Tag: kme

- di Redazione

KME, firmato verbale di consultazione sindacale per la Cassa integrazione “Covid-19)

FORNACI DI BARGA – Se da lunedì riprende una parziale produzione dello stabilimento KME, e quindi una parte dei dipendenti torneranno a produrre, per gli altri c’era da confezionare il provvedimento per la cassa integrazione. Per tal motivo stamani,  tramite una conference-call tra l’azienda, i sindacati e le RSU, è stato firmato un verbale di consultazione sindacale per la CIGO (cassa interazione guadagni) “COVID19”. Lo rendono noto i sindacati che specificano che tale accordo vale sia per KME Italy che per EM Moulds ed ha la durata di nove settimane così come previsto dal D.L. del 17 marzo 2020. L’azienda garantirà l’anticipo della Cassa Integrazione. indacati e azienda hanno anche siglato un verbale di accordo che prevede, quando ci sarà la ripresa e si tornerà a lavorare a regime normale (cioè appena la situazione emergenziale finirà e si tornerà ad una completa operatività), che si attui un impegno a garantire la flessibilità essenziale per il recupero dei livelli produttivi, previo…

- di Redazione

Chiudi Italia. KME si ferma fino a lunedì

Da stasera alle 22 lo stabilimento KME  ferma tutte le attività, dopo i  progressivi spegnimenti di fonderie,  laminatoio e degli altri reparti, ma da lunedì alcune produzioni  riprenderanno. Lo faranno però in forma molto ridotta riducendo anche la presenza degli operai all’essenziale.  Non è arrivata oggi nessuna disposizione a non continuare da parte della Prefettura, dopo la richiesta di deroga al DPCM Chiudi Italia presentata  KME e quindi si è ritenuta valida la condizione del silenzio assenso. Lunedì mattina ripartiranno solo alcuni tipi di produzione, ovvero le linee che servono per rifornire le aziende clienti di KME che sono considerate essenziali. Ce lo conferma il segretario dell’area nord Toscana della UILM Giacomo Saisi che spiega: “Riprenderanno la linea ottone,  fonderia, laminatoio a caldo, laminazione, gli impianti di ricottura e di cesoiatura e quelli di imballaggio, ma tutto  avverrà in forma davvero molto ridotta, razionalizzando la  produzione con la minima presenza di operai. Cim e Lingottiere resteranno invece ferme fino al…

- di Redazione

Ventimila euro dai lavoratori di KME per gli ospedali di Lucca, Barga e Castelnuovo

FORNACI DI BARGA – I lavoratori della KME e E.M. Moulds di Fornaci di Barga, a seguito dell’emergenza Codiv-19 attraverso il codice Iban indicato della Asl Toscana nord, hanno effettuato una triplice donazione per un totale di 20.000 euro che servirà per sostenere gli ospedali di Lucca, di Castelnuovo e di Barga. Lo rendono noto le Rsu FIM-FIOM-UILM di KME Fornaci di Barga. Di questa dominazione 10mila euro sono stati indirizzati all’ospedale San Luca di Lucca per l’ acquisto di un respiratore ed i rimanenti 10 mila euro sono stati divisi tra gli ospedali di Barga e Castelnuovo per l’acquisto delle mascherine protettive.

- di Redazione

Coronavirus, KME assicura i dipendenti

FIRENZE – Come rende noto un comunicato stampa, il Gruppo KME ha stipulato un’assicurazione per tutti i propri dipendenti in Italia finalizzata a coprire i rischi da Corona Virus. “La copertura assicurativa che interessa circa 1.100 dipendenti – spiega il comunicato – consiste in un’indennità in caso di ricovero causato da infezione, un’indennità da convalescenza e un pacchetto di assistenza post ricovero per gestire al meglio il recupero della salute e la gestione familiare”.

- di Redazione

Per Coldiretti il gassificatore di KME preclude il futuro della Valle del Serchiio

Il gassificatore Kme preclude il futuro della Valle del Serchio e della Garfagnana, la sua tenuta ambientale, lo sviluppo del turismo naturalistico sempre più a trazione internazionale e dell’agricoltura che la caratterizza da sempre. E’ questo, in  sintesi, il parere di Coldiretti raccolto nella presentazione che il Presidente, Andrea Elmi ha illustrato in occasione dell’audizione generale dedicata alla presentazione delle osservazioni nell’ambito dell’inchiesta pubblica regionale. “Siamo molto preoccupati. – ha ammesso Elmi – Si mina il futuro di un’area importantissima: la sede dell’impianto si trova in mezzo a due parchi naturali. Non proprio il posto giusto”.  Coldiretti ha usato la forza dei numeri per rappresentare la vera vocazione della Valle del Serchio: “la sua vocazione è agricola – ha detto Elmi – Nell’areale a 10 km da dove dovrebbe nascere l’impianto ci sono quasi 500 imprese agricole ed almeno 2 mila occupati agricoli. L’agricoltura è la più grande industria di questa terra. L’impianto ne minerebbe lo sviluppo”. Solo entro i…

- di Redazione

La Libellula sull’inchiesta pubblica e sulle parole di KME

Dopo la seconda sessione  dell’audizione generale dedicata alla presentazione delle osservazioni e dei contraddittori al progetto di KME, nell’ambito dell’inchiesta pubblica regionale, interviene sulla serata anche il Movimento La Libellua, che fa il punto della situazione su quanto è emerso nella serata e fa una riflessione anche sulle parole di KME, dopo il duro attacco dei giorni scorsi nei confronti di Progetto Comune. Ecco il testo integrale della Libellula:   “Si è tenuta venerdì 28 febbraio al Teatro dei Differenti la terza adunanza dell’Inchiesta Pubblica relativa al progetto del gassificatore KME: dopo l’esposizione del 21 febbraio del progetto da parte dei tecnici KME, è stata la volta delle parti che gli si oppongono (tutte le slides e le eventuali relazioni fatte per il Movimento La Libellula, sono disponibili pubblicamente in una apposita sezione del nostro sito accessibile dalla home page in alto a sinistra). Tornando alla serata di venerdì, ha introdotto Paolo Fusco per il Movimento La Libellula elencando le…

- di Redazione

Inchiesta pubblica sul gassificatore, la parola a chi si oppone al progetto

BARGA – Dopo la presentazione del progetto con gli studi che proverebbero la sua fattibilità ed un impatto ambientale sul territorio inferiore a quello dello stabilimento attuale presentato dai consulenti di KME nell’incontro del 21 febbraio scorso a Fornaci, ieri sera a Barga, al teatro dei Differenti, il secondo round dell’udienza generale per mettere a confronto le parti. Da ieri sera sono state proprio le altre parti in causa, ovvero quelle che a livello pubblico ed anche di associazioni del territorio hanno presentato osservazioni al progetto ed all’impianto che vuole realizzare KME. Osservazioni che da due anni vedono il territorio in fermento con la stragrande parte della popolazione contraria alla realizzazione del progetto Come detto è stato questo solo il secondo round perché ci vorrà forse ancora un’altra riunione, oltre a quella già fissata per il 6 marzo sempre al teatro dei Differenti, per permettere a chi denuncia le criticità ed in rischi dell’impianto, di poter esprimere le proprie osservazioni…

- di Redazione

KME: “L’inchiesta pubblica non è un talk show”. Duro attacco dell’azienda

FORNACI – Questa frase viene dall’azienda, nella giornata in cui si terrà la seconda sessione dell’udienza generale dell’inchiesta pubblica sul progetto del gassificatore. Oggi tocca alle parti8, soprattutto contrarie, esprimere i propri pareri sul progetto, dopo la presentazione dello stesso da parte di KME la scorsa settimana. Ma proprio per KME c’è da fare il punto in particolare sulle dichiarazioni dei giorni scorsi del gruppo consiliare Progetto Comune di Barga. La polemica, anche sarcastica, nei confronti del gruppo, la si trova in queste parole.   “Il clima generale ormai è quello che è, per cui chiunque si alza a dire la qualsiasi, a prescindere da qualsiasi riscontro oggettivo e pretende di avere ascolto e autorevolezza, con gli effetti che vediamo anche in questi giorni. – dice KME  Un esempio di questo atteggiamento è il commento diffuso da “Progetto Comune” in merito all’incontro sul progetto KME nel quadro della inchiesta pubblica relativa alla procedura autorizzativa. In sostanza si contesta il fatto…

- 1 di Redazione

Gassificatore. L’inchiesta pubblica? Per progetto comune così come è non serve a nessuno

Lo dichiara in un proprio comunicato stampa il gruppo consiliare Progetto comune. Ecco il testo integrale. “Venerdì 21 Febbraio si è svolta la prima fase dell’inchiesta pubblica sul gassificatore KME in cui è stato presentato il progetto da parte dell’azienda. Inchiesta pubblica indetta, ricordiamo, dalla Regione stessa come contributo al procedimento autorizzativo in corso, per “misurare” l’opinione degli abitanti della Media Valle; ebbene sì, abbiamo capito bene, anche se sembra una barzelletta dopo oltre due anni di lotte con consegna di 9000 firme in Regione, una manifestazione di 4000 persone come non si vedeva da decenni in Media Valle, un processo partecipativo il cui esito lascia pochi dubbi sulla contrarietà del territorio ecc.. ci si chiede ancora “come la pensano gli abitanti”; e noi, allibiti ma caparbi, non demordiamo e se per farci ascoltare è necessario formalizzare il nostro dissenso in un procedimento codificato dalla Regione stessa, non ci tiriamo indietro. Ciò a cui non siamo disposti però è perdere…

- di Redazione

Inchiesta pubblica sul gassificatore. Ecco le ragioni di KME

FORNACI – Si è svolta ieri sera presso l’auditourum di KME in viale Battisti a Fornaci, l’udienza generale relativa all’inchiesta pubblica sul progetto del gassificatore.  Dopo quella preliminare di qualche giorno fa, ieri sera era il turno dell’azienda che doveva presentare le motivazioni che hanno portato KME a scegliere di realizzare una piattaforma energetica tramite un co-inceneritore che brucia prevalentemente pulper di cartiera; i benefici del progetto ed anche quelli, secondo l’azienda, di risparmio in termini di impatto ambientale e di consumi. Permettendo a KME di ridurre enormemente i costi energetici ed al contempo riducendo le emissioni attuali dello stabilimento. Ovviamente la lunga illustrazione di tutte le parti del progetto da parte dei consulenti che hanno lavorato e lavorano a questa operazione, è stata mal sopportata ed in alcuni casi non è stata gradita da chi invece da due anni lotta contro questa possibilità. Ci sono stati anche alcuni momenti di interruzioni della illustrazione, a causa di alcuni reazioni accese,…

- di Redazione

Segreteria PD di Barga. ecco le linee guida da seguire ed i nomi del consiglio

Martedì 11 febbraio u.s., si è riunita l’Assemblea del PD di Barga, dopo la recente nomina di Marco Bonini a Segretario del PD comunale. Nel corso dell’incontro, che è stato molto partecipato, come spiega un comunicato stampa, il neo Segretario ha dato alcune indicazioni sul lavoro da portare avanti nei prossimi mesi. “Tra gli impegni prioritari c’è sicuramente quello per le elezioni regionali della prossima primavera, molto importanti per il nostro territorio per le tante vicende aperte, come quelle della sanità e dell’ambiente con il progetto del pirogassificatore di Kme – dice il segretario Bonini – Un altro importante impegno sarà quello di avviare degli incontri, organizzati dai Circoli Comunali, su tematiche di interesse generale, incontri ovviamente aperti a tutta la popolazione. Saranno poi istituiti dei tavoli tematici su problematiche attuali, aperte anche ai non iscritti al partito. Riprenderanno presto anche gli incontri con l’Amministrazione Comunale e le altre forze di maggioranza che la sostengono”. Nel corso della riunione è stata…

- di Redazione

Conferenza dei servizi sul progetto KME. Prossimo incontro il 15 aprile

FIRENZE – Si è svolta come previsto lo scorso 11 febbraio a Firenze, presso la Regione Toscana, la prima riunione ella conferenza dei servizi  per decidere circa il via libera o meno al progetto di KME. Come già detto ieri si tratta per il momento di una fase interlocutoria, preliminare più che della conferenza dei servizi. Tra le questioni sul campo nel primo confronto, secondo le voci di corridoio rimbalzate da Firenze, tutte ancora da confermare ovviamente, alcuni passaggi che dovranno  essere sviluppati prima di procedere con l’iter definitivo della conferenza. Si vuole approfondire gli sviluppi di due questioni ancora aperte e non di poco conto. La prima sarebbe il piano di caratterizzazione dei terreni di KME, il cui iter è stato avviato da poco e che riguarda il sito dove dovrebbe sorgere l’eventuale gassificatore. Il piano è stato richiesto dopo che la stessa KME ha comunicato nel novembre scorso il superamento dei  valori  CSC (concentrazione soglia di contaminazione) nell’area…