A Barga già al lavoro per la seconda edizione della “Battaglia per Barga”

-

A.D. 1230. a Loppia una potentissima figura politica e religiosa dell’epoca, il pievano Ottonello, fomenta gli abitanti a non pagare le tasse imposte dal Governo lucchese. Le armate lucchesi, comandate dal vescovo Opizzone, marciano su Loppia, distruggendo il castello. Poi Lucca muove contro Barga e la cinge d’assedio…

La battaglia ha inizio…

Si rifà a questo momento storico la seconda edizione della rievocazione della Battaglia per Barga che si basa in particolare su una serie di accadimenti avvenuta dalla fine del XII secolo agli anni 30 del XIII e sull’antica rivalità tra Barga e il comune di Lucca. Sul finire del XII secolo i barghigiani appoggiarono i loro antichi signori, i Rolandinghi, antica casata d’origine longobarda,  nella lega anti lucchese. Una grande alleanza politico militare che però si risolse con una serie di distruzioni e assedi durissimi da parte dei lucchesi in Garfagnana. Con queste premesse arriviamo al nostro evento storico: la Battaglia per Barga

Grazie ad una rievocazione curata fin nei minimi particolari, nei costumi, negli strumenti, nelle movenze coordinata e  curata sotto il profilo storico dall’associazione Mansio Hospitalis Lucensi nella persona del Presidente Diego Micheli e con il sostegno notevole della Pro Loco di Barga ed il patrocinio del Comune di Barga, il castello di Barga si preparerà all’assedio, richiamando i combattenti tra le mura dove intanto la vita deve proseguire.

Sabato 22 e Domenica 23 giugno  l’antico Castello, dal Porta Reale fino al suo punto più alto, il sagrato ed il prato dell’aringo in Duomo, rivivranno i momenti della vita di allora, l’assedio e la rievocazione della battaglia. Il tutto sarà reso possibile dalla presenza di tante associazioni storiche provenienti da tutta la Toscana e quindi di decine e decine di figuranti. Ovviamente, per rinfrancarsi, non mancheranno spettacoli ed intrattenimenti (tra falconeria, musica antica e giochi).  Per ristorarsi ci saranno alcuni punto ristoro ad hoc, uno in Vignola ed uno sul bastione del Fosso.

Qualità, sapori, ricostruzione storica, cultura, spettacolo: in programma manifattura di carta, antico farmacista, accampamento, dimostrazioni sulla filiera tessile, animali di cortile, rapaci, cambia monete, filiera tessile e tintura naturale con esperimenti in diretta, pellegrini. varie scontri fra soldati e aggressori durante la giornata in modo imprevedibile in difesa del Barga e la sua Pieve.

IL PROGRAMMA

Sabato 22 giugno
Ore 12.00: apertura taverne (Vignola – Pro Loco & BastionE – Polentari)
Ore 14.30: inaugurazione evento alla presenza del Sindaco (Porta Reale)
Dalle ore 15.00: apertura accampamenti storici con didattica e dimostrazioni di mestieri artigiani

Dalle ore 15.00 alle 16.00: laboratorio didattico per ragazzi conio antico/accensione del fuoco
Ore 16.30: spettacolo di falconeria (piazza Duomo)
Dalle 17.00 alle 19.00: conferenze nell’atrio di Palazzo Pancrazi: Vincenzo Bellino, Le guerre di Barga; Leonardo Umberto Conti, Le Terre Robbiane di Barga; Stefano Borsi, Il Duomo di Barga e San Cristoforo ; i ragazzi dell’ISI Barga, Presentazione progetto “Un Galilei a Barga”
Dalle 17.00 alle 18.00: scontri armati per le vie del centro
Dalle 17.30 alle 18.30: laboratorio didattico per ragazzi conio antico/accensione del fuoco
Ore 18.00: Vespri cantati nella Chiesa di Santa Elisabetta dalla Comunità Ecumenica Benedettina
Ore 19.00: visita guidata al Duomo e Campanile di Barga a cura di Don Stefano Serafini
Ore 19:00: apertura taverne (Vignola, Bastione)
Ore 20.00: laboratorio didattico per ragazzi conio antico/accensione del fuoco
Ore 21.00: Battaglia per Barga sul Fosso
Ore 22.00: spettacolo di falconeria in notturna sul Fosso
Ore 23.00: chiusura

Domenica 23 Giugno
Ore 10.30: apertura evento.
ore 10.30-12.00 Conferenze nell’atrio di Palazzo Pancrazi: Stefano Borsi, Il Duomo di Barga e San Cristoforo ; i Ragazzi dell’ISI Barga, Presentazione progetto “Un Galilei a Barga”
Ore 11.15: Messa in Duomo
Ore 12.00: apertura taverne (Vignola, Bastione)
Ore 12.00: negli accampamenti, dimostrazioni di ‘archeocucina’
Ore 14:00 spettacolo di falconeria (zona Duomo)
ore 14.30-16.00 Conferenze nell’atrio di Palazzo Pancrazi: Oreste Verrini, La Via del Volto Santo; Lucia Morelli, La Pieve di Loppia
Dalle 14.00 alle 15.00: scontri armati per le vie del centro
Ore 15.00: conferenze storiche
Ore 15.00: visita guidata al Duomo e Campanile di Barga a cura di Don Stefano Serafini
Ore 16.00: battaglia per Barga sul Fosso
Ore 17.00: spettacolo di falconeria (zona Duomo)
Ore 18.30: concerto della Corale di Don Vittorio Landucci (Chiesa Annunziata)
Ore 19.30: chiusura evento
Ore 21.00: dal Sacro Cuore, la processione Corpus Domini

 

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*