Tag: la libellula

- 1 di Redazione

La Libellula replica a Remaschi, Italia Viva e Confindustria

Dal Movimento La Libellula riceviamo e pubblichiamo: “Dopo il diniego della Regione Toscana al progetto del pirogassificatore KME, alcuni personaggi politici, mai intervenuti finora, sentono improvvisamente l’impellente bisogno di farci conoscere la loro opinione, la quale però non va al di là della batteria di slogan pre confezionati a favore delle grandi opere sempre e comunque; anche quando, come spesso accaduto, sono tanto inutili quanto costose e devastanti per l’ambiente. Argomenti concreti e conoscenza del tema pirogassificatore? Zero o poco più, ovviamente. La premiata ditta Baccini-Colucci (Italia Viva e Riformisti Toscana, Colucci nel 2018 pure alleato con una lista di giovani ambientalisti a Capannori, comune noto per l’avversità all’incenerimento) ci appella come “fantomatici“: loro, dei quali, sicuramente per colpa nostra, ignoravamo l’esistenza, danno del fantomatico a un comitato che lavora attivamente da 3 anni sul tema, ha portato in piazza a Fornaci circa 4.000 persone, raccolto quasi 9.000 firme sul territorio e organizzato serate con esperti di livello nazionale e internazionale; da parte nostra non definiremmo mai fantomatico un partito, anche se veleggia tra il 2 e il 3% nelle migliori previsioni dei sondaggi, avendo sempre…

- di Redazione

La Libellula sui sostenitori del progetto KME

Dal Movimento La Libellula, sulla vicenda pirogassificatore e sulla questione in particolare del preavviso di diniego del progetto inviato dalla Conferenza dei servizi a KME, riceviamo e pubblichiamo.   “Non contenti del preavviso di diniego dato dalla Regione Toscana al progetto KME, i suoi sostenitori, più realisti del re, continuano a battere la grancassa. E’ del 12 luglio scorso un articolo del quotidiano “la Repubblica” apparso nella cronaca fiorentina: “Per tutelare un rudere, no al pirogassificatore“. Un titolo del genere, che esula da una qualsiasi minimale conoscenza della questione, è senza alcun dubbio fuorviante, oltre ogni limite accettabile. E’ vero che nell’articolo si enunciano poi anche altri (ma non tutti) motivi del diniego, ritenendoli tutti infondati ovviamente; ma intanto, come sa bene chi è del mestiere, il messaggio è passato. Falso, ma è passato. Chi volesse conoscere realmente le ragioni del diniego, non ha che da consultare i pubblici documenti presenti sul sito della Regione, in particolare la comunicazione  da parte del settore VIA. E’ dunque stata solo o principalmente la…

- 1 di Redazione

La Libellula: non ci sono vincitori, né vinti; deve invece iniziare una strada diversa

In merito alla decisione presa dalla conferenza dei servizi riguarda al pirogassificatiore, dal Movimento La Libellula riceviamo e pubblichiamo: “Con il “preavviso di diniego” espresso dalla Regione Toscana nei confronti del progetto KME siamo giunti ad una tappa importante del nostro cammino. Cammino che sarà ancora molto lungo, come è naturale che sia,  riguardando di fatto il futuro di una valle intera per decine e decine di anni ancora. Il nostro primo pensiero va ai lavoratori, che mai abbiamo considerato antagonisti e verso cui abbiamo la più grande solidarietà. Di una cosa siamo convinti: il pirogassificatore non sarebbe stato una tutela per l’occupazione della valle. Crediamo che i lavoratori meritino qualcosa di più. Rinnoviamo pertanto la nostra disponibilità verso l’azienda intesa nel suo complesso (direzione, lavoratori, forze sindacali) a sederci insieme ad un tavolo per valutare alternative che possano rappresentare piani di rilancio reali e consoni al contesto locale. La prosperità di un’azienda che sia in sintonia con la comunità, le…

- di Redazione

La Libellula, critiche a Giani sulle parole espresse per la vicenda bioraffineria ENI di Livorno

FORNACI  La Libellula, dopo la lunga pausa legata all’emergenza coronavirus che ha congelato anche la questione gassificatore, è tornata sulla stampa. Lo ha fatto ieri con un comunicato in cui critica le parole del candidato alla carica di presidente della Regione Eugenio Giani sulle parole pronunciate nella vicenda “bioraffineria” ENI di Livorno. Dopo quanto più volte detto invece sulla questione gassificatore di Fornaci Giani viene accusato di una decisa inversione a U. “Eugenio Giani, l’attuale presidente del Consiglio Regionale della Toscana nonché futuro candidato PD alla guida della Regione. era stato invitato a partecipare alla presentazione del processo partecipativo “Tutti nella stessa Barga”, ed era intervenuto lo scorso settembre alla serata in cui venivano presentati i risultati delle interviste. In quell’occasione spese parole sentite nei confronti della legge regionale 46/2013 sulla partecipazione, dichiarandola un esempio di avanguardia a livello nazionale. Nella stessa serata, a precisa domanda riguardo alle posizioni del Consiglio, Giani ricordò ben due mozioni in occasione delle quali si dichiarò contrario al…

- di Redazione

La Libellula sull’inchiesta pubblica e sulle parole di KME

Dopo la seconda sessione  dell’audizione generale dedicata alla presentazione delle osservazioni e dei contraddittori al progetto di KME, nell’ambito dell’inchiesta pubblica regionale, interviene sulla serata anche il Movimento La Libellua, che fa il punto della situazione su quanto è emerso nella serata e fa una riflessione anche sulle parole di KME, dopo il duro attacco dei giorni scorsi nei confronti di Progetto Comune. Ecco il testo integrale della Libellula:   “Si è tenuta venerdì 28 febbraio al Teatro dei Differenti la terza adunanza dell’Inchiesta Pubblica relativa al progetto del gassificatore KME: dopo l’esposizione del 21 febbraio del progetto da parte dei tecnici KME, è stata la volta delle parti che gli si oppongono (tutte le slides e le eventuali relazioni fatte per il Movimento La Libellula, sono disponibili pubblicamente in una apposita sezione del nostro sito accessibile dalla home page in alto a sinistra). Tornando alla serata di venerdì, ha introdotto Paolo Fusco per il Movimento La Libellula elencando le…

- 4 di Redazione

Gassificatore, La Libellula: davvero verso la conclusione?

FORNACI – La decisione che scaturirà a maggio-giugno dopo la conclusione della conferenza dei servizi chiamata ad esprimersi sul beneplacito o il rifiuto del progetto del gassificatore, segnerà davvero la fine di questa storia? Se lo chiede il Movimento La Libellula che profila anche gli scfenari futuri in caso delle due decisioni contrapposte: “se l’autorizzazione sarà negata, a meno di ricorsi da parte dell’azienda, potrebbe essere davvero la fine non solo di questo progetto ma anche di decenni di tentativi di fare della Valle del Serchio il luogo di smaltimento dei rifiuti industriali toscani; ma se invece la Regione dovesse dare il consenso, la via obbligata a quel punto sarebbe il ricorso al TAR.” La Libellula interviene oggi, nel giorno in cui prende il via a Firenze la conferenza dei servizi e fa il punto di quelli che sono stati gli ultimi passaggi a cominciare dall’avvio dell’inchiesta pubblica sulla quale ha espresso le proprie critiche circa la scelta di indire due…

- di Redazione

In consiglio comunale presentati gli esiti del processo partecipativo “Tutti nella stessa Barga”

BARGA – Ieri sera in consiglio comunale a Barga sono stati presentati i risultati del processo partecipativo “Tutti nella stessa Barga” pnelle settimane scorsi con i word cafè con la partecipazione di un campione di cittadinanza. E’ stato il moderatore del processo Matteo Garzella a presentare al consiglio i risultati  soprattutto in merito alle preoccupazione ed alle raccomandazioni, che poi erano il fine ultimo del processo, espresse dalla popolazione riguardo al progetto del gassificatore di KME. Circa le indicazioni emerse dalla cittadinanza, secondo il campione di cittadini il progetto gassificatore non può essere supportato per le ricadute che avrebbe a livello ambientale circa ler problematiche di ricambio dell’area dovuto alla morfologia della Valle del Serchio. E’ stata ribadita anche la consapevolezza dei cittadini riguardo la correlazione tra inquinamento e malattie cardiovascolari, ma anche la consapevolezza che un progetto del genere  andrebbe ad aumentare le correlazioni già presenti sul territorio tra malattie ed inquinamento, a causa dell’impatto industriale già esistente. E’ stata…

- di Redazione

La Libellula, Kme si è curata del territorio solo a parole

La Libellula torna ad intervenire sulla questione gassificatore e non risparmia critiche a chi in modi anche diversi, difende la causa dei termovalorizzatori.  Da Kme alla Gabanelli, passando per il settore cartario Lucchese e la Regione. “Correva il 22 gennaio 2018 quando al cinema Puccini di Fornaci di Barga, al primo incontro pubblico organizzato dal movimento “La Libellula”, l’ingegner Pinassi, AD di KME dice la Libellula – prometteva apertura e coinvolgimento con la popolazione del territorio per il suo progetto tanto agognato, ovvero il rilancio dello stabilimento tramite il famigerato (piro)gassificatore, anche se all’epoca non si parlava ancora dell’impianto dato che Pinassi era, parole sue, alla “ricerca di un combustibile” per poter autoprodurre l’energia elettrica. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e l’impianto stesso, non solo è sorto (fortunatamente solo sulla carta, dove rimarrà) ma ha cambiato anche più volte nome, fino ad essere ribattezzato comicamente “piattaforma energetica”; tuttavia, della promessa di coinvolgimento dell’AD non è…

- di Redazione

La Libellula all’assessore Fratoni: “Da voi chiara volontà politica di costruire l’inceneritore in Valle del Serchio”

FORNACI – Sulla decisione della Giunta Regionale che ha deciso di indire una Inchiesta Pubblica sul progetto KME e sul fatto che in proposito l’assessore all’ambiente Fratoni abbia anche chiamato in causa il mmovimento La Libellula definendo le sue posizioni preconcette, interviene oggi il movimento: “Accogliamo senz’altro l’invito, signor assessore. Noi, come speriamo, tutti gli altri enti che hanno fornito osservazioni. Sì, perché pare che le osservazioni, in larga parte negative, non le abbiamo fatte solo noi della Libellula, pieni di “preconcetti”, ma anche molti enti e istituzioni, a partire dai comuni di Barga e Gallicano, Coldiretti, Parco Alpi Apuane e altri; e che anche Arpat e ASL, nei loro pareri, non parlino esattamente in termini elogiativi di questo progetto; se infatti fossimo gli unici ad avere perplessità, l’azienda non avrebbe richiesto i 180 giorni di proroga per fornire la valanga di integrazioni richieste, non le sembra, assessore?” Poi la Libellula aggiunge: “Cosa della quale lei è certamente a conoscenza,…

- di Redazione

Tutti nella stessa Barga. Ecco gli aggiornamenti

BARGA – Il Movimento La Libellula rende noti gli aggiornamenti circa il processo partecipativo “Tutti nella stessa Barga”, presentato nei mesi scorsi. Ecco il comunicato: “Il processo partecipativo “Tutti nella stessa Barga” promosso dal comitato insieme per la Libellula è in pieno svolgimento. Ricordiamo che il processo partecipativo è nato per consentire una discussione aperta a tutta la comunità di Barga sul progetto dell’azienda KME riguardante la realizzazione di un impianto di gassificazione alimentato a scarto di pulper e altri rifiuti industriali per autoproduzione di energia elettrica. Da poco si è conclusa la prima fase che prevedeva l’individuazione dei portatori di interesse coinvolti direttamente o indirettamente dal progetto di KME  e la successiva intervista in forma anonima. Il 18 luglio il facilitatore del processo, dott.  Matteo Garzella,  ha illustrato al comitato di garanzia  (dott.ssa Nardi per il Comune, Dott.ssa Giannini e  Don Giovanni Catone per la comunità, Prof.ssa Bertoli per la Libellula, rappresentante KME non pervenuto) il report delle interviste facendo…

- di Redazione

La Libellula: “La tavola rotonda a Gallicano? Un coro unico per KME”

La Libellula interviene sulla Tavola rotonda organizzata dal PD di Gallicano durante la festa dell’Unità con la partecipazione dell’assessore regionale Fratoni di cui ieri ha parlato anche il senatore Andrea Marcucci:  Pe r la Libellula alla fine una tavola rotonda che è stasa un coro unico a favore delle tesi di KME.   “Si è infine tenuta l’attesa tavola rotonda a Gallicano su “Lavoro ed occupazione nella Valle del Serchio”; non ce ne voglia Remaschi: noi non chiedevamo né veti né censure, avevamo semplicemente predetto quello che poi è accaduto e cioè che, lungi dalla realtà complessa del lavoro in Valle del Serchio, si è parlato principalmente della situazione di KME e del suo progetto. E lo si è fatto tramite un coro unico e in assenza di qualsiasi possibilità da parte del pubblico, noi compresi, di intervenire. Ma tant’è, abbiamo imparato che questa è la democrazia più gradita a KME e ai suoi sostenitori; unica luce, la riconosciamo al giovane RSU di KME che ha detto che…

- 5 di Redazione

Remaschi replica alla Libellula sul convegno di Gallicano

Dopo l’intervento La Libellula sul convegno che viene organizzato dal PD gallicanese con il rinforzo dell’assessore regionale Marco Remaschi per il prossimo 2 agosto, con critiche sia al PD locale che a Remaschi, lo stesso assessore regionale è intervenuto sulla stampa con questo lungo comunicato:   “I cittadini della Valle del Serchio sono avvisati: prima di organizzare un incontro nella valle del Serchio chiedano il permesso al comitato la Libellula, ovviamente sottoponendo in via preventiva alla loro approvazione la lista dei partecipanti! Le cronache quotidiane ormai ci hanno abituato alla graduale perdita del senso di democrazia, ma dobbiamo fare lo sforzo di ricordare che se proprio la democrazia consente ad alcuni cittadini di organizzarsi, nel rispetto della legge, in un comitato/movimento al fine di sostenere una loro idea, condivisibile o meno, secondo lo stesso principio è inaccettabile che gli stessi si ergano a censori supremi, dettando a tutti gli altri cosa possano o non possano fare, siano essi singoli, associazioni…