Tag: lupo

- di Redazione

Piano lupo: qualcosa si muove. Nuova proposta del Ministero dell’Ambiente

Torna al centro della Conferenza Stato-Regioni la questione del Lupo. Infatti, rende noto in un comunicato Coldiretti,  il ministero dell’Ambiente ha elaborato il nuovo ‘Piano di conservazione e gestione del Lupo in Italia’, che sostituisce quello del 2002, dopo un processo di consultazione di Regioni, Province Autonome, ISPRA e portatori di interesse. “La redazione – informa Coldiretti – è stato un processo lungo e complesso e nei giorni scorsi il piano è stato trasmesso per l’approvazione della Conferenza Stato-Regioni. Anche la Commissione Europea ha espresso una propria valutazione per il documento. Il piano secondo le prime indiscrezioni prevede 22 azioni che a partire da una rigorosa analisi tecnico-scientifica mirano alla conservazione ed alla risoluzione sostenibile dei conflitti con le attività antropiche. Tra le altre novità del nuovo Piano: l’attualizzazione dei dati sulla distribuzione e consistenza del lupo; l’eliminazione di un’azione specifica dedicata alle deroghe in quanto la materia è già regolata dalla normativa vigente; un rafforzamento delle indicazioni per Ministeri…

- di Redazione

Attacchi da lupo. Al via le domande per danni

Tempi stretti per chi ha subito attacchi da lupo nel corso del 2018, infatti la Regione Toscana ha stabilito che le domande di risarcimento danni devono essere presentate entro il prossimo 31 marzo. Le aziende zootecniche che hanno avuto danni, con perdite di animali, pecore ma anche bovini, equini, asini e suini, potranno presentare la domanda di risarcimento per un indennizzo il cui importo varia secondo il valore commerciale dell’animale ucciso: per gli ovini iscritti al libro genealogico si va dai 1200 euro per un ariete, ai 350 euro  per una pecora. L’intervento, finanziato con risorse della Regione, nasce come momento di sostegno per le imprese zootecniche interessate dagli attacchi di animali predatori che, come denunciato a più riprese da Coldiretti, sono sempre più frequenti e diffusi. L’indennizzo non è soggetto al regime comunitario del “de minimis” (cioè il tetto di 15mila euro in tre anni, di recente portato e 25mila euro) e copre i danni diretti per l’uccisione degli…

- di Redazione

Coldiretti: in arrivo 457mila euro per i danni dei lupi per 2017.

Era il 12 settembre scorso, giorno del lungo faccia a faccia nella sala delle feste del Consiglio regionale della Toscana, tra i pastori di Coldiretti e Marco Remaschi Assessore regionale all’agricoltura e dopo circa trenta giorni è arrivata la prima risposta. La Giunta regionale nella seduta di lunedì scorso 15 ottobre ha assunto la deliberazione (nr.1133) con la quale integra con 357mila euro le risorse per il ristoro dei danni diretti subiti da attacchi di lupi. Quindi le risorse complessivi per i danni 2017 ammontano a 457mila euro e servono a coprire integralmente le domande di indennizzo presentate relative a 590 attacchi denunciati nell’anno. “Si tratta di una prima concreta risposta a fronte di una situazione che nelle campagne resta drammatica per i danni arrecati alle aziende agricole dai predatori – dice Fabrizio Filippi, neo-presidente di Coldiretti Toscana – con attacchi registrati in ogni angolo della regione, con  razzie quotidiane, greggi dimezzate e danni alle stelle. Questi numeri – continua…

- di Redazione

Piano lupo, Coldiretti sollecita l’assessore Remaschi alla sua adozione

Ancora niente risarcimenti per i greggi dimezzati dai predatori che decine di aziende della Garfagnana stanno aspettando da mesi, ancora nessun via libero al Piano Lupo “fermo” in sede di Conferenza Stato-Regioni. Nuovo pressing di Coldiretti nei confronti della Regione Toscana. La principale organizzazione agricola, dopo aver ufficializzato lo stato di mobilitazione con la presentazione al governo regionale di un aggiornato documento di richieste per l’insostenibile stato nel quale sono costretti ad operare gli allevatori con i continui attacchi al bestiame da parte di animali predatori, lupi ed ibridi in particolare, torna all’attacco. Questa volta con una nuova missiva indirizzata all’Assessore all’agricoltura, Marco Remaschi con cui Coldiretti sollecita l’adozione del Piano Lupo. “Abbiamo denunciato più volte, anche negli ultimi mesi – ha detto Maurizio Fantini, Direttore Coldiretti Lucca – l’emergenza predazione. I casi di attacchi ai greggi, anche in provincia di Lucca, in Garfagnana in particolare, sono ormai quotidiani. Sono apprezzabili gli sforzi messi in campo fino ad oggi dalla…

- di Redazione

Lupo travolto e ucciso a Corsena. Siamo a due passi da Bagni di Lucca

Lupi sempre più vicini ai centri abitati nei paesi della Valle del Serchio? Ormai gli avvistamenti ed i contatti sono sempre più frequenti. Dopo L’avvistamento di tre lupi avvenuto in Alta Garfagnana nei giorni scorsi, dopo lo strano rinvenimento di pezzi squartato di un capriolo nella zona Pegnana-Bebbio nel Comune di Barga, stamani un lupo è stato travolto ed ucciso da un’auto a poche decine di metri dal cimitero di Corsena, poco sopra l’abitabilità di Bagni di Lucca. L’investimento è avvenuto questa mattina verso le 7,30. Queste le foto del lupo ucciso dall’auto inviateci da un nostro lettore, Marco Motroni, che ringraziamo per l’informazione. Fatta vedere l’immagine a degli esperti è stato confermato Fenotipo tipico di lupo anche se il mantello non ha la classica focatura addominale/dorsale. Le zampe anteriori sembra abbiano però le barre tipiche del lupo. Insomma può verosimilmente essere un lupo. Sarebbe  stato investito  questa mattina da una ragazza e poi è stato prelevato dai Carabinieri Forestali. Era…

- di Redazione

Alpi Apuane: un nuovo territorio per il lupo

Si intitola così l’interessante conferenza organizzata dalla Sezione Cai di Barga per venerdì 27 marzo alle ore 21,15. Si terrà presso il Museo Sante della Memoria di via di Mezzo a Barga. I biologi del Parco Alpi Apuane, Paola Fazzi e Marco Lucchesi, parleranno della rinnovata presenza dei lupi sulle nostre montagne ed affronteranno anche il tema della convivenza tra uomo ed animale. Tutta la popolazione è invitata a partecipare.