Cultura

- di Redazione

Svendita di fine mostra

Aria di saldi per la mostra Sold Out allestita a Casa Cordati, che domani chiude i battenti con una singolare svendita totale “di fine mostra”per saperne di più visitahttp://www.facebook.com/photo.php?pid=4717281&l=5b1761241a&id=654376515http://www.facebook.com/photo.php?pid=4717270&l=a988c089df&id=654376515

- di Redazione

Ecco il programma di Fornaci in… Canto

Saranno più di 50 i partecipanti al Concorso Nazionale Musicale “Fornaci in…canto 2010”; a poche ore dall’inizio della seconda edizione, ecco finalmente rivelato il programma delle tre serate organizzate in Piazza IV Novembre a Fornaci. Mercoledì 28 luglio toccherà a Band e Giovanissimi sfidarsi nella prima eliminatoria, dividendo il palco con un grande ospite:Andrea Agresti, giornalista, già inviato della trasmissione televisiva Le Iene, attore e comico toscano che aprirà la manifestazione e sarà testimonial di stili di vita sani per il progetto “Generazioni”, di cui il Comune di Barga è quest’anno capofila. Sul palco fornacino si esibiranno anche Red Wine Blues e Brecevich Brothers.Giovedì 29 luglio sarà invece la volta dell’eliminatoria per la categoria Solisti, con ospite il gruppo vocale Stereotipi e i Cerveza Acoustic Project; durante la serata sarà anche consegnato agli eredi il Premio Giuria dedicato ad Elio Rigali.La manifestazione canora entra nel vivo sabato 31 luglio, con la finalissima in diretta radiofonica su Radio 2000, il cui…

- di Redazione

Nicola Salotti in mostra al Premio Ciuffenna in Provincia di Arezzo

”Credo che l’inconscio sia l’unico luogo in cui non esistono limiti”. Parola di Nicola Salotti che nell’automatismo surrealista ha fondato il suo metodo. Dopo gli studi sulla percezione visiva e le esposizioni a Barga e Lucca, l’artista barghigiano cerca il confronto fuori provincia e vince.Suo il premio Loro Ciuffenna sezione Giovani emergenti, assegnato sabato 24 luglio 2010 da una giuria presieduta da Maurizio Vanni, noto critico e curatore, nonché Direttore del Museo di Arte Contemporanea Lu.C.C.A. Questo gli permetterà di rimanere in mostra presso il Museo Venturino Venturi a Loro Ciuffenna fino al 9 ottobre 2010, in una pinacoteca che raccoglie una vasta collezione di opere tra le quali, appunto, quelle di Venturino Venturi, autore di sculture e dipinti di grande pregio, nonché della piazzetta mosaicata del Parco di Pinocchio, figura alla quale si è sempre molto ispirato. Un percorso tutto in ascesa quindi, quello di Nicola, che lavora a Fornaci di Barga a L’iNSTallazione di Venti d’Arte, laboratorio artistico…

- di Redazione

Il concerto della King Edward VI Camp Hill School for Girls

Dispiace che ci fosse poco pubblico (del resto l’orario e la data non erano forse dei migliori) a vedere il concerto che domenica pomeriggio ci hanno regalato al teatro dei Differenti il coro e l’orchestra King Edward VI Camp Hill School for Girls di Birmingham (Inghilterra) perché l’evento avrebbe meritato un pubblico da grandi occasioni tale è stata la bravura delle protagoniste.Nel settecentesco teatro barghigiano è stato eseguito un repertorio di musica sacra sotto la direzione di Prue Hawthorne.Il coro da camera “Re Edoardo VI” del Camp Hill Girls School è stato fondato nel 1998 ed è composto da 24 cantrici di età compresa tra 14 e 18 anni.La formazione quest’anno si cimenta in una tournée italiana dopo aver riscosso notevoli successi anche in Spagna e Polonia, ma siamo certi che alla fine anche la nostra nazione saprà tributare il giusto riconoscimento a queste ragazze ed alla loro brava direttrice. Peccato che a Barga l’evento sia passato quasi inosservato. Anzi,…

- di Redazione

La nuova mostra di Bellany

Nel pomeriggio di domenica in piazza Angelio, peresso i locali della Galleria Il Marzocco di Gianfranco Selmi e Nadia Rossi, è stata inaugurata la nuova edizione della mostra permanente delle opere di John Bellany, artista scozzese di fama internazionale che con Barga da anni ha un rapporto di affetto e di stima reciproca.Ad inaugurare la mostra assieme al sindaco di Barga, Marco Bonini, l’ex sindaco Umberto Sereni, l’ex sindaco di Glasgow, Alex Mosson, il presidente della Comunità Montana, Nicola Boggi ed il vice sindaco di Hayange.Umberto Sereni, nell’occasione, ha regalato a Bellany una foto tratta dal giornale Il Sole 24 ore dove si vede un’opera del grande maestro scozzese ammirata insieme dal primo ministrio britannico e dal primo ministro scozzese, a dimostrazione del valore che in Gran Bretagna viene attribuito all’arte di Bellany.L’artista, nel salutare i numerosi intervenuti all’inaugurazione, ha ringraziato Barga e tutti i suoi amici, ma anche tutta la sua famiglia per tutto il sostegno al suo lavoro.…

- di Redazione

Con “Le Fortunate Eccezioni” il teatro arriva in piazza

Protagonista della festa del Centro Storico nella serata di giovedì 22 luglio è stato il teatro di strada – o di piazza se preferite – portato in giro dalla compagnia teatrale Le Fortunate Eccezioni, con una serata di sketch, monologhi, boutade, ispirati dai testi di Achille Campanile.Sistemate alcune sedie a semicerchio sotto la stele medicea, lo spettacolo ha preso il via, e, con in scena una panchina, qualche tavolino e un “mucchio” di abiti e oggetti per creare le situazioni, i bravissimi attori (Alessandro Lutri, Elisa D’Agostino, Massimiliano Picchi, Valeria Belloni, Maria Colombini e Luciano Gassani sotto l’occhio vigile del regista Roberto Pecchia) hanno riempito la piazza e tenuto incollati alle sedie tutti per un paio di ore con “I pazzi”.Ovviamente l’intrattenimento non si è fermato in Piazza del Comune, dato che, nelle altre piazze della Festa del Centro Storico si è potuto ascoltare il soul dei Soul Trio (Piazza Angelio), di Cristina Saoltti in Piazza Annunziata e un travolgente…

- di Redazione

I pazzi, spettacolo teatrale brillante in piazza del Comune

Domani sera (giovedì 22 luglio) va di scena Achille Campanile a Barga con lo spettacolo brillante che nell’ambito della festa del centro storico proporrà la compagnia lucchese “Le fortunate eccezioni”.Lo spettacolo si intitola “I pazzi” (Piazza del Comune e Piazza Garibaldi ore 21,30) e si ispira a testi di Achille Campanile (ma anche di Stefano Benni).”In generale siamo dei pazzi che recitiamo la parte di persone savie, l’uno con l’altro.” Da questa frase di Achille Campanile la compagnia ha preso spunto per costruire il progetto teatrale I Pazzi. Lo spettacolo racconta circa 20 storie brevi di vita normale ed evidentemente surreali sulle quali lo spettatore può ridere degli attori ma anche di se stesso; I Pazzi finisce con una riflessione, tratta dal testo di Campanile “I Pazzi”, sulla incapacità di avere coscienza di noi stessi e della finzione che mettiamo in atto ogni giorno nel vano tentativo di essere accettati dalla società.Regia, luci, musica e adattamento di Roberto Pecchia. Interpretato…

- di Redazione

The Cube

The Cube, cioè sperimentazione, improvvisazione, coinvolgimento.È il singolare spettacolo che ha riempito piazza Angelio lunedì 19 luglio con “the Kippies”, formazione tutta barghigiana di artisti di varia estrazione: i musicisti Simone Venturi e Andrea Guzzoletti (con un disco in uscita a settembre) e i pittori Keane e Fabrizio Da Prato, che in questi giorni espongono in coppia a Casa Cordati.Descrivere l’evento è piuttosto semplice, più difficile raccontare la suggestione: un cubo di tre metri di lato costruito con legno e nylon e opacizzato dalla tinta rosata tipica delle facciate barghigiane è stato calato sulla consolle; dentro, tastiera, tromba e sintetizzatore e i due musicisti illuminati da luci che all’esterno restituivano solo le loro ombre.Fuori i pittori che con secchi di vernice, pennelli e scale hanno dipinto per 1 ora, 1 minuto e 1 secondo, finché la musica non si è fermata.Dalle quattro mani dentro al cubo sono usciti suoni onirici, elettronici, quasi psicotici; le quattro mani fuori dal cubo hanno…

- di Redazione

Visitatori bargo-cicagoiani alla mostra “Armonia della terra”

Prosegue, tra il largo interesse del pubblico e della critica, la bella mostra “L’armonia della terra Immagini della Valle del Serchio nella pittura Toscana del Novecento” che è in corso presso la Fondazione Ricci di Barga.L’esposizione è stata molto visitata in queste settimane ed i commenti che si registrano su questa nuova importante fatica della Fondazione Ricci sono stati tutti estremamente positivi.La mostra nei giorni scorsi ha visto anche una presenza importante nel mondo dell’emigrazione barghigiana. Accompagnati dal prof. Umberto Sereni, ex sindaco di Barga ed autore di uno degli scritti del catalogo della mostra, sono stati alla Fondazione Ricci il presidente della “Giovanni Pascoli Benevolent Society” di Chicago, Hugo Bertagni assieme alla moglie Norine.La “Giovanni Pascoli” di Chicago è un’associazione che ancora oggi perpetra lo spirito di solidarietà dei barghigiani nel mondo a favore del proprio paese con il sostegno fornito alla Villa di Riposo “Giovanni Pascoli”.Hugo e Norine Bertagni hanno potuto beneficiare nella loro visita nelle spiegazioni artistiche…

- di Redazione

Sold Out: Keane & Da Prato espongono a Casa Cordati

I due artisti che espongono in questi giorni a Casa Cordati sono davvero diversi tra loro, eccetto per una caratteristica comune ai loro lavori: i volti.O meglio, la mancanza di volti.La cosa non sfugge guardando gli uomini e le donne ritratti nelle tele di Da Prato. Hanno la testa, certo, anche se è quasi completamente impossibile riconoscervi un’identità.Le suore di Keane sono invece senza volto come conseguenza poiché ci voltano le spalle, si allontanano da noi, mentre le mutande sono ritratte come indumenti vuoti, senza un corpo, e dunque, senza un volto.“Le facce” Dice Da Prato “danno una definizione del soggetto troppo velocemente”, e quindi, superficialmente. Rendono la persona identificabile e distraggono dal lato più profondo e complicato che c’è sotto la superficie.Ed è proprio qui, sotto la superficie di quello che crediamo di vedere (o che ci vogliamo vedere) nei nostri mondi individuali e collettivi che la collaborazione ventennale tra Keane e Fabrizio Da Prato si può percepire meglio.Sono…

- di Redazione

Al Festival letterario le autrici Anna Marani ed Elena Torre

Prosegue a spron battuto il festival Letterario “Tra le righe di Barga” in corso presso la Volta dei Menchi, nel centro storico di Barga, fino a domenica prossima.Ieri sera la manifestazione ci ha regalato un’altra bella serata dedicata alla letteratura.L’editore e giornalista Andrea Giannasi, curatore del festival insieme a Maurizio Poli, ha presentato con le autrici il libro L’eroe di Anna Marani e Elena Torre (Romano editore).Alla presentazione è intervenuta anche la consigliera comunale delegata alla cultura Giovanna Stefani..Ne “L’Eroe”, il nuovo romanzo di Anna Marani ed Elena Torre, le due scrittrici ci accompagnano sulle tracce di un assassino che risveglia le paure più profonde di una terra tanto bella quanto noir In una inaspettata Versilia piovosa e grigia, Elisabetta Carpi, viene uccisa con un lungo coltello dalla lama curva mentre sta rientrando a casa; nello stesso momento, il filo di una Katana recide la carotide del maestro Tenshi Nagakawa. Due omicidi che sembrano collegati a cui si aggiungono altri…

- 1 di Redazione

Sold Out. Due grandi artisti in mostra.

Sold out. Questo il titolo della mostra inaugurata ieri a casa Cordati in via di mezzo e che raccoglie le opere ed anche la storia di un rapporto di amicizia ed artistico ventennale di due grandi artisti contemporanei della nostra terra: Keane e Fabrizio da Prato.L’inaugurazione ieri pomeriggio alla presenza del sindaco Bonini e di tante autorità, ma soprattutto di tanti amici ed estimatori dei due artisti molto legati a Barga e contraccambiati da eguale affetto nella comunità. Soprattutto Keane che per Barga in questi anni ha fatto davvero tanto e non solo a livello artistico.In mostra le “nuns”, le suore senza volto di Keane insieme alle sue “mutande di Barga”, due momenti importanti dell’ultima produzione pittorica dell’artista naturalizzato barghigiano. Insieme i volti non volti degli uomini e delle donne di Fabrizio Da Prato che ci regala alcune sue recenti tele, molte delle quali elaborate in fase di installazione della mostra.Le loro opere hanno significati profondi, non facilmente comprensibili con…