Metalmeccanici, due ore di sciopero il 31 ottobre anche in provincia: per i sindacati troppe situazioni delicate in Valle del Serchio

-

FORNACI – Da parte dei sindacati (FIM FIOM e UILM), è stato proclamato in provincia di Lucca uno sciopero di due ore per giovedì 31 ottobre al fine di tenere assemblee in tutti i luoghi di lavoro e discutere con lavoratori e lavoratrici sulla mobilitazione necessaria nei confronti delle imprese, del Governo e del Parlamento. Tutto ciò nell’ottica di contrastare le crisi aziendali in atto attraverso gli investimenti pubblici e privati ma anche per il rilancio della crescita economica e sociale attraverso la salvaguardia dell’occupazione e la tutela della salute e della sicurezza. Questo è stato ribadito stamattina nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sede della Cgil di Lucca.

Dalla nota diffusa dai sindacati è emersa una situazione assai delicata per diverse aziende metalmeccaniche presenti in Valle del Serchio:

“La situazione di Kme di Fornaci di Barga (480 dipendenti) dove siamo in attesa della convocazione al Ministero per ottenere una ulteriore proroga sulla Cassa integrazione straordinaria – elencano i sindacati – Senza una riforma degli ammortizzatori e un loro rifinanziamento non si gestiscono situazioni come questa e diventa inevitabile che si scarichino i costi sui dipendenti, così come sta accadendo in Em Moulds (ex settore lingottiere di Kme, 60 dipendenti).
Anche nel settore delle macchine per la carta, visto il rallentamento dell’industria cartaria, si stanno registrando situazioni critiche e di consistente riduzione degli ordini – proseguono le tre sigle sindacali – Paper Converting (Fornaci di Barga, 140 dipendenti ) è già ricorsa al Contratto di solidarietà, United Converting (Borgo a Mozzano, 48 dipendenti) e Free Meccanica (Coreglia, 18 dipendenti) stanno vivendo momenti di grave difficoltà”.

Lo sciopero in provincia di Lucca  prevede l’astensione dal lavoro per le ultime due ore di ogni turno con  i sindacati che discuteranno nell’occasione con i metalmeccanici di questi rilevanti punti circa le possibili strategie da seguire. Il tutto per arrivare a presentare la situazione della provincia di Lucca all’interno dell’assemblea nazionale unitaria delle Rsu già proclamata a Roma per il prossimo 20 novembre.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*