Politica ed amministrazione

- di Redazione

Nuove pianticelle nelle aiuole di  Fornaci di Barga

FORNACI –  Continua il progetto del comune di Barga per rinnovare il verde nelle aiuole pubbliche di Fornaci. Oggi si è conclusa la piantumazione  degli alberi mancanti nel Piazzale Don Minzoni oltre che la riqualificazione  dell’aiuola davanti alla chiesa del Cristo Redentore con l’inserimento di tre piante di agrifoglio. L’operazione, ha commentato nell’occasione il consigliere comunale con delega a Fornaci, Sergio Suffredini, è stata possibile grazie al contributo economico di due importanti realtà associative del paese: l’associazione Fornaci 2.0 e  il gruppo Donatori e Marciatori FIDAS. Importante è stata anche una sponsorizzazione tecnica da parte dell’Azienda agricola  Fiori Rita di Poli Barbara. “Siamo orgogliose .- hanno aggiunto la sindaca di Barga Caterina Campani con l’assessora Francesca Romagnoli – che un altro tassello del progetto del  verde sia stato realizzato grazie al contributo delle associazioni del territorio che lo frequentano e lo rendono vivo. Un ringraziamento sincero da parte di tutta l’amministrazione.”

- di Redazione

Pediatria, Progetto Comune “Tempi sbagliati per risolvere la questione, ora disagi per i genitori e le famiglie”

Sulla questione dell’uscita di scena del ruolo di pediatra per la comunità barghigiana, dopo il trasferimento della dottoressa Fossi nell’ambito di Lucca, interviene anche il gruppo di opposizione Progetto Comune  che con i consiglieri Francesco Feniello, Andrea Salvoni e Claudio Gonnelli, chiede che venga immediatamente ripristinato il servizio sul territorio di Barga ed invita anche i consiglieri Regionali ad intervenire. A Progetto comune non è piaciuta in questo contesto nla reazione della sindaca Caterina Campani la cui presa di posizione doveva essere più forte e soprattutto non doveva intervenire a cose fatte: “L’azienda, come dice il sindaco – dichiara Progetto Comune –  non deve lavorare da subito per sostituire il pediatra, perché avrebbe già dovuto farlo prima che la Dott.ssa Fossi si trasferisse altrove.” Insomma un’altra problematica che dimostra secondo il gruppo che la sanità in Valle del Serchio “naviga a vista”. “Purtroppo non solo quella – continua Progetto Comune – Manca qualsiasi tipo di programmazione ed i cittadini si…

- di Redazione

Ungulati, Confagricoltura Toscana: “Ok rafforzamento delle polizie provinciali,  ma la svolta è dare più potere agli agricoltori”

FIRENZE  – “Bene il rafforzamento delle funzioni delle polizie provinciali per fronteggiare gli ungulati, ma la svolta passa dal coinvolgimento attivo degli agricoltori”. Così il presidente di Confagricoltura Toscana, Marco Neri, commenta gli indirizzi appena approvati dalla Giunta regionale toscana sul controllo e il contenimento degli ungulati in ambito agricolo e urbano. “La direzione è quella giusta – continua Neri – però non ci si può fermare qui, perché è evidente che per far fronte all’emergenza ungulati non basta l’impegno delle polizie provinciali. Bisogna dare un ruolo importante anche agli agricoltori: la Regione Lombardia, ad esempio, ha appena approvato una delibera che consente a proprietari e conduttori di terreni danneggiati di chiedere l’impiego di altri due operatori autorizzati al controllo selettivo degli ungulati”.

- di Redazione

Agricoltura, su contenimento ungulati si rafforzano gli indirizzi per le polizie provinciali

TOSCANA (Fonte Toscana Notizie)  –  Controllo e contenimento degli ungulati: si rafforzano e si rendono più efficaci le funzioni delle polizie provinciali in Toscana. Lo stabiliscono gli indirizzi appena approvati dalla Giunta regionale che regolano i compiti delle polizie provinciali ripartiti sulla base di criteri che tengono conto delle caratteristiche strutturali di ciascuna provincia e della Città metropolitana di Firenze. In particolare, gli indirizzi prevedono che si agisca un maggior controllo degli ungulati in ambito agricolo; che in ambito urbano si prediligano le trappole di cattura e, infine, che sia favorito l’intervento in difesa del proprio allevamento da parte dei proprietari o dei conduttori dei fondi muniti di licenza di caccia. “Stiamo mettendo in campo tutti gli strumenti che riteniamo più efficaci per gestire il problema ungulati – spiega la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – sia in ambito agricolo che in ambito urbano. Tra questi, senza dubbio, ci sono le funzioni delle polizie provinciali,  che rispondono a pieno alle…

- di Redazione

Campani: “Barga deve riavere al più presto un pediatra di riferimento per il territorio”

BARGA – La decisione della Dott.ssa Fossi di trasferirsi a Lucca per altro incarico, comporta una riorganizzazione del servizio di pediatria territoriale. La sindaca di Barga Caterina Campani si dice preoccupata per questa situazione che sta generando, sottolinea, apprensione nelle famiglie. “In  questa fase transitoria – dichiara – l’azienda sanitaria ha deciso di aumentare il massimale per i pediatri della zona, in attesa del nuovo titolare del posto di pediatra per Barga. Questo permette di sopperire al momento di difficoltà ed a non lasciare le famiglie senza un pediatra, dato che possono rivolgersi a quelli presenti in Valle del Serchio; la Sindaca sottolinea che  questa soluzione non può e non deve durare a lungo e deve essere temporanea”. La prima cittadina di Barga chiede infatti all’azienda sanitaria Toscana Nord Ovest di intervenire velocemente in questo periodo, per far sì che al più presto, il ruolo rimasto vacante su Barga venga coperto: “Barga deve avere un pediatra di riferimento sul territorio,…

- di Redazione

Imposta di soggiorno. “Il Comune ha scelto il momento sbagliato”

BARGA – “Questo è il momento sbagliato per indire l’imposta di soggiorno per i turisti che arriveranno nel comune di Barga. “ Lo dice Progetto Comune, il gruppo di opposizione in consiglio comunale, con il suo capogruppo Francesco Feniello. Gruppo che infatti ha votato contro la tassa di soggiorno nel corso del consiglio in cui è stato approvato il regolamento. “In piena pandemia – scrive Progetto Comune – la maggioranza, si sveglia dal letargo e decide di istituire l’imposta di soggiorno con decorrenza maggio 2022. Secondo noi non solo è un momento sbagliato ma anche le modalità con cui è arrivata in consiglio la proposta sono da censurare. Infatti i consiglieri di opposizione e gli operatori del settore hanno appreso della proposta a cose fatte. Un aperto dialogo tra le varie associazioni di categoria e i gruppi consiliari avrebbe portato a situazioni dove la disponibilità al cambiamento sarebbe stata più condivisa e partecipata. Non come è successo, con l’imposizione senza…

- di Redazione

Autolinee Toscane – Emergenza Covid: servizio regolare in provincia di Lucca per il 3 febbraio

FIRENZE – Anche per la giornata di domani, giovedì 3 febbraio 2022, a causa di malattie e quarantene legate al Covid che stanno interessando molti conducenti, sono previste riduzioni dei servizi urbani ed extraurbani di Autolinee Toscane in tutto il territorio regionale. In totale domani mancheranno per cause, direttamente o indirettamente, legate al Covid, 423 conducenti. Grazie al lavoro straordinario degli uffici movimento, che si occupano di rimodulare quotidianamente il servizio dando, dove necessario, priorità a corse scolastiche e per pendolari, nonché al contributo degli autisti che si rendono disponibili a coprire i turni scoperti con straordinari, sono sempre meno le province che continuano ad avere alcune criticità nei servizi: si tratta di Firenze, Prato e Pisa e, in minima parte a Siena e Grosseto. Nel Dipartimento Nord, 128 autisti saranno assenti causa malattie-infortuni-covid: gli autisti assenti a Massa Carrara saranno 20, 32 a Lucca, 34 a Pisa e 42 a Livorno. In provincia di Lucca, è davvero una buona…

- di Redazione

Bus: venerdì 4 febbraio sciopero di 4 ore. Gli orari dello sciopero sono differenziati per città e provincie

TOSCANA – Venerdì 4 febbraio 2022 i bus di Autolinee Toscane potrebbero subire ritardi o cancellazioni di corse a causa di due scioperi, uno nazionale di 4 ore indetto da USB e due aziendali di 4 ore indetti separatamente da COBAS Lavoro Privato e FAST Slm Cofnsal.   Lo sciopero è così articolato: Nelle province di FIRENZE, PRATO, PISTOIA, MONTECATINI, LIVORNO, LUCCA, AREZZO, SIENA e GROSSETO e PIOMBINO/VAL DI CORNIA Dalle 17.30 alle 21.30 per gli addetti al movimento e al personale viaggiante, alla biglietteria, al rifornimento, ai depositi. 4 ore a fine turno per addetti alle officine e agli uffici   La regolarità del servizio dei bus e delle biglietterie di Autolinee Toscane dipenderà dal livello di adesione allo sciopero. Lo sciopero è stato indetto da USB per protestare contro l’assenza di un piano di investimenti a livello nazionale nei servizi pubblici essenziali e da COBAS Lavoro Privato e FAST Slm Confsal per chiedere migliori condizioni di lavoro a…

- di Redazione

Fratelli d’Italia: scelti i propri candidati per Camaiore e Bagni di Lucca. Sono stati proposti agli alleati di centro destra

BAGNI DI LUCCA E CAMAIORE – FDI punta sulle donne: Claudia Bonuccelli e Anna Maria Frigo sono le candidate che Fratelli d’Italia indicherà agli alleati di centro destra, per le elezioni amministrative in programma nel 2022 nei Comuni rispettivamente di Camaiore e Bagni di Lucca. “Il Coordinamento Provinciale di Fratelli d’Italia ha individuato, in modo unanime, i nomi da presentare al tavolo degli alleati, in vista della imminente scelta delle candidature alle prossime comunali: si tratta di Claudia Bonuccelli e Anna Maria Frigo; il nostro partito, guidato da Giorgia Meloni, attualmente unica donna leader di partito nel panorama nazionale, ha scelto ancora una volta la competenza e il valore femminile.  Capacità, esperienza politica, conoscenza del territorio: queste le caratteristiche che accomunano Bonuccelli e Frigo, che ci auguriamo diventino le candidate di tutto il centro destra per due Comuni importanti della Provincia di Lucca; Camaiore e Bagni di Lucca hanno bisogno di un cambio di rotta e di un concreto rilancio, dopo…

- di Redazione

Ancora aperte le iscrizioni per la scuola dell’infanzia di Calavorno

CALAVORNO – Posticipato il termine per le iscrizioni alla scuola dell’infanzia di Calavorno: c’è tempo ancora fino al 4 febbraio per inviare la richiesta per l’anno scolastico 2022/2023. I genitori degli iscritti potranno usufruire anche del servizio di pre e post scuola attivo all’istituto di Calavorno: un supporto  necessario messo a disposizione dell’amministrazione comunale, che consente di conciliare al meglio le esigenze lavorative e quelle familiari. Le entrate e le uscite sono attive tutti i giorni, dal lunedì al venerdì: i bambini iscritti alla scuola dell’infanzia di Calavorno potranno entrare dalle 7.45 alle 8.15 ed essere recuperati tra le 16.30 e le 18. Gli alunni saranno affidati a personale competente e specializzato e sarà garantita la copertura assicurativa.  

- di Redazione

Autolinee Toscane – Emergenza Covid: servizio e riduzioni previste per martedì 1 febbraio

LUCCA – Anche per la giornata di domani, martedì 1° febbraio 2022, a causa di malattie e quarantene legate al Covid che stanno interessando molti conducenti, sono previste riduzioni dei servizi urbani ed extraurbani di Autolinee Toscane in tutto il territorio regionale. In totale domani mancheranno per cause, direttamente o indirettamente, legate al Covid, 423 conducenti. Grazie al lavoro straordinario degli uffici movimento, che si occupano di rimodulare quotidianamente il servizio dando, dove necessario, priorità a corse scolastiche e per pendolari, nonché al contributo degli autisti che si rendono disponibili a coprire i turni scoperti con straordinari, sono sempre meno le province che continuano ad avere alcune criticità nei servizi: si tratta di Firenze, Prato e Pisa e, in minima parte Siena e Lucca. Nel Dipartimento Nord, 140 autisti saranno assenti causa malattie-infortuni-covid: gli autisti assenti a Massa Carrara saranno 17, 41 a Lucca, 34 a Pisa e 48 a Livorno. Di seguito l’elenco delle criticità previste per domani sul nostro…

- 1 di Redazione

Ristori Covid per centri storici e comuni termali o in zona rossa: domande fino al 25 febbraio

TOSCANA (Fonte Toscana Notizie) -Tre settimane in più di tempo. Per i ristori destinati alle imprese commerciali, turistiche e della ristorazione dei centri storici di tutti i comuni toscani, ma anche dei comuni termali o finiti in ‘zona rossa’ con un’ordinanza nel 2021, danneggiate dalla pandemia,si allunga fino alle ore 17 del 25 febbraio il termine per presentare domanda. Alle quasi tre settimane iniziali – il bando scadeva il 4 febbraio – se ne aggiungono dunque altrettante. E’ previsto un contributo di 2500 euro per attività. Per goderne occore poter dimostrare un calo di fatturato, tra il 2019 e il 2020, di almeno il 30 per cento. Chi ha avviato l’impresa nel 2020, nell’impossibilità di un confronto tra i due anni,  si vedrà riconoscere un contributo forfettario di mille euro. L’aiuto potrà essere cumulato anche con eventuali altri ristori ricevuti in precedenza, naturamente al massimo fino a concorrenza delle perdite dichiarate: in questo caso le aziende saranno collocate in fondo…