Freeda Frank’s live e Vini & Vinili al Barga Jazz Club

-

L’Associazione Culturale Barga Jazz Club venerdì 17 propone l’interessante live di FREEDA FRANK’S.

Dalle 22, sul palco: Alessandra “Cekka Lou” alla voce e al contrabbasso, Professor Peewee Durante alle tastiere, Luca Giovacchini alla chitarra e Matteo Sodini alla batteria.
Blues, vecchi gospel e Rhytm and blues sono gli ingredienti che questo eclettico quartetto formato da musicisti provenienti da diverse esperienze cucineranno per i soci del jazz club con l’intento fare assaggiare al pubblico le loro ricette dal sound unico e ricercato.
ALESSANDRA CECALA inizia a cantare e suonare nei gruppi rock a 16 anni, la chitarra è stata il suo primo strumento. Anni dopo si dedica allo studio del basso e successivamente del contrabbasso. Nel 2005 si diploma in Contrabbasso Jazz presso i “Civici corsi di Musica Jazz” a Milano.
In seguito inizia gli studi classici frequentando il conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia dove consegue il diploma di teoria e solfeggio e sostiene l’esame del V anno.
Nel 2004 si laurea con una tesi in Etnomusicologia presso la Facoltà di Filosofia all’Università di Pavia.
Suona stabilmente in duo con il chitarrista Mauro Ferrarese nel progetto “Reverend and The Lady”
Ha fatto parte, come contrabbassista e cantante, del gruppo “Red Wine Serenaders” insieme a Mauro Ferrarese, Veronica Sbergia e Max De Bernardi, con questi ultimi due nel marzo 2013
ha vinto a Tolosa lo “European Blues Challenge”.
Ha suonato nel trio jazz del pianista Dario Yassa, con la Big Band “Monday Orchestra”.
Ha collaborato con Tiziana Ghiglioni, Max Prandi, Simona Premazzi, Alessandro Ducoli.
Si è esibita in Italia e all’estero in importanti locali e ha partecipato a molti tra i più importanti festival di blues e folk music.
Sabato 18, invece, ultimo appuntamento della stagione, per i soci, con VINI & VINILI, dalle 22.

Il meglio della musica su vinile selezionata dai soci del Barga Jazz Club fa da contorno ad una scelta di assaggi di vino diversa ogni mese.
Questo mese sono stati scelti:
Vermentino ‘Melacce’ ColleMassari 2018, Montecucco Rosso ‘Rigoletto Colle Massari 2016, Montecucco Rosso Riserva ColleMassari 2015.
La tenuta del Castello ColleMassari è una delle più belle e suggestive cantine della Toscana, nucleo principale di una vasta rete di poderi e di vigneti di proprietà di Claudio Tipa, ex ingegnere di telecomunicazioni divenuto figura centrale nella valorizzazione del vino toscano. La tenuta sorge sulle pendici del Monte Amiata, nel cuore della Maremma Toscana, in un paesaggio preservato dal turismo di massa e popolato da vasti boschi interrotti da vigneti e uliveti e affacciati sull’Argentario.
ColleMassari vanta oggi una cantina moderna e funzionale integrata nell’antico castello e una proprietà di 1200 ettari, di cui solo il 10% è occupata da vigneti. Nel podere che ha dato il nome alla Doc Montecucco si trovano gli impianti più vecchi, con viti che hanno superato i 50 anni di età. Qui troviamo i vitigni rossi che hanno reso celebre il terroir maremmano nel mondo, come il Sangiovese, il Ciliegiolo e il Cabernet Sauvignon, mentre sul versante più esposto alle brezze marine domina il Vermentino. L’attenzione al territorio in tutti i suoi aspetti, antropologici e naturali, ha portato Claudio Tipa a convertire i vigneti all’agricoltura biologica e a incentivare l’economia locale assumendo giovane personale qualificato e appassionato.
I vini di ColleMassari rappresentano una delle punte di eccellenza della progressiva crescita qualitativa che ha interessato tutta la Toscana e in modo speciale la Maremma negli ultimi anni.
Sui piatti, invece, una sapiente selezione di soul e funk con qualche acuta incursione nel reggae e nel rock.
Entrambe le serate sono riservate ai soci ACSI. Per info e prenotazioni: segreteria@bargajazzclub.com.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*