Tag: barga

- di Redazione

Test sierologici gratuiti a Fornaci di Barga grazie al Lions Club Garfagnana

Grazie all’iniziativa è stato possibile individuare 5 persone con anticorpi al Sars Cov-2 su 127 test effettuati. Adesso gli interessati dovranno sottoporsi al tampone per sapere se l’infezione è ancora in corso. Test sierologici rapidi gratuiti a Fornaci di Barga  grazie alla sensibilità ed all’ennesima utile iniziativa in campo sanitario messa in piedi con il solito spirito di servizio dal Lions Club Garfagnana. In Piazza IV Novembre, la mattina di sabato 21 novembre, già di buon ora  si sono ritrovati tanti cittadini in attesa di sottoporsi al test sierologico rapido che, come noto, consente di ottenere una risposta nel giro di pochi minuti, individuando se un soggetto ha sviluppato gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta al Sars Cov-2. L’esame quindi è in grado di fornire un primo campanello di allarme per sottoporsi al tampone molecolare. Non solo: il test in questione indica anche se la presenza di anticorpi è recente o è più datata nel tempo e quindi…

- di Redazione

Bolla covid, casi coronavirus, rifiuti, KME e le questioni del territorio. A “Dido”le risposte della sindaca di Barga

BARGA – Alla diretta con il sindaco di Barga Caterina Campani, andata in onda venerdì sera su noi TV nello speciale del TGNoi “Dido” sono stati affrontati diversi argomenti e questioni legate alla comunità barghigiana, con le problematiche del coronavirus naturalmente in evidenza. La sindaca ha risposto alle domande del conduttore Egidio Conca ed a quelle giunte in studio dai cittadini Tra queste quelle sui timori che la riorganizzazione della riabilitazione in bolla covid possa in qualche modo penalizzare i servizi del reparto stesso ed anche sul fatto che una volta chiuso il reparto, l’ASL decida di non riaprirlo: “Ovviamente il reparto è stato ridotto ma continuerà  la sua attività ordinaria – ha risposto la sindaca – è chiaro che per il momento il reparto non potrà lavorare come quando è a pieno regime , ma ci troviamo in un’emergenza e comunque questa emergenza non durerà moltissimo perché quando apriranno i posti al campo di Marte la Riabilitazione ritornerà alla…

- di Redazione

Bolla covid a Barga. Non sarà nel reparto di Medicina. Allo studio altre soluzioni

BARGA – “Stiamo lavorando, in un confronto serrato di ora in ora, con l’Azienda Sanitaria Locale Toscana Nord Ovest, così come da nostra richiesta in sede di conferenza aziendale, per quanto riguarda l’ipotesi di utilizzare l’Ospedale “San Francesco” per accogliere pazienti Covid” Così l’Amministrazione Comunale di Barga con un comunicato a firma della sindaca Caterina Campani che aggiorna circa la questione relativa all’eventuale bolla covid da realizzare nel nosocomio barghigiano. La sindaca riporta peraltro una novità nella vicenda: “La proposta di utilizzare l’intero reparto di medicina, emersa nei giorni scorsi, è tramontata. Allo studio ci sono, in un clima di totale collaborazione, delle  ipotesi.  Siamo consapevoli del difficile momento di emergenza – dice la sindaca –  e disponibili a fare con senso di responsabilità la nostra parte; soprattutto per trovare soluzioni organizzative alternative che possano permettere di ospitare pazienti covid, ma anche non stravolgere l’attività e la funzionalità dei reparti dell’ospedale barghigiano.” Un lavoro al momento solo preventivo in attesa…

- di Redazione

Sei giorni in bici sulle vie dell’Appennino, alla scoperta della Linea Gotica

Egregio direttore, a settembre abbiamo goduto di sei giorni di vacanza in bicicletta sulle vie dell’Appennino, da Modena a Modena, attraversando le valli modenesi, l’Alta Valle del Reno, la Garfagnana e la Valle del Serchio (in parte su percorso modificato, causa un pizzico di prudenza in più per il maltempo annunciato). Vogliamo qui ringraziare chi ci ha accolti e guidati nel vostro territorio, a cominciare dalla minuscola comunità del paese di Colognora di Pescaglia: siamo arrivati nel bel villaggio sotto la pioggia e qualche chicco di grandine, ”guidati” a voce dagli abitanti che ci hanno indicato subito dove ricoverare le bici. Un grazie all’accoglienza di Alessandro del locale B&B e al signor Roberto del Museo del Castagno, una realtà davvero preziosa a cui con piacere abbiamo dedicato una visita approfondita. A Bagni di Lucca abbiamo apprezzato in particolare il cimitero inglese, non solo per il luogo in sé ma anche per l’impegno di Fondazioni e altre realtà che hanno promosso…

- di Redazione

La Asl schiera gli ospedali “di prossimità”: pronto anche Barga

Sono 430 in totale i letti destinati a pazienti Covid in tutta la Asl Toscana Nord Ovest, di cui 50 ancora liberi. Per quanto riguarda la terapia intensiva possiamo contare ancora su tre posti letto liberi, ampliabili in caso di necessità. E’ la dirigente dell’azienda sanitaria Maria Letizia Casani a fare il punto sulla situazione degli ospedali che stanno affrontando un’ondata peggiore della prima. Ad oggi infatti abbiamo 60 ricoverati in più rispetto al picco che abbiamo raggiunto nella prima fase della pandemia. Fondamentale in questo frangente è l’apporto che stanno fornendo gli ospedali di prossimità, coinvolti grazie al piano straordinario appena approvato. Si tratta di Piombino, Cecina, Pontremoli e Barga. Dunque anche il San Francesco di Barga all’occorrenza sarà ospedale Covid, offrendo in tutto circa 40 posti letto, sacrificando di fatto l’area medica. Una decisione che vede contrari i sindaci della Valle e anche il senatore Andrea Marcucci.  “Il reparto di medicina ha un ruolo essenziale per tutto il…

- di Redazione

Restauro delle Mura di Barga, si prosegue con il secondo lotto di lavori

BARGA – Dopo il  bel lavoro concluso a luglio sul Piazzale del Fosso con la ristrutturazione e la valorizzazione del tratto di mura castellane che va da Porta Reale fino al Bastione del Fosso, sono attualmente in corso gli interventi che riguardano un’altra storica e preziosa porzione delle mura di Barga, quella che va da Porta Macchiaia, l’altra porta di ingresso all’antico castello, fino all’antico acquedotto. Il tutto fa parte del progetto “Restauro conservativo e riqualificazione del sistema delle fortificazioni di Barga” Come già avvenuto per le mura del Fosso anche qui si sta procedendo alla ripulitura delle mura stesse ed al loro protezione, per consolidare la tenuta e la difesa delle pietre I lavori sono eseguiti, come per il piazzale del Fosso, dalla ditta Lorenzini Pietro Il risultato, anche se non siamo ancora alla conclusione, è già notevole e le foto dei lavori scattate dai barghigiani si sprecano sui social. “A che punto siamo? Siamo al 70% dei lavori –…

- di Luca Galeotti

La Fondazione Ricci, cultura e resistenza intellettuale ai tempi del coronavirus

BARGA – La Fondazione Ricci di Barga è indubbiamente punto di riferimento vitale per la cultura barghigiana. Sono tante le iniziative culturali anche di livello nazionale che si sono svolte presso questa nostra realtà che proprio nel settembre scorso ha festeggiato i suoi primi trenta anni di vita. Con la presidente Cristiana Ricci abbiamo realizzato questa intervista anche per capire come la cultura sta resistendo a questo anno così difficile. Lei e la sua fondazione organizzate spesso eventi culturali di notevole importanza, che cosa ne pensate dell’impatto del covid 19 sulla la cultura. Quanto ne ha risentito il settore? La chiusura delle attività culturali nel marzo scorso ha creato un notevole e comprensibile disorientamento sia degli operatori culturali che nei fruitori. La cultura in senso lato, non voglio in questo momento fare nessun tipo di distinzione, e gli eventi culturali di qualsiasi tipo coincidono spesso nel nostro modo di vita con i luoghi della socialità. Siamo un popolo che apprezza le…

- di Redazione

Fantozzi (FDI): “Idea scellerata quella dell’Asl di creare reparti Covid negli ospedali della Valle del Serchio

FIRENZE  – “Ho appreso a mezzo stampa della malsana idea del direttore generale dell’Asl Toscana Nord Ovest di utilizzare anche i piccoli ospedali della Valle del Serchio per i malati Covid. E’ fuori da ogni logica utilizzarli come presidi Covid visto che, da Barga a Castelnuovo, scontano un’endemica carenza di personale e spazi ridotti. L’unica struttura possibile, da adeguare e potenziare, è quella di Campo di Marte a Lucca. Chiederò al Consiglio regionale di scongiurare questa ipotesi, presenterò in aula un atto per impedire questa “pessima soluzione” – annuncia il vice-capogruppo regionale di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi – Gli ospedali di Castelnuovo e Barga non sono certo la soluzione all’emergenza sanitaria. Una scelta che trova la ferma opposizione anche dei sindaci della Valle. Regione Toscana e Asl devono immediatamente interrompere la strada intrapresa”.

- di Redazione

Sindaci: utilizzo dei nostri ospedali per bolle covid? La cosa ci preoccupa

VALLE DEL SERCHIO – “Il piano della Regione Toscana  e di conseguenza anche quello dell’Azienda sanitaria Toscana Nord Ovest, in caso di ingresso nella fase successiva della emergenza coronavirus, è quello di lavorare su tutta la rete ospedaliera, quindi anche sugli stabilimenti ospedalieri più piccoli. Questa fase, prevede solo che siano covid solo gli ospedali più grandi, mentre in caso di peggioramento della situazione,  tutte le unità ospedaliere dovranno essere interessate a gestire l’emergenza, per alleggerire la pressione sui presidi più importanti. Tutti gli ospedali dovrebbero dunque essere pronti, secondo gli intendimenti regionali, ad accogliere bolle covid o a trasformare eventuali spazi inutilizzati per l’accoglienza di pazienti covid. Questa è però una soluzione che al momento ci preoccupa molto e che intendiamo approfondire preventivamente con l’azienda sanitaria, perché tali decisioni non possono essere calate dall’alto, considerando che i presidi come i nostri, non hanno adeguati spazi per poter garantire percorsi separati covid – no covid.” Così Francesco Pioli, presidente dell’articolazione…

- di Redazione

Barga 28° comune in Toscana per raccolta differenziata. E’ ancora il primo in Valle del Serchio

BARGA – Sono stati pubblicati  i dati relativi alla produzione di rifiuti ed alla raccolta differenziata redatti dall’Agenzia Regionale Recupero e Risorse (ARRR) e relativi al 2019. Anche per il 2019 per quanto riguarda la Valle del Serchio, Barga ha fatto la sua parte per la raccolta differenziata. Secondo i dati ARRR, il comune si classifica al 28° posto tra i comuni in tutta la Toscana ad aver fatto la migliore raccolta differenziata nell’anno 2019. Con una percentuale in lievissimo aumento rispetto all’anno precedente, l’83,83% di raccolta differenziata, in grado di far ottenere il primo posto in Valle del Serchio ed il secondo in provincia di Lucca. In provincia di Lucca a far meglio di Barga è stato solo Capannori con una percentuale dell’85,43. Oltre a Barga e Capannori, al di sopra dell’80% di raccolta differenziata sono saliti per la provincia di Lucca,  Montecarlo (82,09%); Lucca (81,01%); Pietrasanta (80,61%); Seravezza (80,30%) In Valle del Serchio hanno superato la soglia minima…

- di Redazione

Barga nell’Area MAB dell’Unesco. la Libellula, “buona notizia; utilizziamo al meglio questo strumento”

BARGA – Il Movimento La Libellula interviene, con una propria riflessione sul recente via libera del consiglio comunale all’ingfresso del territorio barghigiano nella Riserva MAB dell’Appennino Tosco-Emiliano. Un passaggio anche recentemente difeso e sostenuto dalla Libellula che riflette oggi sui perimetri dei parchi e delle riserve naturali. “Questi confini –scrive –  vien da chiedersi: quanto sono sentiti dall’uomo comune? Da  chi quelle zone le vive quotidianamente? Molto dipende da chi ha disegnato quelle linee. Suddivisioni amministrative calate dall’alto, poco possono condizionare la vita quotidiana. Ben diverso il caso di processi spontanei, o comunque condivisi, che nascono dal basso ed esprimono, allora sì, una sensibilità popolare ben precisa”. Secondo La Libellula ogni confine che non sia il punto di arrivo di un percorso culturale e di consapevolezza è destinato a rimanere solo una linea sulla carta. Se invece è vissuto come una conquista, allora diventa a sua volta il punto di partenza per qualcosa di più grande. “Da oggi – continua…

- di Redazione

Rigenerazione urbana, liquidate le risorse ai Comuni che hanno avviato i progetti. Ci sono anche Barga e Castelnuovo

BARGA  – Il programma di finanziamento della Regione degli interventi di riqualificazione del tessuto urbano rivolto ai comuni delle aree interne della Toscana è passato alla fase operativa. Verificato infatti l’avanzamento dei 20 progetti finanziati nel novembre scorso per un importo pari a 6 milioni e 600mila euro si è proceduto all’impegno delle risorse per i 17 Comuni ammessi (tra cui Barga, Castelnuovo e Fabbriche di Vergemoli) a finanziamento e alla liquidazione dell’anticipo per l’annualità in corso. Gli interventi finanziati mirano non solo a recuperare aree con criticità e immobili abbandonati o sottoutilizzati, a favorire la mobilità sostenibile e rendere più attrattivo il territorio, anche attraverso la valorizzazione delle economie locali, ma concorrono anche all’attuazione della strategia per le aree interne, attraverso azioni di contrastare all’abbandono dei territori interni e montani della Toscana. Di seguito gli interventi oggetto del contributo regionale nella nostra provincia. LUCCA Barga – Barga Rigenera – riorganizzazione urbana per la sicurezza e la coesione sociale Castelnuovo…