Per la legge per punire la propaganda fascista. Stamani la firma del senatore Marcucci

-

BARGA – Una legge  per punire chi fa propaganda di fascismo e nazismo anche online, è il progetto che parte dal comune di Stazzema  e per il quale si stanno raccogliendo le firme possibili in tutti gli uffici anagrafe dei comuni.

Stamani a Barga, a firmare, anche il senatore Andrea Marcucci capogruppo DEM al Senato, accompagnato dal segretario comunale dem di Barga Marco Bonini e dalla sindaca Caterina Campani con la capogruppo Maresa Andreotti; anche loro hanno firmato.

La proposta di legge punta a punire chiunque propaganda i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco  con la reclusione da sei mesi a due anni. Si propone peraltro di aumentare di un terzo la pena se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici.

Per partecipare alla raccolta di firme i cittadini possono recarsi nel proprio palazzo comunale, agli uffici urp o all’anagrafe elettorale, dipende dalle disposizioni, ma per qualsiasi informazione basta contattare il comune di residenza. Per aderire è necessario firmare il modulo di proposta di legge fornendo i propri dati anagrafici. La normativa prevede un minimo di 50mila firme che devono essere raccolte entro il 31  marzo.

Su Facebook, per avere maggiori informazioni, è possibile visitare anche la pagina ‘Legge Antifascista Stazzema

 

 

 

 

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.