A proposito di piante sulla Tiglio – Trine

-

Nel febbraio 2013, dopo una intensa nevicata, una bambina di 10 anni rimase seriamente ferita  dopo essere rimasta travolta da una pianta caduta lungo la strada della Tiglio – Filecchio in località Trine. Rimase in coma per una settimana e la famiglia è stata molto provata da quella vicenda.

Nei giorni scorsi sulla strada è caduta ancora una pianta ed a quanto pare non è la prima volta; accade qui come del resto in molte strade del nostro comune, anche in seguito a giornate di pioggia. Viviamo in mezzo ai boschi e questo può succedere, ma per la mamma della bambina di allora, oggi adolescente, ogni pianta che cade sulla strada dove vivono fa tornare in mente quello che è successo allora e fa rivivere un incubo.

Per la signora Sabrina Marchi non si tratta però solo di un incubo; lei considera la presenza delle piante un pericolo reale in quella strada:  

“E’ successo pochi giorni fa e vedendo quella pianta dove passavano sotto le auto e dove passava anche mia figlia con la bicicletta, mi è tornato  in mente quello che abbiamo vissuto. Le piante nascono copiose lungo la carreggiata e più volte è stato chiesto al comune di intervenire sia direttamente che esortando i proprietari a fare la pulizia delle coste dalle piante che sorgono troppo vicine alla strada. Sono passati sei anni, ma dopo una ordinanza che fu presa pochi mesi dopo l’incidente non è stato fatto altro. Alcuni proprietari ripulirono allora le coste; altri no, ma il comune non è mai intervenuto nei punti rimasti critici o pericolosi e il problema quindi resta; e ogni tanto le piante cadono sulla strada. Ora è successo di nuovo ed ogni volta per noi è come rivivere un incubo. Vorremmo dunque che ci fosse più attenzione a questo problema. Lo sappiamo che da noi le strade sono a rischio caduta piante, ne abbiamo tante e può succedere, ma qui basterebbe poco per rendere più sicura la strada”.

La pianta caduta nei giorni scorsi è stata comunque rimossa ieri dal comune che ne ha tagliate altre nell’occasione, come ci informa il sindaco di Barga, Marco Bonini che sulla questione sollevata dalla signora Marchi ha garantito il massimo interessamento:

“Vedremo di emettere presto una nuova ordinanza per imporre la potatura delle piante a rischio, pur sapendo però quanto è difficile fare applicare queste ordinanze. Non mi riferisco in particolare a questa strada, parlo più in generale …. Spesso i proprietari non sono presenti perché all’estero con in alcuni casi terreni abbandonati da anni. Capisco però la preoccupazione e lo stato d’animo della signora Marchi e le prometto un veloce interessamento al problema”.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*