- di Redazione

Poli scatenato sul mercato; presi Cuneaz, Galliano e Zanzottera

Per il 2024 andrà a rafforzare la già competitiva rosa del GP Parco Alpi Apuane: il campione italiano di maratona già azzurro nel 2022 alla maratona europea di Monaco proveniente dalla storica Cus Pro Patria di Milano, ovvero il valdostano Renè Cuneaz (nella foto) vincitore quest’anno anche della Scalata a San Pellegrino in Alpe. Ma si accasano alla corte del presidente Graziano Poli dalla Rota Chiusani di Saluzzo anche il giovane specialista della pista e “figlio d’arte” Mattia Galliano e dall’Unione Sportiva Sangiorgese di Milano la grande promessa Marco Zanzottera. Inoltre dalla Valle d’Aosta arriveranno Jean Pierre Vallet e Loic Proment, scoperte del coach Moreno Gradizzi. La rosa completa del G.P. Parco Alpi Apuane sarà presentata sabato 27 gennaio sulla pista dello stadio Nardini di Castelnuovo Garfagnana in occasione della 2a edizione del “Corri il tuo 5000”.

- di Redazione

Il Presepe della Luce di Pieve Fosciana

Il 23 Dicembre una fiaccolata  guidata da Don Giovanni Grassi ha raggiunto la “chiesina in cima al margine” come la chiamano i pievarini, per l’accensione del suggestivo presepe della luce. Pieve Fosciana è da sempre considerato il paese del presepe. Forse perché proprio a Pieve Fosciana si realizzò un convento francescano, grazie ad uno dei più importanti seguaci di San Francesco, conosciuto oggi come “Beato Ercolano da Piegaro” vissuto poco più di un secolo dopo San Francesco ed i cui i resti si trovano oggi all’interno della Pieve di San Giovanni a Pieve Fosciana. Ecco perché in occasione degli ottocento anni dal primo presepe di Greggio nelpaese per onorare il presepe si sono fatte le cose in grande.Il 23 Dicembre una fiaccolata  guidata da Don Giovanni Grassi ha raggiunto la “Chiesina in cima al margine” come la chiamano i pievarini, per l’accensione del suggestivo Presepe della luce. Un bellissimo lavoro realizzato dai presepisti di Castelfiorentino in collaborazione amministrazione comunale e…

- di Redazione

Natale da vivere con coraggio: “Uscite senza paura del buio” il messaggio di Mons. Giulietti

“Uscite di casa, rischiate. Scrolliamoci di dosso anche il torpore che ci ha lsaciato la pandemia: e’ importante lasciare la nostra zona di conforto per andare incontro all’altro”, sono le parole dell’Arcivescovo di Lucca Paolo Giulietti nell’omelia della notte di Natale. Nel duomo di Castelnuovo Garfagnana Monsignor Giulietti ha celebrato la liturgia della notte di Natale che è andata in onda in diretta su NoiTv. Di fronte alla chiesa gremita di fedeli l’arcivescovo ha lanciato un messaggio di pace ma anche di fermezza: l’esempio da seguire è quello dettato da San Francesco che proprio 800 anni fa realizzo’ il primo presepe.

- di Redazione

La tradizione dei Natalecci, una festa per tutta la Valle

A gorfigliano la vigilia di Natale si festeggia la nascita di Gesu’ con altissimi falo’ : la loro accensione e il levarsi alto delle fiamme sono di buon auspicio per tutto l’anno a venire. Il 24 dicembre per gli abitanti della Valle dell’Acqua Bianca non è solo la vigilia di Natale, ma è il monto più sentito e partecipato dell’anno, da quasi un mese si lavora per costruire questi enormi cilindri vegetali che vengono incendiati al suono della campana di Gorfigliano , alle 18 in punto. Ecco allora il momento più atteso ed emozionante dell’anno: a Gorfigliano sono tre i Natalecci in riferimento ai tre gruppi locali, Fenale, Culiceto e Bagno. Quest’anno un plauso particolare a Bagno per aver illuminato e realizzato un percorso accessibile fino al falo’: anche per questo sono arrivati in tanti ad assistere all’accensione del nataleccio  cui ha assistito anche il sindaco di Minucciano Nicola Poli. Stando al modo come i Natalecci hanno bruciato esce un…

- di Redazione

Escursionisti in difficoltà sulle Apuane. Interviene il Soccorso Alpino

CAMPOCATINO – Oggi alle 14:40 la Stazione di Lucca del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano è stata attivata per un intervento di soccorso su due persone in difficoltà sul sentiero attrezzato che collega Campocatino alla Via Vandelli, nelle vicinanze della cava della Formignaccola. Le persone coinvolte, di 27 anni e di 28 anni, hanno riscontrato difficoltà nell’attraversare un tratto del sentiero attrezzato. Una squadra di tecnici si è prontamente recata sul luogo dell’incidente, mettendo in sicurezza il ragazzo e la ragazza e guidandoli in sicurezza fino alla propria auto. L’intervento si è concluso verso le ore 15:00.

- di Redazione

Concerto di Natale a Gorfigliano tra musiche classiche e colonne sonore

Martedì 26 dicembre (ore 15,30) nella chiesa dei SS Giusto e Clemente si terrà la settima edizione del concerto di Natale di Gorfigliano. Peter Coppo, Angelica Casotti, Maura Furia e Rachele Bertei, tutti originari di Gorfigliano, eseguiranno per circa un’ora e mezzo canti e brani natalizi del repertorio classico. Inoltre Peter Coppo eseguirà l’Ave Maria di Gounod/Bach e l’Ave Maria di Schubert insieme alla giovane e promettente violinista Sofia Piagentini. Rachele Bertei insieme alla sorella Irene e alla mamma Maura Furia eseguirà altre nuove canzoni natalizie accompagnandosi al pianoforte. Omaggio anche alle tradizioni di Gorfigliano e al suo famoso poeta e scrittore Luigi “dal Bozzo”: Angelica, Maura e lo storico maggiante di Piazza al Serchio Nando Mori canteranno alcune ottave tratte dal Maggio della “Sacra Rappresentazione della Natività e della Strage degli Innocenti”. Il concerto si concluderà con alcune canzoni composte da Peter Coppo sulle poesie del Luigi dal Bozzo e con la famosa colonna sonora “Smile” tratta dal film…

- di Redazione

Da tutta la Valle del Serchio in migliaia a Barga per il Presepe Vivente

Un grande presepe vivente a cielo aperto. Il più longevo di tutta la Valle con i suoi 38 anni di vita. E’ tornato, come tutti gli anni da tradizione, nella serata dell’antivigilia di Natale, il 23 dicembre, e ha regalato come sempre grandi emozioni. Per una sera Barga è tornata indietro nel passato, ha fatto rivivere i suoi antichi mestieri. Nell’antico castello non mancava proprio niente, dalla lavandaia all’arrotino, a tutto il ciclo completo della lavorazione della castagna,  lavorazione importante in tutta la montagna barghigiana. Un bel tuffo nel passato ed una bella rievocazione del presepe baciata anche da tantissima gente che non ha mancato l’appuntamento. Nella seconda parte della serata, dagli antichi mestieri la scena è passata alla sacra famiglia che ha seguito la via del presepe vivente fermandosi in diversi punti del percorso fino a salire in Duomo dove poi si è svolta la scena della Natività. Il significato del Natale, tutto racchiuso in questi bei momenti.

- di Redazione

Ladri in azione a Barga con due furti; ora scatta l’allarme tra la popolazione

Ladri di nuovo in azione nel comune di Barga. Questa volta è stato colpito il capoluogo dove sabato sera ci sono stati due furti in abitazione ed un tentativo andato a vuoto. I ladri hanno colpito la zona del Piangrande, in particolare via del Turello ed una delle traverse di via Pietro Funai nella zona del Camberello. I furti ancora una volta tra le diciannove e le venti come già avvenuto nei giorni scorsi a Fornaci. In una delle abitazioni, in via del Turello, sono riusciti ad aprire anche la cassaforte, svuotandola, nell’altra per fortuna non ci sono riusciti ma il soqquadro in casa è stato notevole. Si tratta di una villetta che si trova in una traversa di via Funai dove i ladri hanno provato ad entrare anche in una villetta già oggetto di furto questa estate, ma sono stati scoperti e si sono dati alla fuga. Sul posto immediato dopo l’allarme lo spiegamento delle forze dell’ordine con all’opera…

- di Redazione

La nativita’ del convento Francescano di Borgo a Mozzano

Come tradizione nel chiostro è stata ricreata la scena della nascita’ di Gesu’ che quest’anno porta la firma dell’artista Francesco Zavattari. Di sicuro non c’è luogo migliore per raccontare la natività, che all’interno di un convento Francescano,. Quest’anno ancor di più dato che ricorrono 800 anni da quando San Francesco creo’ il primo presepe nel paese di Greggio . Ogni anno da quando è la Misericordia di Borgo a Mozzano a gestire l’ex convento, all’interno del chiostro c’è sempre stato un presepe, spesso anche importante, ma quest’anno la Nativita’ ha occupato tutta l’area del chiostro. L’allestimento è stato curato dall’artista Francesco Zavattari che ha ricreato una capanna che protegge quasi tutta la scena realizzata con statue di grandi dimensioni. Il presepe è visitabile gratuitamente e si possono anche lasciare offerte che serviranno per l’acquisto di una nuova ambulanza.

- di Redazione

Crugnola-Ometto rilanciano la sfida nel CIAR con la Citroen C3

Tre titoli assoluti rally consecutivi e la voglia di proseguire nella striscia vincente sulla scia dei più grandi campioni del rallismo italiano. Così Andrea Crugnola ha deciso di continuare la sua avventura con la PFP Sport e la Citroen C3 Rally2 che tante soddisfazioni gli hanno regalato negli ultimi tre anni. Il 34enne pilota varesino avrà alle note il fido Pietro Ometto. Per la serie: squadra che vince non si cambia. Crugnola debutterà e comincerà a difendere la sua leadership il 15 e 16 marzo al 47esimo rally del Ciocco e della Valle del Serchio che lo vedrà anche nella veste di campione uscente.

- di Redazione

Bagliori nel buio a Gorfigliano dove si perpetua l’antico rito dei Natalecci

Si ripeterà domenica sera 24 dicembre a Gorfigliano e nella Valle dell’Acqua Bianca l’antico e millenario rito dell’accensione dei Natalecci. Anche negli anni bui del covid i natalecciai non si sono mai fermati perchè la tradizione va conservata e poi si perde nella notte dei tempi.   Gorfigliano è per antonomasia il paese dei Natalecci (vi è anche un cartello all’ingresso del paese) e a Gorfigliano non è Natale senza i Natalecci. Una tradizione si dice millenaria che si perde nella notte dei tempi e che in questo angolo estremo di Alta Garfagnana, è qualcosa che va ben oltre. Ma per capirlo forse bisogna essere nati e cresciuti da queste parti. Appunto. Neppure la pandemia degli anni scorsi ha fermato i natalecciai gorfiglianesi e quelli dei paesi limitrofi perchè talvolta la tradizione è contagiosa. Protagonisti assoluti i tre rioni “superstiti” di Gorfigliano (una volta, fino a 30 anni fa, erano almeno il doppio), Bagno, Colliceto e Fenale e poi i…

- di Redazione

Natale nella valle dei presepi; un fine settimana tra magia e sacralità

BORGO A MOZZANO – Natale si avvicina e sono molti gli appuntamenti  per il weekend proposti dalla settima edizione della Valle dei Presepi, l’iniziativa promossa dall’Unione dei Comuni della Mediavalle del Serchio per valorizzare le radici e la bellezza del territorio. A Bagni di Lucca domenica 24 dicembre si terrà il Veglione di Natale al Casinò Municipale a Ponte a Serraglio, a cura dell’Associazione Proloco Bagni di Lucca. Resta sempre visitabile, fino all’8 gennaio a San Gemignano di Controne, nel forno comunale, il presepe curato dai residenti. A Barga invece appuntamento sabato 23 dicembre con il tradizionale presepe vivente, allestito nel centro storico, impreziosito dalle altre natività realizzate dall’amministrazione comunale e dalle associazioni del territorio. A Fornaci di Barga torna il Christmas Village, mentre a Pegnana, tutte le domeniche, la Befana accoglierà i bambini e le loro famiglie nella sua casa dalle 14. A Borgo a Mozzano triplo appuntamento per sabato 23 dicembre: dalle 21 a Partigliano appuntamento con la 40esima Festa sotto…