Salute e Benessere

- di Redazione

Sulla riorganizzazione delle centrali 118, l’intervento di Remaschi che attacca Tambellini

“La vicenda della riorganizzazione delle centrali del 118 avrà un esito in sintonia con la disastrosa gestione fin qui tenuta dalla Regione”. Così si esprime il presidente della IV Commissione Sanità della Regione Toscana, marco Remaschi, sulle decisioni relativa alle centrali operative del 118 in Toscana.“In totale dispregio degli impegni assunti con la delibera 1235 del dicembre 2012, che prevedeva tre centrali per tutta la Toscana, da individuarsi fra quelle attive – scrive remaschi – si è dunque arrivati a sei. Ha vinto chi ha saputo fare la voce grossa, i sindaci di quei comuni che hanno rivendicato una specificità territoriale. Ha perso ancora una volta la Giunta regionale, che prima sceglie un modello, poi lo rivede integralmente, facendo pensare peraltro che le motivazioni alla base dell’originaria scelta alla fine non fossero poi così fondate. Che altro dire, di fronte ad una soluzione che raddoppia le centrali rispetto alle previsioni? Anche in questa vicenda tutto è stato sbagliato: l’individuazione dell’obiettivo…

- di Redazione

Grazie, Garfagnana

Non è facile tradurre il dolore profondo in qualcosa di positivo.Chi ha perso un figlio giovane normalmente tende a rinchiudersi, ad inasprirsi.Ma ci sono persone, famiglie, che riescono a trasformare il proprio dolore in azioni positive, di apertura verso gli altri.Così accade questa volta in Garfagnana, dove la Famiglia Salotti, che ha perso il figlioAlberto, a soli 28 anni, ha deciso di donare un DAE (defribrillatore automatico) alla locale squadra di calcio Capriola del Poggio, presso il campo sportivo “Don Franco Fusai”. E’ questo il numero 147 della nostra campagna per i DAE pubblici.Presenti, oltre a tante persone e ragazzi della squadra locale, il Presidente della “Associazione Paesana di Poggio Garfagnana” Giovanni Grandini, che ringraziamo, assieme ai genitori di Alberto Salotti, che hanno organizzato il tutto.Siamo stati lì , come CecchiniCuore, ad istruire i componenti della squadra all’uso del defibrillatore.Un clima sereno, di gente pulita e piacevole, in un campetto di calcio in cima ad un monte, nei boschi.Si va…

- di Redazione

Parte la campagna gratuita di vaccinazione antinfluenzale

Parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013 sul territorio dell’Azienda USL 2 di Lucca, effettuata anche quest’anno sia presso i Centri Socio Sanitari che presso gli ambulatori dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta che aderiscono alla campagna.La vaccinazione è l’arma più sicura per prevenire l’influenza e le sue complicanze e va vista non solo come prevenzione individuale ma come forma di prevenzione collettiva, visto che riduce sia il numero dei malati che la circolazione dei virus. Per quanto riguarda le strutture dell’Azienda sanitaria lucchese vediamo tutte le sedi e gli orari in cui, dal 14 novembre, è possibile vaccinarsi: Piana di Lucca Ospedale Campo di Marte Edificio A – 4° piano – ambulatorio n. 8 (presso la Medicina dello Sport) giovedì 14 e 28 novembre ore 11.00 – 13.00 vaccinazione per adulti giovedì 5, 12 e 19 dicembre ore 11.00 – 13.00 vaccinazione per adulti Centro Socio Sanitario di Lucca Centro Via Nuova mercoledì 27…

- di Redazione

Nuovo ospedale a rischio? I dubbi del Comitato per la Sanità

Lancia un grido di allarme il Comitato per la sanità nella Valle del Serchio secondo il quale la costruzione del nuovo ospedale i n Valle del Serchio non sarebbe più una certezza. Ecco che cosa scrive: Anche se la notizia non ha trovato alcuna attenzione nella nostra zona, da qualche tempo circola ufficialmente la bozza del nuovo Piano Sanitario della Regione Toscana. Il comitato Per la Sanità nella Valle del Serchio legge il documento con meraviglia e grande preoccupazione: per la prima volta la Regione afferma in modo chiaro che non la tipologia, ma la costruzione stessa del nuovo ospedale è in forte dubbio. Proprio nel Piano, nella parte dedicata alla programmazione degli investimenti sanitari si legge che “potranno essere valutate e verificate ulteriori azioni relative a strutture ospedaliere anche oggetto di atti preliminari di intesa istituzionale, come in Valdinievole e Valle del Serchio”. Se questa espressione non risultasse di per sé abbastanza preoccupante, si legga il paragrafo precedente del…

- di Redazione

Pazienti in fuga dall’ASL 2. All’attacco Lazzeri. Si difende l’azienda

“L’Asl 2 al centro di una crisi di fiducia col territorio. Nel 2012 il 32% dei ricoveri ospedalieri riguardanti residenti nell’Asl lucchese è avvenuto fuori dal territorio dell’azienda sanitaria. In pratica 3 cittadini su 10 nell’ultimo anno si sono fatti ricoverare fuori dai confini dell’Asl 2”. È la dichiarazione del consigliere regionale di Più Toscana e membro della quarta commissione Sanità, Gian Luca Lazzeri, che lancia l’allarme “sul clima di diffidenza verso l’azienda sanitaria lucchese”. “Dietro la crisi di fiducia verso l’Asl 2 – sottolinea – ci sono i recenti casi di persone costrette a sfibranti attese al pronto soccorso di Campo di Marte. Alle quali si aggiunge il problema delle lunghe liste d’attesa per prestazioni ambulatoriali: i lucchesi per una elettromiografia semplice (Emg) in classe programmata attendono anche 115 giorni, 88 giorni per un esame del fondus oculi, 78 giorni per una risonanza magnetica dell’encefalo”. “I dati della mobilità ospedaliera parlano chiaro – afferma ancora Lazzeri – nel 2012…

- di Redazione

Cresce la Misericordia del Barghigiano – Servizio Ambulanza. Festa a Fornaci per i nuovi locali e le ambulanze

Doppia festa questo pomeriggio di sabato 26 ottobre a Fornaci di Barga per la Misericordia del Barghigiano – Servizio ambulanza. C’è stata infatti l’inaugurazione della nuova sala realizzata presso il P.E.T. 118, sede operativa di Fornaci della Misericordia, oltre che il taglio di nastro simbolico per le ambulanze acquistate nei mesi scorsi grazie alla generosità di cittadini, enti ed associazioni.La nuova sala si trova al primo piano dello stabile che a Fornaci ospita da qualche anno la Misericordia del Barghigiano e la sede locale del 118 e come ha detto il Governatore della Misericordia, Elena Venezi, sarà adesso anche a disposizione della comunità fornacina per l’organizzazione di svariate iniziative oltre che fornire supporto alle attività stesse legate all’emergenza, portate avanti giornalmente dalla Misericordia del Barghigiano.Alla cerimonia inaugurale, alla quale hanno presoparte anche diversi volontari in rappresentanza delle Misericordie presenti sul territorio della Valle del Serchio, anche la presenza del sindaco Marco Bonini, del presidente dell’Unione dei Comuni, Nicola Boggi, del…

- di Redazione

Consapevolezza in riabilitazione. Bene il convegno

Specialisti di riabilitazione ed ortopedia di tutta la provincia a confronto, lo scorso 17 ottobre presso la gremita Sala Colombo di Barga, per conferenza dal titolo “Anemia dopo intervento di artroprotesi: spiegare la debolezza e il malessere” . Una delle tante iniziative messe in campo dal Reparto di Riabilitazione dell’ospedale San Francesco nell’ambito della serie di incontri relativi al tema “Consapevolezza in riabilitazione”. Un modo tangibile per dimostrare l’eccellenza di questo reparto do ve non solo ogni giorno si restituisce una vita dignitosa e tutta da vivere a tante persone colpite da patologie gravi come l’ictus, ma la cura del paziente si affronta a tutto campo. Cercando di intervenire anche negli aspetti psicologici e comunque di cornice a quella che è la malattia e la terapia riabilitativa associata.L’incontro, rivolto agli operatori e ai volontari che interagiscono con soggetti che richiedono una riabilitazione dopo intervento di chirurgia ortopedica maggiore, ha visto come detto la sala gremita ed oltre a medici, fisioterapisti…

- di Redazione

La proposta alla Regione: una proroga per i rinnovi delle esenzioni ticket

Prorogare alla scadenza ordinaria del 31 marzo 2014 le dichiarazioni sulle esenzioni ticket: è questa la proposta formulata dal Presidente della IV Commissione regionale Sanità e politiche sociali Marco Remaschi dopo le interminabili file registrate in tutte le Asl della Toscana in questi giorni a seguito del disciplinare che obbligava gli utenti a rinnovare l’esenzione entro il prossimo 31 ottobre.Remaschi ha provveduto a formalizzare questa proposta scrivendo direttamente al Presidente della Giunta Regionale Enrico Rossi, all’Assessore al Diritto alla Salute ed al capogruppo Pd in Consiglio regionale Marco Ruggeri.Ecco che cosascrive nella sua proposta: “Alle difficoltà che interessano il sistema sanitario regionale per condizionamenti esterni (leggi, risorse e normative sovraordinate) avremmo il dovere di non associarne altre frutto della nostra autonoma iniziativa. Non tanto per salvaguardare la nostra immagine di lungimiranti amministratori, quanto per non gravare i cittadini-utenti del sistema di ulteriori pesi, economici e burocratici. Ai forti disagi che sta pertanto producendo la decisione di imporre il rinnovo delle…

- di Redazione

Torna il Master per Infermiere di Famiglia e di Comunità

Scadono mercoledì 23 ottobre 2013 le prescrizioni per il Master di primo livello “Infermiere di famiglia e di comunità”, giunto alla sua quinta edizione, che partirà il prossimo 3 dicembre nella sede del Polo Didattico e Formativo di S.Maria a Colle nel complesso di Maggiano.Grazie alla collaborazione tra la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Pisa e l’Azienda USL 2 di Lucca è stato infatti attivato alcuni anni fa – come primo del genere in Toscana e uno dei pochi a livello nazionale – un percorso formativo per questa nuova figura che èandata ad arricchire il settore delle cure primarie.Il Master permette infatti all’infermiere di acquisire competenze avanzate e una professionalità specifica sui servizi territoriali, per attivare processi di cambiamento culturale e organizzativo.In particolare al termine del Master, l’infermiere di famiglia e di comunità sarà in grado di progettare, gestire ed essere garante di un’articolazione integrata di reti in un sistema di servizi che comprenda interventi domiciliari, semiresidenziali e residenziali,…

- di MeCap

Dilaga la preoccupazione per gli Ospedali della Valle: Castelnuovo teme per l’ortopedia, l’ASL rassicura

Come l’Osservatorio per la Sanità nella Valle si è allarmato per certe dichiarazioni del direttore generale ASL 2 D’Urso, così l’assessore alla sanità di Castelnuovo Franco Bianchini teme per il reparto di ortopedia che pare “insidiato” dalla concorrenza del Campo di Marte.Pronta la replica dell’Azienda sanitaria, che spiega come Castelnuovo non rischi nulla e che anzi, si vada verso un percorso di sempre maggiore integrazione e uniformità tra Lucca e la Valle del Serchio, fermo restando che nel nuovo ospedale di Lucca le sale operatorie saranno più di quelle del Campo di Marte e che quindi dovranno essere utilizzate in maniera adeguata.Insomma, anche in questo caso vale la domanda che si pone il Giornale di Barga di ottobre 2013: Sanità nella Valle, come andrà a finire? (continua…) Pare davvero che, da queste parti, sia scoppiata una sorta di panico da soppressione ospedaliera e che quindi, ogni frase relativa ai nosocomi di Barga o Castelnuovo, scateni reazioni di grossa preoccupazione.Se siano…

- di Redazione

L’Osservatorio replica all’intervista di D’Urso: “Ci pare che la sorte dell’Ospedale di Barga sia già stata decisa”

L’Osservatorio della Sanità della Valle del Serchio, a una settimana di distanza torna sull’intervista rilasciata dal direttore Generale della ASL 2 Antonio D’Urso a un giornale locale. Nell’occasione D’Urso ha ribadito la bontà dell’idea di costruire un ospedale unico per la Valle del Serchio ed ha dichiarato che, in attesa della sua realizzazione, aveva “proposto di unificare le attività ospedaliere in uno dei due padiglioni” (negli ospedali di Barga o Castelnuovo, cioè) impegnandosi a mantenere gli stessi servizi. Diversi sarebbero stati invece i costi, che si intendono più alti se tutto dovesse essere trasferito al San Francesco di Barga. Sul perché non mantenere invece i due presidi D’Urso sottolinea come i due attuali nosocomi abbiano “vincoli architettonici e strutturali ” e che quindi non sia sensato mantenere due ospedali, tra l’altro molto vicini tra loro.Ed è proprio su questi due punti che l’Osservatorio punta il dito, accusando D’Urso di contraddirsi. (…continua) In una nota si legge infatti che “Nell’intervista rilasciata…

- 1 di Redazione

Mozione pro Ospedale Unico, il Comitato per la Sanità della Valle: “Il voto contrario di Remaschi lascia esterrefatti”

C’era da aspettarsi un certo scalpore in seguito al voto della mozione presentata dal centro destra regionale in merito alla questione sanità. La proposta, votata da centro destra, centro democratico e alcuni consiglieri PD (tra cui Ardelio Pellegrinotti), impegna il presidente della Giunta regionale e l’assessore competente a rispettare gli accordi sottoscritti con i sindaci della Valle del Serchio per la realizzazione del nuovo ospedale unico, adoperandosi per il reperimento delle risorse necessarie. Una buona proposta, riterremmo, la cui adozione però, è stata resa incredibile dal voto contrario di Marco Remaschi, consigliere PD eletto nella nella nostra circoscrizione e presidente della commissione Sanità, primo forse tra tutti a sdoganare la bontà del progetto Ospedale Unico quando ancora la valle era indecisa. A una settimana dall’approvazione della mozione, in replica a quella che si può ritenere una marcia indietro, il Comitato per la Sanità nella Valle del Serchio punta il dito contro Remaschi e chiede lumi sulla sua decisione, assestando anche…