Applausi per il cardinale Lorenzo  Baldisseri al concerto di San Miniato

-

E’ originario di Barga e appena l’occasione glielo consente, torna nella sua terra natia e in Toscana. Il cardinale Lorenzo Baldisseri ha scelto San Miniato e il palcoscenico dei giornalisti partecipanti al Forum Internazionale sulla Salvaguardia della Natura e ha offerto un concerto con il suo pianoforte.
Lui che è solito suonare per i Papi, in particolare per Papa Ratzinger e Papa Francesco ha eseguito brani di Chopin, suo compositore preferito, di Isaac Albéniz, Astor Piazzolla, Hector Villalobos, Debussy. Nella giornata dedicata alle donne non poteva mancare un omaggio alla Madonna, con “Ave Maria” di Caccini – Vavilov.

«Ovunque vada ho con me un pianoforte. La musica mi ha accompagnato nella mia attività di nunzio apostolico in America Latina così come in India, Giappone e Africa. Perché la musica aiuta il dialogo, supera le barriere linguistiche e culturali».

Quarant’anni durante i quali il cardinale di origini toscane Lorenzo Baldisseri, tra i più vicini a papa Francesco – dal 2013 Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi e organizzatore del Sinodo speciale per l’Amazzonia che si terrà in Vaticano il prossimo ottobre -, non ha mai smesso di perfezionare i suoi studi musicali, iniziati presso il Pontificio istituto di musica sacra a Roma, e proseguiti con maestri come l’italiano Enzo Borlenghi o il brasiliano João Carlos Martins.

L’alto prelato è intervenuto ad impreziosire la tre giorni del Forum Internazionale di Grenaccord dove, nella chiesa di San Domenico a San Miniato, ha tenuto il “Concerto per la terra”, che ha visto esibirsi, insieme al cardinale al pianoforte, il coro “Insieme per caso”, diretto dal maestro Fabrizio Berni.

Il coro Insieme per Caso dopo l’esordio con “Fratello sole e Sorella luna” di Riz Ortolani, si è concentrato sugli spirituals. Particolarmente applauditi i famosissimi “I don’t know to love Him” di Andrew Lloyd Webber tratto dal musical “Jesus Christ Superstar”, “On earth as it is” di Ennio Morricone, tratto dal film “The Mission”, e il tradizionale “Amen”, con l’arrangiamento di David Hamilton.

La serata, di alto livello e di respiro internazionale per la presenza tra il pubblico di giornalisti provenienti da tutto il mondo, ma anche per la composita selezione di musiche e canti, è stata co-condotta da Fabrizio Mandorlini  e, in lingua inglese, dalla giornalista Romina Gobbo, mentre le poesie che introducevano i brani eseguiti dal cardinale sono stati interpretati dall’attore Fabio Fisoni. In apertura il saluto del vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*