Dai Lions della Garfagnana due tablet per i pazienti della riabilitazione

-

BARGA – Due tablet da parte del Lions Club Garfagnana per la riabilitazione di Barga, per permettere ai pazienti ricoverati nella “bolla covid” delle cure intermedie riabilitative ospitata al San Francesco ed anche ai pazienti del reparto no covid ospitati in dieci letti della Medicina, di restare collegati con il mondo esterno e soprattutto di poter scambiare video messaggi con i propri cari. Iniziativa oltremodo utile e significativa in questo periodo in cui ci si avvicina alle feste e gli affetti di casa mancano forse ancora di più.

La donazione dei due tablet è avvenuta questa mattina davanti all’ingresso principale dell’ospedale di Barga, alla presenza di tanti esponenti Lions tra cui il presidente Quirino Fulceri e per la Riabilitazione il primario dottor. Ivano Maci, fisioterapisti ed infermieri. Erano inoltre presenti per l’Azienda Sanitaria la dottoressa Romana Lombardi e per il comune di Barga, la sindaca Caterina Campani.

I due tablet saranno uno a disposizione di pazienti del reparto covid di cure intermedie e l’altro del reparto di riabilitazione no covid.

“E’ nata una idea tra tutti noi del reparto – ha detto il direttore Maci – di far comunicare i nostri pazienti che sono anziani ed hanno anche problematiche gravi e che spesso non hanno neppure uno smartphone, con i propri parenti. Da questa idea, grazie all’apporto in particolare della fisioterapista Carla Riani, siamo riusciti a sensibilizzare il territorio ed in pochi giorni i Lions hanno risposto in modo tempestivo dimostrando grande sensibilità con un dono che farà più felici i nostri ospiti delal riabilitazione e soprattutto a quelli ospitati nella “bolla covid” delle cure intermedie. Non sapete quanto il contatto umano per loro sia importante dopo settimane davvero difficili. Noi facciamo quello che possiamo, ma c’è bisogno per loro anche di poter vedere, anche se a distanza, i propri cari”

“Per noi è una piccola, grande cosa questa – ha aggiunto proprio la fisioterapista Carla Riani – A livello umano una cosa importantissima che permetterà di dare il calore e l’affetto di chi vuole loro bene ai nostri pazienti. L’esperienza nel reparto covid ci permette di vivere più intensamente i momenti di umanità e di contatto con queste persone, che hanno passato momenti davvero difficili  e poterli rimettere in contatto con i loro cari e con il mondo esterno, sappiamo dunque quanto sia importante”.

Quirino Fulceri al nome dei Lions della Garfagnana ha sottolineato il piacere di svolgere servizi come questo a servizio di chi soffre e ha anche annunciato a breve, entro il mese di dicembre, un’altra iniziativa interessante e sicuramente utile nella battaglia in corso contro la malattia: la donazione di tre ecografi alle USCA impegnate sul territorio per gestire i casi di coronavirus a livello domiciliare. Una donazione che va nel senso di potenziare le possibilità di diagnostica a domicilio e quindi di dare risposte sempre più tempestive per la diagnosi e la cura del covid 19.

All’Ospedale di Barga, ricordiamo, sono stati attivati dal 24 novembre 10 posti letto per le cure intermedie riabilitative e 10 posti letto covid ordinari. Attualmente i due reparti sono quasi al completo con 15 pazienti: 8 pazienti nelle cure intermedie riabilitative e 7 nel reparto Covid ordinario gestito dalla Medicina.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.