Senza categoria

- di Redazione

Rischio idreogologico, Mastronaldi: a Ponte all’Ania non si fanno le manutenzioni

Luca Mastronaldi di Fratelli d’Italia interviene sulla questione della pulizia di fossato e zanelle e richiama l’attenzione sui problemi di Ponte all’Ania. Ecco che cosa scrive: “Apprendiamo con soddisfazione, che sul territorio del comune di Barga, verranno realizzati dall’unione dei comuni della Media Valle del Serchio, importanti lavori di manutenzione che prevedono lo sfalcio e il taglio di alberi in alcuni corsi d’acqua.  Investimento importante, di circa 45mila euro. Con estrema preoccupazione invece, sono a segnalare, l’incuria in cui versano alcuni fossi , siti nella frazione di Ponte all’Ania. Essi raccolgano l’acqua piovana della frazione di Pedona, scendono fino a Ponte all’Ania , per poi defluire nel fiume Serchio. Negli anni, alcune migliorie sono state fatte, ma ad esse non è seguita una manutenzione costante.  Denuncio anche, una inesistente pulizia da parte della provincia di Lucca delle zanelle e delle varie grate, poste al confine con il comune di Coreglia Antelminelli, e su tutta via Nazionale. Gli abitanti della frazione, sono…

- di Vittorio Lino Biondi

Cima Vallona, una strage dimenticata

Ci fu un tuono secco però non pioveva / Un lampo di fuoco da terra veniva E l’eco veloce si sparse lontano / Riempiendo di fumo le valli ed il piano Ma il vento quel giorno era dolce e veloce / Portò via quel fumo ogni grido e ogni voce E là sulla cima il silenzio tornava / E tutto tranquillo di nuovo sembrava Tornò dell’estate il rumore leggero /Tornarono i falchi a volare nel cielo Restarono i quattro che a terra straziati / Guardando quel cielo con gli occhi sbarrati Guardando le nubi vicine lassù / Con occhi che ormai non vedevano più L’odore di morte era in quella giornata / Soltanto una grande bestemmia insensata Portate dei fiori, portate parole/ Portate canzoni, portategli il sole Portate ogni cosa che serva per loro /A fare più dolce il sereno riposo Portategli il vostro sincero rimpianto /Portategli il vostro ricordo soltanto Che sappiano loro che sono partiti /Che noi tutti…

- di Redazione

Il Club Balestrero Veicoli d’Epoca riprende le attività

Il “Club Balestrero Veicoli d’Epoca” di Lucca per festeggiare la fine del grigio momento Covid, ha organizzato per domenica 20 giugno 2021, una massiccia uscita di moto e veicoli d’epoca, con un tour sulle colline lucchesi. Oltre 120 macchine moto, partite dalla sede storica di Via Savonarola a Lucca, dopo i controlli e la verifica dei documenti amministrativi, hanno percorso,  scaglionati di 30 veicoli per non ingolfare la viabilità ordinaria,  la Via Romana, la Pesciatina e lo Stradone di Camigliano,  facendo una tappa logistica-riorganizzativa presso i locali della Misericordia Santa Gemma Galgani di Camigliano, dove era stata predisposta una abbondante colazione per i partecipanti. Il viaggio delle macchine storiche, tra la gente festante dei paesi, e paesaggi bellissimi, ha toccato Gragnano, Petrognano, Lappato,  S’Andrea in Caprile, San Pietro a Marcigliano; qui i soci hanno ricevuto in omaggio una confezione di vino delle Fattorie Mazzarosa. Sono poi scesi alla chiesa di Segromigno Monte per il pranzo, organizzato dalla “Frates” di Camigliano…

- di Pietro Moscardini

Il ponte di pietra della Pieve di Loppia

Attraversare il torrente Loppora in periodo di magra estiva non è certo un problema. un piccolo salto e il ruscello è guadato! Farlo in periodo di portate maggiori è pressoché impossibile. Il collegamento diretto fra l’antica Pieve e il fertile piano di Filecchio per poi poter proseguire verso le importanti fortificazioni di Seggio e Tiglio, è stato anche nei secoli addietro un problema non marginale. Sappiamo che la Loppora è un torrentello assai inquieto e lo fu anche nel 1700 quando travolse un ponte di legno che collegava i due piani agricoli. Nel 1706 non si era ancora provveduto a nessuna ricostruzione e la Loppora la si attraversava con guadi provvisori, quando lo permetteva. I pievani e i contadini erano costretti a scendere verso i Mencagli per passare in tranquillità il piccolo torrente. Nel 1715 il pievano, un certo Giuseppe Ciarpi, chiese ufficialmente ai consoli del Comune di Barga che un ponte di legno fosse di nuovo ricostruito. Fu solo…

- di Redazione

Scendono sotto quota 200 (181) i nuovi positivi in Toscana

Calano ancora i nuovi casi nella nostra regione. Sono infatti 181 (-46) i positivi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 3674 tamponi molecolari processati e 503 test rapidi. Tra poco saranno diffusi anche i dati globali sia regionali e che provinciali. I dati di oggi sono stati anticipati come di consueto dal residente della Regione Eugenio Giani che in mattinata ha assistito alla vaccinazione del primo ospite di una Rsa in Toscana. “In Toscana abbiamo deciso con forza di proteggere da subito i nostri nonni ospiti delle RSA con il vaccino anticovid. Marco Meucci è il primo vaccinato della RSA di Montedomini.”

- di Redazione

Scendono sotto quota 200 (181) i nuovi positivi in Toscana

Calano ancora i nuovi casi nella nostra regione. Sono infatti 181 (-46) i positivi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 3674 tamponi molecolari processati e 503 test rapidi. Tra poco saranno diffusi anche i dati globali sia regionali e che provinciali. I dati di oggi sono stati anticipati come di consueto dal residente della Regione Eugenio Giani che in mattinata ha assistito alla vaccinazione del primo ospite di una Rsa in Toscana. “In Toscana abbiamo deciso con forza di proteggere da subito i nostri nonni ospiti delle RSA con il vaccino anticovid. Marco Meucci è il primo vaccinato della RSA di Montedomini.”

- di Redazione

Scendono sotto quota 200 (181) i nuovi positivi in Toscana

Calano ancora i nuovi casi nella nostra regione. Sono infatti 181 (-46) i positivi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 3674 tamponi molecolari processati e 503 test rapidi. Tra poco saranno diffusi anche i dati globali sia regionali e che provinciali. I dati di oggi sono stati anticipati come di consueto dal residente della Regione Eugenio Giani che in mattinata ha assistito alla vaccinazione del primo ospite di una Rsa in Toscana. “In Toscana abbiamo deciso con forza di proteggere da subito i nostri nonni ospiti delle RSA con il vaccino anticovid. Marco Meucci è il primo vaccinato della RSA di Montedomini.”

- di Redazione

Scendono sotto quota 200 (181) i nuovi positivi in Toscana

Calano ancora i nuovi casi nella nostra regione. Sono infatti 181 (-46) i positivi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 3674 tamponi molecolari processati e 503 test rapidi. Tra poco saranno diffusi anche i dati globali sia regionali e che provinciali. I dati di oggi sono stati anticipati come di consueto dal residente della Regione Eugenio Giani che in mattinata ha assistito alla vaccinazione del primo ospite di una Rsa in Toscana. “In Toscana abbiamo deciso con forza di proteggere da subito i nostri nonni ospiti delle RSA con il vaccino anticovid. Marco Meucci è il primo vaccinato della RSA di Montedomini.”

- di Redazione

Scendono sotto quota 200 (181) i nuovi positivi in Toscana

Calano ancora i nuovi casi nella nostra regione. Sono infatti 181 (-46) i positivi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 3674 tamponi molecolari processati e 503 test rapidi. Tra poco saranno diffusi anche i dati globali sia regionali e che provinciali. I dati di oggi sono stati anticipati come di consueto dal residente della Regione Eugenio Giani che in mattinata ha assistito alla vaccinazione del primo ospite di una Rsa in Toscana. “In Toscana abbiamo deciso con forza di proteggere da subito i nostri nonni ospiti delle RSA con il vaccino anticovid. Marco Meucci è il primo vaccinato della RSA di Montedomini.”

- di Redazione

Scendono sotto quota 200 (181) i nuovi positivi in Toscana

Calano ancora i nuovi casi nella nostra regione. Sono infatti 181 (-46) i positivi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 3674 tamponi molecolari processati e 503 test rapidi. Tra poco saranno diffusi anche i dati globali sia regionali e che provinciali. I dati di oggi sono stati anticipati come di consueto dal residente della Regione Eugenio Giani che in mattinata ha assistito alla vaccinazione del primo ospite di una Rsa in Toscana. “In Toscana abbiamo deciso con forza di proteggere da subito i nostri nonni ospiti delle RSA con il vaccino anticovid. Marco Meucci è il primo vaccinato della RSA di Montedomini.”

- di Redazione

- di Redazione

La Regione lavora, assieme agli operatori economici, per regolare l’afflusso nei centri commerciali. Sulla scuola attesa nuova ordinanza: “Privilegiare nelle presenze in classe prime e quinte superiori”

FIRENZE (FONTE TOSCANA NOTIZIE)   “La concertazione come metodo: dialogo e confronto”. Il presidente della Toscana Eugenio Giani lo ripete ai giornalisti convocati in conferenza stampa a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, nel giardino interno della sede della presidenza della Regione, dove fa il punto sui provvedimenti decisi per arginare i rischi di nuovi contagi Covid-19. “Il confronto – ribadisce – sarà la bussola che sempre questa giunta userà, prima di assumere qualsiasi decisione”.  Un filo diretto che si è concretizzato già ieri con la Direzione didattica regionale, per quanto riguarda il mondo della scuola, ed oggi con gli operatori economici e e le loro associazioni di categoria, dove dopo le restrizione imposte dall’ultimo decreto del presidente del consiglio dei ministri stanno vivendo anche in Toscana un clima di profonda preoccupazione. “Se la curva dei contagi migliorasse, potremo forse allentare alcune misure, nel rispetto chiaramente dei protocolli nazionali. Lo stiamo valutando  – apre Giani –  Ma in ogni caso dobbiamo aspettare…