Tag: ponte all’ania

- Commenti disabilitati su Festa dell’Assunta a Loppia di Redazione

Festa dell’Assunta a Loppia

Pieve di LoppiaDalle 11,00 alle 12,00Ad agosto l’Unità Pastorale di Fornaci, Loppia, Ponte all’Ania raccoglie i suoi fedeli con festeggiamenti in onore dell’Assunta titolare della pievania di Loppia, una delle chiese più belle del territorio. Prevista una santa messa solenne.

- 1 di Redazione

Due feriti in un incidente a Ponte all’Ania. Momenti di tensione in paese per la velocità di una delle due auto

Due feriti, due auto seriamente danneggiate e momenti di tensione tra la popolazione e l’artefice dell’incidente. Questo il bilancio dell’incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio a Ponte all’Ania lungo la via Provinciale (SR 445). Le vittime dell’incidente, ferite, ma per fortuna in modo non grave, sono stati i due occupanti delle vetture rimaste coinvolte: una donna ed un uomo, quest’ultimo di nazionalità albanese. Le auto una Lancia Ipsilon ed una BMW di grossa cilindrata La dinamica è ancora in corso di ricostruzione da parte dei Carabinieri dintervenuti sul posto ma è già abbastanza chiara. La Lancia Ipsilon con a bordo la donna, che stava procedendo in direzione Ghivizzano stava svoltando all’interno del parcheggio dove si trova la banca di Ponte all’Ania. Nel senso opposto procedeva, in direzione Fornaci, la BMW che però, dato che a quanto pare viaggiava a forte velocità, non riusciva ad evitare lo scontro con l’utilitaria che aveva ormai pienamente iniziato la manovra. L’impatto ha scaraventato l’auto della…

- di Redazione

Colpo al Bar Vito di Ponte all’Ania, via 5mila euro e una tv

(foto tratta da google maps)C’è amarezza e sconcerto a Ponte all’Ania, che questa mattina si è svegliata con la notizia che il Bar Vito in via Nazionale era stato visitato dai ladri. Oggetto delle attenzioni dei malviventi, come in molti altri casi, i proventi delle slot machines, tre, nel caso in questione, che avrebbero fruttato un bottino di circa 5mila euro. Il tutto è accaduto nel periodo di chiusura del bar, verosimilmente tra la scorsa notte e la prima mattina, quando ignoti hanno forzato le due porte sul retro e si sono introdotti indisturbati. Prima si sono serviti di quanto contenuto nelle “macchinette”, poi hanno arraffato anche i pochi spiccioli lasciati in cassa ed infine se ne sono usciti portando con loro anche il televisore del locale. Se si può dire “per fortuna” senza danneggiare o distruggere niente, se non le porte usate per entrare. Pur con l’umore a terra il Bar Vito, denunciato l’accaduto ai carabinieri che stanno indagando,…

- di Redazione

Ponte all’Ania al buio da due settimane. Protestano commercianti e cittadini

Buio di Natale. Mentre nei paesi ci si prepara ad eccedere le luci natalizie, a Ponte all’Ania, tra i commercianti, è questa la frase che viene ripetuta. Il motivo è semplice: da più di due settimane (sembra che in realtà il problema, anche se in un primo tempo risolto, si sarebbe già verificato da quando è scattata l’ora solare) è spenta l’illuminazione pubblica su tutta via Nazionale, nel lungo tratto che va da Loc. La Quercia fino al centro di Ponte all’Ania, oltre che l’illuminazione della principale piazza del paese. A segnalarci il problema una cittadina, ma la conferma viene anche dai commercianti del paese che appunto si dicono preoccupati e contrariati da questo disservizio. Tutti si chiedono perché il Comune di Barga, nonostante ripetute segnalazioni, non sia ancora intervenuto sul problema. C’ è anche una voce che gira per il paese, e cioè che l’ente sia debitore nei confronti della azienda che gestisce la manutenzione dell’illuminazione pubblica e che…

- di Vincenzo Passini

Ponte all’Ania in evidenza al Panettone Day grazie a Roberto Salvateci

La tradizione pasticcera del territorio barghigiano ha colto un altro centro di prestigio. Nel comune dove sono presenti rinomate pasticcerie che sfornano prodotti di qualità conosciuti anche fuori provincia, da registrare un bel riconoscimento ottenuto da un pasticcere di casa nostra in quel di Roma. Si tratta di Roberto Salvateci di Filecchio, meglio conosciuto come il Panda. Il suo panettone artigianale è risultato sesto al concorso nazionale Panettone Day.Il 20 ottobre scorso a Roma si è appunto svolta, presso la sede del Gambero Rosso, la seconda edizione del concorso nazionale riservato ai realizzatori dei migliori panettoni artigianali, promosso dalla Braims. Unico tra i venti finalistia rappresentare la Toscana, il filecchiese Roberto Salvateci ed alla fine il suo panettone ha staccato il biglietto del sesto posto.Roberto di professione fa il pasticcere: lavora allo storico Forno Nutini di Ponte all’Ania dove è specializzato appunto nella pasticceria. Da quindici anni sforna bontà a non finire in quel di Ponte all’Ania dove l’esperienza se…

- di LuGal

Arredo urbano e infrastrutture. Ecco i lavori in programma

Lavori in corso o in procinto di partire per l’arredo urbano e le infrastrutture del comune di Barga. La prima notizia, tra quelle rese note dall’assessore ai lavori pubblici Pietro Onesti e dal sindaco del comune di Barga, Marco Bonini, riguarda gli automobilisti: è infatti imminente l’avvio, forse già dopo la metà di luglio, del rifacimento del manto stradale del tratto della SR 445 che dalla rotonda del ponte Puccetti a Fornaci giunge fino al confine opposto del territorio comunale, il ponte sul torrente Ania.Verrà insomma rifatto (l’intervento è però in questi caso a carico della Provincia di Lucca), il manto stradale della principale strada che attraversa Fornaci di Barga e Ponte all’Ania. Per l’avvio si attende il completamento della posa di alcune tubazioni da parte di Gaia a Fornaci di Barga. L’intervento partirà prima a Ponte all’Ania per poi raggiungere Fornaci. Per limitare i disagi del traffico, verrà predisposto un senso unico alternato nei tratti interessati dai lavori.A Fornaci,…

- di Pier Giuliano Cecchi

1830: scoppia una polveriera di Ponte all’Ania

Tra la nostra gente è drammaticamente vivo il ricordo dello scoppio della polveriera S.I.P.E. di Gallicano che avvenne la mattina del 27 febbraio 1953. Io ero ancora nel mondo dei beati, scalpitante ma ancora da nascere, ma in seguito, dai miei genitori ho imparato cosa volle dire quell’enorme tragedia che segnò di un tratto indelebile la vita della Valle del Serchio. L’anno passato, nel 60° dalla sciagura, c’è stata a Gallicano la commemorazione delle vittime, in tutto dieci, ma forse in pochi sanno che una tragedia simile accadde anche nella dirimpettaia Barga, a Ponte all’Ania, esattamente il 4 novembre 1830, con altri otto morti, forse rimasti ignoti. Se così fosse, solo ricercando nei registri dei defunti della parrocchia di Loppia, come in altre sedi, si potrebbero sapere i loro nomi, così togliendoli dall’anonimato per aggiungerli a quell’interminabile lista dei martiri del lavoro. Nella nostra valle la fabbricazione della polvere da sparo aveva una storia che affondava le radici in epoche…

- di Redazione

I 50 anni della chiesa di Ponte all’Ania

Dopo aver archiviato i festeggiamenti in onore di S. Antonio, l’Unità Pastorale di Fornaci di Barga, Loppia e Ponte all’Ania si appresta a celebrare una data importante per la sua storia: domenica 1° maggio 2011 cadrà il 50° anniversario dell’apertura della chiesa di San Giuseppe in P. all’Ania. Una chiesa nata dalla volontà popolare, sull’onda delle esigenze di un abitato sempre più in crescita: al 1951 risale l’erezione della parrocchia quando un comitato pro erigenda chiesa già si era dotato di un baracchino di legno donato dal Comune ove celebrare le funzioni. Successivamente, grazie al dinamismo di don Giuseppe Stagni e all’opera infaticabile dei parrocchiani, il 1° maggio del 1961 l’Arcivescovo di Pisa Ugo Camozzo consacrò la nuova chiesa, pregevole opera di architettura moderna. A mezzo secolo di distanza il rettore P. Antonio Pieraccini ha dato vita ad un ricco programma di iniziativeper festeggiare il genetliaco del monumento: il calendario prenderà via con le celebrazioni religiose in onore del patrono…

- di Sara Moscardini

Ultimo dell’anno a Fornaci e Ponte all’Ania

Per l’Unità Pastorale di Fornaci di Barga, Loppia e Ponte all’Ania il nuovo anno è iniziato indubbiamente all’insegna dei festeggiamenti. Nei locali parrocchiali di Fornaci di Barga e Ponte all’Ania la sera di San Silvestro sono stati trecento i partecipanti che si sono dati appuntamento per salutare insieme l’arrivo del nuovo anno. A Fornaci un centinaio di persone hanno preso parte all’ottimo e abbondante cenone preparato da “quelle donne” e dai volontari delle parrocchie sotto il coordinamento di Sabatino Romagnoli; a pieno servizio don Antonio che per tutta la sera ha svolto impeccabilmente il ruolo di maître. Allo scoccare della mezzanotte, il brindisi si è spostato nel salone alpiano superiore, dove il complesso musicale dei Ragazzi di ieri ha tenuto compagnia fino all’ora di chiusura.A Ponte all’Ania i Ragazzi del Cuore hanno dato vita ad una serata altrettanto animata, col tradizionale e ricco cenone seguito da una nottata all’insegna della musica offerta dai giovani dj che, stanchi ma soddisfatti, hanno…

- di Sara Moscardini

Mondinata a Ponte all’Ania… nonostante il maltempo

Esattamente come l’anno scorso, il maltempo non ha fermato i volontari dell’Unità Pastorale di Fornaci, Loppia e Ponte all’Ania che domenica hanno accolto le tante persone accorse alla tradizionale mondinata. Mentre sul sagrato della chiesa di S. Giuseppe è stato possibile gustare le mondine arrostite (con l’accompagnamento musicale dei Ragazzi del Cuore), nei locali parrocchiali si servivano necci, castagnacci e frittelle freschi di cucinaassieme a ricotta e, novità dell’anno, nutella. Nel salone contemporaneamente, oltre a rifugiarsi dalla pioggia e a curiosare nel mercatino di beneficenza allestito per l’occasione, i curiosi potevano ammirare gli ultimi lavori apportati nella ritinteggiatura, nell’impianto luci e nella costruzione di un angolo bar dedicato alla “discoteca Eiffel”, nuova denominazione delle attività giovanili che vi si svolgono nel week end. Il ricavato della manifestazione sarà interamente devoluto alle opere della parrocchia.

- di Redazione

E’ stato operato Umberto Guidugli, vittima del tentato omicidio

E’ grave, ma non in pericolo di vita l’imprenditore Umberto Guidugli, rimasto vittima dell’aggressione a colpi di pistola da parte del pensionato Luigi Pardini di Fornaci di Barga.L’uomo è ricoverato presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale Campo di Marte a Lucca, ma non versa per fortuna in pericolo di vita.Lunedì pomeriggio, dopo il ricovero in ospedale, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. L’operazione è servita a rimediare ai danni causati dal proiettile che aveva colpito il Guidugli all’addome. L’equipe, diretta dal primario della chirurgia di Lucca, dott. Alessandro Carobbi, ha dovuto asportare una parte dell’intestino ed un rene. La pallottola non è stata invece rimossa trovandosi in un punto delicato.Intanto il suo aggressore si trova in carcere a San Giorgio con la pesante accusa di tentato omicidio. Il settantaquattrenne Luigi Pardini, interrogato dagli inquirenti, non ha voluto fornire nessuna spiegazione sul perché del suo folle gesto ed a quanto pare non ha nemmeno mostrato il minimo cenno…

- di Redazione

A Ponte all’Ania vinti 100 mila euro col Gratta & Vinci

(Nella foto di Borghesi il cartello posto all’ingresso de La Giornaleria) La Befana è stata davvero generosa con un pensionato del comune di Barga che proprio il giorno della vigilia si è portato a casa ben 100 mila euro con il Gratta e Vinci.La vincita è stata registrata alla cartolibreria edicola La Giornaleria in via Nazionale a Ponte all’Ania, di proprietà di Andrea Bertoncini ed il fortunato è un anziano, cliente abituale del negozio dove spesso acquista i biglietti del Gratta e Vinci. Si dice, ma la conferma al cento per cento non c’è, cheabiti proprio a Ponte all’Ania dove così la Befana ha fatto piovere la bellezza di 100 mila euro che non sono una fortuna, ma permettono di stare un po’ più tranquilli.Si tratta di una delle vincite più fortunate registrate al Gratta e Vinci per quanto riguarda la Valle del Serchio: “Questo sfata il mito – ci dice il titolare del negozio – che le grandi vincite…