorizzativo, se la regione Toscana decidesse che le osservazioni presentate dal comune di Barga, sono inconfutabili? Potrebbe. Questa comunque è l’ultima cartuccia sparata stasera in consiglio dall’amministrazione comunale,  per opporsi al progetto con l’approvazione di un punto che ha ricevuto il voto favorevole compatto di maggioranza ed opposizione. “Anche tale decisione  –  ha detto il sindaco al consiglio – conferma che questo comune ha fatto e farà tutto il possibile per contrastare la realizzazione di un gassificatore a Fornaci”. Al punto 2 bis è…

- di Redazione

Piano lupo: qualcosa si muove. Nuova proposta del Ministero dell’Ambiente

Torna al centro della Conferenza Stato-Regioni la questione del Lupo. Infatti, rende noto in un comunicato Coldiretti,  il ministero dell’Ambiente ha elaborato il nuovo ‘Piano di conservazione e gestione del Lupo in Italia’, che sostituisce quello del 2002, dopo un processo di consultazione di Regioni, Province Autonome, ISPRA e portatori di interesse. “La redazione – informa Coldiretti – è stato un processo lungo e complesso e nei giorni scorsi il piano è stato trasmesso per l’approvazione della Conferenza Stato-Regioni. Anche la Commissione Europea ha espresso una propria valutazione per il documento. Il piano secondo le prime indiscrezioni prevede 22 azioni che a partire da una rigorosa analisi tecnico-scientifica mirano alla conservazione ed alla risoluzione sostenibile dei conflitti con le attività antropiche. Tra le altre novità del nuovo Piano: l’attualizzazione dei dati sulla distribuzione e consistenza del lupo; l’eliminazione di un’azione specifica dedicata alle deroghe in quanto la materia è già regolata dalla normativa vigente; un rafforzamento delle indicazioni per Ministeri…