La prima sindaco donna di Barga. Ecco le prime parole di Caterina Campani. I complimenti dello sfidante Feniello; la soddisfazione del senatore Marcucci

-

Dunque Caterina Campani è il nuovo sindaco di Barga; il primo sindaco donna nella storia del comune di Barga. Prosegue e porta avanti il lavoro lasciato in eredità dall’Amministrazione Bonini, ma lo fa con un gruppo di consiglieri composto anche da tanti volti nuovi e con anche una rappresentanza della vecchia guardia.

Ricordiamo i nomi degli eletti per la sua lista: Vittorio Salotti (che ha ottenuto  605 voti) e che è stato assessore cinque anni fa; la new entry Maresa Andreotti (450) di Barga; l’assessore uscente Pietro Onesti (332); il consigliere uscente con delega al sociale Lorenzo Tonini (277); la consigliera con delega alla scuola Sabrina Giannotti (265); la giovane Beatrice Balducci (253) di Tiglio, anche lei nuovi ingresso insieme alla molognese Sabrina Moni (218), al barghigiano Giacomo Cella (213, alla fornacina Francesca Romagnoli (186), a Sergio Suffredini (170) ed alla barghigiana Lorenza Cardone (151).

L’abbiamo intervistata a caldo, la nuova sindaco; alle scuole elementari di Barga dove è arrivata accolta dal babbo Mauro, dal fratello Alessandro, da tanti amici e simpatizzanti, dai consiglieri che la accompagneranno in questo viaggio, da parenti ed amici che l’hanno festeggiata insieme anche al senatore Andrea Marcucci ed al sindaco uscente Marco Bonini.

Emozionatissima ci ha detto: “Considerando quello che era uscito anche dalle europee siamo contenti del risultato. Da domani ci mettiamo a lavorare per formare la giunta e riprendere tutto quello che c’è da fare e continuare i progetti che sono già partiti. Saremo lì per tutti, per chi ci ha votato e per chi non ci ha votato; saremo lì a lavorare per tutto il nostro territorio. Tra le prime cose da fare mi piacerebbe fare il giro delle scuole di tutto il comune ed incontrare tutti i bambini e le bambine.

Sono molto emozionata… sono la prima donna sindaco a Barga ed ovviamente tanti sono i pensieri, tante cose che ho nella testa.

Sono tante le persone che mi hanno aiutato – ha concluso –  Ho avuto una grande testimonianza di affetto da tutti i ragazzi della lista, da chi è stato anche all’esterno, il sindaco Marco Bonini, la giunta, tutto il partito, i militanti, i volontari che hanno fatto tanto, tanto per me.

A chi dedico la vittoria? alla mia mamma che non c’è più.”

Davanti alle scuole c’era anche Francesco Feniello, il principale sfidante per Caterina Campani che si è conquistato le sezioni di Barga ma ha perso sulle frazioni e su Fornaci, attestandosi comunque al secondo posto con un distacco di 295 voti: “Mi complimento con Caterina Campani per la vittoria – ci ha detto –  ed esprimo comunque soddisfazione per quello che siamo riusciti a fare. E’ stato un ottimo risultato. Partivamo da zero, senza appoggi di partiti e siamo riusciti ad ottenere tantissimi voti, vincendo su Barga perdendo invece sulle frazioni. La mia opposizione adesso?  dura, ma corretta e partecipativa, sempre nel segno dell’interesse della comunità. Ringrazio tutti i cittadini he ci hanno votato e tutti i nostri sostenitori. Ora ci prepareremo per fare il nostro lavoro all’opposizione.

A Barga a festeggiare il nuovo sindaco Caterina Campani come detto anche il senatore Andrea Marcucci che ha detto: “E’ stata una vittoria arrivata dopo un momento certamente particolare. La chiave del successo è stata una lista molto qualificata ed il grande impegno messo da tutti, ma anche la scelta di Caterina di porre la campagna elettorale tutta in positivo, senza mai parlare male degli altri. Questo ha sicuramente influito nel grande risultato ottenuto dal centro sinistra a Barga che nonostante la presenza di altre tre liste ha ottenuto quasi il 50%.

Marcucci ha anche commentato il voto amministrativo in provincia di Lucca:

“La vittoria complessiva dei candidati sindaci del Pd in provincia di Lucca premia il buon governo del centrosinistra e la maggiore aderenza alla realtà dei nostri programmi.

A Capannori, Borgo a Mozzano, Barga e Castelnuovo Garfagnana recuperiamo voti che nello stesso giorno alle Europee sono finiti alla Lega.Significa che gli elettori sul piano nazionale premiano Salvini per la propaganda, ma per le cose di casa si affidano al Pd”.

 

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*