Spettacolo, maestria e divertimento per il concorso del miglior mondinaro

-

Posticipato di una sera a causa della pioggia del 2 novembre, ieri sera in piazzale Matteotti è andata in scena, tra le novità interessanti ed originali di Barga Castagna 2018, la prima edizione del concorso per il miglior mondinaro, manifestazione dedicata al ricordo  di Mario Ottolini fondatore dell’associazione Città del castagno. La gara è stata organizzata da Pro Loco e ArtCom Barga in collaborazione con l’associazione città del Castagno, appunto, ed ha visto la partecipazione di diversi concorrenti provenienti anche da fuori comune. Il tutto di fronte ad un bel pubblico che si è divertito molto ad assistere ad una gara insolita, quanto originale, alla scoperta ed alla riscoperta di una vera e propria arte, quella di saper cuocere le castagne sul fuoco con la classica padella; il che richiede occhio, capacità di gestire i tempi, gestione del fuoco, maestria nel girare la padella e tante altre cose che non sono molto facili da mettere insieme.

Per la cronaca la vittoria è andata a Raffaele Marchi di Pegnana, un giovane che si è imposto per le sue mondine cotte molto bene e sbucciate in padella sena bruciature. Ha rubato la prima posizione di un soffio ad un grande professionista della padella quale è Oriano Regoli di Pieve Fosciana, sicuramente il più veloce a cuocere le mondine; terza posizione per l’assessore barghigiano Pietro Onesti, inaspettato mondinaro di livello. In evidenza e ben classificati anche Vittoriano Biagioni della Mocchia, Rino Marchetti di Tiglio e Omero Togneri di Pegnana, che hanno quindi continuato a ben rappresentare la nostra montagna.

I concorrenti dovevano cuocere 200 castagne per ogni padella. Alla fine venivano giudicati sia il numero delle mondine non cadute dalla padella, ma anche quelle integre e quindi vendibili; la qualità della cottura e di presentazione, e, in caso di parità, anche il tempo di preparazione. Le mondine di Raffaele comunque alla fine hanno convinto tutta la giuria che quindi lo ha proclamato il primo vincitore del concorso barghigiano.

La premiazione oggi pomeriggio, domenica 4 novembre, in piazza Angelio alle 18.

Oltre ai complimenti ai vincitori, una riflessione su una gara insolita quanto originale, che potrebbe divenire in futuro un vero e  proprio fiore all’occhiello, una manifestazione in grado anche di fare evento a sé se valorizzata come si deve. Gli organizzatori hanno già fatto un gran passo in avanti promuovendola e proponendola. Ora non resta che continuare a camminare su questa strada.

 

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*