Tag: ospedale san francesco

- di Redazione

L’oculistica, altre eccellenze all’ospedale “San Francesco”

BARGA – Oltre alla Riabilitazione, eccellenza conclamata dell’ Ospedale di Barga, è opportuno segnalare che anche la Oculistica presso l’Ospedale di Barga ha raggiunto recentemente risultati davvero importanti. Infatti, a causa del COVID 19, alcuni reparti, tra i quali l’Oculistica di Lucca, sono stati spostati, per affrontare meglio e combattere il pericolo di contagio, presso altre strutture ospedaliere della Provincia; e qui verrebbe davvero da ringraziare di cuore quanti si sono opposti alla scellerata e affrettata decisione di chiusura e di riaccorpamento dei plessi, vecchia e nota polemica… Ora se ne capisce l’utilità…. Comunque sia, vista la necessità di trasferire i reparti ed i servizi in strutture no covid, in questa maniera la Oculistica di Lucca, è stata totalmente spostata a Barga e garantisce, sempre nei limiti della compartimentazione delle necessarie misure di contenimento del virus, cinque interventi di cateratta al giorno. Il primario Dott. Fausto Trivella e la sua equipe si spostano quotidianamente su Barga per garantire questi risultati!…

- di Redazione

Un dono dei “Gatti Randagi” per un punto nascita di Barga sempre più 2.0

Un PC ed un video proiettore per il reparto di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale di Barga, sono stati donati stamattina dai Gatti Randagi FC, squadra di calcio amatori barghigiana che milita nella prima serie AICS. Il materiale è stato acquistato con parte dei fondi raccolti dai Gatti con una campagna di foundraising avviata nelle settimane scorse sul web per sostenere la sanità pubblica. In totale, tra il contributo messo dai “Gatti” e quanto donato da altre società, come l’AS Barga e tanti sportivi, tra i quali anche i componenti dl alcune leghe di fantacalcio locali sono stati messi assieme 4.500 euro e di questi una parte è servita appunto per l’acquisto del PC e del video proiettore ed una parte è stata inviata all’ASL Toscana Nord Ovest per sostenere gli sforzi degli ospedali della provincia di Lucca in queste fasi dell’emergenza. A ricevere i rappresentanti dei “Gatti Randagi” è stato il responsabile del punto nascita di Barga, dott. Vincenzo Viglione…

- 1 di Redazione

Uova di Pasqua e colombe al personale degli ospedali di Lucca, Valle del Serchio e Versilia

BARGA – Sin dall’inizio dell’emergenza i volontari  del Nucleo Provinciale Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri  Lucca e  del Nucleo Lucca Nord  sono stati impegnati su molteplici fronti, rispondendo presente ad ogni richiesta venuta dal Centro Operativo Comunale di Capannori ed anche dal COI di Piano di Gioviano, in Media Valle del Serchio. Assieme alle altre associazioni, l’ANC  è giornalmente impegnata in attività che vanno da quelle amministrative ; alla verifica dei luoghi di aggregazione e delle strade, al fine di sensibilizzare il rispetto delle regole imposte dal DPCM,  alla consegna domiciliare gratuita di alimenti e medicinali.  Notevole è anche l’impegno per la distribuzione delle mascherine ed in queste settimane anche dei buoni spesa per famiglie in difficoltà. In questi giorni, anche un servizio sicuramente più lieve, grazie ad una collaborazione che la Protezione Civile della Associazione Nazionale Carabinieri ha stipulato con Caffarel, azienda specializzata nella produzione dolciaria. Questa realtà ha deciso di rendere più dolce queste festività alle porte, per…

- di Redazione

Dopo cinque bimbe anche un bel maschietto, il punto nascita di Barga in piena attività. Ora c’è anche un canale social per rimanere in contatto

BARGA – Dopo cinque bimbe nelle ultime ore è appena arrivato, davvero poco fa,  anche un maschietto… davvero  beato tra le donne. Il reparto di ostetricia della Valle del Serchio insomma è attivo più che mai in questi giorni di emergenza coronavirus. Il punto nascita ospitato nell’ospedale no-covid 19 del “San Francesco” di Barga sta lavorando davvero a pieno ritmo con una bambina nata ieri l’altro, ben quattro bambine venute alla luce da ieri a stanotte e ora anche un bel fiocco celeste a completare la formazione. Un bel momento di eventi positivi che fanno più che mai bene al cuore in questi giorni difficili che tutti noi stiamo vivendo e che vedono proprio la sanità in prima linea non solo nelle emergenze covid-19. Il Punto Nascita di Barga è naturalmente tra le realtà più belle presenti sul territorio della Valle del Serchio e garantisce il suo servizio alle future mamme con l’impegno di sempre. In queste settimane di isolamento…

- di Redazione

Punto nascita di Barga: ecco tutte le prestazioni garantite

BARGA – L’Azienda USL Toscana nord ovest ricorda alla cittadinanza che al punto nascita di Barga e della Valle del Serchio, dove anche oggi (20 marzo) è venuto alla luce un bambino, tutte le prestazioni per le neo mamme sono garantite, sia riguardo all’assistenza al travaglio-parto che riguardo alle prestazioni ambulatoriali, come la diagnosi prenatale, i Bi Test, le visite e le ecografie in gravidanza. Naturalmente, in seguito all’emergenza Coronavirus è stata messa in atto una rimodulazione delle attività che consente comunque di garantire tutte le urgenze sia in gravidanza che al di fuori della gravidanza. Alle pazienti non in gravidanza sono garantite le visite, le ecografie o altri esami ginecologici ritenute urgenti dal medico di famiglia o dallo specialista, che possono rivolgersi direttamente al dottor Vincenzo Viglione o al medico di guardia. Resta in vigore l’accesso diretto, 24 ore su 24, per chi avesse urgenze improrogabili, previa valutazione per individuare casi sospetti. L’attività chirurgica è garantita per tutte le…

- 1 di Redazione

Fratelli d’Italia sull’Ospedale di Barga: “Vanno salvaguardate le eccellenze”

BARGA –  Fratelli d’Italia, dopo la visita del consigliere regionale Paolo Marcheschi assieme all’onorevole Riccardo Zucconi e al responsabile di zona Luca Mastronaldi all’Ospedale San Francesco, fa presente in una nota che: “E’ necessario implementare e valorizzare i reparti fiore all’occhiello dell’Ospedale di Barga, come Ostetricia e Ginecologia, Pediatria e Riabilitazione, fornendo strumenti, personale e nuovi macchinari atti a migliorare il servizio offerto, mantenendo al contempo la qualità degli altri servizi. Gli ospedali periferici, come quelli di Castelnuovo e Barga,  vanno salvaguardati tutelando le eccellenze presenti: la salute nella nostra Valle deve essere assolutamente tutelata, crediamo pertanto che le politiche per la montagna vadano riviste in maniera seria ed importante”.

- di Redazione

Benvenuta Ilaria, prima nata della Valle del Serchio nel 2020

BARGA . E’ stata battuta da Michele Zhou e Davide, venuti alla luce il giorno 1, il primo all’ospedale di Lucca e il secondo all’ospedale della Versilia, ma la prima nata della Valle del Serchio, oltre che la prima nata dell’Ospedale “San Francesco” di Barga è sicuramente lei, la piccola Ilaria Puppa. Ilaria, figlia di Angela Ronchi, 31 anni e di Daniele Puppa, di 43 anni, residenti a Barga, è venuta alla luce il 2 gennaio alle 15,41. Pesava alla nascita 3,30 kg ed è una bellissima bambina che ha fatto felici i suoi genitori ed il fratellino Paolo di 2 anni e otto mesi. A Barga l’ultimo nato del 2019 risaliva al 30 dicembre e si era quindi in trepida attesa del primo fiocco che è arrivato appunto ieri per la gioia anche di tutto lo staff del reparto. Peraltro il 2020 si apre sotto i più buoni auspici visto i risultati ottenuti nel 2019 dal reparto. Nel 2019 i…

- di Redazione

Campani: automedica Barga? Rimane dov’è

BARGA – Nessuno spostamento a Castelnuovo dell’automedica del 118 presente all’ospedale di Barga. La rassicurazione viene dalla sindaca di Barga Caterina Campani dopo le voci uscite in questi giorni (con tanto di richiesta da parte del gruppo di Progetto Comune di un consiglio straordinario urgente) circa un trasferimento al Santa Croce del servizio presente a Barga, per far fronte alla mancanza del secondo medico sul pronto soccorso di Castelnuovo. “Da tempo l’azienda aveva aperto questo ragionamento e da tempo, da quando era ancora sindaco Marco Bonini avevamo affrontato la questione – dice la sindaca Campani – Partendo dal presupposto che evidentemente  c’è un problema sul pronto soccorso  con il secondo medico e che lì bisogna assolutamente intervenire, noi sabbiamo sempre sostenuto che questo non si possa fare andando a depotenziare servizi da altre parti. Non è così che si risolve il problema, ovvero creandone altri. Noi da tempo abbiamo affermato e riaffermato con forza la nostra contrarietà; Più volte ho incontrato…

- di Redazione

Inaugurata all’Ospedale San Francesco la nuova sala operatoria a servizio del reparto di ostetricia

E’ stata inaugurata stamattina all’Ospedale San Francesco di Barga, la nuova sala operatoria per il parto cesareo e per le emergenze in chiave ginecologica, che sarà attiva 24 ore su 24 a servizio del reparto di ostetricia e ginecologia. Era atteso da qualche anno e finalmente si è realizzato l’ultimo progetto del percorso di adeguamento normativo e funzionale e di riorganizzazione del materno infantile al san Francesco con un importante passo in avanti che ha visto un investimento di alcune centinaia di milioni e che conferma la volontà di credere e di valorizzare il punto nascita di Barga, vero presidio per tutte le mamme della Valle del Serchio, che viene anche dall’azienda USL Toscana Nord Ovest e prima ancora dlala regione Toscana, come ha voluto sottolineare il primo cittadino Marco Bonini, presente all’inaugurazione. Era presente stamani anche il direttore generale dell’azienda USL Toscana Nord Ovest, Maria Letizia Casani, che ha detto, e la cosa ci rassicura, di credere molto nell’importanza…

- 1 di Redazione

Grazie al prof. Viglione e nel ricordo di Guelfo Marcucci cresce il reparto di medicina di Barga

Una generosa quanto importante donazione  quella del prof. Arturo Viglione, per tanti e tanti anni una delle anime, uno  dei capisaldi dell’Ospedale San Francesco di Barga che grazie a lui è divenuto nei decenni scorsi un punto di riferimento nazionale per la procreazione assistita e per il suo reparto di maternità. Grazie al suo volere oggi è stato inaugurato presso il reparto di medicina un modernismo ambulatorio ecografico multidisciplinare attrezzato; un modo per ricordare tra le altre cose quanto il Professore si senta ancora legato al “San Francesco” di cui, ha detto, si sente un figlio. Ma anche un modo per ricordare l’operato di Guelfo Marcucci, l’imprenditore scomparso pochi anni orsono, che per molti anni è stato presidente dell’ospedale San Francesco ed anche lui figura di spicco nella crescita e nella difesa del nosocomio barghigiano. All’inaugurazione era presente la moglie, la signora Iole Capannacci e la figlia Marialina Marcucci, onorati di questo tributo alla sua memoria, con  la targa che…

- di Redazione

De Lauretis: “Sulla sede unica della Dialisi a Barga nessuna accelerazione”

BARGA –  Nessuna accelerazione né presunti accordi verbali per la realizzazione della nuova Dialisi della Valle del Serchio a Barga. Lo evidenzia direttrice generale dell’Azienda USL Toscana nord ovest, Maria Teresa De Lauretis:  “Come si fa a parlare di presunti accordi verbali quando è lì, pronta da un anno, una nuova e grande sala di emodialisi con il doppio dei posti per raccogliere tutti i pazienti dializzati della Valle del Serchio? E’ un investimento importante, che parla da sé”. “E’ chiaro – prosegue la dottoressa De Lauretis – che la realizzazione della nuova Dialisi rappresenta una precisa scelta gestionale frutto di una programmazione avviata anni fa, quando è stato approvato lo studio di fattibilità dell’opera. Questa azione era stata presentata ufficialmente nell’aprile 2015 alla Conferenza dei Sindaci della Valle del Serchio, insieme ad altre quasi tutte attuate od in corso di attuazione, dalla Direzione di allora, per un investimento complessivo di oltre 15 milioni di euro: insieme all’accentramento della Dialisi…

- 1 di Redazione

Un anno per un intervento alla cataratta. Sono i tempi di attesa all’ambulatorio oculistico di Barga

Otto mesi per ottenere una semplice visita, propedeutica all’intervento di cataratta, circa un anno per arrivare all’operazione. Sono questi i tempi lunghi denunciati da una donna barghigiana e che riguardano l’ambulatorio oculistico in funzione presso l’Ospedale “San Francesco”. La donna, che vuole rimanere anonima per mettere in piazza il suo problema, conferma che la questione riguarda anche altri pazienti che si sono rivolti all’ambulatorio. Le liste di attesa sono queste. Circa otto-nove mesi per la visita e poi uno o due mesi per arrivare all’intervento Per quanto la riguarda ha richiesto in questi giorni la visita ed il CUP le ha indicato come prima data utile fine novembre “Per una persona che a causa di questa patologia ha problemi di vista, dover attendere un anno per arrivare all’intervento mi sembra inconcepibile. Si è costretti sicuramente a rivolgersi ad altre strutture, magari anche fuori dalla provincia oppure, come ho intenzione di fare, di risolvere il tutto a pagamento. Ma c’è anche…