Tag: commercio

- di Redazione

Zona rossa che vai, zona rossa che… trovi; l’appello del CIPAF di Fornaci

Non è la stessa cosa vivere le restrizioni da zona rossa come negozio di una grande città, o di paesi comunque grandi, e invece viverlo come commerciante di piccole realtà, di piccoli comuni, spesso con pochi abitanti. Lo sottolinea Giuseppe Santi, il presidente del CIPAF di Fornaci  che, come sollecitato anche da altre associazioni di categoria, chiede per la Valle del Serchio che ci sia maggiore chiarezza ed anche possibilità maggiori,  circa la possibilità di muoversi sul territorio, per fare acquisti convenienti, anche oltre i confini comunali. Circa la possibilità, almeno in alcuni casi, di spostamenti fuori dal territorio comunale sono arrivate in verità rassicurazioni via social anche da alcuni sindaci della Valle, ma per Santi è necessario che esistano regole chiare, ma soprattutto eccezioni come quelle indicate, che permettano di bilanciare il gap di essere territori piccoli e con scarsa densità di popolazione.

- di Redazione

CIPAF: “Riqualificare Fornaci per un futuro migliore”

FORNACI – “Come associazione Cipaf CCN di Fornaci di Barga prendiamo atto con soddisfazione del chiarimento che l’amministrazione si è sentita di dare in risposta ad alcune nostre considerazioni sullo stato attuale del commercio e non solo, di Fornaci.” Così inizia la replica del CIPAF di Fornaci che prosegue: “A nostro parere, un intervento che riqualifichi il paese e metta in sicurezza Via della Repubblica, non è più rimandabile, ed in questo contesto il coinvolgimento ed il contributo degli abitanti e delle associazioni è fondamentale. Il confronto, che il presidente ed il direttivo del CCN hanno con gli amministratori, deve continuare ed ora più che mai deve tradursi in iniziative concrete; le proposte e le richieste che come associazione facciamo all’amministrazione, dai piccoli eventi a progetti più ambiziosi, nascono da necessità reali e ponderate, necessità, che chi lavora a Fornaci conosce perfettamente. Concludiamo rassicurando che non abbiamo detto che l’amministrazione faccia del terrorismo, tutt’altro, semmai è vero il contrario dato…

- di Redazione

Comune: abbiamo sempre incentivato ed aiutato il centro commerciale naturale di Fornaci

FORNACI – Il comune di Barga replica alle dichiarazioni dei giorni scorsi del presidente del Cipaf di Fornaci, Giuseppe Santi, con una disamina dei motivi della crici del commercio.   “Ci sentiamo in dovere di chiarire alcune cose. L’Amministrazione dal momento del suo insediamento ha da subito instaurato con il CCN un proficuo rapporto, che ha portato ad incontrare i rappresentanti di questo mensilmente, a volte anche più spesso, e ad avere un confronto telefonico, specialmente con il Presidente, quasi quotidiano. L’Amministrazione ha sempre appoggiato, incentivato ed aiutato il CCN nelle iniziative proposte, portando ulteriormente all’attenzione di questi ultimi, opportunità che si rendessero appetibili per questa realtà. Oltre ad aver investito diverse risorse su Fornaci di Barga Nel periodo COVID l’Amministrazione ha sempre supportato le attività commerciali, anche con iniziative specifiche, proprio per portare all’attenzione dei potenziali acquirenti la sicurezza che potevano riporre nell’andare ad acquistare nei negozi del CCN. Non si è mai fatto terrorismo, anzi semmai ci è…

- di Redazione

Coronavirus e commercio. La sindaca: “Niente ci preclude di frequentare o di utilizzare con tranquillità inegozi. serve solo il rispetto delle regole

BARGA – “Non bisogna aver timore di uscire di casa, andare al ristorante o nei negozi. Bisogna invece sempre attenersi alle regole previste, siano esse riguardanti noi come utenti e clienti, siano quelle di chi deve garantire la sicurezza e le distanze nelle attività. Se si rispettano le regole e le misure, se si rispettano le distanze e si indossano le mascherine, possiamo avere la consapevolezza che evitiamo al massimo di esporci a qualsiasi rischio” Così la sindaca Caterina Campani commentando l’attuale difficile momento che sta vivendo il territorio comunale dove l’impennata dei casi si è ripercossa anche sul movimento nei negozi e nei locali pubblici. “Purtroppo è così – ci dice la sindaca- andando in giro per i nostri paesi mi sono resa conto in prima persona delle difficoltà del momento per i nostri negozi ed i nostri locali. E’ giusto però che tutti noi si viva questo momento con la dovuta tranquillità; consapevoli che c’è bisogno essenzialmente solo…

- 3 di Redazione

Barga e Fornaci, con i nuovi casi di coronavirus meno gente in giro e gli affari ne risentono

BARGA – L’aumento dei casi di coronavirus fa crescere la paura tra la gente. Barga è stato un po’ uno degli epicentri della recrudescenza dei nuovi contagi e questo, per forza di cose, un po’ la vita di tutti i giorni l’ha condizionata. La situazione è peraltro in divenire ed a contribuire al calo delle presenze anche il fatto che tanta gente è stata sottoposta a tampone, altra è in isolamento fiduciario ed altra è in quarantena perché legata a casi emersi. Da giovedì scorso comunque, dopo la notizia di 12 casi positivi in un giorno, la gente in giro è calata drasticamente a cominciare da quella presente nei locali pubblici dove in queste serate si è registrata una drastica diminuzione di clientela. “Un calo della gente?  assolutamente sì – ci dice Stefano Orsucci del Giro di Boa in piazza del Sargentone – a Barga si è creato il panico… Venerdì sera e sabato sera abbiamo fatto sei persone, grazie…

- di Redazione

Chiude il negozio Sorelle Guidi. Lia saluta e ringrazia: “Grazie ai clienti della stima e dell’amicizia”

BARGA – La notizia l’avevamo già anticipata a dicembre 2019, ma ora è arrivato il momento. Il 31 luglio 2020 sarà l’ultimo giorno di apertura  del negozio di abbigliamento Sorelle Guidi di Barga. La titolare, Lia Guidi domani chiuderà le saracinesche per l’ultima volta e finirà un avventurata nel mondo del commercio barghigiano iniziata quasi ventiquattro anni fa. Una lunga storia, fatta di momenti belli, come quando con la sorella Maria Elena rilevarono quella che era la storica bottega del Massimo Lucherini in largo Roma, e di momenti meno belli, come quando Maria Elena se n’è andata nell’ormai lontano 2003. Non è stato poi un ventennio facile nemmeno per l’economia e così è stato particolarmente impegnativo il cammino, soprattutto in questi ultimi dieci anni quando la crisi del commercio si è fatta ancora più forte. Il trasferimento nei locali di via Pascoli era avvenuto circa otto anni orsono, ma ora anche questo negozio chiude definitivamente i battenti e Barga sarà…

- 1 di Redazione

L’Erina lascia, sabato 8 inaugura la nuova gestione del negozio sul ponte

BARGA – Dopo il Ralph e la Paola della Bottega del Pane (presto la riapertura e la nuova gestione), dopo Luciano Luti del Giglio Guelfo che hanno deciso di andare in pensione, stavolta tocca anche all’Erina Rossi con la storica cartoleria che ha accompagnato la vita commerciale e non di Barga dal lontano 2001. L’Erina lascia il commercio dopo tanti anni dedicati con grandi sacrifici  ma anche tanta passione alla sua attività, ma il negozio continuerà ad essere punto di riferimento a Barga. Sabato 8 agosto alle 11 ci sarà infatti l’inaugurazione de “Il Folletto”, così’ si chiamerà il negozio sotto la gestione della giovane coreglina  Jessica Barbi che per il futuro ha in mente anche di ampliare le offerte di questa attività. Siamo felici di questo nuovo arrivo, ma ci dispiace pensare che l’Erina non sarà più quel piccolo angolo di vita in Largo Biondi, punto di sosta e di riferimento per tanta gente in transito da e per…

- di Redazione

Commercianti in crisi, Zucconi (FDI): “Attenzione alle infiltrazioni mafiose e all’usura”

LUCCA – Alla crisi economica, che già di per sé basterebbe a guastare il sonno degli italiani, si aggiunge adesso l’ombra dell’usura, pronta ad agire nei momenti più bui delle attività commerciali ed imprenditoriali. La denuncia viene da Riccardo Zucconi, Deputato Fratelli d’Italia “Fra marzo e aprile – dice – è un fenomeno cresciuto nella percentuale che raggiunge quasi la doppia cifra: 9,6%. Il lungo periodo di lockdown infatti ha gettato sul lastrico milioni di famiglie e di attività, che si vedono costrette a prendere in prestito liquidità con tassi da strozzo, finendo così in un vortice dal quale difficilmente usciranno. E’ per questo motivo che già ad aprile, nel decalogo ‘Più forti del virus’ che ho ideato per il rilancio del turismo nella provincia di Lucca, uno dei punti chiave era proprio il contrasto delle mafie e nello specifico l’idea di istituire presso la Camera di Commercio  un organismo (composto dai rappresentanti delle categorie economiche, delle Forze dell’Ordine, della…

- di Redazione

Castelnuovo, i commercianti si ritrovano per ripartire

CASTELNUOVO DI GARFAGNANA – Passato il lockdown, per le attività commerciali di Castelnuovo è arrivato il momento di pensare a come gestire i mesi estivi. L’associazione Compriamo a Castelnuovo, centro commerciale naturale di Confcommercio, organizza così l’assemblea dei soci per martedì 9 giugno, ore 20,45. Data l’emergenza sanitaria ancora in atto e l’alto numero di adesioni all’incontro, l’associazione ha chiesto ed ottenuto dal comune e dal Cefa Basket la possibilità di utilizzare il palazzetto dello sport del capoluogo per gestire l’assemblea in totale sicurezza. L’ordine del giorno prevede tre punti focali per il prosieguo delle prossime settimane. Si partirà dalla presentazione del bando comunale a sostegno delle imprese con l’assessore Ilaria Pellegrini che spiegherà l’entità della misura. Il bando, da 50mila euro, sarà aperto da giovedì 4 giugno fino al 22 giugno e le aziende che hanno una sede locale a Castelnuovo potranno parteciparvi ratificando le perdite avute nel periodo di restrizioni governative tra il 12 marzo e il 17 maggio…

- di Redazione

Barga, 170mila euro per i settori più colpiti dall’emergenza Covid-19

BARGA – 170 mila euro per i settori più colpiti dall’emergenza Covid-19. Questo il fondo straordinario destinato inizialmente dal Comune di Barga per aiutare i settori più colpiti dagli effetti economici del Covid-19: commercio al dettaglio, turismo, mondo delle piccole attività. “Come abbiamo sempre ribadito –  sostengono il Sindaco Campani ed il Vice Sindaco Salotti –  siamo a fianco della nostra comunità in questa situazione difficile e con questo stanziamento, che si aggiunge alle consistenti misure attuate coi fondi del Governo e della Regione, come i buoni spesa e i contributi straordinari per l’affitto per le famiglie più bisognose, lo dimostriamo concretamente. In queste settimane abbiamo lavorato intensamente e con responsabilità per reperire le risorse all’interno del nostro bilancio. Grazie ai risparmi di spesa generati dall’emergenza ed alla sospensione della quota capitale di alcuni mutui con istituti bancari privati, afferma il Vice Sindaco Salotti, abbiamo la disponibilità di un fondo di circa 300mila euro, in parte al momento congelato per…

- di Redazione

Campani: “Compriamo nelle nostre attività. Allo studio piano di rilancio del territorio. Tante idee in cantiere per un’estate alternativa”

Ci crede molto la sindaca Caterina Campani che a ormai poche ore dalle riaperture di tutte le attività commerciali del Comune di Barga con l’assessore alle attività produttive Francesca Romagnoli  e con il supporto di tutta l’amministrazione comunale promuove con decisione la campagna “io compro nel mio Comune –  – supportiamo le nostre attività”. I primi post sono stati pubblicati già nella serata di sabato sui social ed hanno riscosso anche i consensi di molti cittadini del comune che come la sindaca e l’amministrazione comunale credono che sia il momento giusto per favorire la ripresa dei negozi della comunità, da Fornaci a Barga, a Ponte all’Ania e non solo. “Per far fronte all’emergenza economica derivante dalla pandemia Covid-19 e da questi mesi di chiusura – afferma Campani – è  importante, ora più che mai, supportare le nostre attività comprando nei negozi; è importante  usufruire dei servizi delle attività  del nostro comune come bar e ristoranti , parrucchieri ed altro; insieme…

- 1 di Redazione

Cipaf, per la ripresa economica subito tavolo di confronto con il comune. Ecco le ricette per favorire la ripartenza

FORNACI – Il Direttivo dell’Associazione “CIPAF CCN” di Fornaci di Barga, che raccoglie al suo interno oltre 100 attività Commerciali, oltre che Produttive e Professionali, non può evitare di segnalare il grande disappunto scaturito dalla lettura della misure contenute nel DPCM del 26. Lo fa con una lettera dove presenta anche alcune proposte per sostenere la ripresa economica nel comune: l‘istituzione di un tavolo di confronto con il Comune e le Associazioni del territorio e cittadini, al fine di trovare soluzioni alla tragica situazione in cui si trova il commercio e l’economia locale. Questo anche perché a livello sia regionale che nazionale le indicazioni secondo il CIPAF, non sono mai precise, ma solo interpretative, e creano solo caos. Almeno localmente, dice il comitato degli operatori economici di Fornaci, cerchiamo di dare istruzioni precise e di adoperarci per il bene comune. Ecco la lettera integrale: “E’ vero che il modo in cui il Covid-19 ha attaccato tutto il mondo, è risultato…