- di Redazione

Quel tratto impervio di strada al termine del ponte Guglielmo Lera

COREGLIA – Questo tratto di strada al termine del ponte Guglielmo Lera a Piano di Coreglia ha da sempre creato problemi agli automobilisti ma soprattutto ai mezzi pesanti. Capitava spesso infatti, soprattutto nelle giornate piovose con l’asfalto scivoloso, che i mezzi pesanti non riuscivano proprio a salire mettendo a dura prova la trasmissione causando anche rotture con relativa chiusura della strada, Era da tempo che il sindaco di Coreglia cercava una soluzione al problema che a breve sarà finalmente risolto. il nuovo percorso sarà meno tortuoso e la salita distribuita in modo graduale lungo la strada che porta all’innesto con la regionale 445. Il il nuovo innesto permetterà anche di sfruttare la vecchia strada a favore delle esigenze dei cittadini. I lavori sono eseguiti dall’impresa locale Bosi Picchiotti e se ci sarà collaborazione con ENEL e altri enti, entro la fine di Aprile la nuova strada potrà essere aperta al traffico.  

- di Redazione

Mario Pieroni, uno degli ultimi calzolai della Valle del Serchio

FOSCIANDORA – Stefano Pieroni, nonno paterno di Mario, al ritorno del servizio nel regio esercito nel 1905 mise in pratica quello che aveva imparato da militare: il mestiere del calzolaio. Fu poi suo figlio Guido a proseguire e poi Mario figlio di Guido che da quasi 60 anni esercita questo mestiere all’interno del centro storico quasi ai piedi della rocca di Ceserana nel comune di Fosciandora. Ogni mattina apre il laboratorio all’interno della sua bottega e poi accende il televisore sempre sintonizzato su NoiTv. Con passione e professionalità inizia la sua giornata lavorativa che oggi si basa soprattutto su riparazioni, mentre nel passato ha realizzato anche calzature eleganti, ma soprattutto tanti scarponi da lavoro chiodati: Sarà proprio Mario Pieroni, uno degli ultimi artigiani calzolai, uno dei protagonisti della trasmissione de I colori del serchio in onda a partire da sabato 10 marzo su NoiTv.

- di Redazione

Via di Arni chiusa per caduta massi

STAZZEMA – E’ chiusa al traffico al momento la via provinciale di Arni, in località Culaccio nel comune di Stazzema, a causa della cadutia di alcuni massi sulla carreggiata. I tecnici della Provincia hanno al momento interrotto la circolazione di mezzi. Sul posto anche i Vigili del fuoco e il sindaco Maurizio Verona per valutare la situazione. I tecnici stanno eseguendo al momento le verifiche del caso per capire quando riaprire la strada. Un fatto che complica i collegamenti tra Versilia e Garfagnana e che isola al momento il paese di Arni (dove vivono circa 200 persone) dalla costa. La chiusura della provinciale blocca i collegamenti verso Seravezza e si aggiunge alla chiusura, in atto da settimane, della strada del passo del Vestito verso Massa. Maggiori dettagli nelle prossime ore.

- di Redazione

Nuovo look per Castelnuovo

CASTELNUOVO GARFAGNANA – Grazie a un finanziamento da 200 mila euro contenuto nel Cipe e ad altri 90mila euro in arrivo dalla Regione Toscana verra’ attuato un sostanziale intervento di restauro del centro storico.

- di Redazione

Pericolo valanghe di livello 3

PROVINCIA DI LUCCA – Il Soccorso Alpino Speleologico Toscano, consiglia di astenersi da intraprendere scialpinismo o escursioni con le ciaspole a causa dell’elevato rischio valanghe causato dalle recenti nevicate su tutto l’arco appenninico. Le recenti nevicate, il rialzo delle temperature e l’appesantimento della neve stanno profondamente trasformando le condizioni della montagna. Nelle ultime ore si segnala una generale criticità soprattutto in Appennino, dove si sono verificati distacchi nella zona del Monte Cusna e del Cerreto. La presenza di accumuli nevosi e cornici rende molto pericolosa qualsiasi tipo di attività.  Anche in varie zone delle Alpi Apuane si registrano condizioni caratterizzate da manto nevoso insicuro. Si consiglia di astenersi dall’intraprendere percorsi scialpinistici o escursioni con ciaspole, almeno fino a quando l’allerta valanghe, attualmente di livello 3, non scenderà.

- di Redazione

In Mediavalle e Garfagnana una nevicata … “democratica”

VALLE DEL SERCHIO – Nella Valle del Serchio e in Garfagnana i primi fiocchi di neve sono iniziati a scendere mercoledì sera anche se mai con grande intensità. La nevicata che ha investito la zona è stata insolita, potremmo definirla una nevicata “democratica”, in quanto non c’è stata molta differenza tra la quantità di neve scesa in alta montagna o a bassa quota. Grazie al lavoro svolto dal personale della provincia e dalle ditte collegate anche le strade sono state sempre percorribili. Durante la notte gli spalaneve hanno lavorato ininterrottamente proseguendo poi la mattina seguente. La neve ci ha regalato anche degli scorci davvero straordinari. Questo è il paese di Isola Santa nel comune di Careggine e questo è Castelnuovo Garfagnana sotto una leggera coltre bianca dove fin dalle prime ore del mattino un gruppo di volontari ha spalato la neve nel centro storico. Anche le vie d’accesso all’Ospedale Santa Croce sono state mantenute sempre in perfetto stato. Nel pomeriggio…

- di Redazione

Molte strade percorribili con difficoltà nel territorio. Domani 2 marzo, scuole chiuse nei comuni della Media Valle, Molazzana, Castelnuovo e Gallicano per rischio ghiaccio

Situazione neve. Archiviata la nevicata che forse rimarrà l’unica vera nevicata di questo inverno, restano ora i disagi. Le strade, paradossalmente, in alcune zone come la provinciale di Pegnana, nella montragna, ma anche alcune stradine interne dei vari paesi e non solo, sono meno percorribili adesso che stamani, quando la neve era omogenea. Soprattutto in alcuni tratti, il passaggio delle auto ha reso il fondo disconnesso e disomogeneo rendendo difficoltosa la circolazione. In alcune strade, poi, lo spalaneve è arrivato solo dopo pranzo o nel pomeriggio ed in alcuni casi manca ancora e quindi si lamentano anche per questo altre strade non troppo belle. Comunque sia i disagi sono possibili ovunque ed a parte sulle strade principali, dove comunque la cautela è sempre d’obbligo, occorre fare particolare attenzione ed essere comunque attrezzati con gomme da neve o catene. Quando si può è comunque bene evitare di utilizzare per il momento le strade, così da evitare ogni possibile rischio. L’altra notizia…

- di Redazione

Cronaca della neve con le foto dei lettori

Neve doveva essere e neve è stata con i primi fiocchi iniziati a cadere già ieri sera, dopo cena. In linea di massima, a parte l’alta montagna, i quantitativi di neve caduta sono i soliti e si va da 10 a 15 centimetri.  Anche a Renaio, nel comune di Barga, a 1000 metri slm, siamo su questi quantitativi. Comunque sia è neve in tutta la provincia di Lucca ed anche la Versilia è bene imbiancata. Le strade sono percorribili ed i mezzi spalaneve sono in azione. Occorre però essere dotati di gomme da neve o catene e guidare comunque con prudenza perché le strade sono comunque non al meglio. Ci sono trratti abbastanza insidiosi per la formazione di ghiaccio e di neve battuta. Non risultano particolari problemi neppure ai passi montani per il momento. In questo primo servizio vi proponiamo le foto inviateci dai lettori della chat Meteo con scatti che vanno da Lucca fino a Minucciano, passando per i comuni…

- di Redazione

Al via i lavori di recupero della Chiesa di S. Bartolomeo a Metello

SILLANO-GIUNCUGNANO – La chiesa che vediamo è quella di Metello di Soraggio, l’edificio è inagibile del sisma del 21 giugno 2013. Un luogo di culto che deve a Don Pietro Salatti la sua presenza e l’intitolazione a San Bartolomeo. Dopo aver fatto il cappellano militare alle dipendenze di Napoleone Don Pietro tornò nella sua terra natia, portando in Garfagnana tante novità, tra cui anche le patate e inoltre realizzò questa chiesa per favorire, appunto, il culto degli abitanti del luogo. Dal terremoto del 21 giugno 2013 la chiesa è però inagibile. Ora, grazie soprattutto alla caparbietà degli abitanti del luogo e alla collaborazione con la curia di Lucca e con l’amministrazione locale ma soprattutto alla regione Toscanam sono iniziati i lavori di recupero dell’edificio:lucia paola fontana frati La chiesa è dedicata a San Bartolomeo. Il santo viene festeggiato a Metello, ma soprattutto alla foce di Romecchio sull’alpe di Soraggio dove viene portato in spalla lungo il suggestivo crinale appenninico. A…

- di Redazione

Il doping nel ciclismo. Se ne parla venerdì sera a Noi Tv

LUCCA – Venerdì sera alle 21 su NoiTv, nuova puntata di “Dido”. Si parlerà del fenomeno del doping nel ciclismo. Ospiti il patron di “Amore & Vita” Ivano Fanini e il medico delle nazionali italiane di ciclismo Edoardo Cantilena.

- di Redazione

Allerta meteo arancione per rischio neve

Da stasera è proclamata una allerta meteo arancione per rischio neve: dalle ore 24 di mercoledì 28 febbraio alle 24 di giovedì 1 marzo (area Serchio Garfagnana-Lima), mentre negli altri territori della provincia l’allerta terminerà alle 18 di domani giovedì 1 marzo. Stamani (mercoledì) a Palazzo Ducale si è svolta una videoconferenza tra gli addetti del Servizio Protezione civile della Provincia e i funzionari della Prefettura con i referenti della Regione Toscana durante la quale è stato fatto il punto sulla situazione meteo e sull’emissione dell’allerta. Con l’emissione del livello arancio scatterà quindi anche il Piano neve provinciale, mentre domattina (1 marzo) sarà aperta la Sala operativa integrata di Protezione civile (Provincia e Prefettura) a Palazzo Ducale. Le previsioni meteo del Lamma riferiscono di nevicate fino a quote di pianura, in particolare sulle zone centro-settentrionali della regione. In provincia di Lucca sono previsti cumulati di 5-10 cm in pianura, fino a 20-30 cm in collina e Appennino e 2-3 cm sulla…

- di Redazione

Allerta neve, chiuse tutte le scuole della provincia

PROV. DI LUCCA – Scuole chiuse in tutta la provincia di Lucca a causa dell’allerta neve arancione emessa dalla regione Toscana a martire dalla mezzanotte di mercoledì fino alle 18 di giovedì primo marzo. Durante tutta la mattinata, una dopo l’altra, le amministrazioni comunali della provincia hanno iniziato a diramare le ordinanze di chiusura delle scuole, per prevenire al massimo i disagi alla circolazione in caso di nevicate importanti. Secondo le previsioni meteo, le precipitazioni dovrebbero iniziare dalla serata di mercoledì a partire dalla costa, per estendersi a tutta la regione nella nottata e nella giornata di giovedì.  Per quanto riguarda la circolazione, la Provincia ha predisposto la salatura delle strade più a rischio neve e ghiaccio, allertando tutto il personale addetto e le ditte incaricate in caso di emergenza. Pronti ad entrare in azione i mezzi spalaneve anche a quote basse in caso di necessità. La Prefettura ha istituito il blocco della circolazione per i mezzi pesanti superiori alle…