Ecco i nuovi defibrillatori sul territorio comunale. “Un progetto che deve andare avanti”

-

Federica Del Carlo, la giovane e stimata professionista barghigiana scomparsa improvvisamente per un attacco cardiaco un anno fa continua a vivere nel ricordo dei tanti che a Barga le volevano a bene, ma soprattutto continua a vivere in un progetto concreto e di utilità sociale che in sua memoria venne lanciato nelle settimane seguenti alla sua morte: dotare la comunità barghigiana di DEA (i defibrillatori automatici) che sempre più stanno trovando ospitalità nei centri grandi e piccoli di tutta Italia e che sono in grado di salvare una vita.

Un progetto che Federica avrebbe condiviso con entusiasmo e che proprio in questi giorni, lanciato un anno fa dalla sua Pro Loco, dall’associazione che aveva contribuito a far rinascere pochi anni prima, ha compiuto un altro importante passo.

Stamani in comune a Barga l’annuncio relativo ai nuovi defibrillatori che saranno installati sul territorio comunale nel corso di una conferenza stampa che ha coinvolto Pro Loco ed Amministrazione Comunale, oltre alla ASL ed alle tante associazioni che hanno aderito a questa iniziativa.

Grazie proprio ad una serata benefica organizzata dalla Pro Loco lo scorso anno, vennero raccolti 4.400 euro (grazie anche ad un contributo di 1800 euro da parte dei Donatori di sangue). Con quei soldi sono stati acquistati tre defibrillatori oltre a due teche per l’installazione in esterno che ora sono rientrati in un progetto sottoscritto dal Comune di Barga e da tante associazioni e che ha l’obiettivo di dotare ogni paese del comune di almeno un defibrillatore.

I tre defibrillatori frutto di quella serata di ricordo, insieme ad un altro apparecchio donato nei mesi scorsi all’Amministrazione Comunale dall’Associazione Amici del Cuore troveranno ospitalità in questo modo: nel centro storico di Barga, quasi sicuramente in piazza Angelio; Barga Giardino; in Piazza IV Novembre a Fornaci ed infine presso la stazione ferroviaria di Barga – Gallicano.

I quattro defibrillatori si aggiungo a quello già presente presso i locali del comitato paesano a San Pietro in Campo (donato mesi fa dalla Farmacia Simonini); presso la sede della Misericordia del Barghigiano a Fornaci; presso la farmacia Simonini di Barga. Molto presto anche l’installazione a Ponte di Catagnana di un altro defibrillatore acquistato in questi giorni grazie ai proventi della “Corsa delle Papere” organizzata dalla popolazione di Ponte di Catagnana a fine agosto.

“Stamani presentiamo un progetto che per buona parte si realizza – ha voluto sottolineare il sindaco Marco Bonini – ma che ancora può e deve andare avanti. Già tanta è stata l’adesione e la collaborazione di comitati ed associazioni, ma l’obiettivo deve essere quello di dotare anche le frazioni montane come Renaio, Tiglio e Sommocolonia, di apparecchiature di questo tipo ed in tal senso ci stiamo attivando come Comune e si stanno muovendo le realtà locali. Analoghe iniziative stanno per vedere la luce a Castelvecchio, Filecchio, presso i capi da tennis di Barga”

Il progetto, che ricorda una cara amica di Barga, insomma va avanti e vorrei sottolineare la grande partecipazione e la collaborazione di tante realtà”.

All’incontro, oltre al marito di Federica, Massimo Ceccarelli con Alessandro Campani in rappresentanza della Pro Loco, anche il dott. Ferdinando Cellai, responsabile del dipartimento emergenza – urgenza dell’ASL 2 che ha sottolineato l’importanza di questo progetto ed anche quella di dare un seguito attraverso la formazione di un numero sempre crescente di persone in grado di saper utilizzare un defibrillatore automatico (il suo utilizzo è riservato a chi ha superato uno specifico corso aperto e possibile per tutti): “Più cittadini sono formati sul suo utilizzo – ha detto – e maggiori sono le possibilità di intervento nei luoghi dove sono posizionati i defibrillatori”.

In tal senso positivo sapere che la Misericordia del Barghigiano ha nel suo organico tre formatori certificati in grado di effettuare i corsi richiesti. A ricordarlo, oltre alla Governatrice della Misericordia Carla Andreozzi, presente alla mattinata, Alessandro Campani della Pro Loco: “Grazie alla Misericordia – ha annunciato uscirà a breve un calendario di corsi. Invitiamo la popolazione a partecipare ed a contribuire ad accrescere il numero di persone qualificate all’utilizzo dei defibrillatori”.

In tal senso già positiva è stata la risposta della cittadinanza di San Pietro in Campo dove già in tanti hanno preso parte ai corsi di certificazione organizzati dalla Misericordia, su iniziativa del locale Comitato Paesano, dopo l’installazione di un defibrillatore presso il locale circolo.

Tag: , , , , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.