Salute e Benessere

- di Redazione

Torna il Master per Infermiere di Famiglia e di Comunità

Scadono mercoledì 23 ottobre 2013 le prescrizioni per il Master di primo livello “Infermiere di famiglia e di comunità”, giunto alla sua quinta edizione, che partirà il prossimo 3 dicembre nella sede del Polo Didattico e Formativo di S.Maria a Colle nel complesso di Maggiano.Grazie alla collaborazione tra la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Pisa e l’Azienda USL 2 di Lucca è stato infatti attivato alcuni anni fa – come primo del genere in Toscana e uno dei pochi a livello nazionale – un percorso formativo per questa nuova figura che èandata ad arricchire il settore delle cure primarie.Il Master permette infatti all’infermiere di acquisire competenze avanzate e una professionalità specifica sui servizi territoriali, per attivare processi di cambiamento culturale e organizzativo.In particolare al termine del Master, l’infermiere di famiglia e di comunità sarà in grado di progettare, gestire ed essere garante di un’articolazione integrata di reti in un sistema di servizi che comprenda interventi domiciliari, semiresidenziali e residenziali,…

- di MeCap

Dilaga la preoccupazione per gli Ospedali della Valle: Castelnuovo teme per l’ortopedia, l’ASL rassicura

Come l’Osservatorio per la Sanità nella Valle si è allarmato per certe dichiarazioni del direttore generale ASL 2 D’Urso, così l’assessore alla sanità di Castelnuovo Franco Bianchini teme per il reparto di ortopedia che pare “insidiato” dalla concorrenza del Campo di Marte.Pronta la replica dell’Azienda sanitaria, che spiega come Castelnuovo non rischi nulla e che anzi, si vada verso un percorso di sempre maggiore integrazione e uniformità tra Lucca e la Valle del Serchio, fermo restando che nel nuovo ospedale di Lucca le sale operatorie saranno più di quelle del Campo di Marte e che quindi dovranno essere utilizzate in maniera adeguata.Insomma, anche in questo caso vale la domanda che si pone il Giornale di Barga di ottobre 2013: Sanità nella Valle, come andrà a finire? (continua…) Pare davvero che, da queste parti, sia scoppiata una sorta di panico da soppressione ospedaliera e che quindi, ogni frase relativa ai nosocomi di Barga o Castelnuovo, scateni reazioni di grossa preoccupazione.Se siano…

- di Redazione

L’Osservatorio replica all’intervista di D’Urso: “Ci pare che la sorte dell’Ospedale di Barga sia già stata decisa”

L’Osservatorio della Sanità della Valle del Serchio, a una settimana di distanza torna sull’intervista rilasciata dal direttore Generale della ASL 2 Antonio D’Urso a un giornale locale. Nell’occasione D’Urso ha ribadito la bontà dell’idea di costruire un ospedale unico per la Valle del Serchio ed ha dichiarato che, in attesa della sua realizzazione, aveva “proposto di unificare le attività ospedaliere in uno dei due padiglioni” (negli ospedali di Barga o Castelnuovo, cioè) impegnandosi a mantenere gli stessi servizi. Diversi sarebbero stati invece i costi, che si intendono più alti se tutto dovesse essere trasferito al San Francesco di Barga. Sul perché non mantenere invece i due presidi D’Urso sottolinea come i due attuali nosocomi abbiano “vincoli architettonici e strutturali ” e che quindi non sia sensato mantenere due ospedali, tra l’altro molto vicini tra loro.Ed è proprio su questi due punti che l’Osservatorio punta il dito, accusando D’Urso di contraddirsi. (…continua) In una nota si legge infatti che “Nell’intervista rilasciata…

- 1 di Redazione

Mozione pro Ospedale Unico, il Comitato per la Sanità della Valle: “Il voto contrario di Remaschi lascia esterrefatti”

C’era da aspettarsi un certo scalpore in seguito al voto della mozione presentata dal centro destra regionale in merito alla questione sanità. La proposta, votata da centro destra, centro democratico e alcuni consiglieri PD (tra cui Ardelio Pellegrinotti), impegna il presidente della Giunta regionale e l’assessore competente a rispettare gli accordi sottoscritti con i sindaci della Valle del Serchio per la realizzazione del nuovo ospedale unico, adoperandosi per il reperimento delle risorse necessarie. Una buona proposta, riterremmo, la cui adozione però, è stata resa incredibile dal voto contrario di Marco Remaschi, consigliere PD eletto nella nella nostra circoscrizione e presidente della commissione Sanità, primo forse tra tutti a sdoganare la bontà del progetto Ospedale Unico quando ancora la valle era indecisa. A una settimana dall’approvazione della mozione, in replica a quella che si può ritenere una marcia indietro, il Comitato per la Sanità nella Valle del Serchio punta il dito contro Remaschi e chiede lumi sulla sua decisione, assestando anche…

- di Redazione

Inizia la seconda parte dei corsi Schesis, la Scuola Umanistico Scientifica per la Salute Mentale

Ha preso il via lunedì 7 ottobre 2013 in Valle del Serchio la seconda parte dei corsi Schesis edizione 2013, a cui sono iscritti professionisti provenienti da varie parti d’Italia.“Schesis – Scuola Umanistico Scientifica per la Salute Mentale”, con sede a Fornaci di Barga, è stata istituita nel 2009 presso l’Azienda USL 2 di Lucca, con il supporto di Cittadinanzattiva ed il contributo della Regione Toscana, anche a seguito dei significativi risultati conseguiti con il modello sperimentale introdotto a partire dalla fine degli anni 90 presso il Centro di Salute Mentale della Valle del Serchio, diretto dal dottor Mario Betti. Siamo quindi giunti al quinto anno di questa esperienza didattica e formativa unica nel suo genere. Si tratta infatti della prima scuola di formazione di questo tipo che nasce in un servizio pubblico e non è gestita da centri universitari o scuole private. Offre agli allievi la possibilità di un percorso formativo incentrato su tre aspetti: il lavoro esperienziale su…

- di Redazione

La Misericordia inaugura la nuova sede del 118 a Fornaci

Dopo i momenti finanziari difficili dei mesi scorsi, un momento, finalmente, di meritata festa per la Misericordia del Barghigiano – Servizio ambulanza. Il prossimo 26 ottobre avverrà l’inaugurazione della nuova sala 118 oltre che delle due nuove ambulanze acquistate quest’anno.La nuova sala si trova al primo piano dello stabile che a Fornaci ospita da qualche anno la Misericordia del Barghigiano e la sede locale del 118. (continua…) I lavori sono stati realizzati grazie al fattivo contributo della Fondazione Cassa di Risparmio, del Comitato 1° Maggio di Fornaci, dei Ragazzi del Cuore e di tante altre persone che si sono rese disponibili a dare una mano, chi economicamente, chi con il proprio lavoro.Le due ambulanze arrivate quest’anno sono invece state acquistate grazie ad un dono del Motoclub Fornaci e della popolazione con il tesseramento 2012 che hanno permesso l’acquisizione del primo mezzo a gennaio 2013. La seconda autoambulanza è stata invece donata dalla famiglia in memoria di Rosa ed Ermanno Giannotti.Tutta…

- di Redazione

L’anemia nell’intervento di protesi: debolezza e malessere. Ecco come intervenire

La Riabilitazione di Barga al centro dell’attenzione, non solo per l’importante opera che svolge sul territorio per il recupero di tanti pazienti (alcuni dei quali con immense difficoltà), ma anche per preparare meglio operatori, volontari e pazienti sul come affrontare certe patologie.Nell’ambito di una serie di incontri relativi al tema “Consapevolezza in riabilitazione” l’equipe del reparto di riabilitazione dell’Ospedale “San Francesco” di Barga organizza così una conferenza dal titolo “Anemia dopo intervento di artroprotesi: spiegare la debolezza e il malessere.L’appuntamento è per il prossimo 17 ottobre presso la Sala Colombo in via del Giardino 13, a Barga.Questo incontro è rivolto agli operatori e ai volontari che interagiscono con soggetti che richiedono una riabilitazione dopo intervento di chirurgia ortopedica maggiore, ma anche a tutta la popolazione interessata e dimostra l’attenzione del reparto per un problema che troppo spesso viene trascurato e che invece è importantissimo per il recupero dei pazienti L’anemia è molto comune dopo interventi come l’artroprotesi di anca e…

- di Redazione

Approvata in Regione una mozione per rispettare gli accordi sull’ospedale unico della Valle

La notizia viene annunciata direttamente dall’Ufficio Stampa del consiglio regionale della Regione Toscana. Una mozione, in realtà vecchia di alcuni mesi ma approvata oggi 2 ottobre, per rispettare gli accordi dell’ospedale unico, votata non solo dai consiglieri di minoranza che l’hanno proposta, ma anche, tra gli altri, dal consigliere regionale di Gallicano,(PD) Ardelio Pellegrinotti. E con il voto contrario invece, dell’altro consigliere di valle, Marco Remaschi. Interessante quello che emerge.Ecco la notizia. (continua…)Firenze – Il Consiglio regionale della Toscana impegna il presidente della Giunta regionale e l’assessore competente a rispettare gli accordi sottoscritti con i sindaci della Valle del Serchio per la realizzazione del nuovo ospedale unico, adoperandosi per il reperimento delle risorse necessarie.È quanto prevede una mozione, presentata da Marina Staccioli (FdI), Giuseppe Del Carlo (Udc) e Giovanni Santini (PdL) ed approvata dall’assemblea toscana. Ai voti dei gruppi di centrodestra si sono infatti aggiunti quelli del Centro democratico e di alcuni consiglieri del Pd: Ardelio Pellegrinotti, Marco Spinelli, Daniela…

- di Redazione

Indagine di soddisfazione al Pronto Soccorso

Nell’ambito del progetto “Sistema di valutazione e valorizzazione della performance delle Aziende sanitarie toscane” la Regione, in collaborazione con il Mes – Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, promuove anche quest’anno un’indagine di soddisfazione che coinvolge tutti i Pronto Soccorso della Toscana.I risultati di questo studio saranno utili per capire meglio il punto di vista dei cittadini e per individuare quali aspetti dell’assistenza sanitaria ricevuta siano soddisfacenti e quali invece dovrebbero essere migliorati.Le domande – 40 in tutto – saranno rivolte agli utenti che usufruiranno dei Pronto Soccorso di Lucca e di Castelnuovo Garfagnana dal 30 settembre fino al 10 novembre 2013.L’indagine condotta dal Mes, che riguarderà tutte le 12 Asl e le 4 aziende ospedaliero-universitarie della Toscana, permetterà quindi di conoscere le opinioni e l’esperienza dei pazienti rispetto al funzionamento di questa dini sarà considerata assolutamente confidenziale.struttura che rappresenta la “prima linea” dell’ospedale.Negli anni passati le indagini svolte e il parere espresso dagli utenti sono…

- di Redazione

Incontri con la popolazione per conoscere il nuovo Ospedale di Lucca

Per far conoscere alla cittadinanza il nuovo ospedale e le sue modalità organizzative, l’Azienda USL 2 di Lucca organizza alcuni specifici incontri informativi, cercando di raggiungere la popolazione in contesti di prossimità.Questi appuntamenti, dal titolo “Conosciamo il S Luca”, permetteranno, come spiega l’ASL, di promuovere la conoscenza della nuova struttura e consentiranno alla popolazione di partecipare attivamente alla discussione e di interloquire direttamente con i professionisti che stanno gestendo questo importante passaggio, all’insegna dell’innovazione e dello sviluppo, della sanità lucchese. Nell’ambito degli incontri sarà inoltre possibile per ogni cittadino prenotare una visita guidata al nuovo ospedale, in modo da verificare di persona le informazioni apprese e discusse nel corso della presentazione. La prima iniziativa è in calendario per lunedì 30 settembre a partire dalle ore 21 all’Auditorium del centro Parrocchiale di S.Anna in via Fratelli Cervi 1.I lavori direalizzazione del Nuovo Ospedale di Lucca sono stati sostanzialmente terminati da un paio di mesi.Il Concessionario SAT sta adesso effettuando alcuni interventi…

- di Redazione

Comitati Toscani per la Sanità: appello ad opporsi con tutti i mezzi al disegno della Regione

Non usa parole delicate il CREST (Comitato Regionale Emergenza Sanitaria Toscana) per invitare i cittadini a mantenere la guardia alta nei confronti dei tagli e delle riorganizzazioni previste in ambito sanitario. Questo Comitato regionale, che ha lo scopo di creare una rete tra i movimenti e i comitati toscani (e al quale si sono uniti anche “Comitato in Difesa del Cittadino di Barga” e “Comitato per la Sanità nella Valle del Serchio”) punta in particolare il dito contro l’assessore Luigi Marroni e gli amministratori pubblici, colpevoli, secondo l’ultimo comunicato del gruppo, di aver ceduto a “logiche mercantili”. Con il documento che pubblichiamo integralmente di seguito, quindi, il CREST conferma di voler continuare a protestare contro i disegni previsti per la sanità toscana invitando ad opporsi a queste logiche tutti, anche coloro che non sono direttamente coinvolti nei tagli alla sanità e al ridimensionamento degli ospedali, dato che “Questo disegno antisociale non può e non deve trovare alcuna legittimazione popolare”. Il…

- 2 di Redazione

Sanità: i sindaci chiedono un incontro con il governatore Rossi

Manifestazione presso la sede della Regione per difendere i piccoli ospedali periferici, a rischio di essere trasformati in “case della salute”. Una faccenda che riguarda anche la nostra Valle, i cui sindaci, tramite la Conferenza, hanno richiesto un incontro con il governatore della Toscana Enrico Rossi per avere chiarimenti e garanzie sulla Sanità della valle del Serchio. (…continua) Protesta la Toscana dei piccoli ospedali, protestano a gran voce sindaci, comitati, cittadini contro il piano sanitario della Regione che, seppur ancora poco chiaro, non fa mistero di voler smantellare alcuni piccoli presidi “periferici” incapaci di sfornare grandi numeri ma di vitale importanza per le popolazioni montane o di piccole valli o di centri turistici. È di ieri una colorita manifestazione che si è tenuta a Firenze presso la sede della Regione Toscana e che ha coinvolto numerose realtà toscane tra le quali anche il comitato per la sanità nella Valle del Serchio, tutti uniti per chiedere il mantenimento dei piccoli ospedali…