Tag: barga

- di Maria Linda Pilati

#aheroliveshere, da Chicago la storia di Patty Giuntini

CHICAGO, Ill. (U.S.A.) . Patty Giuntini Gessner è la figlia di Aldo Giuntini di Fornaci e di Nara Pieroni di Tiglio. Vive come loro a Chiocago e lavora presso l’ospedale “Alexian Brothers” di Elk Grove, una cittadina satellite di Chicago nello stato dell’Illinois. Lavora da 29 anni nel reparto di terapia intensiva ed è adesso responsabile di questo reparto; è personalmente specializzata in casi critici e terminali. Per la sua opera coraggiosa durante questa pandemia le è stata tributata pubblica riconoscenza da parte dei suoi concittadini e dalla municipalità che hanno posto questo cartello davanti alla sua abitazione in Schaumburg, Illinois, dove lei risiede con la famiglia.  

- di Luca Galeotti

25 aprile 2020, la giornata del silenzio

BARGA E SOMMOCOLONIA – Sarebbe stato un giorno di sole, di gente, di risate, di musica, di cose buone da mangiare, di brindisi e di momenti belli. E’ invece stato il giorno del silenzio, molto diverso da quello che vivemmo un anno fa: il XXV aprile di Barga e di Sommocolonia dove oggi si sarebbe ricordato i caduti della nostra ultima guerra e la festa della liberazione dal fascismo e dove si sarebbe fatto festa in un paese preso d’assalto da tante persone giunte a piedi da Barga. Pieno di vota e di energia… Oggi invece ha parlato solo il silenzio. E’ statala  giornata del silenzio, Il silenzio dei nostri paesi a cui ci stiamo sempre più abituando, il silenzio di una Sommocolonia dove la voce principale era solo quella del vento stamani. Il silenzio dei morti della battaglia del 24 dicembre di Sommocolonia, dei morti anche di Renaio, di Barga, di tutti quelli che persero la vita in quel giorno.…

- di Redazione

Una laurea ai tempi del coronavirus

BARGA – Laurea ai tempi del virus, discussione in video conferenza. Lo scorso data 16 marzo  la neo dottoressa Eleonora Mei, 24 anni, ha discusso la tesi di laurea magistrale in Traduzione e Interpretato presso l’Università degli Studi di Genova dal titolo “Proposta di traduzione dal francese all’italiano dell’articolo di divulgazione scientifica: L’évolution du langage chez l’enfant” con la Prof.ssa Micaela Rossi riportando la valutazione finale di 109/110. ” Il tutto si è svolto come detto in tempi di coronavirus e quindi in video conferenza. E come ci racconta Eleonora: “Dopo un breve intoppo di connessione, la discussione si è svolta regolarmente per via telematica alla presenza fisica dei miei genitori, seduti accanto a me, e quella virtuale della Commissione e degli amici in collegamento dall’altra parte dello schermo. Una corona di alloro fatta in casa con fiori di campo e un brindisi a debita distanza con i vicini hanno reso questa giornata ancor più unica. I festeggiamenti, quelli ufficiali,…

- di Redazione

Confcommercio incontra i sindaci. Arrivano i primi risultati da Castelnuovo e Barga

VALLE DEL SERCHIO – Dopo la lettera inviata a tutti i sindaci della Valle, arrivano i primi risultati positivi per le imprese. Confcommercio ha iniziato una serie di incontri con le amministrazioni del territorio per cercare di trovare misure di sostegno ai propri associati in questo momento così difficile. Assieme al presidente dell’associazione Compriamo a Castelnuovo, Andrea Baiocchi, e il vice Alessandro Tardelli, Confcommercio ha incontrato l’assessore al commercio del capoluogo garfagnino, Ilaria Pellegrini, per capire in che modo l’amministrazione pensa di muoversi a favore delle imprese. Le risposte sono state positive con un fondo da 50mila euro da cui nascerà un bando per le attività commerciali che sono state costrette alla chiusura ed anche azioni su Tari e Tosap: “Consci delle difficoltà che hanno anche i Comuni – dice il presidente Baiocchi – dobbiamo ringraziare l’amministrazione Tagliasacchi ed in particolare l’assessore Pellegrini per quanto ci hanno riferito. Oltre al bando, credo che potremo presto arrivare all’azzeramento della Tari per…

- di Redazione

Ecco il calendario e le modalità per riscuotere le pensioni nel comune di Barga. Si comincia dal 27 aprile

BARGA – Per riscuotere le pensioni, ecco date prossime e modalità negli uffici del comune di Barga. Le pensioni del mese di maggio verranno accreditate il 27 aprile, per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. Se possiedi una carta Postamat, una Carta Libretto o una Postepay evolution, ricordati che puoi prelevare i contanti da oltre 7.000 Postamat, senza bisogno di recarti allo sportello. Se invece non puoi evitare di ritirare la pensione in contanti in Ufficio Postale, per quanto riguarda gli uffici presenti nel comune di Barga ecco come si procederà: Uffici postali di Barga e Fornaci Lunedì 27 aprile dalla lettera A alla lettera B Martedì 28 aprile dalla lettera C alla lettera D Mercoledì 29 aprile dalla lettera E alla lettera K Giovedì 30 aprile dalla lettera L alla lettera P Sabato 2 maggio dalla lettera Q alla lettera Z   Ufficio Postale di Mologno (essendo aperto solo…

- di Redazione

Lega, inaccettabile la chiusura da settimane della filiale BMP a Barga

BARGA – Da oltre un mese – affermano Elisa Montemagni e Luigi Pellegrinotti, rispettivamente Capogruppo in Consiglio regionale e Commissario della sezione Mediavalle Garfagnana della Lega – è stato chiuso lo sportello bancario della Bpm, operativo a Barga.” “In questo lungo periodo di tempo – proseguono gli esponenti leghisti – nonostante svariate sollecitazioni provenienti da più parti, nulla è, purtroppo, cambiato e si avvicina pure il momento in cui agli anziani viene erogata la pensione.” “Siccome raggiungere Fornaci, l’alternativa proposta alla clientela, non è così comodo, specialmente per chi ha un’età avanzata – precisano i rappresentanti del Carroccio – invitiamo la direzione centrale dell’istituto di credito a ritornare sui suoi passi, riaprendo la struttura, magari anche ad orario ridotto.” “Non è accettabile, infatti – concludono Elisa Montemagni e Luigi Pellegrinotti -che in una situazione particolarmente delicata come quella attuale, non si dia, quindi, la possibilità alle persone di ritirare i propri soldi che sono indispensabili per effettuare le normali spese…

-

Il giallo dello stemma Rondinelli

Per evitare un eccessivo frazionamento dei territori assoggettati, Firenze decise che le cariche podestarili venissero ricoperte da candidati sì sorteggiati, ma all’interno di un controllato numero di esponenti di famiglie già partecipanti alla gestione del potere. Quella dei Rondinelli, fiesolana d’origine, era una delle più ricche famiglie fiorentine. La loro attività politica si strinse attorno alle vicissitudini guelfe, delle quali furono protagonisti in prima persona. Nonostante non tutti gli appartenenti a questa famiglia fossero filomedicei, dai Medici furono sempre sostenuti e apprezzati. La loro dinastia fu piuttosto longeva e si estinse soltanto nel 1880 con la morte di Andrea di Luigi. Questo stemma in terracotta fu donato, secondo una consuetudine consolidata, alla città di Barga dal podestà Rinaldo di Nofri Rondinelli al termine del suo mandato. Fu affisso assieme a quelli dei governatori precedenti sotto l’ampio loggiato di palazzo Pretorio. Si trattava di un uso comune, talvolta obbligato e regolamentato dagli statuti locali, quello di lasciare traccia del proprio passaggio.…

- di Redazione

Senza la sua gente…

BARGA – Per giornaledibarga TV un’altra testimonianza di questi giorni così strani, così surreali, così diversi. Barga deserta nei giorni del coronavirus… immagini di una domenica straordinaria e drammatica… Barga senza la sua gente che la vive e la ama, ma che un giorno ritornerà con lei

- di Redazione

Pro Loco Barga: al lavoro per la ripartenza

BARGA – L’emergenza senza precedenti che stiamo attraversando sta già duramente colpendo la nostra economia e soprattutto le attività del settore turistico a cui, per nostra stessa natura, siamo molto vicini. Ci stiamo avvicinando alla fine di questa ‘fase 1′, purtroppo però e’ evidente che gli effetti negativi proseguiranno ancora per diversi mesi a seguire, colpendo duramente quindi anche il periodo estivo ormai alle porte, che è per noi barghigiani quello di maggior rilevanza. La Pro Loco di Barga si è da sempre adoperata per la promozione turistica principalmente con eventi e manifestazioni, soprattutto nei mesi estivi. Purtroppo in questo momento la sua attività ha subito una forte battuta d’arresto. Avremmo anche potuto metterci ‘da parte’ con rassegnazione, ma abbiamo deciso di reagire. Siamo entusiasti di comunicarvi che durante queste settimane di quarantena abbiamo portato avanti lo sviluppo di un nuovo portale turistico per Barga. Questo portale potrà diventare in breve tempo il punto centrale della promozione turistica del nostro…

- 5 di Redazione

Arandora star, alla ricerca di foto ed informazioni dei barghigiani deceduti nella tragedia

SCOZIA – Mancano le foto degli ultimi tre. Le ultime tre delle 21 che si stanno cercando. Così Raffaello Gonnella sul gruppo Facebook, Arandora star dedicato alla ricostruzione storica ed al ricordo della tragedia dell’Arandora Star, la nave britannica che nel 1940 fu affondata da un sottomarino tedesco. L’imbarcazione era adibita a deportare i prigionieri di guerra in Canada: tra questi molti italiani(tra cui anche tanti barghigiani), emigrati e figli di emigrati, la cui colpa era stata solo quella di appartenere ad una nazione nemica in guerra. Nell’affondamento perirono 865 persone tra cui, dei nostri conterranei: Oliviero Agostini, Humbert Alberti, Vincenzo Bertolini, Ferdinando Biagioni, Giovanni Cosimini, Silvio Da Prato, Pietro Dalli, Nello Ghiloni, Santino Moscardini, Amedeo Poli, Caesar Rocchiccioli, Giuseppe Togneri Il gruppo Facebook sta ora cercando di trovare  immagini e maggiori informazioni sui 21 deceduti nati a Barga o con stretti legami con Barga. La ricerca vuole essere realizzata nell’abito dell’80° anniversario dell’Arandora Star che ricorrerà il prossimo 2…

- di Redazione

Rockers in pigiama contest, musica per aiutare gli ospedali.

La musica non si ferma, figuriamoci il rock! Anche tu puoi partecipare al contest “Rockers in pigiama”, iniziato il 7 Aprile 2020 con le prime esibizioni. Peraltro a questa iniziativa collabora anche lo Shamrock Irish Pub di Barga sulla cui pagina Facebook escono settimanalmente da due a tre concerti tenuti rigorosamente in casa di ogni artista. Come fare per partecipare? È molto semplice basta suonare da casa 4 pezzi dal vivo, che saranno votati da una giuria di professionisti della musica, non occorre essere per forza in pigiama (anche il suonare in pigiama vi darà un bonus di 5 punti sul totale). Si suona un live su Facebook, 4 pezzi di filata. Questi video saranno poi riproposti nei social dei locali che aderiscono e sulle pagine dell’organizzazione. Non ci sono limiti artistici, che i vostri pezzi siano cover o inediti; gli organizzatori scrivono: “Vogliamo solo che ci sia la vostra anima, la vostra storia li dentro. Ma che, certo, sia…

-

Un della Robbia da Barga a Londra

Nel XIX secolo le terrecotte invetriate dei della Robbia furono oggetto di un’attenta e inattesa rivalutazione artistica. Diversi e molteplici dovettero essere i motivi, ma fra tutti giocò sicuramente un ruolo principe la spinta tecnologica nascente. Le terrecotte recuperarono il loro posto tra le sedi più alte delle gerarchie artistiche proprio per la loro natura artigianale, la quale suscitava adesso un fascino che al tempo del Vasari era del tutto sopito. Effettivamente la loro genesi non sottostava alla regola “del levare” propria di Michelangelo, re unico ed eccelso della scultura secondo Vasari. Alle sollecitazioni della fortuna del commercio robbiano partecipò anticipatamente anche la soppressione degli ordini religiosi del 1810 ad opera di Napoleone. Molte terrecotte si trovavano all’interno – quando non all’esterno – di edifici religiosi destinati a non svolgere più la loro funzione, e in questo contesto apparivano non più controllate dalla presenza fissa di un qualche custode. Plurifrazionati e facilmente maneggiabili, questi manufatti venivano trafficati con una frequenza…