Dall’italiano scritto alla nascita di un fumetto, ancora idee nuove nella proposta del Tra le righe di Barga

-

Una serata intensa, sicuramente interessante ed a tratti anche “sperimentale” quella andata in scena domenica al Tra le righe di Barga festival letterario.

L’ospite principale è stata Vera Gheno, social media manager dell’account Twitter dell’Accademia della Crusca, autrice del llibro “Guida pratica all’italiano scritto (senza diventare grammarnazi” (Cesati editore). La Gheno ha proposto una interessante, quanto brillante lezione su “Popolo di santi, poeti, navigatori e linguisti. Italiani e italiano sui social”, alla scoperta dei grandi e piccoli errori degli italiani sui social media, ma anche della “arroganza” con la quale spesso si affrontano le obiezioni o le correzioni ai propri errori e la presunzione di insegnare agli altri, quasi sempre sbagliando l’italiano.

Vera Gheno è sociolinguista, insegna presso l’Università di Firenze, all’Università per Stranieri di Siena e presso la sede fiorentina del Middlebury College. È specializzata nei linguaggi giovanili e nella comunicazione mediata tecnicamente, specie sui social network. Parte della sua lezione la potete ascoltare nell’audio che trovare sotto e vi invitiamo ad ascoltarla anche per scoprire chi sono i “grammarnazi”.

Ci dispiace per la mancanza del finale dell’audio (causa raggiungimento del tempo massimo di registrazione). Prendetela come occasione per scoprire Vera Gheno attraverso il suo libro e seguendola sull’account Twitter dell’Accademia della Crusca.

La serata era stata anticipata per le vie del centro storico con un laboratorio di lettura 0-6 anni con i lettori volontari di Nati per Leggere a raccontar libri per i più piccini. Il tutto sotto la supervisione di Maria Elisa Caproni, in rappresentanza della Biblioteca Fratelli Rosselli di Barga che ha spiegato l’importanza di leggere i libri ai propri bimbi che accresce notevolmente la capacità di apprendere molti vocaboli in più nei primi anni di vita e quindi di saper meglio comunicare ed agire con il mondo che li circonda e soprattutto con gli adulti.

A dare un tocco… sperimentale al festival una vera e propria dimostrazione pratico-teorica di come nasce un fumetto a cura di Giorgio Borroni, con le principali caratteristiche e le regole da seguire per creare un fumetto per bambini e ragazzi; con bozzetti e disegni Borroni ha mostrato la creazione di più personaggi e di una storia.

Tag: , , , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*