Tag: incidente

- di Redazione

RSU KME sull’esplosione in fonderia: “Forte preoccupazione per quanto è accaduto”

“Ancora una volta la mancanza di investimenti e il contenimento dei costi, che hanno ristretto gli interventi di meccanici e elettricisti alla sola manutenzione ordinaria, che da sola non basta, ci hanno portato vicino alla tragedia”. Così la RSU di KME Italy dopo l’incidente in cui è rimasto coinvolto un operaio avvenuto nella note tra lunedì e martedì allo stabilimento di Fornaci. “Nell’esplosione al forno verticale Asarco, per fortuna il colatore non era vicinissimo alla lingottiera altrimenti a quest’ora parlavamo di un morto – scrive la RSU – Vogliamo sottolineare che siamo totalmente in disaccordo con le ricostruzioni che abbiamo letto su internet. A nostro avviso la dinamica dell’incidente non ha nulla a che vedere con tubi d’acqua rotti o impianti di raffreddamento malfunzionanti, al centro dell’accaduto sta la lavorazione vera e propria. Nessun collega di fonderia affermerebbe mai che l’incidente sia stato causato da una perdita, difficilmente crediamo alla fatalità anche se gli incidenti possono accadere, ci chiediamo piuttosto…

- di Redazione

Incidente in fonderia alla KME. Ferito un operaio. Le sue condizioni per fortuna non preoccupano.

Incidente nella notte nel reparto fonderia della KME di Fornaci di Barga. Un uomo, un operaio di una cinquantina di ani residente a Careggine, A.P.B, è rimasto ferito, ma per fortuna le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni. L’uomo è adesso ricoverato in osservazione presso l’ospedale “San Luca”. Ci sarebbe stata una specie di esplosione che si sarebbe verificata in una delle due linee di produzione della fonderia rame. L’incidente sarebbe accaduto verso le 3,30 del mattino presso il reparto fonderia rame. Le notizie sono frammentarie e da confermare. A quello che trapela comunque, per la rottura del sistema di raffreddamento, l’acqua che serve a raffreddare l’impianto, sarebbe entrata in diretto contatto con la colatura del rame in corso. Il contrasto tra l’acqua e l’elevatissima temperatura del rame fuso ha innescato una specie di esplosione. L’operaio, che si trovava nei pressi, è stato sbalzato ad alcuni metri di distanza dall’onda d’urto ma questo ha impedito che venisse colpito dai detriti…

- di Redazione

Grave un 66enne di Barga dopo un incidente a cavallo

Stamani 30 agosto poco prima delle 11 un 66enne nativo di Milano e residente a Barga è caduto da cavallo mentre stava facendo una passeggiata lungo il fiume Serchio nella zona sotto il campo sportivo di Fornaci di Barga. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, appassionato di equitazione, è stato disarcionato dal cavallo, che poi gli è caduto addosso. A dare l’allarme sono stati i compagni che si trovavano con l’uomo e che hanno assistito impotenti all’incidente. La centrale operativa del 118 ha inviato sul posto una ambulanza che ha prestato i primi soccorsi, rendendosi tuttavia immediatamente conto che le condizioni dell’uomo erano piuttosto gravi. Per questo motivo è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso. Pegaso ha raggiunto il campo sportivo di Fornaci di Barga dove nel frattempo è stato trasferito in ambulanza: il 66enne, residente a Barga, è stato poi condotto all’ospedale Cisanello di Pisa con il codice rosso. Ancora da chiarire nel dettaglio la dinamica del brutto incidente. M.P., queste le…

- di Redazione

Auto si ribalta in una scarpata lungo la strada di Loppia.

Brutta avventura questa mattina per una donna quarantenne di Barga rimasta coinvolta in un incidente: la sua auto è uscita di strada e si è riballata in una scarpata. Nonostante il ribaltamento della vettura, le sue condizioni di salute per fortuna non destano preoccupazioni. Tutto è avvenuto questa mattina lungo la SR 445, tra Barga e Loppia. La donna stava procedendo in direzione Fornaci quando, per cause in corso di accertamento da parte della Polizia Municipale di Barga intervenuta per i rilievi, ha perso il controllo del suo monovolume al termine della diritta nei pressi della chiesina delle Palmente. Quasi sicuramente tra le concause l’asfalto reso viscido dalla pioggia caduta in mattinata. L’auto ha sfondato un muretto di protezione e poi si è ribaltata fermando la sua corsa contro un albero. A prestare i primi soccorsi alla donna una volontaria di una Misericordia della Piana ed altri automobilisti tra cui un medico. Sul posto poi è giunta una ambulanza del…

- di Redazione

Incidente a Sommocolonia: in coma uno dei feriti

Si è fatto purtroppo più pesante il bilancio dell’incidente avvenuto ieri lungo la strada di Sommocolonia con il ribaltamento di un furgone e il ferimento di tre uomini che si trovavano a bordo. Uno degli occupanti, quello trasferito con il Pegaso a Pisa per accertamenti, è adesso in coma a causa dei traumi riportati alla testa. La prognosi per lui è riservata. L’uomo è un marocchino residente a Barga e le sue condizioni, come detto, sono andate via, via peggiorando con il trascorrere delle ore. L’uomo è ricoverato presso l’ospedale di Cisanello. Anche gli altri due feriti sono suoi connazionali me le loro condizioni di salute non preoccupano. L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada comunale di Sommocolonia. Il furgone, con a bordo i tre marocchini che lavorano per una azienda agricola di Ponte all’Ania, è uscito fuoristrada e si è ribaltato a causa del surriscaldamento dei freni durante la discesa in direzione Barga.

- di Redazione

Si ribalta un furgone sulla strada per Sommocolonia. Tre feriti

Tre feriti, tutti di nazionalità straniera a quanto risulta, in un incidente stradale avvenuto sulla strada che collega a Sommocolonia, a poche centinaia di metri dal centro montano del comune di Barga. Tre uomini, che lavorano in una cooperativa boschiva di Ponte all’Ania, tutti di nazionalità marocchina, sono rimasti imprigionati in un furgoncino che si è ribaltato per cause ancora in corso di accertamento. Pare comunque che l’incidente sia stato causato dal surriscaldamento dei freni del mezzo che, per tal motivo, non sarebbe riuscito a rallentare in curva, uscendo di strada e ribaltandosi. L’incidente è avvenuto questo pomeriggio, mercoledì 5 agosto. I tre occupanti del mezzo alla fine sono riusciti ad uscire con le proprie forze dall’abitacolo, dopo essere rimasti in trappola nelle lamiere. Nessuno dei tre, secondo le prime informazioni, sarebbe comunque in pericolo di vita fortunatamente anche se per uno dei feriti ė stato necessario il ricovero per accertamenti al “Cisanello” di Pisa. Gli altri due sono stati…

- di Redazione

Grave un ciclista dopo una caduta tra Barga e San Pietro in campo.

Brutto incidente poco fa sulla via Barghigiani nel mondo, che da Barga raggiunge San Pietro in Campo. Un ciclista è rimasto coinvolto con la sua bici da corsa in una brutta caduta nei pressi della salita di Sant’Antonio, la via pedonale che raggiunge il cimitero di Barga. Violentissimo l’urto con l’asfalto ed anche se portava il caschetto di protezione, al personale medico del 118 accorso sul posto le sue condizioni di salute sono apparse subito gravi. Immediata la richiesta di intervento del Pegaso. L’uomo. F.O., circa 45 anni, abitante a Mologno, è stato trasportato allo stadio “Johnny Moscardini” dall’ambulanza della Misericordia del Barghigiano e da qui con il Pegaso è stato trasferito al centro traumatologico di Pisa dopo essere stato intubato e sedato. Preoccupa soprattutto il trauma cranico del ciclista che non ha mai ripreso i sensi dopo la caduta. L’allarme è stato dato dagli automobilisti di passaggio ed i soccorsi sono stati quasi immediati. Ancora si ignora la dinamica…

- 1 di Redazione

Due feriti in un incidente a Ponte all’Ania. Momenti di tensione in paese per la velocità di una delle due auto

Due feriti, due auto seriamente danneggiate e momenti di tensione tra la popolazione e l’artefice dell’incidente. Questo il bilancio dell’incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio a Ponte all’Ania lungo la via Provinciale (SR 445). Le vittime dell’incidente, ferite, ma per fortuna in modo non grave, sono stati i due occupanti delle vetture rimaste coinvolte: una donna ed un uomo, quest’ultimo di nazionalità albanese. Le auto una Lancia Ipsilon ed una BMW di grossa cilindrata La dinamica è ancora in corso di ricostruzione da parte dei Carabinieri dintervenuti sul posto ma è già abbastanza chiara. La Lancia Ipsilon con a bordo la donna, che stava procedendo in direzione Ghivizzano stava svoltando all’interno del parcheggio dove si trova la banca di Ponte all’Ania. Nel senso opposto procedeva, in direzione Fornaci, la BMW che però, dato che a quanto pare viaggiava a forte velocità, non riusciva ad evitare lo scontro con l’utilitaria che aveva ormai pienamente iniziato la manovra. L’impatto ha scaraventato l’auto della…

- 2 di Redazione

Il vice parroco di Barga don Giovanni Cartoni ferito in un incidente sulla SR 445

Barga da stamani in profonda apprensione per il giovane vice parroco don Giovanni Cartoni, rimasto gravemente ferito in un incidente avvenuto ieri notte a Fornaci di Barga, in località Fontanina dell’Amore, sulla SR 445. Il giovane sacerdote si trova ricoverato presso l’Ospedale Cisanello di Pisa dove è già stato sottoposto ad un intervento alla gamba sinistra per la riduzione di una frattura del femmore e dovrà nei prossimi giorni essere presumibilmente operato nuovamente per la probabile frattura a livello della seconda vertebra cervicale. La prognosi rimane per il momento riservata. Don Cartoni, pisano di Gagno, 28 anni, molto apprezzato per il suo lavoro e per il suo impegno in tutta l’unità pastorale di Barga, Sommocolonia e San Pietro in Campo, è rimasto ferito nell’incidente avvenuto lungo la SR 445, in un punto tristemente noto per la sua pericolosità e con alle spalle anche diversi incidenti di cui alcuni mortali, l’ultimo avvenuto nel dicembre di quattro anni fa Dopo una riunione…

- di Redazione

Anziano si ferisce gravenente sui monti di Renaio

Ore 18,20 – Arrivano gli ultimi sviluppi sulla notizia pubblicata poco fa di un uomo rimasto ferito sui monti di Renaio nel comune di Barga. L’uomo, G.G., 70 anni, residente a Miliano, ma originario di Fornaci di Barga dove si trovava in vacanza, non era un cercatore di funghi; è rimasto seriamente ferito dopo una caduta lungo uno dei sentieri che si trovano nei pressi del rifugio della Vetricia. Le sue condizioni sono gravi a causa di un forte trauma cranico. Tutto è accaduto attorno alle 15,30. L’uomo di trovava a trascorrere qualche ora al fresco nei pressi del rifugio “Giovanni Santi” in compagnia della moglie. Dopo pranzo ha deciso di fare una passeggiata in solitaria e proprio mentre stava camminando, per cause ancora da accertare, è scivolato battendo violentemente la testa su alcuni sassi. Fortuna ha voluto che poco distante si trovasse un volontario del Soccorso Alpino di Lucca, residente nella zona, che ha prestato i primi soccorso ed…

- di Redazione

Apprensione per un incidente sul Giovo, fortunatamente nessuno in pericolo di vita

Giornata di lavoro per il servizio di soccorso alpino per un incidente occorso sul versante barghigiano del monte Giovo. Nelle prime ore del pomeriggio di oggi si è reso necessario l’intervento degli esperti del soccorso alpino e dell’elicottero Pegaso del 118 per soccorrere un alpinista caduto in un canalone del Giovo. Sconosciute le generalità e la provenienza dello sfortunato, ignote anche le dinamiche dell’incidente, si sa solo – per fortuna – che non è in pericolo di vita. Nelle prime ore dopo mezzogiorno l’elicottero giallo del primo soccorso ha fatto tappa a Barga suscitando apprensione e curiosità. Lo scalo è stato necessario per far salire a bordo gli alpinisti che hanno collaborato al recupero del ferito, cauto in un luogo particolarmente impervio. Poi il salvataggio e il trasferimento verso un presidio ospedaliero per stabilizzare il ferito che, pur avendo riportato importanti ferite non rischia la vita. (foto Rifugio Giovanni Santi)

- di Redazione

Disposta l’autopsia sul corpo di Hary, emessi anche avvisi di garanzia

L’incidente che ha causato la morte di Hary Marchi ha dei lati ancora da chiarire. Per questo la Procura ha emesso – per il momento solo come atto dovuto – almeno un paio di avvisi di garanzia per concorso in omicidio colposo e disposto l’autopsia sul corpo del giovane per appurare se si sia trattato solo di una tragica fatalità o se in qualche modo ci sono responsabilità.Hary si trovava con i colleghi della cooperativa La Fanaccia a Fobbia, intento a rimuovere tronchi quando un ramo in corso di esser tagliato da altri operai si è spezzato e l’ha colpito violentemente alla nuca. L’intenzione degli inquirenti è capire se l’incidente è stato causato da negligenza o responsabilità di qualcuno e se Hary fosse correttamente equipaggiato con i dispositivi di protezione individuale, casco in primis. Per questo le indagini per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia proseguiranno parallelamente all’autopsia, che dovrà accertare di che tipo sono le lesioni alla testa e se…