Salotti vola al Royal Opera House di Muscat

-

FORNACI – Sono giorni di intenso lavoro, quelli del pianista Massimo Salotti, già docente presso le Scuole Medie ad Indirizzo Musicale di Castelnuovo Garfagnana e Piazza al Serchio e direttore recentemente confermato nel suo incarico dalla Associazione Sinfonia di Lucca, che è stato selezionato dalla segreteria del “Mascagn Festivali” per una importante collaborazione con il Royal Opera House di Muscat(Oman), una delle città più antiche del Medio Oriente.

Nel mese in cui il pianista Salotti si appresta a festeggiare i suoi 25 anni di attività artistica (1997-2022), l’apprezzato musicista fornacino si trova dunque proprio in Oman a seguire la prestigiosa produzione che aprirà la stagione 2022/2023 del Teatro.

Nella splendida cornice della Opera Galeria interna al teatro, Salotti si è esibito per il “Lunch concert gala”, il concerto di apertura della stagione lirica del teatro omanita, alla presenza delle più importanti cariche istituzionali e musicali omanite ed europee.

Il programma del concerto era basato su una selezione delle arie più famose dell’opera “La Traviata” di Giuseppe Verdi ed è stato l’evento di anteprima dell’omonima opera che proprio oggi, 22 settembre, andrà in scena con la partecipazione del leggendario Placido Domingo, dell’amatissimo Vittorio Grigolo e di una straordinaria Nino Machaidze.

La prestigiosa serata ha visto la presenza di due artisti selezionati dalla Mascagni Academy del Teatro Goldoni di Livorno: Noemi Umani che ha interpretato il ruolo di Violetta e Vladimir Reutovquello di Alfredo Germont; insieme a loro si è esibito il baritono Daniele Terenzi nel ruolo di padre Germont. Il concerto, al quale hanno partecipato gli Omani Choir Group, ha riscosso eccellenti apprezzamenti e parole di elogio per tutti i musicisti presenti e per il direttore artistico del Festival Mascagni, il Marco Voleri, che proprio qualche hanno fa abbiamo apprezzato in una toccante intervista durante il Festival locale “Fornaci IN…canto”.

«E’ un altro piccolo successo delle attività del dipartimento Mascagni del teatro Goldoni – ha sottolineato il direttore artistico Marco Voleri – la Mascagni Academy, nata da appena due anni, ha permesso a 48 cantanti provenienti da 15 paesi di studiare, approfondire il repertorio verista e della giovane scuola italiana a Livorno, in specifiche sessioni di studio con insegnanti di livello mondiale. Abbiamo fatto debuttare tutti i cantanti nelle opere prodotte nelle ultime due edizioni del festival ed in numerosi concerti.

E’ per me una grande soddisfazione vederli impegnati in una produzione di prestigio internazionale, cosa già accaduta in questi due anni in Portogallo e Israele».

Per Salotti, oltre che l’ennesima conferma del suo apprezzato e sempre più richiesto pianismo, anche le parole del Placido Domingo, che hanno reso ancor più entusiasmante questa esperienza internazionale.

Il miglior modo per festeggiare un anniversario ed un anno memorabile per Salotti, con tanti concerti al fianco di artisti di primo livello (ricordiamo anche lo spettacolo “Mascagni VS Verga” con i due attori Alessandro Preziosi e Marco Bocci) e soprattutto produzioni di livello internazionale.

La prima de “La Traviata” al Royal Opera House di Muscat sarà ripreso e trasmesso anche dalla Rai nelle prossime settimane.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.