Tag: renaio

- 1 di Redazione

Chiusura strade nel comune di Barga in occasione del rally del Ciocco. Ecco tutte le informazioni

Al fine di garantire un’adeguata viabilità per i residenti del Comune di Barga in particolare sulle strade interessate da una delle prove speciali (la PS Renaio) del 41° Rally del Ciocco e Valle del Serchio in programma per il giorno 24 marzo, il Comune di Barga rende noto che per il corretto svolgimento della manifestazione e per la tutela dell’incolumità pubblica, la circolazione stradale, per quanto riguarda la strada provinciale di Pegnana e per quanto riguarda la strada comunale Renaio – Valdivaiana, Catagnana, sarà così disciplinata: DIVIETO DI TRANSITO E SOSTA dalle ore 09,15 alle ore 12,25 e dalle ore 14,29 alle ore 18,19 e comunque fino al termine del passaggio dei concorrenti sul seguente tratto di strada provinciale e comunale: Bivio vecchia strada di Renaio – Pegnana – Bebbio – Renaio – Carpinecchio – Bivio per Montebono (termine della prova speciale). DIVIETO DI ACCESSO agli autoveicoli dalle ore 09,00 alle ore 12,25 e dalle ore 14,00 alle ore 18,20 con esclusione dei residenti, sulla…

- di Redazione

Maltempo: nevicate sopra i 6-700 metri, impegno  della provincia per garantire la percorribilità delle strade

VALLE DEL SERCHIO – Sono tutte aperte e transitabili le strade provinciali in Mediavalle e in Garfagnana che, sopra i 6-700 metri di altitudine, dalla nottata scorsa sono state imbiancate da una coltre di neve che in alcuni tratti dell’Appennino Tosco-emiliano è caduta copiosa, specialmente al di sopra dei 1000 metri slm. Per quanto riguarda il comune di Barga la neve ha imbiancato Renaio (nella foto di apertura di Annalisa Giovannetti)) dove la bufera di vento ne ha portato qualche centimetro, mentre verso la Vetricia, a 1300 metri, i cm di neve sono molto di più e si arriva sui 30. Massimo impegno da parte del personale e degli addetti della Provincia di Lucca intervenuta con tutti gli uomini a disposizione e 10 mezzi tra spalaneve e spargisale per liberare, in particolare, le arterie dell’Alta Garfagnana con un manto che ha raggiunto i 60 cm di cumulato sui tre passi appenninici (Pradarena, Delle Radici e S. Pellegrino) e a Foce…

- di Redazione

Mondinata a Renaio

Mondinata sociale per il CAI di Barga che vi attende a Renaio domenica 29 ottobre dalle 14,30, presso l’exz scuola del paese.

- di Redazione

Per la riapertura della vecchia strada di Renaio

RENAIO – Ci sono novità per la riapertura di un collegamento provvisorio che permetta di riunire finalmente in modo sicuro la vecchia strada di Renaio. La giunta municipale ha infatti approvato lo studio di fattibilità per i lavori per la riapertura condizionata della strada comunale. La vecchia strada, per un tratto abbastanza ampio, era stata inghiottita dalla grande frana di Piaggiagrande del 2014 . La strada da allora è chiusa al transito; è stato eseguito solo il collegamento tra la viabilità esistente e le abitazioni rimaste isolate in loc. Piaggiagrande e Beltempo, mentre sono rimasti scollegati tra loro i due tratti di viabilità comunale. le abitazioni lungo il tratto di strada a monte del tratto interrotto dalla frana  sono raggiungibili tramite altre strade comunali, ma con percorsi molto più lunghi e disagevoli, soprattutto nel periodo invernale. A dire la verità ora in qualche modo si passa nel tratto interrotto, ma lo si fa a personale rischio e pericolo perché quel…

- di Redazione

Lungo black-out elettrico nella montagna barghigiana

Un lungo black-out elettrico ha interessato questa mattina la montagna barghigiana. È durato dalle nove a mezzogiorno ed ha riguardato circa una novantina di utenti tra Renaio, Bebbio e zone limitrofe. Già ieri sera i primi black-out di minore durata che peraltro avevano interessato per una serie di problematiche tecniche, anche il centro abitato di Fornaci. Il guasto principale ad una linea di medio alta tensione nella montagna barghigiana che anche stamattina ha interessato inizialmente circa 200 utenti. Per la maggioranza il problema si è risolto in pochi minuti, mentre è rimasto appunto per un centinaio di utenti. C’era infatti qualcosa che  bloccava la linea che non veniva rialimentata in quanto si attivava il dispositivo di sicurezza che sospendeva la corrente in automatico C’è voluto un po’ di tempo ed anche un po’ di lavoro per individuare alla fine il problema: un volatile (non si sa se abbattuto da qualche cacciatore oppure incappato nella linea accidentalmente) che per una serie…

- 1 di Redazione

Nel ricordo di Sonia, a Renaio c’è ora il defibrillatore donato dall’Associazione La Befana

Non è passato nemmeno un anno dalla immatura scomparsa di Sonia Gonnella e la sua Renaio ed anche la sua Barga non hanno certo dimenticato questa bella e solare ragazza, madre di tre figli, che un male incurabile si è portata via a soli 43 anni, il 30 novembre 2016. Proprio in sua memoria il vecchio consiglio direttivo della Befana di Barga  ha voluto promuovere e portare a compimento il bel progetto di dotare la piccola frazione di Renaio  di un DAE, un defibrillatore automatico. Il DAE è stato posto nei locali del ristorante Il Mostrico, meta soprattutto d’estate di centinaia e centinaia di persone. La sua presenza nel piccolo paese montano del comune di Barga è quindi sicuramente cosa utile e preziosa e lo strumento non poteva che essere ospitato in quello che è il centro di aggregazione sociale di tutta la  montagna, quel ristorante caro a Sonia, diretto dalla mamma Franca, ieri presente insieme al babbo Luciano, al…

- di Redazione

A Renaio il ringraziamento ai protagonisti della sagra del Fish and chips

Per festeggiare giorni e giorni di impegno ed i tanti apprezzamenti ricevuti dai frequentatori, l’AS Barga, con in testa il presidente Guido Mori con Leonardo Mori e Umberto Pedrigi, ha voluto ringraziare con un bel pranzo al ristorante Il Mostrico di Renaio tutti i collaboratori della sagra del Fish and chips edizione 2017 che si è svolta dalla fine di luglio fino al 17 agosto. Il successo è stato notevole, ma notevole è stato l’impegno di ragazzi, bambini, vecchi e giovani collaboratori della manifestazione che peraltro ha visto anche diverse serate con menù dedicato anche ai celiaci, e serate infrasettimanali in cui tutto il ricavato, olte le spese, è stato devoluto in favore di alcune associazioni barghigiane. I partecipanti sono stati una quarantina, il pranzo ottimo e la compagnia piacevole per tutti. Insomma una bella giornata per dare l’ultimo saluti sagra del fish and chips di Barga 2017

- di Redazione

San Paolino a Renaio

Chiesa gremita domenica scorsa a Renaio per la santa messa, celebrata da don Giuseppe Cola, per celebrare il patrono del paese, San Paolino. Sono stati davvero numerosi i fedeli giunti da tutta la montagna che hanno partecipato alla funzione, arricchita anche dalla presenza a Renaio dei campanari di Barga (Remo Rossi, Luigi Cosimini e Cristian Tognarelli) che hanno suonato a festa dal piccolo campanile del paese che conserva tre splendide campane. Oltre alla funzione religiosa gli abitanti di Renaio hanno celebrato in vario modo la ricorrenza, chi con pranzi e cene a casa, con tanti parenti ed amici, chi dalla Franca Marcghi, al ristorante Il Mostrico di Renaio; non solo per il pranzo, ma anche per trascorrere il pomeriggio. Il prossimo appuntamento festivo di Renaio è quello del 17 settembre quando si celebreranno le Quarantore.

- di Redazione

Oggi e domani sulle nostre strade il Modena Cento ore. C’è anche Simon Le Bon

C’è anche Simon Le Bon tra le tante celebrità del mondo dei motori ed anche dello spettacolo che partecipano al Modena Centro Ore, spettacolare rally e regolarità per auto storiche che oggi, 9 giugno, sbarca anche sul nostro territorio con tappa al Ciocco dove era previsto il pranzo. impegnate anche sul nostro territorio da una prova speciale. Sfruttando i bellissimi percorsi più che rodati del Rally del Ciocco, sul nostro territorio, inteso come valle del Serchio, si svolgeranno oggi 9 giugno quattro prove speciali e domani 10 giugno un’altra PS. Oggi in programma, la PS Renaio 1 e 2; la PS Tereglio, e la PS Careggine, con la prova di Renaio che si alternerà alle altre due. Si tratta di alcuni tratti delle PS del rally del Ciocco che per quanto riguarda Barga prevede anzi una parte nuova. La partenza della prima auto, presumibilmente, è prevista per 14,14 di questo pomeriggio.Dopo questa prima giornata le auto che partecipano al 100…

- di Redazione

Vetricia, nuova gestione per il rifugio Giovanni Santi

Una buona notizia per tutti gli amanti ed i frequentatori della montagna barghigiana. da domenica 28 maggio ha riaperto i battenti con una nuova gestione il rifugio Alpino Giovanni santi, alla Vetricia. Pezzi forti della nuova direzione del rifugio, la volontà di cucinare piatti genuini e di ispirazione locale, ed il più possibile basandosi su prodotti del territorio, l’ospitalità e l’organizzazione di escursioni ed attività sportive legate alla montagna. I gestori sono Roberto e Cinzia, due coniugi di Valdottavo con la comune passione per la montagna e con la voglia anche di organizzare durante l’anno diversi eventi. Quello che hanno in mente per il rifugio della Vetricia ce lo dicono loro stessi in questa intervista. Il rifugio oltre alla cucina , propone una quindicina di posti letto accoglienti in due camerate; è aperto d’estate sempre e d’inverno dal giovedì alla domenica. Per informazioni 349 7891545 – 349 0674853

- di Redazione

Alla Vetricia Riapre il Rifugio Santi

Nuova gestione per il rifugio Alpino Giovanni santi, alla Vetricia. L’inaugurazione è prevista domenica 28 maggio a partire dalle 15. Pezzi forti della nuova direzione del rifugio, la volontà di cucinare solo piatti della tradizione locale, l’ospitalità e l’organizzazione di escursioni ed attività sportive legate alla montagna.. Pere informazioni 349 7891545

- di Redazione

Piaggiagrande: un tracciato provvisorio per riaprire la vecchia strada di Renaio

Era il 20 gennaio del 2014 quanto l’intera comunità barghigiana veniva scossa delle notizie che venivano da Piaggiagrande, località lungo la vecchia strada per Renaio. Vecchia strada, che insieme alla villetta che vi si trovava, sono stati inghiottiti, trascinati a valle, da una immensa frana di decine e decine di metri di lunghezza. Da allora che cosa è cambiato? Piaggiagrande, così come nella memoria di tanta e tanta gente di questi posti, sicuramente non esiste più, questa bella area della mostra montagna ha cambiato completamente fisionomia, stravolta dalla frana, ma le famiglie che hanno dovuto lasciare la loro casa hanno trovato almeno un nuovo luogo dove vivere. E’ stato anche ricostruito una parte del collegamento inghiottito con un intervento che alla fine è costato tra somme urgenze, lavori di messa in sicurezza di una parte del versante e costruzione del tracciato, circa 800 mila euro. Il tracciato è stato ricostruito anche bene, ma resta ancora tanto da fare. Manca ancora…