Miracolo a Fornaci: Milvio Sainati racconta il Primo maggio

-

Si avvia verso la conclusione la rassegna Voltiamo pagina, organizzata da Comune di Barga, editrice Tralerighe e associazioni Pro Loco, Unitre e Cento Lumi. Durante l’estate, in particolare nel giardino di Villa Gherardi e in piazza Verzani (San Felice), a molti autori, locali e non, è stata data la possibilità di raccontare il loro lavoro davanti a un pubblico sempre numeroso e attento.

Giovedì 17 settembre a Villa Gherardi (ore 18), Milvio Sainati presenterà il suo “Un miracolo a Fornaci: il Primo Maggio”, dedicato ad una delle rassegne più importanti e storiche delle Valla del Serchio. Milvio Sainati è stato uno dei fondatori della manifestazione; il libro è il suo omaggio ai sessant’anni dell’evento che si sarebbero dovuti celebrare nel 2020, rimandati a causa del Coronavirus.

In 124 pagine, Sainati racconta la storia del Primo Maggio, tramite gli occhi di chi c’era quando tutto è iniziato, ma anche tramite tante fotografie e ricordi dei suoi personaggi: i fatti, i luoghi e le persone che hanno contribuito allo sviluppo di quella che era nata come “mostra della motorizzazione” ed è divenuto appuntamento unico in provincia di Lucca. A presentare la serata, in rappresentanza dell’organizzazione, la dottoressa Sara Moscardini del direttivo Cento Lumi e direttore della sezione di Barga dell’Istituto Storico Lucchese.

Il successivo e ultimo appuntamento con Voltiamo Pagina sarà invece sabato 26 settembre in piazza del Comune con Marisa Pensato che parlerà del suo “Ali nel buio”: il racconto di donne che hanno conosciuto il “cancro al seno”. Un viaggio attraverso molte esperienze di vita, per ritrovarsi e rispecchiarsi. Un libro per imparare a riconoscere quanto le emozioni possano influire nel grande grido di dolore che a volte scuote il nostro corpo. Introdurrà la serata Paola Marchi, presidente dell’associazione Cento Lumi. L’evento è organizzato in collaborazione con la commissione pari opportunità del Comune di Barga e l’associazione Il Ritrovo di Roberta di Pontecosi.

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*