Tag: danni

- di Redazione

Maltempo, Coldiretti Toscana: il bilancio dei danni nelle campagne; perdite per milioni tra serre divelte e frutta, verdura e cereali distrutti

Serre distrutte, frutta, verdura e cereali flagellati sono solo alcuni degli effetti delle tempeste di grandine, pioggia e vento che hanno investito la Toscana, colpendo maggiormente la provincia di Arezzo e provocando milioni di euro di danni all’agricoltura. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti Toscana in merito all’ultima ondata di maltempo dei giorni scorsi. La grandine si è abbattuta sulla zona di Arezzo e della Valdichiana colpendo i frutteti devastando le pesche pronte alla raccolta, così come melanzane, peperoni e zucchine, ma sono stati rasi al suolo anche tabacco, girasole e mais, con serre danneggiate e problemi e difficoltà per le strutture agrituristiche. “Quello che è successo nell’aretino è drammatico, le altre province toscane sono state colpite ma non con particolari danni – spiega il Presidente di Coldiretti Toscana Fabrizio Filippi – questo tipo di eventi sono oramai sempre e troppo ricorrenti, l’emergenza di questi giorni, porta a lavorare tutti per trovare le condizioni affinché le risorse siano spese…

- di Redazione

Lupi. Danni indiretti agli allevamenti, presentare la domanda di risarcimento. Stanziati 700 mila euro per due annualità

700 mila euro per risarcire le perdite di produzione dovuti ad attacchi da lupo agli animali allevati. Sono centinaia le aziende zootecniche toscane interessate. Allevamenti che hanno già denunciato e richiesto il risarcimento per la morte di capi di bestiame negli anni 2017 e 2018. Ora, gli allevatori toscani possono richiedere il risarcimento anche per i cosiddetti danni indiretti: perdita di produzione di latte e di carne per i capi predati (ovini, caprini, bovini, bufalini, equini, asinini e suini), nonché per la perdita di eventuali capi abortiti e perdita di produzione di latte e di carne sull’intera unità produttiva, come conseguenza dell’attacco dei lupi. “È già possibile procedere, e c’è tempo fino al 12 luglio, con la domanda di danni indiretti connessi ad eventi predatori del 2017 –spiega Coldiretti Toscana-. Invitiamo gli allevatori interessati a recarsi con sollecitudine negli uffici presenti sul territorio per predisporre la documentazione e la relativa domanda, che deve essere presentata attraverso il sistema informatico di…

- di Redazione

Attacchi da lupo. Al via le domande per danni

Tempi stretti per chi ha subito attacchi da lupo nel corso del 2018, infatti la Regione Toscana ha stabilito che le domande di risarcimento danni devono essere presentate entro il prossimo 31 marzo. Le aziende zootecniche che hanno avuto danni, con perdite di animali, pecore ma anche bovini, equini, asini e suini, potranno presentare la domanda di risarcimento per un indennizzo il cui importo varia secondo il valore commerciale dell’animale ucciso: per gli ovini iscritti al libro genealogico si va dai 1200 euro per un ariete, ai 350 euro  per una pecora. L’intervento, finanziato con risorse della Regione, nasce come momento di sostegno per le imprese zootecniche interessate dagli attacchi di animali predatori che, come denunciato a più riprese da Coldiretti, sono sempre più frequenti e diffusi. L’indennizzo non è soggetto al regime comunitario del “de minimis” (cioè il tetto di 15mila euro in tre anni, di recente portato e 25mila euro) e copre i danni diretti per l’uccisione degli…

- di Redazione

Maltempo 29 e 30 ottobre: 40 mila euro la spesa dei lavori in somma urgenza

Il Comune di Barga ha speso per i lavori di somma urgenza  del maltempo del 29 e 30 ottobre scorso circa 40 mila euro. Lo rende noto la delibera che ufficializza e chiude l’operazione di somma urgenza con interventi effettuati da diverse ditte per conto del comune. Nelle opere di somma urgenza sono state impegnate le ditte Bacci Paolo; Pandolfo Tiziano; Centro Legno Ambiente; Ecovalserchio, Idea Società Agricola, JB Lavori in fune. In totale la spesa necessaria per i vari interventi realizzati sul momento è stata appunto di 40 mila euro.

- di Redazione

Danni maltempo ottobre 2018. Ecco come chiedere i sostegni

L’assessore alla protezione civile del comune di Barga, Pietro Onesti, insieme al sindaco Marco Bonini rendono noto che il Dipartimento Protezione Civile ha attivato le misure di sostegno a privati ed imprese che hanno subito danni a seguito degli eventi di maltempo dell’ottobre 2018. C’è pochissimo tempo per presentare le domande visto che il termine di presentazione all’ufficio protocollo del comune di Barga è per il 13 dicembre entro le 13. Le richieste di contributo riguardano famiglie la cui abitazione principale ed abituale risulta essere stata compromessa nell’integrità funzionale e le imprese, per la immediata ripresa delle attività economiche. Il contributo massimo concesso è di 5 mila euro per le abitazioni e 20 mila per le attività economiche-produttive. Le domande devono essere presentate compilando due appositi moduli, distinti per famiglie ed aziende, che possono essere scaricatala dal sito del comune di Barga (www.comune.barga.lu.it) o presso l’ufficio tecnico di Barga in Largo Roma, 3. Assessore e sindaco, visti i tempi ristretti,…

- 2 di Pier Giuliano Cecchi

Tutto il mondo è paese, ma… Barga piange

Diversi cittadini incontrandomi mi sollecitano a scrivere qualcosa circa il degrado di Barga in genere e specialmente del castello. È questo un compito facile all’apparenza, ma a ben vedere, osservando come vanno le cose in Italia, dove quasi ogni luogo, più o meno grande, lamenta di queste disattenzioni, chiamiamole così, allora si corre il rischio di partecipare a chi la spara più grossa e di concorrere a infondere nelle persone un senso di scoramento. Mi auguro invece sia stimolo condiviso. Premesso ciò, l’idea che qualcosa occorra dire resta pur vera e sempre utile, e così parlare anche della nostra e cara Barga, la Bella Signora Senza Tempo. Chi visita Barga rimane affascinato da un’improvvisa carraia castellana che sale o scende misteriosa, dall’inaspettato apparire della mole del Duomo e del suo massiccio e svelto campanile, dai viali cittadini che salgono o scendono la parte nuova della città, delle antiche e recenti piazze, veri e accoglienti salotti per tutti. Si soffermano e…

- di Redazione

Loculi danneggiati nella parte nuova del cimitero. “Cosimini: risolveremo al più presto il problema”

Da ieri una sezione dei loculi in gestione alla Misericordia di Barga, nella parte nuova del cimitero di Barga, presentano delle lesioni assai visibili che stanno distaccando le lapidi di copertura. Una specie di pressione dall’interno del colombario con le lapidi più basse che si sono anche colorate di marrone. L’area è stata immediatamente transennata per motivi di sicurezza e già ieri c’è stato un primo sopralluogo con la presenza anche del Governatore della Arciconfraternita di Misericordia di Barga., Enrico Cosimini “Sono loculi costruiti una ventina di anni fa – spiega – e che per il momento non avevano dato alcun segno di problema. Si vede chiaramente che le lapidi si stanno distaccando e  tutto è avvenuto in questi giorni . A quanto ci hanno etto i tecnici interpellati potrebbe essere un problema del collante che non regge più e che oltretutto sta aspirando umidità dal terreno. Comunque sia interverremo in modo da risolvere il problema definitivamente dopo la ricorrenza…

- di Redazione

Coldiretti: in arrivo 457mila euro per i danni dei lupi per 2017.

Era il 12 settembre scorso, giorno del lungo faccia a faccia nella sala delle feste del Consiglio regionale della Toscana, tra i pastori di Coldiretti e Marco Remaschi Assessore regionale all’agricoltura e dopo circa trenta giorni è arrivata la prima risposta. La Giunta regionale nella seduta di lunedì scorso 15 ottobre ha assunto la deliberazione (nr.1133) con la quale integra con 357mila euro le risorse per il ristoro dei danni diretti subiti da attacchi di lupi. Quindi le risorse complessivi per i danni 2017 ammontano a 457mila euro e servono a coprire integralmente le domande di indennizzo presentate relative a 590 attacchi denunciati nell’anno. “Si tratta di una prima concreta risposta a fronte di una situazione che nelle campagne resta drammatica per i danni arrecati alle aziende agricole dai predatori – dice Fabrizio Filippi, neo-presidente di Coldiretti Toscana – con attacchi registrati in ogni angolo della regione, con  razzie quotidiane, greggi dimezzate e danni alle stelle. Questi numeri – continua…

- di Redazione

Danni dei lupi, vertice in Regione con gli allevatori di tutta la Toscana

Nelle campagne toscane ormai non passa giorno che gli allevatori non debbano  fare la conta dei danni subiti dagli attacchi dei predatori, lupi e cani inselvatichiti. Nel periodo dal 2014 al 2016 sono state presentate quasi 1400 domande di risarcimento;  danni per un importo complessivo di circa 2,5 milioni di euro. Per il 2017 sono state presentate 590 domande di risarcimento per 460.000 euro, che indennizzano il solo valore degli animali uccisi, a fronte di un danno alle imprese che supera il milione e mezzo di euro. Il 2018 ha continuato a registrare ulteriori pesanti perdite per la zootecnia toscana. “La situazione nelle campagne è drammatica e Coldiretti non abbassa la guardia sulla vicenda dei danni arrecati alle aziende agricole dai predatori -dice Tulio Marcelli, presidente di Coldiretti Toscana – con attacchi registrati in ogni angolo della regione, con  razzie quotidiane, greggi dimezzate e danni alle stelle. Questi numeri – continua Marcelli – non dicono tutto della situazione reale perché…

- 1 di Redazione

Coldiretti, danni dai lupo: “Agli allevatori nemmeno i risarcimenti”

A riscrivere oggi la favola, Cappuccetto Rosso non ha più bisogno di andare nel bosco per incontrare il lupo; è il lupo stesso che si presenta direttamente a casa della fanciulla. Lo ha affermato in un recente intervento la Coldiretti Toscana, sempre più preoccupata di una situazione che da una parte vede la proliferazione dei predatori, lupi e ibridi, e dall’altra non vede nemmeno  l’aiuto concreto agli allevatori. Secondo Coldiretti Toscana il predatore ormai spadroneggia in tutta la campagna toscana. Attacchi quotidiani dalla Lunigiana al Casentino, dal Mugello alla Maremma, dal Chianti al Volterrano; ormai non esistono zone franche e l’incubo si presenta sia di notte che di giorno. E la Valle del Serchio è sicuramente una delle aree interessate dal fenomeno. Coldiretti dichiara che gli allevatori sono esasperati ed i cittadini preoccupati perché la proliferazione dei predatori, lupi ed ibridi, non solo crea seri problemi alle imprese agricole, ma investe anche il rapporto con la popolazione in un numero…

- di Redazione

Contributi danni maltempo a privati. 34 le domande accolte dei barghigiani per un totale di rimborsi di 360 mila euro

Come già riportato ieri, la Provincia di Lucca e i Comuni del territorio hanno ricevuto dalla Regione Toscana l’elenco dei beneficiari per l’ottenimento dei rimborsi per i danni subiti dai privati a seguito degli eventi calamitosi accaduti tra marzo 2013 e marzo 2015. In particolare si tratta delle emergenze a seguito di episodi per i quali è stato riconosciuto lo stato di emergenza nazionale che hanno colpito i Comuni della provincia tra Piana di Lucca, Mediavalle e Garfagnana, Versilia costiera e Alta Versilia. Ai privati che hanno presentato domanda entro il 29 settembre 2016 è stato riconosciuto un contributo fino all’80% del danno subìto per le prime case e fino al 50% per le altre abitazioni.La procedura di erogazione prevede il riconoscimento di un credito d’imposta grazie ad una convenzione siglata dal Dipartimento Nazionale di Protezione civile con l’Associazione Bancari Italiani.“Ora – come ha spiegato anche ieri il consigliere provinciale Nicola Boggi – la fase finale della procedura contributiva passa…

- di Redazione

Rimborsi ai privati colpiti da maltempo. Passi avanti importanti nella procedura

La Provincia di Lucca e i Comuni del territorio hanno ricevuto dalla Regione Toscana l’elenco dei beneficiari per l’ottenimento dei rimborsi per i danni subiti dai privati a seguito degli eventi calamitosi accaduti tra marzo 2013 e marzo 2015. In particolare si tratta delle emergenze a seguito di episodi per i quali è stato riconosciuto lo stato di emergenza nazionale che hanno colpito i Comuni della provincia tra Piana di Lucca, Mediavalle e Garfagnana, Versilia costiera e Alta Versilia. Si concretizza, quindi, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della delibera del Consiglio dei Ministri del 29 dicembre 2016, la lunga procedura contributiva avviata a livello nazionale dal Dipartimento di Protezione civile relativa agli eventi calamitosi per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale e che aveva visto la Provincia di Lucca farsi promotrice di alcuni incontri con i rappresentanti dei Comuni e delle Unioni dei Comuni tra settembre e novembre scorsi. “Un passo in avanti deciso verso…