Economia & Commercio

- di Redazione

Commercio ambulante, i Comuni potranno procedere al rinnovo per 12 anni delle concessioni

FIRENZE (FONTE TOSCANA NOTIZIE) -Le linee guida nazionali sono finalmente state approvate, a fine novembre, e la Regione, così come già aveva annunciato l’assessore qualche settimana fa, ha proceduto velocemente a recepirle e ad approvare le modalità operative in modo da consentire ai Comuni di procedere con i rinnovi delle concessioni di posteggio per il commercio ambulante che scadevano il 31 dicembre. Del resto la Regione Toscana con la sua legge 16/2019, unica in Italia, era già un pezzo avanti e già avevo previsto il tacito rinnovo, per una durata di 12 anni, delle concessioni in scadenza. La possibilità era stata poi confermata dallo Stato a maggio 2020, con il decreto legge n.34 che rinviava appunto a linee guida da approvare, per tutti uguali, in modo da garantire una regolamentazione uniforme nell’intero Paese. Nella norma nazionale che definisce quelle linee guida il Governo ha esteso a tutta Italia quanto già previsto dal codice del commercio toscano. Sono circa 14 mila…

- di Redazione

Parrucchieri, estetisti, studi tattoo. Orari e giorni di lavoro liberi dal 5 dicembre al 9 gennaio

Il comune di Barga ha dato via libera ad una richiesta venuta nei giorni scorsi  da Confartigianato Imprese Lucca per emettere una ordinanza tale da consentire agli esercizi che effettuano servizi alla persona (attività di acconciatore, estetista, tatuaggio e piercing) di rimanere aperti in maniera facoltativa, anche nei giorni festivi e prefestivi, nel periodo compreso tra il 5 dicembre e il 9 gennaio. L’ordinanza in proposito il comune l’ha presa oggi 10 dicembre e consente tale possibilità attraverso la revoca di quanto previsto dall’ordinanza sindacale del 2007 che fissata in pratica gli orari ed i giorni di chiusura. La decisione è stata  assunta considerato il periodo di emergenza sanitaria connessa alla pandemia da Covid-19 che ha condotto all’adozione di importanti azioni di contenimento del contagio richiedendo, tra l’altro, la sospensione temporanea di numerose attività produttive, tra cui quelle legate al settore di cura della persona. Da qui la convinzione di ritenere opportuno prevedere la liberalizzazione dei giorni e degli orari…

- di Redazione

Lavoro per 250 persone grazie ai bandi della Fondazione CRL

LUCCA –  Una vera, salutare boccata d’ossigeno. Sono in tutto 250 le persone che, grazie ai bandi “per la ripartenza e l’occupazione” della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, hanno trovato, o stanno trovando, un’opportunità di lavoro in questo drammatico contesto socio-economico determinato dalla pandemia Covid – 19. Un’operazione da 2,3 milioni di euro, denominata “Lavoro + Bene comune” e orientata a intercettare le esigenze di persone e famiglie, nello spirito di fornire a chi ha bisogno gli strumenti utili a risollevarsi o a superare la situazione di crisi, impegnandosi in prima persona in una nuova avventura professionale. Ma non solo: oltre a creare opportunità di lavoro nella drammatica congiuntura che ha investito il mondo, nel contempo, l’operazione varata dalla Fondazione Crl intende offrire l’occasione ad associazioni del terzo settore e a enti pubblici di inserire forze fresche nel loro organico, individuando soggetti in grado di dare il proprio contributo in nome – appunto – del Bene Comune. Il bando…

- di Redazione

Un corso per addetti termoidraulici e uno per segreteria e social media: al via a Lucca e Castelnuovo due opportunità di formazione gratuite per under 18

LUCCA – Per giovani donne e uomini che hanno voglia di misurarsi con il mondo del lavoro imparando mestieri sempre richiesti, sono in partenza due corsi di formazione biennali e gratuiti in quanto finanziati con risorse di Garanzia Giovani e rientrano nell’ambito di Giovanisì (www.giovanisi.it), il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. Sono rivolti a minorenni che hanno terminato il primo ciclo di studi e realizzati in collaborazione con istituti superiori e  imprese del settore.. Il corso in partenza a Lucca si chiama ECOTERMO 2020, è svolto in collaborazione con il Polo Fermi Giorgi e le lezioni si svolgeranno a Lucca, in via Santa Chiara, 10; ha durata 2100 ore di cui 800 di stage presso imprese del settore e 300 di recupero delle competenze di base; sono inoltre previste esercitazioni pratiche e laboratoriali. Il corso si rivolge a 15 giovani di età inferiore ai 18 anni che hanno adempiuto all’obbligo di istruzione e sono fuoriusciti dal sistema scolastico.…

- di Redazione

Crisi economica da covid-19: 160mila euro in aiuto ai castelnuovesi

In arrivo nuove misure di sostegno per le attività commerciali e le famiglie di Castelnuovo Garfagnana, dopo gli interventi messi in campo la scorsa estate a pochi mesi dal termine del primo lockdown.   Con la consapevolezza del difficile momento che stiamo attraversando l’amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Tagliasacchi stanziato nuove  misure a favore di coloro che hanno subito danni economici e oggi sono in difficoltà. Dopo l’istituzione di un fondo da € 50.000,00 e l’abbattimento della parte variabile della Tari (tassa rifiuti solidi urbani) per il periodo di chiusura delle attività commerciali imposto dal governo a fronte dell’emergenza Covid, l’Amministrazione comunale  è riuscita a reperire nuove significative risorse a ristoro della tassa, sia in favore delle attività commerciali che in favore delle famiglie disagiate per un importo di 160.000 euro. Infatti i 60 mila euro si uniranno ai 30.000 già assegnato dal governo centrale

- di Redazione

UILM, Saisi: “Covid, ci sono aziende virtuose, ma aumento contagi in fabbriche è inconfutabile”

LUCCA –  “Sappiamo benissimo che ci sono alcune aziende virtuose che rispettano i protocolli (probabilmente sono tutte associate a Confindustria) ma ci sono molte aziende che gestiscono la situazione emergenziale con troppa leggerezza, mettendo a volte la produzione e l’evasione degli ordini davanti alla sicurezza dei lavoratori. Fatto sta che è  inconfutabile che rispetto alla prima  ondata  riscontriamo che oggi i contagi nelle fabbriche sono aumentati”. Così il segretario della Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, ad una nota diffusa da Confindustria. “Non vogliamo certamente entrare in polemica con l’associazione datoriale anche perché non tutte le aziende sono loro associate. E non discutiamo che un  lavoratore possa essere stato contagiato fuori dall’orario di lavoro, anche perché non possiamo sapere come conduce la propria vita privata. Ma se a beccarsi il virus sono anche i suoi colleghi vuol dire che in fabbrica qualcosa non ha funzionato, non si sono rispettati i distanziamenti e non sono stati utilizzati i Dispositivi di protezione individuale…

- di Redazione

Saldi dal 30 gennaio. E prima dei saldi maggiore flessibilità sulle promozioni  

FIRENZE (FONTE TOSCANA NOTIZIE) – Saldi di fine stagione posticipati quest’anno: non partiranno  infatti il giorno prima dell’Epifania, come sarebbe dovuto essere, ma sabato 30 gennaio. Come sempre riguarderanno per lo più scarpe, accessori e capi di abbigliamento: trenta giorni dureranno le vendite scontate, fino dunque a tutto febbraio. Lo ha deciso la giunta regionale che ha approvato ieri la delibera, considerando lo stato di emergenza legato alla pandemia da coronavirus valido, al momento, fino alla fine di gennaio. Prima dei saldi ci sarà però quest’anno maggiore flessibilità sulle promozioni, che potranno iniziare, se le aziende lo vorranno, a partire dal 1 gennaio. Finora c’era sempre stato un divieto sui ribassi nei trenta giorni precedenti le liquidazioni e si trattava di un modo per evitare situazioni di concorrenza tra imprese all’avvio di stagione. Ma con i saldi posticipati a fine gennaio l’esigenza risultava a questo punto meno stringente.  Le stesse associazioni di categoria regionali, il 12 novembre, avevano chiesto di intervenire…

- di Redazione

FIOM: “I problemi di KME vanno indietro di lustri e non sono solo crisi dell’ultimo anno”

Rilanciano, dopo la replica di KME ieri, Massimo Braccino, coordinatore nazionale FIOM del Gruppo KME ed il segretario provinciale Mauro Rossi. Per i due sindacalisti, che oggi tornano ad intervenire sulla stampa, i problemi della Kme non sono determinati dalla crisi dell’ultimo anno, ma da lustri, anche perché, scrivono altrimenti non si spiegherebbe il continuo utilizzo degli ammortizzatori sociali per la gran parte dei lavoratori del gruppo (circa 10 anni) e la conseguente diminuzione dello stipendio: “I lavoratori Kme sono anni che hanno lo stipendio decurtato e gli accordi sindacali sono spesso disattesi. . Vi sono poi una parte di lavoratori Kme a Fornaci di Barga che sono ai massimali della cassa integrazione; dovevano lavorare almeno otto giorni al mese, ma non ci risulta che questo avvenga”. Braccini e Rossi stigmatizzano poi il comunicato di KME: “Questa concezione aziendale di tentare di ridicolizzare tutti quelli che intervengono sul precario andamento dell’azienda denota una mancanza di un piano industriale concreto e…

- di Redazione

KME a FIOM: “Bizzarra la strada del comunicato stampa per chiedere incontro all’azienda”

FORNACI – “Non sappiamo se sia una necessità fisiologica o il bisogno di far sapere di esistere, ma ancora una volta, con cadenza ormai trimestrale, i vertici locali della Fiom, hanno scelto di far proclami e richieste all’azienda usando gli organi d’informazione. Nel merito, c’è la richiesta di un confronto con la direzione aziendale. Il che è assolutamente legittimo, facciamo però notare che è bizzarra la strada del comunicato stampa invece della solita richiesta alla direzione risorse umane, tanto più che fino ad oggi tutte le richieste d’incontro sono state accolte prontamente, spesso prevenute. Ma fare una richiesta all’interlocutore è così noioso, meglio una “grida” sui giornali, meno efficace per le relazioni industriali ma più creativo.” Così l’azienda KME in merito alla presa di posizione dei giorni scorsi di Massimo Braccini, coordinatore nazionale FIOM Gruppo KME e Mauro Rossi, segretario generale della FIOM di Lucca “L’altro allarme lanciato dal Braccini è quello relativo “all’andamento altalenante della produzione del settore lingottiere”.…

- di Redazione

FIOM: “Kme, strano andamento nel settore Speciali”

FORNACI – “Di passaggio in passaggio, la Kme nel corso degli anni ha ridotto il perimetro delle produzioni. La fase é sicuramente delicata e lo era già prima della pandemia, ma da qualche settimana stiamo notando un andamento diverso, in particolare modo nel settore delle Lingottiere, gli speciali, un ramo d’impresa di alto valore aggiunto, dove assistiamo ad una evoluzione lavorativa altalenante, tra scarsa produzione e improvvisi carichi di lavoro.” Così Massimo Braccini, coordinatore naziuonale FIOM Gruppo KME e Mauro Rossi, segretario generale della FIOM di Lucca che proseguono: “Dopo la cessione di importanti rami d’impresa, non vorremmo trovarci di fronte ad altre alienazioni che potrebbero tendere a ridurre ulteriormente il perimetro del gruppo Kme a Fornaci di Barga ed in Italia. Siamo di fronte ad un gruppo industriale in affanno da anni e i lavoratori ne stanno pagando un caro prezzo, passando dall’utilizzo di un ammortizzatore sociale ad un altro. Abbiamo sempre fatto importanti accordi sindacali per tentare di…

- di Redazione

Zona rossa che vai, zona rossa che… trovi; l’appello del CIPAF di Fornaci

Non è la stessa cosa vivere le restrizioni da zona rossa come negozio di una grande città, o di paesi comunque grandi, e invece viverlo come commerciante di piccole realtà, di piccoli comuni, spesso con pochi abitanti. Lo sottolinea Giuseppe Santi, il presidente del CIPAF di Fornaci  che, come sollecitato anche da altre associazioni di categoria, chiede per la Valle del Serchio che ci sia maggiore chiarezza ed anche possibilità maggiori,  circa la possibilità di muoversi sul territorio, per fare acquisti convenienti, anche oltre i confini comunali. Circa la possibilità, almeno in alcuni casi, di spostamenti fuori dal territorio comunale sono arrivate in verità rassicurazioni via social anche da alcuni sindaci della Valle, ma per Santi è necessario che esistano regole chiare, ma soprattutto eccezioni come quelle indicate, che permettano di bilanciare il gap di essere territori piccoli e con scarsa densità di popolazione.

- di Redazione

La nuova 500, 100% elettrica. Vai a scoprirla presso la concessionaria Lunatici a Barga

BARGA – Fiat ha presentato in  ottobre la sua prima auto 100% elettrica, la nuova e bellissima Fiat 500. La potete già ammirare, provare e comperare presso la concessionaria Fiat Lunatici, a Barga ed a Lucca. E se volete provarla meglio prima chiedere un appuntamento telefonando al 0583 723063. La nuova Fiat 500 100% elettrica è in vendita anche con una bella offerta, : da 99 euro al mese con finanziamento Go Easy, grazie agli incentivi statali, anche senza usato da rottamare (tan 5,95% – taeg 8,19%). BELLEZZA NATURALE  – Anche i materiali interni della Nuova 500 sono all’insegna della sostenibilità. Il volante a due razze in ecopelle, gli esclusivi interni realizzati in tessuto Seaqual® a base di materiali plastici recuperati dal mare. Un vero incontro tra l’iconico stile firmato 500 e più attenzione per l’ambiente. La stessa ispirazione è alla base della gamma colori: da Glacier Blue a Onyx Black, da Earth Grey a Ocean Green, tutti dedicati ai colori della natura. PRONTA, E CARICA –…