Tag: fondazione ricci

- di Redazione

La plurisecolare questione del Monte di Gragno, tra Barga e Gallicano

Sabato 2 Marzo alle ore 16 presso la Fondazione Ricci Onlus (via Roma,20 – Barga) si terrà la conferenza “La plurisecolare questione del Monte di Gragno tra Barga e Gallicano”, a cura di Luigi Santini, direttore della sezione Versilia Storica dell’Istituto Storico Lucchese. Nell’occasione sarà distribuito un estratto degli atti del convegno “La Garfagnana: relazioni e conflitti nei secoli con gli stati e i territori confinanti” (Castelnuovo di Garfagnana, 9-10 settembre 2017) con la relazione sul Monte di Gragno.

- di Redazione

Le terre robbiane di Barga. Una storia di arte e di fede

“Le terre robbiane di Barga. Una storia di arte e di fede”. Questo il titolo dell’iniziativa che si terrà venerdì 7 dicembre alle ore 16.30 presso la Biblioteca Comunale F.lli Rosselli di Barga. La conferenza, promossa da Fondazione Ricci Onlus e Istituto Storico Lucchese sez. di Barga in collaborazione con Unitre e Amministrazione comunale, sarà tenuta dal giovane studioso Leonardo Umberto Conti. Il dr. Conti, partendo dall’esperienza barghigiana, esaminerà la questione della spesa artistica nel cristianesimo, ovvero come la committenza religiosa si sia rapportata, nelle varie epoche e in diversi luoghi, alla spesa artistica; in particolare sarà analizzata la relazione tra l’ordine francescano e le modalità di produzione delle opere commissionate: i costi di lavorazione, le modalità di esecuzione, le scelte dei Della Robbia, in particolare quella di Luca di inaugurare questa stagione artistica peculiare rispetto alla tradizionale via della scultura. Ad introdurre il pomeriggio sarà la storica dell’arte dr.ssa Maria Pia Baroncelli che approfondirà i rapporti tra l’ordine francescano…

- di Redazione

Armi, divise, ue attrezzatura militare della Grande Guerra in mostra fino a sabato alla Fondazione

Armi, divise e attrezzatura militare originale si affiancano a periodici, cartoline e foto nella mostra “Grande Guerra: la stampa ritrovata. Periodici della Valle del Serchio e Corriere illustrato” voluta e organizzata dalla Fondazione Ricci Onlus e curata da Nazareno Giusti, Sara Moscardini e Ivano Stefani, che termina sabato 27 ottobre alle 18. Tutti gli oggetti militari sono messi a disposizione dall’Associazione Linea Gotica della Lucchesia su interessamento del Col. (Ris.) Vittorio Lino Biondi, esperto di storia militare che ha anche curato il loro allestimento. “Si tratta di materiale militare della Prima Guerra Mondiale – spiega Biondi -. Fucili italiani, austriaci e tedeschi, pistole, bombe a mano, tutto disattivato ma originale. Poi uniformi ed equipaggiamento, con in particolare uno zainetto austriaco da combattimento, mantelle, elmetti. C’è anche una bicicletta pieghevole da bersagliere marca Bianchi, una decina di fucili ‘91, cartucce della S.M.I., pistole italiane e austriache, elmetti Adrian modelli 15 e 16  e tedeschi modello 16 , giberne, materiale di trincea,…

- di Redazione

La stampa ritrovata della Grande Guerra: inaugurata la mostra alla Fondazione Ricci

Sabato mattina la Fondazione Ricci Onlus di Barga e la locale sezione dell’Istituto Storico Lucchese hanno aperto ufficialmente sul territorio le celebrazioni per i cento anni dalla conclusione del primo conflitto mondiale. Lo hanno fatto con un convegno di studi e l’apertura di una mostra, entrambi gremiti e molto apprezzati. La mattinata, aperta dalla Presidente della Fondazione Cristiana Ricci, ha visto gli interventi del prof. Umberto Sereni, che ha delineato il quadro storico italiano negli anni della Grande Guerra, del col. Vittorio Lino Biondi con un intervento sul soldato italiano durante il conflitto, della prof.ssa Natalia Sereni che ha delineato il peculiare rapporto degli emigrati della Valle del Serchio con la madre patria durante e dopo la guerra, e di Pier Giuliano Cecchi che ha tracciato una geografia delle lapidi e dei monumenti memoriali presenti nel barghigiano. A questi interessanti contributi è seguita, alla presenza del senatore Andrea Marcucci, l’inaugurazione della mostra “Grande Guerra: la stampa ritrovata”, curata da Nazareno…

- di Redazione

Grande Guerra, si celebra il centenario dell’armistizio alla Fondazione Ricci

Una nuova interessante iniziativa il prossimo 20 ottobre alla Fondazione Ricci di Barga (via Roma). Per i cento anni dell’armistizio (1918-2018) ed in generale per le celebrazioni della Grande Guerra si terrà presso la fondazione un importante convegno storico che avrà come relatori il prof. Umberto Sereni, il col. Vittorio Lino Biondi, la prof.sa Natalia Sereni e lo storico locale Pier Giuliano Cecchi. Il convegno si terrà alle 10. Sereni farà una introduzione storica incentrata in particolare sulla fine della guerra, mentre Biondi affronterà il tema “Il soldato italiano nella grande guerra”; la prof.sa Sereni parlerà di “Emigrati e Grande Guerra” mentre Cecchi affronterà il tema delle memorie di Barga della Grande Guerra. Seguirà, alle 11,30, l’inaugurazione di una mostra dal titolo Grande guerra: la stampa ritrovata con l’esposizione dei periodici dell’epoca della Valle del Serchio e del Corriere Illustrato. La mostra è curata da Sara Moscardini, Nazareno Giusti e Ivano Stefani e sarà aperta sabato 20, domenica 21 e…

- di Redazione

Alla Fondazione Ricci si celebra la “Grande Guerra”: un convegno ed una mostra in programma

La Fondazione Ricci di Barga torna con un’iniziativa sulla memoria storica della Valle. Periodici, foto, cartoline, monumenti e un convegno raccontano la Grande Guerra in Valle del Serchio a cento anni dall’armistizio 1918-2018. L’appuntamento è per sabato 20 ottobre  alle 10 alla Fondazione Ricci (in via Roma 20 a Barga). Qui il convegno per le Celebrazioni della fine della Grande Guerra che vedrà l’introduzione storica di Umberto Sereni, Vittorio Lino Biondi su “Il soldato italiano nella Grande Guerra”, Natalia Sereni su “Gli emigrati e la Grande Guerra” e Pier Giuliano Cecchi (ISL Barga) che parla di “Le memorie di Barga della Grande Guerra”. L’iniziativa, che ha il logo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale, è realizzata dalla Fondazione Ricci con le sue competenze interne, l’Istituto storico Lucchese sezione di Barga, in collaborazione con l’associazione Linea Gotica della Lucchesia, con il patrocinio del Comune di Barga e il sostegno della Fondazione…

- di Redazione

Gli amici lucchesi di Giovanni Pascoli. Presentato il libro alla Fondazione Ricci

I rapporti di Giovanni Pascoli con Barga sono ormai ben assodati nella vulgata biografica e letteraria del poeta. Meno conosciuti forse i legami con la vicina Lucca, che eppure gli conferì la cittadinanza onoraria nel 1905, e che lo vide partecipe alla vicende culturali cittadine dell’epoca, soprattutto in virtù dei rapporti di amicizia con personaggi di spicco dell’intellighenzia lucchese. Tra questi, un ruolo fondamentale lo ricopersero due personaggi molto diversi tra loro: Gabriele Briganti e Alfredo Caselli. Briganti, funzionario della Biblioteca Statale, che in alcuni periodi diresse brillantemente, fu stretto amico di Pascoli che gli dedicò una delle sue più celebri liriche, “Il gelsomino notturno”; Caselli, proprietario del Caffè Carluccio in Fillungo, amante del lusso e delle arti, ebbe con lui un rapporto simbiotico, costellato di alti e bassi e rivelatore di tanti, piccoli aspetti quotidiani della vita del poeta. Di questi due personaggi si è parlato sabato scorso alla Fondazione Ricci, in occasione della presentazione degli atti del convegno…

- di Redazione

Gli amici lucchesi del Pascoli. Si presenta il volume alla Fondazione Ricci

Gli amici lucchesi del Pascoli. Sabato 6 ottobre alle 16 presso la Fondazione Ricci di Barga (in via Roma), si presenta questo volume che come sottotitolo porta “La centralità della figura di Gabriele Briganti” Gli amici lucchesi di Giovanni Pascoli sono la raccolta degli atti del convegno che si è tenuto il 1° ottobre 29016 alla Biblioteca Statale di Lucca (ed è edito da Maria Pacini Fazzi). Il volume è stato realizzato dalla Fondazione con il contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Alla presentazione interverranno Paolo Razzuoli, presidente Associazione Amici del Machiavelli; Monica Maria Angeli, direttrice biblioteca statale di Lucca e curatrice del volume; Pietro Paolo Angelini, Berto Corbellini Andreotti, Paolo Fantozzi e Sara Moscardini, coautori del volume

- di Redazione

Alla Fondazione Ricci arriva Slow Art Movement

Esattamente nell’estate di quattro anni fa veniva inaugurato al Museo Diocesano di Milano il primo Convivio Generale di SAM, Slow Art Movement, sotto forma di una performance collettiva degli artisti. Così il Museo comunicava questo evento, quanto meno originale per il suo contesto: “Al via la prima edizione di “Slow Art performance – Arte della gente e dei luoghi” presso il Museo Diocesano di Milano. Un’iniziativa artistica che valorizza la creatività di coloro che si cimentano con le arti pur collocandosi al di fuori dei codici accademici e mercantili. Grazie al circuito Slow Art, tante realtà artistiche locali hanno trovato modo di esprimersi e farsi conoscere. Il Museo Diocesano accoglie nel suo chiostro questa interessantissima mostra che, oltre al valore culturale, aggiunge un importate messaggio positivo dimostrando come si possa affrontare questo difficile periodo aggregandosi e cercando nella comunicazione artistica nuova forza.” Dopo quattro anni, eccoci al secondo incontro con le tre entità artistiche locali che hanno dato vita a…

- di Pier Giuliano Cecchi

Si presenta a Barga, alla Fondazione Ricci, “La storia di San Cristoforo”

Sabato 23 giugno 2018, alle ore 17,00, sarà presentato a Barga, alla Fondazione Ricci in via Roma, il libro del prof. Stefano Borsi “Storia di San Cristoforo – Origine e diffusione di un culto tra mito e realtà”. L’ultima fatica storica letteraria del Professore, nato a Lucca nel 1956, che vive a Roma, insegna Storia dell’Architettura all’Università degli Studi della Campania, ma possiamo anche definirlo barghigiano, perché qui viene spesso alla sua casa in via del Giardino. Il libro, più di trecento pagine, che ha visto luce nel 2017, per la Casa Editrice Libria di Melfi, nella Collana Mosaico, nel cui comitato scientifico, oltre a Borsi, annovera Mario Pisani, Paolo Portoghesi e Nasrine Seraji, si può collocare nel solco tracciato da un simile lavoro che lo stesso Borsi attuò nel 2009 “Le origini di Barga e il culto di San Cristoforo”, che allora destò interesse negli ambiti culturali italiani e anche barghigiani. Parimenti lo sarà anche quest’opera, improntata all’indagine storica sulla figura…

- di Redazione

SAM, slow art movement: L’arte della creatività

Alla Fondazione Ricci di Barga sabato 28 luglio (ore 17), l’inaugurazione della mostra “L’arte oltre la creatività”, la prima manifestazione collettiva dei gruppi eclettici fondatori di “SAM” Slow art Movement, ovvero il gruppo degli artisti della scuola di Trezzano sul Naviglio (Mi), di Bagnolo Mella (Bs) e di Barga (Lu) che esporranno oltre 60 opere. La mostra che si terrà a Barga, ha un significato importante poiché proprio in questa città in provincia di Lucca, è stata formulata per la prima volta l’dea di Slow Art Movement. Un’ idea nata per celebrare il vero senso dell’arte diffusa. La mostra resterà aperta anche il 29 lugli.

- di Redazione

Alla Fondazione Ricci storia ed arte protagonisti dell’estate

Tante iniziative culturali ed artistiche di interesse in questa estate 2018 alla Fondazione Ricci di Barga. Sabato prossimo, 23 giugno, alle 17, presso la sede della fondazione in Via Roma, la presentazione della nuova pubblicazione del prof. Stefano Borsi  dal titolo “Storia di san Cristoforo. Origine e diffusione di un culto tra mito e realtà”. Un evento questo organizzato in collaborazione con l’Istituto Storico sez. Barga). Il prof.Borsi (Università degli studi della Campania) illustrerà la storia di oltre dieci secoli del culto dedicato a S.Cristoforo, ricostruendone le vicende e il contesto storico, le modalità di diffusione, le scelte iconografiche e architettoniche, le collocazioni geografiche. A questo si aggiunge l’indagine sugli edifici a intitolazione cristoforica di alcune aree campione, partendo da Barga e la diocesi di Lucca in epoca medievale fino ad arrivare alla scala continentale. Il prossimo 7 luglio invece (ore 17), l’inaugurazione della mostra “L’arte oltre la creatività”, la prima manifestazione collettiva dei gruppi eclettici fondatori di “SAM” Slow…