Tag: danni

- di Redazione

Entro il 7 agosto le domande per i contributi dei danni del maltempo di novembre-dicembre 2019

BARGA – Danni a privati ed imprese legati però al maltempo del novembre-dicembre 2019. L’assessore ai lavori pubblici Pietro Onesti rende noto che i  Dipartimento della Protezione Civile ha attivato le prime misure di sostegno. Le richieste di contributo sono finalizzate al recupero della funzionalità della abitazione principale abituale e continuativa o della sede dell’attività economica e produttiva. Chi ha avuto in tal senso danni può contare su un contributo massimo concedibile di € 5.000  per le abitazioni e € 20.000  per le attività economi che-produttive. Le domande di contributo dovranno essere presentate esclusivamente compilando due appositi modelli (diversi per privati ed imprese) che sono scaricabili sul  sito del Comune di Barga (www.comune.barga.lu.it) o ritirati presso l’ufficio Tecnico -Area Lavori Pubblici  in Largo Roma 3, Barga – nei giorni dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Le domande dovranno essere presentate improrogabilmente entro le ore 23,59 del giorno 7 agosto: Per le attività  economiche via PEC all’indirizzo…

- di Redazione

Maltempo in agricoltura, al via ricognizione danni. Segnalazioni sul portale Artea

Una ricognizione dei danni subiti dalle produzioni agricole per verificare la sussistenza delle condizioni necessarie alla richiesta dello stato di calamità naturale. Ad avviarla è la Regione che invita le aziende agricole che hanno subito danni a seguito delle piogge alluvionali che hanno interessato varie zone della Toscana nei giorni scorsi, a segnalarli tramite Artea, l’organismo pagatore in agricoltura della Regione Toscana. Sul sito di Artea è stata aperta una scheda di segnalazione cui si accede con il modulo ID20402. Le segnalazioni possono essere presentate fino alle 13 del 30 giugno 2020.    (source)

- di Redazione

Uniti per Gallicano: interpellanza al sindaco sui danni del 4 giugno

Eventi alluvionali del 4 giugno. Interrogazione al Sindaco sui danni riportati dal territorio In relazione ai danni causati dalle forti piogge cadute nella serata del 4 giugno scorso nel comune di Gallicano,  nelle località del Capoluogo e delle frazioni, con una interpellanza il gruppo di opposizione Uniti per Gallicano si rivolge al Sindaco per chiedere che riferisca in ordine ad alcune questioni attinenti la mancata attenzione alla salvaguardia e messa in sicurezza del territorio: “ritenendo responsabile per incuria l’attuale amministrazione, dei danni arrecati, sia materiali che morali, agli abitanti delle zone colpite. In particolare, il Gruppo Uniti per Gallicano,  chiede di sapere: “Per quanto attiene i danni riportati nel Capoluogo, presso l’abitato di Via Falce e Via Roma, perché nonostante i lavori eseguiti dal 2000 in poi, con la creazione di briglie e opere di canalizzazione e con la realizzazione, nel 2017 di una vasca di decantazione ad opera del Consorzio di Bonifica, non si è raggiunta la messa in…

- di Redazione

Progetto comune: danni da eventi alluvionali, di chi la responsabilità?

BARGA – Il gruppo Consiliare Progetto Comune, esorta il comkune di Barga a dover provvedere urgentemente alla regimazione delle acque su tutto il territorio comunale; punto peraltro presente nel proprio programma elettorale come pure  la volontà e l’intenzione di provvedere periodicamente alla manutenzione ordinaria di fossi, griglie, zanelle e torrenti che: “Nel susseguirsi delle amministrazioni sempre targate PD, è sempre stata trascurata nel corso degli anni. Dal giorno in cui abbiamo preso parte all’attuale amministrazione, non ci siamo certamente dimenticati dei nostri intenti, ed è per questo che abbiamo più volte segnalato al Sindaco situazioni di pericolo e di incuria di tombini e zanelle, invitando lo stesso a provvedere alla loro sistemazione e alla loro pulizia. Stessa segnalazione è stata fatta per il fosso di Mologno sia al Sindaco che alle Autorità competenti, ma nessuno ha mai provveduto a metterlo in sicurezza. Quest’ultimo disastro poteva e doveva essere evitato”. Per Progetto comune, che pur riconosce che quello del giorno 4…

- di Redazione

Maltempo Barga, stima approssimativa, ma danni pubblici per circa un milione di euro. Ecco le foto del Parco Kennedy

BARGA – Ci vorrà forse un milione di euro per rimediare agli ingenti danni a strade, monumenti, parchi ed altre strutture pubbliche, causati dal nubifragio del 4 giugno scorso. E’ una prima stima approssimativa, che poi dovrà essere verificata con successive verifiche danno per danno, ma sono dati che preoccupano la prima cittadina Caterina Campani, oggi apparsa visibilmente provata da questi giorni difficili; peraltro giunto dopo mesi già non facili con l’emergenza sanitaria del coronavirus. Saranno fondamentali più che mai gli aiuti che potranno arrivare da enti sovracomunali, a cominciare da Regione e Governo e l’auspicato riconoscimento della calamità naturale a livello regionale è il primo passo. Impossibile infatti per un solo comune poter far fronte a tanti e tani ingenti spese in questi momenti già complicati. Intanto, per la cronaca e per la storia, queste sono le immagini dei danni causati dall’acqua che ha invaso come un fiume in piena il parco Kennedy, a causa della rottura del tubone…

- 1 di Redazione

Mastronaldi: qui manca l’opera di prevenzione per il territorio

La difesa del suolo èimportante, si interviene sempre con somme urgenze quando ormai le cose sono successe. Se è vero che non si possono prevedere determinati tipi di scenari, dovrebbe però essere attuata una prevenzione, quantomeno per quello che concerne la manutenzione ordinaria. Così Luca Mastronaldi ex candidato a sindaco a Barga ed ex consigliere comunale, responsabile del dipartimento Montagna e zone disagiate Fratelli d’Italia . “Negli anni si è permesso di costruire nuove abitazioni,in luoghi dove erano presenti canali ecc Cosa volevamo pretendere? La natura dicevano i vecchi si riprenderà i suoi spazi. Le segnalazioni dei cittadini che si trovano costretti a ripulire le proprie abitazioni,ogni volta che c’è un temporale rimangano inascoltate Si cari amministratori rimangono inascoltate, non esiste più una manutenzione del territori ordinaria. Tutti gli enti,regione provincia, comuni , unione dei comuni ecc fanno alla meno e spesso si rimpallano le responsabilità. Non ci sono soldi? Una manutenzione ordinaria, un piano di controllo idrogeologico del territorio,una…

- di Redazione

Maltempo, Coldiretti Toscana: il bilancio dei danni nelle campagne; perdite per milioni tra serre divelte e frutta, verdura e cereali distrutti

Serre distrutte, frutta, verdura e cereali flagellati sono solo alcuni degli effetti delle tempeste di grandine, pioggia e vento che hanno investito la Toscana, colpendo maggiormente la provincia di Arezzo e provocando milioni di euro di danni all’agricoltura. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti Toscana in merito all’ultima ondata di maltempo dei giorni scorsi. La grandine si è abbattuta sulla zona di Arezzo e della Valdichiana colpendo i frutteti devastando le pesche pronte alla raccolta, così come melanzane, peperoni e zucchine, ma sono stati rasi al suolo anche tabacco, girasole e mais, con serre danneggiate e problemi e difficoltà per le strutture agrituristiche. “Quello che è successo nell’aretino è drammatico, le altre province toscane sono state colpite ma non con particolari danni – spiega il Presidente di Coldiretti Toscana Fabrizio Filippi – questo tipo di eventi sono oramai sempre e troppo ricorrenti, l’emergenza di questi giorni, porta a lavorare tutti per trovare le condizioni affinché le risorse siano spese…

- di Redazione

Lupi. Danni indiretti agli allevamenti, presentare la domanda di risarcimento. Stanziati 700 mila euro per due annualità

700 mila euro per risarcire le perdite di produzione dovuti ad attacchi da lupo agli animali allevati. Sono centinaia le aziende zootecniche toscane interessate. Allevamenti che hanno già denunciato e richiesto il risarcimento per la morte di capi di bestiame negli anni 2017 e 2018. Ora, gli allevatori toscani possono richiedere il risarcimento anche per i cosiddetti danni indiretti: perdita di produzione di latte e di carne per i capi predati (ovini, caprini, bovini, bufalini, equini, asinini e suini), nonché per la perdita di eventuali capi abortiti e perdita di produzione di latte e di carne sull’intera unità produttiva, come conseguenza dell’attacco dei lupi. “È già possibile procedere, e c’è tempo fino al 12 luglio, con la domanda di danni indiretti connessi ad eventi predatori del 2017 –spiega Coldiretti Toscana-. Invitiamo gli allevatori interessati a recarsi con sollecitudine negli uffici presenti sul territorio per predisporre la documentazione e la relativa domanda, che deve essere presentata attraverso il sistema informatico di…

- di Redazione

Attacchi da lupo. Al via le domande per danni

Tempi stretti per chi ha subito attacchi da lupo nel corso del 2018, infatti la Regione Toscana ha stabilito che le domande di risarcimento danni devono essere presentate entro il prossimo 31 marzo. Le aziende zootecniche che hanno avuto danni, con perdite di animali, pecore ma anche bovini, equini, asini e suini, potranno presentare la domanda di risarcimento per un indennizzo il cui importo varia secondo il valore commerciale dell’animale ucciso: per gli ovini iscritti al libro genealogico si va dai 1200 euro per un ariete, ai 350 euro  per una pecora. L’intervento, finanziato con risorse della Regione, nasce come momento di sostegno per le imprese zootecniche interessate dagli attacchi di animali predatori che, come denunciato a più riprese da Coldiretti, sono sempre più frequenti e diffusi. L’indennizzo non è soggetto al regime comunitario del “de minimis” (cioè il tetto di 15mila euro in tre anni, di recente portato e 25mila euro) e copre i danni diretti per l’uccisione degli…

- di Redazione

Maltempo 29 e 30 ottobre: 40 mila euro la spesa dei lavori in somma urgenza

Il Comune di Barga ha speso per i lavori di somma urgenza  del maltempo del 29 e 30 ottobre scorso circa 40 mila euro. Lo rende noto la delibera che ufficializza e chiude l’operazione di somma urgenza con interventi effettuati da diverse ditte per conto del comune. Nelle opere di somma urgenza sono state impegnate le ditte Bacci Paolo; Pandolfo Tiziano; Centro Legno Ambiente; Ecovalserchio, Idea Società Agricola, JB Lavori in fune. In totale la spesa necessaria per i vari interventi realizzati sul momento è stata appunto di 40 mila euro.

- di Redazione

Danni maltempo ottobre 2018. Ecco come chiedere i sostegni

L’assessore alla protezione civile del comune di Barga, Pietro Onesti, insieme al sindaco Marco Bonini rendono noto che il Dipartimento Protezione Civile ha attivato le misure di sostegno a privati ed imprese che hanno subito danni a seguito degli eventi di maltempo dell’ottobre 2018. C’è pochissimo tempo per presentare le domande visto che il termine di presentazione all’ufficio protocollo del comune di Barga è per il 13 dicembre entro le 13. Le richieste di contributo riguardano famiglie la cui abitazione principale ed abituale risulta essere stata compromessa nell’integrità funzionale e le imprese, per la immediata ripresa delle attività economiche. Il contributo massimo concesso è di 5 mila euro per le abitazioni e 20 mila per le attività economiche-produttive. Le domande devono essere presentate compilando due appositi moduli, distinti per famiglie ed aziende, che possono essere scaricatala dal sito del comune di Barga (www.comune.barga.lu.it) o presso l’ufficio tecnico di Barga in Largo Roma, 3. Assessore e sindaco, visti i tempi ristretti,…

- 2 di Pier Giuliano Cecchi

Tutto il mondo è paese, ma… Barga piange

Diversi cittadini incontrandomi mi sollecitano a scrivere qualcosa circa il degrado di Barga in genere e specialmente del castello. È questo un compito facile all’apparenza, ma a ben vedere, osservando come vanno le cose in Italia, dove quasi ogni luogo, più o meno grande, lamenta di queste disattenzioni, chiamiamole così, allora si corre il rischio di partecipare a chi la spara più grossa e di concorrere a infondere nelle persone un senso di scoramento. Mi auguro invece sia stimolo condiviso. Premesso ciò, l’idea che qualcosa occorra dire resta pur vera e sempre utile, e così parlare anche della nostra e cara Barga, la Bella Signora Senza Tempo. Chi visita Barga rimane affascinato da un’improvvisa carraia castellana che sale o scende misteriosa, dall’inaspettato apparire della mole del Duomo e del suo massiccio e svelto campanile, dai viali cittadini che salgono o scendono la parte nuova della città, delle antiche e recenti piazze, veri e accoglienti salotti per tutti. Si soffermano e…